Post

Visualizzazione dei post da Novembre, 2009

NUDI A MADRID - CONTRO LE PELLICCE

Immagine
Animalisti con i corpi cosparsi di sangue finto, sdraiati nella centrale Puerta del Sol..
http://www.youtube.com/watch?v=mH_5t43l11w
Si sono sdraiati nudi uno addosso all'altro, i corpi cosparsi di sangue finto, nella centrale Puerta del Sol a Madrid. Così gli animalisti dell'organizzazione AnimaNaturalis hanno protestato contro l'industria della pelliccia, rimanendo stesi sul pavimento della piazza più famosa di Madrid per circa venti minuti, nonostante il freddo e la pioggia incombente. Alcuni dei militanti si sono ammassati dentro una gabbia. "L'obiettivo della manifestazione è far capire alla gente che indossare pelle d'animale non è elegante ma un atto crudele ed egoista", scrive l'organizzazione in un comunicato. "Oggigiorno, possiamo vestirci con altri materiali - hanno aggiunto i dimostranti spiegando che "gli animali condannati a diventare dei cappotti passano tutta la loro vita chiusi dentro piccole gabbie sporche".
[fonte ansa]


G…

TSUNAMI SUL SOLE - DOPO FORTI ESPLOSIONI

A volte per "credere" è necessario "vedere". Ed è quello che aspettavano gli scienziati della Nasa per dare conferma a una serie di deduzioni su fenomeni che sembravano avvenire sulla superficie del nostro Sole. Qualche anno fa infatti, alcuni ricercatori avevano rilevato elementi provenienti dalla stella che facevano sospettare la presenza di gigantesche esplosioni seguite da onde gigantesche, così spaventosamente grandi che a dubitare per primi erano gli stessi fisici autori della scoperta. Gli scettici poi sostenevano che i dati erano dovuti a qualcosa di ancora non ben compreso, ma certamente non dovevano essere legati ad esplosioni solari. "Ora abbiamo la certezza. Sul Sole avvengono davvero dei giganteschi tsunami", ha spiegato Joe Gurmel del Solar Physic Lab al Goddard Space Flight Center della Nasa.

La conferma visiva del fenomeno arriva dalla coppia di satelliti gemelli chiamati STEREO, che hanno colto il fenomeno lo scorso febbraio (la notizia è…

IMMIGRATI - BRUNETTA [FARABUTTO CHI DA LAVORO NERO]

Immagine
Il ministro per la Pubblica amministrazione apre anche alla cittadinanza prima dei dieci anni....
Gli imprenditori che prendono gli immigrati in nero «sono farabutti». Ad affermarlo è il ministro per la Pubblica amministrazione, Renato Brunetta, secondo il quale un alleggerimento della pressione fiscale in questo caso non serve. «La differenza non è in un taglio del 5 o del 10% dei contributi - ha affermato intervenendo ad una trasmissione su radio-Rtl - ma sul fatto di essere farabutti o persone perbene. I lavoratori immigrati in nero sono dovuti alla nostra cattiva economia, sono l'altra faccia della nostra cattiva coscienza».
CITTADINANZA - Gli imprenditori farabutti, sempre secondo il ministro, «invece di pagare 100 pagano 10, quindi se io li faccio pagare 90 non c'è competizione». Il ministro si è poi detto favorevole ad anticipare prima dei dieci anni, l'ottenimento della cittadinanza italiana da parte degli immigrati, purché virtuosi. «La cittadinanza va considerata …

L'EUROPA SUL WEB - NON E' ANCORA UNITA

Immagine
Una mappa fotografa la discussione politica europea online. Ancora pochi i contatti tra le varie comunità...

L'Europa sarà anche unita a livello istituzionale, ma per quanto riguarda la percezione politica dei cittadini, c'è ancora molto lavoro da fare. Nella realtà, ma anche sul web. Almeno questo è il verdetto emesso da una ricerca condotta su un campione selezionato di 10 mila siti politici in Francia, Germania, Italia e Olanda. Il risultato dell'indagine, realizzata da linkfluence, azienda specializzata in ricerche di mercato sui media sociali, è una mappa che fotografa le comunità politiche sul web del continente costruita analizzando la rete di collegamenti tra i vari siti.
UNITI MA DIVISI - Il quadro che emerge descrive un dibattito politico sull’Europa che continua a crescere, ma riproduce sul web i tradizionali confini fisici. Le aggregazioni di siti si compongono seguendo linee linguistiche, con poche intersezioni tra le varie comunità, che continuano, per lo più,…

OLOGRAMMI PER LA CARTA DI IDENTITA'

Immagine
Ologrammi animati per la carta d'identità del futuro. Attraverso i quali sarà possibile memorizzare - e controllare - fotografie in 3-D e impronte digitali. Mettendo più al sicuro i propri dati personali. La novità - realizzata dal centro di ricerca di General Electric - sarà disponibile sul mercato dal 2010 e dovrebbe rendere l'identificazione più sicura. Gli ologrammi, infatti, potranno essere inseriti in tutti i documenti personali: dalla carta d'identità alla patente, dai badge alle carte di credito, fino alla tessera sanitaria.
LE DIFFERENZE - Rispetto agli ologrammi attualmente in uso, che vengono stampati sulla superficie dei tesserini identificativi rimanendo quindi "vulnerabili", quelli sviluppati da GE - sostiene l'azienda - possono essere direttamente incorporati nei materiali con cui vengono fabbricati i supporti, rendendo impossibile l’alterazione e la duplicazione del documento. «Infinite tessere di plastica sono ormai protagoniste del nostro qu…

TERREMOTO ALL'INGV: IN PERICOLO LA RICERCA SISMOLOGICA E VULCANOLOGICA ITALIANA

Immagine
Il Collegio di Istituto dell'INGV ha appreso con sorpresa e forte disappunto che una bozza di Decreto-legge datata 29 ottobre 2009 prevede una pesante ipotesi di riordino dell'ente.
Lo scenario delineato nella bozza di D.L. e' allarmante: si vorrebbe trasferire, forzosamente e arbitrariamente, l'intero settore del monitoraggio dei terremoti al Dipartimento della Protezione Civile.
La separazione tra monitoraggio e ricerca e' un gravissimo errore e una palese anomalia a livello mondiale che porterebbe in breve tempo al collasso qualitativo di entrambe le attivita'.
Questa operazione e' in totale contraddizione con l'itinerario di riordino degli enti di ricerca gia' programmato e con il piano di integrazione delle infrastrutture di ricerca nazionali promosso dalla Commissione Europea e condiviso dal MIUR.
Il Collegio di Istituto dell'INGV, in rappresentanza della comunita' scientifica dell'ente, ha chiesto al Ministro Gelmini e al Sottosegreta…

POSTE, SALTA UNA VIRGOLA I CORRENTISTI VANNO IN ROSSO

Immagine
L'azienda: il problema è stato risolto. I consumatori: «Chiederemo i danni»
Figuratevi l’incubo perfetto: si va in banca per prendere dei contanti, si va alla macchinetta, si infila dentro la tessera del Postamat piuttosto che il Bancomat, si prendono 250 euro. Poi si controlla e secondo il computer ne avete prelevati 25.000, prosciugando il conto corrente. Ad altri è capitato di trovarsi davanti alla cassa del supermercato o dal benzinaio o al ristorante con l’imbarazzante messaggio «transazione non autorizzata».
Brutte esperienze capitate a un discreto (ma imprecisato) numero dei 5,7 milioni di italiani che hanno un conto corrente con Poste Italiane o dei 6,2 milioni che invece hanno soltanto la carta Postamat. Sì, perché stavolta la topica è stata di quelle davvero monumentali. Un errore provocato dal nuovo software introdotto durante la notte per aggiornare il sistema: e così, «un certo numero di clienti» che hanno effettuato operazioni con la carta Postamat presso terminali no…

LATTE ALLA MELAMINA, DUE CONDANNE A MORTE IN CINA

Immagine
Causò il decesso di almeno sei neonati e l'intossicazione di altri 300mila...
Due condanne a morte, nell'ambito dello scandalo del latte contaminato alla melamina che ha causato la morte di almeno sei neonati e l'intossicazione di altri 300mila, sono state eseguite oggi in Cina. Lo riferisce Nuova Cina.
Le due persone messe a morte sono Zhang Yujun, colpevole, secondo l'accusa, "di aver messo in pericolo la salute pubblica", e Geng Jinping, per aver prodotto e venduto il latte contaminato.
Zhang ha prodotto oltre 770 tonnellate di latte contaminato alla melamina, vendendone più di 600 tonnellate tra il luglio 2007 e l'agosto 2008.
Geng ha venduto oltre 900 tonnellate di latte contaminato. Lo scandalo del latte alla melamina è esploso in settembre dopo una denuncia della Fonterra, l'impresa neozelandese socia della Sanlu. La general manager della compagnia, Tian Wenhua, è stata condannata all'ergastolo, scatenando le proteste dei parenti delle vittime.

BOLLO, ASSICURAZIONI - NORD E SUD

Immagine
Bollo ed assicurazione. Due parametri fondamentali nei costi di gestione di un'automobile a cui tutti noi rivolgiamo particolare attenzione soprattutto se stiamo per acquistare una nuova vettura. Abbiamo quindi deciso di raccogliere cinque vetture, ognuna leader della propria categoria, analizzando le differenze economiche che in Italia subisce lo stesso modello con al volante il medesimo proprietario. Il costo del bollo (fonte Agenzia delle Entrate) varia da Regione a Regione e siamo intorno ai 2 Euro a Kw per, ma la differenza sostanziale come vedremo la fanno i centesimi. Abbiamo quindi tariffe di 2,32 Euro nella Provincia autonoma di Bolzano; di 2,58 in Basilicata, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Lombardia, Piemonte, Provincia autonoma di Trento, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana, Umbria e Valle d'Aosta; di 2,76 Euro nel Molise; di 2,79 nelle Marche fino ai 2,84 Euro di Abruzzo, Calabria, Campania, Liguria e Veneto. Da notare che tutte le tariffe tendano per…

UN ASTEROIDE HA SFIORATO LA TERRA

Immagine
È passato a soli 14 mila chilometri dal nostro pianeta, cioè 30 volte più vicino rispetto alla Luna....
Un altro asteroide il 6 novembre ha sfiorato la Terra da vicinissima distanza, appena 14 mila chilometri; quindi ben al di sotto dell’orbita equatoriale a 36 mila chilometri sulla quale ruotano tutti i satelliti per le telecomunicazioni e la TV. Anche questo pianetino è stato scoperto all’ultimo momento, come era accaduto all’asteroide di dieci metri di diametro che l’8 ottobre scorso aveva invece colpito la Terra disintegrandosi nel cielo dell’Indonesia. Questo nuovo asteroide di 7 metri di diametro battezzato 2009 VA era stato scoperto dal Catalina Sky Survey 15 ore prima dell’incontro ravvicinato ed era rapidamente identificato dal Minor Planet Center di Cambridge (Massachusetts-Usa) il quale stabiliva che non ci sarebbe caduto addosso ma che avrebbe soltanto sfiorato il pianeta. L’eventuale impatto, tuttavia, avrebbe finito per disintegrarlo senza creare problemi.
LA «CLASSIFICA»…

SEMPRE PIU' SU LE EMISSIONI CO2

Immagine
Negli ultimi 50 anni la frazione di gas serra antropogenici che non è stata assorbita dai "pozzi" naturali del carbonio ed è rimasta in atmosfera è stata in media del 43 per cento....
Dal 2000 al 2008 le emissioni di CO2 da combustibili fossili sono ancora aumentate, e non di poco: del 29 per cento. E anche nel 2008, nonostante la crisi economica, l'incremento è stato del 2 per cento, contro una media del periodo del 3,4 per cento. Negli anni novanta la media dell'aumento si aggirava invece intorno all'uno per cento.
Le proiezioni basate sull'andamento del prodotto nazionale lordo globale indicano che nel 2009 le emissioni dovrebbero assestarsi sui livelli del 2007, per poi tornare ad aumentare nel 2010.
Come fonte, il carbone ha ormai superato il petrolio e le emissioni dei paesi in via di sviluppo ora eccedono quelle dei paesi sviluppati. Le emissioni legate allo sfruttamento del territorio sono invece rimaste pressoché costanti dal 2000 a oggi, passando a con…

INFLUENZA A: LA POLONIA, IL VACCINO E' UNA TRUFFA

Immagine
La Polonia e' convinta che il vaccino contro l'influenza A sia una "truffa" ai danni dei cittadini da parte delle case farmaceutiche. In un intervento in Parlamento, pronunciato nei giorni scorsi e pubblicato in inglese su diversi siti web, il ministro della Salute polacco, Ewa Kopacz, ha espresso "seri dubbi" rispetto alla gestione dell'influenza A da parte dei "Paesi ricchi". "Il nostro Paese e' molto saggio e sappiamo distinguere con precisione la verita' dalle bugie", ha spiegato il ministro. "Qual e' il dovere di un ministero della Salute? Concludere accordi che facciano l'interesse dei cittadini o quello delle case farmaceutiche?", si e' domandata la Kopacz. Il ministro polacco ha parlato anche delle possibili controindicazioni del vaccino: "Ci sono siti Internet in cui i produttori di vaccini sono obbligati a pubblicare gli effetti collaterali", ha spiegato, "le vaccinazioni in Euro…

MEDIASET - PROCESSO RINVIATO A GENNAIO 2010

Immagine
I giudici della prima sezione del tribunale di Milano hanno accolto il legittimo impedimento motivato da impegni istituzionali presentato dai legali di Silvio Berlusconi e hanno aggiornato il processo in cui il premier e' imputato per frode fiscale al 18 gennaio. Data in cui, secondo quanto riferito oggi in aula dagli avvocati del presidente del Consiglio, Berlusconi potra' essere presente.
"Ritenuto inutile fissare le singole udienze e richiedere poi, di volta in volta, la prova specifica dei singoli impedimenti - ha detto il presidente del collegio, Edoardo D'Avossa, dopo una breve camera di consiglio - e tenuto conto della disponibilita' riferita dai difensori dell'imputato, il tribunale accoglie la deduzione di legittimo impedimento e fissa la data della prossima udienza al 18 gennaio". D'Avossa ha poi preannunciato che le udienze si svolgeranno, da li' in avanti, ogni lunedi' e, qualora fosse necessario, anche al sabato.
[fonte ansa]

BRUNETTA, NEL 2010 LA CODA PEGGIORE DELLA CRISI

Immagine
Stesso giudizio anche da Bersani, "Sulla disoccupazione il peggio lo abbiamo davanti"....
Nel 2010 tutti gli indicatori "avranno il segno più" ma paradossalmente "la crisi vivrà la sua coda peggiore": lo ha affermato il ministro della funzione pubblica Renato Brunetta nel corso di un incontro organizzato a Mestre dalla Confartigianato. "Il peggio è passato - ha detto Brunetta, citando l'aumento del pil nel terzo trimestre - ma ora si sta assorbendo la negatività di sei mesi fa". Per il ministro il tema da affrontare è di "come gestire questi mesi di transizione che rischiano di essere i più delicati". Per questo, Brunetta ha detto di ritenere utile l'introduzione di incentivi, in particolare ai consumi, per gestire la coda della crisi. Alla richiesta dalla platea degli artigiani di ridurre i tempi di pagamento da parte della pubblica amministrazione, il ministro ha risposto: "facile da dirsi, difficile da farsi".
Il min…

NAPOLITANO: IN POLITICA CONTA MORALITA'

Immagine
"Quello che piu' conta e' la moralita' della politica". A sottolinearlo con forza a Napoli e' il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano."Quello che piu' conta - dice - commemorando la figura di Maurizio Valenzi - e' il senso della nobilta' della politica, il senso dei limiti anche nel ruolo alto, insostituibile della politica.
Quello che piu' conta e' la dedizione all'interesse generale e la moralita' della politica. "Ci si schieri liberamente a destra o a sinistra - prosegue il capo dello Stato - quello che piu' conta e' il senso della moralita' della politica". "Noi crediamo in Napoli, crediamo nella politica, crediamo nella democrazia", conclude Napolitano. Parole salutate da un caloroso applauso nell'antisala dei Baroni in cui si celebrano i cento anni del primo 'sindaco rosso' di Napoli. Su chi ha fatto della politica una scelta di vita si sono dati troppi giudizi "…

ZICHICHI CONOSCE QUANTO E' GRANDE L'UNIVERSO

Immagine
Nella lussuosa hall del Grand Hotel di piazza Esedra, il pianista suona One degli U2. Antonino Zichichi, fisico nucleare classe 1929, percorre il salone a passo svelto, cartellina sotto il braccio, voltandosi preoccupato verso il pianoforte. «Troppo rumore - dice - qui non si può lavorare». Il personale della residenza romana provvede e apre le porte di una sala appartata. Portano due comode sedie, un tavolino basso, una bottiglia d'acqua e due bicchieri.
Non sarà il "silenzio cosmico", prefessore, ma possiamo accontentarci. Zichichi sorride. I diritti d'autore di questa definizione, ha ricordato il direttore del Laboratorio del Gran Sasso Eugenio Coccia, sono suoi. Come nasce l'idea del "silenzio cosmico"? «Coccia è persona onesta. Nel '79, insieme a un altro studioso, misurammo il Gran Sasso in lungo e in largo, in particolare la parte di montagna sotto la quale doveva passare l'autostrada per Teramo. In quel punto la cima non ha la classica fo…

EPIFANI, PROSSIME SETTIMANE LE PEGGIORI PER LAVORO

Immagine
"La crisi avrà gli effetti più negativi sull'occupazione nelle prossime settimane". Lo ha detto il segretario della Cgil, Guglielmo Epifani, dando il via alla manifestazione nazionale indetta dal sindacato di Corso d'Italia. Epifani ha sottolineato come "il governo non stia facendo nulla per sostenere il lavoro e i pensionati". Riguardo alla scomparsa dei fondi destinati ai giovani ricercatori dell'università, il leader della Cgil ha detto "é una finanziaria che non dà nulla al lavoro, agli investimenti e al Mezzogiorno e non c'é soluzione neanche per i precari dell'università". "Manca la promessa di stabilizzare i giovani ricercatori precari", ha spiegato il segretario generale della Cgil, aggiungendo: "gli interventi del governo vanno contro il mondo del lavoro".
[fonte ansa]

MEDIASET - SIAMO ALLA SOLITA DISINFORMAZIONE

Immagine
I TG mediaset continuano imperterriti a spararla grossa sulla ripresa dell'Italia. Queste informazioni fanno bene al loro partito e premier ma certamente male all'informazione. Proprio oggi notiamo [si fa per dire] un pil +0,6% e un debito pubblico da RECORD! Bankitalia afferma che a settembre il gettito fiscale è andato malissimo. Giù le entrate tributarie nei primi nove mesi dell'anno per un -3,3%. Un consiglio? Cambiate canale. Le informazioni VERE andate a cercarle su internet.

IL CERVELLO ARCHIVIA I RICORDI

Immagine
Il cervello umano archivia i ricordi stipando i vecchi nella neocorteccia per far posto ai nuovi che affollano l'ippocampo. Il tutto avviene con un meccanismo di cancellazione delle tracce provvisorie dei ricordi formati in precedenza, eseguita dai neuroni deputati a formare i nuovi. Il sistema, permette che nessuna informazione venga persa, perche' ad essere cancellata e' solo la traccia provvisoria dei ricordi, nell'ippocampo. La scoperta si deve a Kaoru Inokuchi in Giappone.
[fonte ansa]

UN ICEBERG GIGANTE - NELL'OCEANO PACIFICO

Immagine
Lungo 500 metri e alto 50, rappresenta un evento raro. Se si rompesse, sarebbe un pericolo per la navigazione...
Cinquecento metri di lunghezza e cinquanta di altezza: tanto misura un iceberg che sta navigando nel mare tra il Circolo polare antartico e l'Australia, al largo dell'isola di Macquarie, un'area dove i "giganti di ghiaccio" si vedono molto raramente. I primi ad avvistarlo sono stati gli esploratori della Australian Antarctic Division. «Non avevo mai visto niente del genere: abbiamo lanciato uno sguardo all'orizzonte e ci siamo trovati davanti questa enorme isola ghiacciata - dice Dean Miller, studioso di foche e membro della spedizione antartica -. Per me è stato un grande momento, non avevo mai visto un iceberg prima d'ora».
UN CASO RARO - Secondo il glaciologo Neal Young il gigante si sarebbe staccato 8 o 9 anni fa dall'area del Ross Ice Shelf, la più vasta piattaforma di ghiaccio dell'Antartide (487mila km quadrati). «È la prima volta …

PRESIDENZA COPASIR - RUTELLI RIMETTE MANDATO

Immagine
Il presidente del Copasir Francesco Rutelli ha informato, nella riunione di questa mattina, i membri del Comitato Parlamentare per le Informazioni e la Sicurezza, della sua decisione di rimettere il mandato ricevuto.
RUTELLI, PD INDICHI NUOVO CANDIDATO PRESIDENTE - ''Reputo opportuno che per mia decisione si determinino le condizioni per cui le rappresentanze parlamentari del Pd possano indicare nuovamente, nel corso di questa legislatura, il candidato presidente del Copasir'': e' uno dei passaggi della dichiarazione che il presidente del Copasir, Francesco Rutelli, ha fatto questa mattina ai membri del Comitato, annunciando la sua decisione di rimettere il mandato di presidente dell'organismo di controllo sui servizi segreti. ''Assicurero' il massimo impegno - ha aggiunto - per garantire la prosecuzione del nostro lavoro in continuita' sulla linea che unanimemente abbiamo adottato''
[fonte ansa]
Secondo noi: Il 12 novembre 2009 Francesco R…

GUERRA SISMICA: I TERREMOTI POSSONO ESSERE PROVOCATI

Immagine
Erano i tempi della guerra fredda quando i militari sovietici studiavano sistemi di attacco geofisico e ormai si sa che forti esplosioni possono provocare scosse sismiche, tant’è che le compagnie petrolifere e minerarie che scandagliano i fondali marini, servendosi di esplosioni controllate, talvolta provocano mini scosse telluriche. Il tenente Generale Fabio Mini, il cui curriculum è di tutto rispetto, descrive chiaramente queste ricerche in un articolo pubblicato sulla rivista di geopolitica Limes. La guerra sismica non è fantascienza e in ambito militare viene presa seriamente in considerazione, perché permette di colpire il nemico senza che questo se ne renda conto. Ma gli effetti possono essere devastanti.
Fa parte della guerra ambientale, che con il ricorso alle esplosioni nucleari e convenzionali, è in grado di provocare anche tsunami. Gli esperimenti sono stati fatti: il professor Thomas Leech, dell’Università di Auckland in Nuova Zelanda, negli anni quaranta provocò onde anoma…

PANDEMIA - DEL DENARO

Gli interessi delle case farmaceutiche non collimano con gli in teressi della gente..


[fonte youtube]

MALEDUCAZIONE FAMIGLIARE GLOBALE - CONTINUATA

Immagine
Altri tempi quelli di oggi. I figli di oggi hanno tutto, fanno tutto e gli si concede tutto. L’educazione e il rapportarsi con gli altri sono l’unica e significante parte che gli manca. I genitori di oggi non sono certamente quelli che sapevano tenere a bada i propri figli, a volte anche con sistemi poco ortodossi ma sicuramente efficaci. Prima di affrontare il desiderio di avere un figlio bisogna che la legge imponga ai genitori un corso per la sua educazione. Non scambiamo la scuola come elemento educativo. Resta solo formativo e solo in pochi casi. L’educazione spetta ai genitori. L’80%... Questo è il tasso di maleducazione nel nostro paese. Si parte da quella alimentare fino ad arrivare alla micro criminalità. Punizioni anche simboliche oramai scomparse. Menefreghismo a tutto campo. Figli per strada di giorno e di notte. Poi, quando accade qualcosa la colpa si da sempre agli altri. Principalmente è la madre permissiva, mentre la figura del padre è scavalcata per le regole che impo…

UNA STRANA POLIZIA - LEGGI PARALLELE

Immagine
In Italia, il paese dove tutto è possibile realizzare [da immense ricchezze, a mafie, riduzione in schiavitù, truffe, strategie del terrore] etc.. etc.. la polizia cosa fa? Pubblica on line un video shock senza alcuna riservatezza per i bambini, riguardante un brutale omicidio a sangue freddo operato dalla camorra a Napoli. Perché fa questo? Perché ogni volta la polizia ha bisogno del cittadino che a sua volta e vittima della polizia? Un rebus semplice e finemente ingannevole. Se uno di noi avesse pubblicato un video del genere cosa gli sarebbe accaduto? Lo sappiamo tutti cosa! Allora... dove sono i limiti della decenza, della legalità? Dov'è finita la deontologia professionale che la polizia ci spiattella sempre in faccia del tipo.. [della legge ce ne occupiamo noi - lei è un semplice cittadino si adegui alla legge - lei è ignorante sulla legge e la multiamo ] etc. etc. Loro invece fanno quello che vogliono. Questo significa una sola cosa. “IL FINE GIUSTIFICA I MEZZI?” Non è così…

LA MACCHINA DEL BIG BANG SI BLOCCA - PER UNA BRICIOLA DI PANE

Immagine
Lasciata cadere da un uccellino, manda in tilt l’acceleratore del Cern di Ginevra...

Gli americani dicono «the devil is in the details», il diavolo sta nei detta­gli. Ma anche Dio — diciamolo — non se la cava male, quando ci si mette. Il Large Hadron Collider (in italiano: grande colli­sore di adroni) è un acceleratore di parti­celle presso il Cern di Ginevra, il più grande e potente mai realizzato. Lungo 27 chilometri, costato 4,9 miliardi di eu­ro, dovrebbe provare l’esistenza del «bo­sone di Higgs», detto anche «la particella di Dio», che fornisce la massa alla mate­ria nell’universo e simula il Big Bang Be’, si è fermato: ci hanno tro­vato dentro mollica di pane. Nessuno sa come sia finita lì. Tecnicamente, essendo Ginevra nella Svizzera francese, si tratta­va di mollica di baguette. Duran­te l’ispezione si è scoperto che aveva messo fuori uso una delle unità esterne di raffreddamen­to che mantengono la tempera­tura a 1,9 gradi sopra lo zero as­soluto. Una portavoce del Cern ha det…

INFLUENZA A: TANTI NO AL VACCINO

Immagine
In Italia l'80% degli infermieri e il 44% dei medici non si vaccinerebbe contro l'influenza A/H1N1. Il 70% degli operatori sanitari pero' pensa che siano proprio queste le categorie da vaccinare per prime.

E' quanto emerge da un sondaggio online condotto dalla Sezione di Medicina Clinica e Sanita' Pubblica dell'Universita' La Sapienza su 2057 operatori. L'88% dei partecipanti ha comunque manifestato un elevato interesse nei confronti dell'influenza.
[fonte ansa]

LA STRATEGIA DELLA TENSIONE

Immagine
L’arte truculenta della conservazione del potere…
Non un fatto, ma una drammatica concatenazione di avvenimenti dietro ognuno dei quali si intravede un complesso meccanismo di controllo e di condizionamento della vita politica italiana. Un meccanismo non sempre univoco. Il disordine sociale, l'insta- bilità, la minaccia e il terrore sono i mezzi con cui, dietro le quinte del potere, per anni, un coacervo di forze - spesso in antitesi e in competizione tra loro - ha giocato una partita di morte dai contorni ancora in gran parte da definire. Servizi segreti italiani ed internazionali, strutture armate occulte, la parte della destra estrema più sensibile alle scorciatoie del golpismo, lobby segrete, gruppi di dominio corrotti, centrali economiche preoccupate del cambiamento, complicate alleanze dove sfumano e si mescolano le differenze tra legalità e illegalità, tra corpi dello stato e criminalità, tra fenomeni spontanei ed altri abilmente manovrati. Una vera e propria Strategia della…

L’ART. 21 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA? NON ESISTE!

Immagine
La politica di ogni governo altera i principi fondamentali del popolo che governa. Le forze dell’ordine [come sempre] al servizio della politica e mai del cittadino che gli paga lo stipendio. Bella l’Italia. Anno ragione all’estero quando ci chiamano pizza, mafia e mandolino…
Un’altra figuraccia [questa volta da parte di Gasparri “PDL”] addirittura in Abruzzo e precisamente a Pescara per il caso Borsellino [l’omicidio di STATO! Come quello di Falcone].
La politica? Il vero cancro della società! Il politico [oggi] è pari a un 41 bis. I mafiosi non vanno più in cerca dei politici. Sono gli stessi politici che oggi alimentano e sostengono la mafia. L’Italia nelle mani della mafia politica? Si, da sempre – per sempre.
Gli imbecilli? Gli Italiani!

MANGIARE IN FRETTA INGRASSA

Immagine
Mangiare velocemente ingrassa perche' non da' il tempo di sentire che si e' sazi. Lo afferma uno studio condotto all'ospedale Laiko di Atene.Stando alla ricerca, apparsa sul Journal of Clinical Endocrinology & Metabolism,gli ormoni che devono spegnere l'appetito dopo ogni pasto non sono prodotti a sufficienza per indurre sazieta' quando ingoiamo cibo velocemente.L'intestino produce, a pancia piena, il peptide YY e il peptide glucagone simile (GLP-1),che inviano al cervello il segnale di sazieta'.
[fonte ansa]

BANCHE A PROVA DI BOMBA

Immagine
Unicredit, Bnp Paribas e Intesa Sanpaolo tra i finanziatori di cluster bombs....
Centotrentotto banche di tutto il mondo finanziano la produzione di cluster bombs. La denuncia è dell'associazione Cluster Munition Coalition, che unisce oltre 200 Ong da tutto il pianeta contro le bombe a grappolo. Tra gli istituti di credito segnalati nel rapporto Worldwide investments in cluster munitions: a shared responsability, c'è anche Intesa Sanpaolo. "Nel luglio 2007" - recita la relazione - "Lockheed Martin (industria bellica americana tra i principali produttori al mondo di bombe a grappolo, ndr) ha rinnovato la sua attuale apertura di credito rotativo (cioè un prestito) di 1,5 miliardi di dollari fino a luglio 2012. Intesa Sanpaolo ha contribuito con 52,5 milioni di dollari al cartello delle 31 banche" erogatrici del prestito.

Qualcosa non quadra. Ma il 3 dicembre 2008 ad Oslo non è stata firmata, anche dall'Italia, una Convenzione che bandisce le cluster bombs? …

UN DETENUTO NON SI PICCHIA IN SEZIONE - CARCERE DI TERAMO

Immagine
"Queste cose si fanno sotto... Abbiamo rischiato la rivolta, perché il negro ha visto..."

Il comandante delle Guardie ammette: "Quella voce è la mia"...
"Abbiamo rischiato una rivolta perché il negro ha visto tutto. Un detenuto non si massacra in sezione, si massacra sotto...". Parole dal carcere di Castrogno a Teramo, parole registrate all'interno di uno degli uffici degli agenti di polizia penitenziaria. Frasi spaventose impresse in un nastro. Ora questo audio è nelle mani della Procura della Repubblica di Teramo che ha aperto un'inchiesta sulla vicenda. Sono parole che raccontano di un "pestaggio" ai danni di un detenuto, quasi come fosse la "prassi", un episodio che rientra nella "normalità" della gestione del penitenziario. Un concitato dialogo tra il comandante delle guardie del penitenziario, Giuseppe Luzi e un agente che svelerebbe un gravissimo retroscena all'interno di un carcere già alle prese con carenze…

TAGLIA SUI KILLER – DELITTI CONTRO LA PERSONA

Immagine
Ogni paese civile “si fa per dire”, [alla presenza di ogni delitto contro la persona che sfoci nell’omicidio] dovrebbe istituire immediatamente una taglia sul presunto killer. Perché in Italia questo non accade? Per evitare di sminuire il lavoro delle forze dell’ordine [che fanno a gara chi è più bravo]. Abbiamo bisogno di risultati e non di X-FACTOR tra polizie Italiane. Basta produrre divise, limitiamoci a utilizzare la TESTA!

LAVAVETRI - A ROMA SCATTA L'ORDINANZA

Immagine
Oggi i primi controlli, domani divieto a regime...
Entrerà in vigore l'ordinanza sui lavavetri e i giocolieri emanata dal Comune di Roma. Si comincia con i controlli dei vigili urbani per poi entrare a regime da domani. "Mi aspetto un risultato di lotta al degrado e un risultato per scoprire i retroscena di questo fenomeno - ha detto il sindaco Gianni Alemanno - perché con questo intervento noi permetteremo di far emergere un racket, se questo racket come noi pensiamo esiste. Faremo così emergere - ha aggiunto - i problemi di chi è costretto a vivere pulendo i vetri alle macchine, cosa che spesso viene anche imposta ai cittadini. E di pari passo vogliamo lavorare anche per ottenere una migliore vivibilità per i cittadini. Sottolineo però che non facciamo questo solo per i cittadini ma anche per combattere - ha concluso Alemanno - un modo di vivere che è francamente inadeguato a una città come Roma". Lunedì scenderanno in campo 25 pattuglie della polizia municipale che pas…