Post

Visualizzazione dei post da Giugno, 2010

Il giorno del No al bavaglio

Immagine
Andare a manifestare in piena estate, in un giorno di lavoro e con un premier che tanto fa quello che gli pare? Sembra una missione impossibile. Ma domani in molti ci provano. Da Palermo a Parigi, passando per Roma.
"Un'iniziativa nel segno della Costituzione". Così il Popolo Viola lancia dal suo sito la mobilitazione del primo luglio per manifestare contro la legge Bavaglio. Una protesta che giovedì convoglia in tredici piazze italiane - e due straniere - tutti i cittadini pronti a dire "No!" al disegno di legge sulle intercettazioni. I contenuti della legge Bavaglio sono ormai noti, in particolare le forti restrizioni sui reati per cui si autorizzeranno le intercettazioni e sui tempi di realizzazione delle stesse, quindi il silenzio sulle indagini imposto ai magistrati, le multe ai giornalisti e le stangate agli editori che pubblicheranno le conversazioni prima di un processo.
Un risultato ormai evidente della misura che il governo intende far approvare è stat…

Antartide: ghiacci più sottili, allarme da satelliti

Immagine
Dalle rilevazioni del radar europeo di Envisat
I ghiacci dell'Antartide stanno diventando più sottili: lo rilevano le misure più recenti fatte dal satellite europeo Envisat e presentate oggi, nel convegno sull'Osservazione della Terra organizzato in Norvegia, a Bergen, dall'Agenzia Spaziale Europea (Esa). Le misure di Envisat, che riguardano lo spessore dei ghiacci dal 2003 al 2010, sono state rilevate dal satellite a intervalli di 35 giorni e poi integrate dai ricercatori fino ad ottenere un'animazione che mostra come i ghiacci nella parte occidentale dell'Antartide si sono decisamente assottigliati. Emerge dal contrasto fra le aree colorate in rosso, che corrispondono ai primi rilievi fatti, e quelle in blu, risultato delle misure più recenti. Un fenomeno analogo è stato osservato dal radar altimetro di Envisat nei ghiacci della Groenlandia. "Sono anche evidenti le variazioni nel livello dei ghiacci avvenute periodicamente. Ci sono periodi nei quali il livell…

Non è reato la molestia via e-mail - "Non è invasiva come il telefono"

Immagine
Annullando una condanna inflitta dal tribunale di Cassino, la suprema corte spiega che non si può accostare la comunicazione per posta elettronica a quella telefonica, perché "non comporta nessuna immediata interazione tra mittente e destinatario".
Per la Cassazione, non è configurabile come reato la molestia via e-mail. La conclusione si evince da una sentenza con cui la suprema corte ha annullato senza rinvio, "perché il fatto non è previsto dalla legge come reato", la condanna al pagamento di un'ammenda di 200 euro inflitta a un 41enne dal tribunale di Cassino. L'uomo era accusato di molestie per aver inviato a una donna, con la posta elettronica, un messaggio contenente "apprezzamenti gravemente lesivi della dignità e dell'integrità personale e professionale" del convivente della destinataria.
Il giudice di Cassino aveva considerato anche la specifica situazione come disciplinata dall'articolo 660 del codice penale, relativo al reato di …

Rapine in banca, Italia maglia nera

Immagine
Nel 2009 ci sono state nel nostro Paese 1.744 rapine, il 42,02% del totale di 4.150 in tutta Europa.
Il 45-50% delle rapine compiute nelle banche europee avviene in Italia. Lo afferma la Fiba Cisl riportando i dati dell'Osservatorio nazionale del sindacato e sottolineando che «il fenomeno delle rapine in banca in Italia, per quanto in flessione negli ultimi 2 anni, resta di dimensioni importanti». Nel 2009 in Italia ci sono state 1.744 rapine, il 42,02% del totale di 4.150 in Europa. Seppure le rapine in Italia sono risultate il 42,02% del totale europeo nel 2009, la Fiba Cisl afferma che la percentuale è fra il 45 e 50% perchè ci sono alcune realtà dove il fenomeno delle rapine è particolarmente elevato. Nei primi mesi del 2010, prosegue la tendenza nazionale di flessione cominciata nel 2008, dopo circa otto anni sostanzialmente ininterrotti di crescita. I primi riscontri per quest'anno prefigurano un calo tendenziale del 15% con caratteristiche disomogenee sul territorio.
UNA…

Trattative Stato-mafia? Pisanu: qualcosa ci fu

Immagine
Audizione presidente commissione antimafia: Cosa nostra non ha certo rinunciato alla politica.
''E' ragionevole ipotizzare che nella stagione dei grandi delitti e delle stragi si sia verificata una convergenza di interessi tra cosa nostra, altre organizzazioni criminali, logge massoniche segrete, pezzi deviati delle istituzioni, mondo degli affari e della politica. Questa attitudine a entrare in combinazioni diverse e' nella storia della mafia e, soprattutto e' nella natura stessa della borghesia mafiosa''. E' questa l'analisi sviluppata dal presidente dell'antimafia, Beppe Pisanu, nella sua relazione illustrata oggi davanti all'organismo bilaterale di inchiesta.
Pisanu ha ricostruito dettagliatamente i vari passaggi degli ''omicidi eccellenti'' e delle stragi a partire da quella mancata dell'Addaura, citando che ormai vi sono notizie ''abbastanza chiare'' su due trattative: quella tra Mori e Ciancimino '…

Tasse, Italia verso il primato

Immagine
Il peso della pressione fiscale sul nostro stipendio è pari al 43,2%. Siamo quinti tra i 27 paesi della Ue. La spesa pubblica sfiora il record: 800 miliardi.
L’Italia scala la triste classifica delle tasse collocandosi al quinto posto nella Ue. In base ai dati dell’Istat dal 2008 al 2009 la pressione delle imposte è salita al 43,2%. Per trovare un dato peggiore bisogna tornare al 1997. Altro primato è quello della spesa pubblica schizzata al 52,5% del Pil. Ora il governo non può più tirarsi indietro. Il taglio delle imposte, prima annunciato dal governo Berlusconi e poi rinviato a causa della crisi, è diventato un tema ineludibile. I dati diffusi ieri dall'Istat sui conti pubblici nel 2009 sono allarmanti. L'Italia dal 2008 al 2009 ha scalato due posizioni nella classifica Ue, collocandosi al quinto posto tra i 27 Paesi dell'Unione per il peso delle imposte. La pressione del fisco sul pil, ovvero l'incidenza del fisco sulla ricchezza del Paese, è schizzato al 43,2% dal …

La maledizione di Maratta

Immagine
L'allarme lo ha lanciato anche Maurizio Costanzo: «Pietro è la terza persona che perde la vita in quella zona in pochi mesi. Il dubbio che mi viene è che non abbiano studiato bene quel punto e che le correnti facciano avvitare i paracadute. Se fosse così sarebbero dei mascalzoni». Non si è ancora spento il dolore, infatti, per la scomparsa di Pietro Taricone che già si accendono i riflettori sull'aviosuperficie Alvaro Leonardi di Terni, già teatro di alcuni gravi incidenti.
L'INCIDENTE DI PIETRO TARICONE - Ieri pomeriggio Taricone si è recato a fare quello che sarebbe stato il suo ultimo lancio e che - ironia della sorte - secondo alcune fonti internet era legato a un corso di sicurezza per utenti esperti. E secondo chi lo conosceva, Taricone poteva definirsi un paracadutista "esperto" (erano oramai nell'ordine delle centinaia i lanci al suo attivo) passione che condivideva con la moglie Kasia Smutniak, pilota di alianti da quando aveva 16 anni (lei è del 79),…

I patriottici scienziati inglesi difendono Bp sulla marea nera

Immagine
Gli effetti a lungo termine della devastante fuoriuscita di greggio nel golfo del Messico saranno probabilmente minori di quanto ha affermato la Casa Bianca, che nei giorni scorsi ha parlato della «peggior catastrofe ambientale mai avvenuta». A sostenerlo è un gruppo di scienziati di diverse università inglesi, secondo quanto riporta il Financial Times. Alcuni metodi adottati per rimediare al danno – aggiungono gli scienziati – in realtà finiranno per peggiorare anziché migliorare la situazione ambientale. Le decisioni che si stanno adottando sono informate dalla politica, non dalla scienza, affermano i ricercatori.
«Un motivo di tensione tra ambiente e politica è che i politici si sentono in dovere di fare qualcosa, anche se non fare nulla potrebbe essere la soluzione migliore» dice Martin Preston, esperto di inquinamento marino di Liverpool, il quale aggiunge che non abbiamo precedenti per capire gli effetti dell'uso di queste tecniche. In situazioni simili, nessuno effettivament…

Lo stupro come strategia militare. Uno studio sul Congo

Immagine
A partire dalla seconda guerra mondiale, l’uso dello stupro come arma di guerra ha assunto una importanza strategica e ora è diventata una vera e propria strategia militare. Così sostengono alcuni ricercatori in un editoriale pubblicato sulla rivista medica British Medical Journal.
Gli effetti degli stupri e delle violenze sessuali durante le guerre si estendono ben oltre le vittime, sono devastanti dal punto di vista fisico, psicologico, economico e culturale per intere famiglie e comunità, scrivono gli autori dell’articolo, Coleen Kivjahan, medico di Health Right International, e Nate Ewigman dell’università della Florida. Ad esempio, in alcuni recenti conflitti, lo stupro è stato utilizzato come un premio per la vittoria nella battaglia, come un modo per far alzare il morale alle truppe, come punizione o umiliazione per donne e uomini. In alcuni casi si è qrrivati ad utilizzarlo per la pulizia etnica o religiosa, o per destabilizzare intere comunità creando il terrore.
Uno studio co…

Il Tg1 assolve Dell'Utri

Immagine
Il telegiornale di Minzolini confeziona un servizio farsesco sul senatore berlusconiano, condannato a sette anni di carcere per mafia. Centinaia di mail di protesta alla redazione, intasati i centralini della Rai.
Un capolavoro di distorsione giornalistica, un servizio al llimite dell'incredibile, che ha subito provocato una reazione con centinaia di telefonate ai centralini della Rai, mail di protesta, reazioni stupefatte e ironiche su Internet. Il tg1 delle 13 è riuscito a confezionare la condanna di Marcello Dell'Utri a sette anni di carcere per concorso esterno in associazione mafiosa facendola passare per una sconfitta dell'accusa e per una vittoria del senatore, che si è visto ridurre la pena di due anni rispetto al processo primo grado.
Il servizio del Tg1 parte appunto con la corte che "assolve Dell'utri Marcello" per i fatti accaduti dopo il 1992 e "conferma nel resto l'appellata sentenza". Poi il contributo sfuma prima che il giudice pr…

Hawking: «Gli alieni? Esistono, ma sarebbe molto meglio evitarli»

Immagine
L'astrofisico britannico: «Il contatto con la vita extraterrestre potrebbe essere disastroso».
Gli alieni? Certo che esistono, è quasi sicuro. Parola di Stephen Hawking, l'astrofisico britannico famoso per le sue tesi spesso anticonformiste. Lo scienziato però avverte: l'umanità non deve in nessun caso entrare in contatto con loro - ciò potrebbe essere devastante. La star della fisica presenta in un nuovo documentario tv i suoi pensieri sull'universo e le forme di vita extraterrestri.
RAZIONALE - In un universo con cento miliardi di galassie, ciascuna contenente centinaia di milioni di stelle, è improbabile che la Terra sia l'unico luogo dove si sia evoluta la vita. È ciò che sostiene Stephen Hawking, 68 anni, matematico e fisico con un quoziente intellettivo di 160, fino all'anno scorso titolare a Cambridge della cattedra lucasiana di Matematica e Fisica, carica ricoperta anche da Isaac Newton. Hawking, che soffre di atrofia muscolare progressiva - costretto a …

Folco Quilici e i misteri di Balbo

Immagine
Il 28 giugno 1940 l’aereo di Italo Balbo, comandante del fronte libico, fu colpito e abbattuto. L’Italia pianse il suo eroe. Ma testimoni sostennero di aver visto un sommergibile italiano sparare sull’aereo di Balbo: incidente o deliberato fuoco amico? Sull’aereo viaggiava anche il giornalista Nello Quilici, direttore del Corriere Padano, al seguito di Balbo in veste di diarista. Nel 70˚ anniversario della controversa scomparsa, il figlio di Nello, riapre la questione: il comandante fu colpito in azione di guerra dagli inglesi, come vuole la storiografia ufficiale, o fu invece abbattuto dal fuoco amico? Con il prezioso materiale dell’Istituto Luce (per paradosso, una delle più benemerite istituzioni del fascismo), Folco Quilici cerca proprio di far luce su questo mistero: l’aereo di Balbo sarebbe partito per una missione segreta (un incontro con gli inglesi?) e non verso l’avamposto di Sidi Azeis, a poche miglia dal confine egiziano.
Mussolini pativa il carisma di Balbo (i suoi leggend…

Frutta e verdura, pericolo pesticidi: quando la frutta può far male

Immagine
Frutta e verdura sinonimi di salute? Purtroppo non è sempre così. Spesso nella buccia di frutta e verdura si concentrano quantità elevate di pesticidi, tossiche per l’organismo umano. A lanciare l’allarme sono la Food and Drug Administration e il Dipartimento dell’Agricoltura Usa, che hanno realizzato una lista degli alimenti più nocivi e di quelli più sani. Dal documento emerge che i maggiori rischi si corrono con gli alimenti dalla buccia morbida e permeabile, o con le verdure più tenere. In questi casi i pesticidi penetrano più facilmente, ed è quindi più difficile lavarli via. Al contrario, la frutta più sana è quella protetta dalla scorza, o comunque con una buccia spessa e impermeabile.
LA SPORCA DOZZINA - La cosiddetta «sporca dozzina», cioè l’elenco dei dodici tipi di frutta e verdura con massicce dosi di pesticidi, include nell’ordine a partire dal più cattivo: sedano, fragole, mele, pesche, ciliegie, patate, peperoni dolci, pesche noci, mirtilli, spinaci, lattuga e uva. Mentre…

Dalla Lombardia alla Calabria: la scure del governo impone tagli drastici alla spesa

Immagine
Cicale o formiche importa poco: tutte le Regioni si preparano a impugnare le forbici. Lo Stato taglia i trasferimenti di fondi ai governatori, questi si vedranno costretti a tagliare quelli ai cittadini. Meno servizi, dalle Alpi alla Sicilia. Dalla regione più virtuosa - l’efficientissima Lombardia - a quella dei buchi di bilancio, la traballante Calabria.
Qui Milano Roberto Formigoni nel giro di due anni perderà la bellezza di 1,3 miliardi di euro, il salasso più alto d’Italia. Anche se la sua sanità, la bestia nera dei bilanci regionali (vale in media l’80% dei conti), non produce deficit e riesce a garantire il rapporto spesa-pil più basso d’Italia: il 6,7% contro una media nazionale dell’8,7%, 1600 euro l’anno a cittadino contro una media che supera i 1700. In dodici anni di riforma (dalla Bassanini in giù) la Lombardia è riuscita a risparmiare sulla sanità riducendo i ricoveri ospedalieri (da 176,7 ogni 1000 residenti nel 1997 a 135,3 nel 2008, ultimo dato disponibile). Meno letti…

Berlino: "Sottoporre gli immigrati a un test d’intelligenza"

Immagine
Quando i tedeschi partono così, non si sa mai dove arrivano. Ciclicamente sembra ricorrere nel fiero spirito nazionale quella pericolosa ossessione di una certa superiorità, se non razziale almeno intellettuale. Di nuovo la vedono in pericolo: stavolta, a intaccarla sarebbero gli immigrati. «In maniera naturale, stiamo mediamente diventando più stupidi»: questa la dichiarazione, settimane addietro, del socialdemocratico Thilo Sarrazin, membro autorevole della Bundesbank. Tanto per non fare nomi, diretto il riferimento «agli extracomunitari arrivati da Turchia, Medio oriente e Africa».
Nelle ultime ore, perché non si dica che quella era l’eccentrica analisi di uno svalvolato, tornano sulla questione due importanti membri della maggioranza di Angela Merkel. Oltre a condividere l’allarme per il peggioramento dell’intelligenza tedesca, questi hanno pure una proposta per fermare la deriva della stupidità. «Dobbiamo definire criteri d’immigrazione che servano davvero: oltre all’istruzione e…

Un condono sui beni archeologici mini-multa per tenerli in casa

Immagine
Chiunque detenga un reperto mai denunciato, potrà ottenere il deposito per tent'anni. La sanatoria prevede un pagamento di un terzo del valore presunto. Un provvedimento più volte proposto, e sempre subissato dalle proteste delle associazioni che tutelano il patrimonio artistico.
Più volte proposto, altrettante volte ricacciato indietro, subissato dalle proteste di tutte le associazioni che tutelano il patrimonio artistico, torna l'archeocondono, la norma che depenalizza il possesso illecito di un bene archeologico in cambio di una modesta multa. Al momento circolano almeno due bozze di un articolo diviso in 11 commi intitolato "Disposizioni in materia di emersione e catalogazione di beni archeologici, nonché revisione delle sanzioni penali", entrambe maturate in ambienti parlamentari del Pdl.
Modifiche sono ancora possibili, ma un punto in comune le varie versioni dell'articolo ce l'hanno: finire dentro la manovra finanziaria (all'interno del maxi emendam…

Il presidente delle Maldive: «Ormai siamo a un metro dal mare»

Immagine
«Le nostre isole sono diventate un campanello d’allarme. Bisogna far pagare le emissioni dannose»
«Vado a piedi al lavoro e lascio a casa la limousine. Pratico lo snorkeling e le immersioni. E cerco di entrare in contatto con la vita marina». Le doti da sub le aveva già mostrate guidando alle Maldive il primo consiglio dei ministri sott’acqua della storia. Mohamed Nasheed, presidente delle 1.192 isole paradiso dei turisti (ma a rischio scomparsa), “Eroe dell’ambiente 2009” per Time Magazine, “Campione della Terra Onu 2010”, è diventato uno dei leader mondiali nella lotta al riscaldamento globale.
Otto mesi dal vertice subacqueo per denunciare l’innalzamento dei mari. Quali i risultati ottenuti? Le nostre isole sono diventate un campanello d’allarme: il canarino nella miniera di carbone. Dico sempre ai leader stranieri: “Ciò che accade a noi oggi, può succedere a voi domani”. Si pensi a una città come Venezia. In un certo senso, siamo già tutti maldiviani”.
Al vertice sul clima di Copenag…

Il petrolio è finito

Immagine
La Coppa del Mondo, e la crisi del calcio italiano. Il vertice dei G8. La bomba in Grecia. Le mozzarelle blu. Gli esami di maturità. L'anniversario dell'ennesima strage insabbiata. I nuovi ministri, con o senza portafoglio, e i loro impedimenti, legittimi o meno: c'è tanta carne al fuoco in questi giorni. Sarà per questo che della catastrofe del Golfo del Messico sui giornali non si parla quasi più.
Ha tutta l'aria di una notizia “vecchia”: in fondo la piattaforma Deepwater Horizon è colata a picco due mesi fa. E invece il vero disastro sta avvenendo in diretta, proprio in questo momento: si stima che dal pozzo Macondo fuoriescano ogni giorno tra i 5000 e i 9000 metri cubi di petrolio. Già da un mese la macchia di petrolio è visibile dai satelliti. Le ultime piogge in Louisiana lasciavano pozzanghere oleose e iridescenti. Centinaia di operatori ecologici hanno sofferto di una sindrome ribattezzata TILT (“Toxicant Induced Loss of Tolerance”). Eppure tutto questo non lasc…

La lingua stravolta di mister B.

Immagine
Gogna mediatica. Golpe giudiziario. Mettere le mani nelle tasche degli italiani... Così il premier e i suoi mass media hanno imposto i loro modi di dire. Perché cambiare il lessico serve a cambiare le teste.
Nel sito di Libertà e Giustizia Gustavo Zagrebelsky ha iniziato una rubrica aperta ai navigatori, un Lessico del Populismo, e cioè un'analisi di quelle espressioni che una volta significavano una cosa, o niente, ma che nell'attuale temperie politica vengono usate con tutt'altra connotazione. Per non farla troppo difficile, passo subito alla prima voce del lessico, dovuta appunto a Zagrebelsky, "Mettere le mani nelle tasche degli italiani".
È noto infatti che uno dei principali appelli che il nostro presidente del consiglio, instauratore dell'ormai cosiddetto "populismo mediatico", rivolge al suo "popolo" è la constatazione che pagare le tasse è doloroso (il che è vero) e che chi ce le fa pagare è cattivo (il che non è vero, perché ogni S…

Usa, arrestati dieci russi: "Sono spie"

Immagine
L'Fbi: agivano sotto copertura usando nomi e identità fasulle «In America coperti da Mosca».
Le relazioni tra Stati Uniti e Russia riprecipitano in pieno clima di Guerra Fredda: l’Fbi ha arrestato dieci persone con l’accusa di essere spie russe mentre un’undicesima, identificata come Christopher Metsos, è ancora ricercata. Otto di loro sono state fermate domenica, con l’accusa di aver condotto azioni sotto copertura per conto della Federazione Russa, di aver fornito a Mosca informazioni sensibili e di aver riciclato denaro sporco.
Gli altri due «sono sospettati di far parte dello stesso programma», si legge in un comunicato diffuso dai federali. I presunti agenti erano stati addestrati dai servizi di intelligence di Mosca nell’uso di codici e cifre e in varie lingue straniere prima di essere spediti negli Stati Uniti nel corso dell’ultimo decennio. Ora rischiano fino a cinque anni di carcere per la loro attività di 007- sono accusati di cospirazione per aver agito come agenti illeg…

Berlusconi ancora contro i giornali "Servirebbe uno sciopero dei lettori"

Immagine
Il premier se la prende con la stampa per la copertura del G20: "Disinformazione inconcepibile". Di Pietro: "E' allergico alla libertà di stampa". Finocchiaro: "E' ossessionato". Poi l'attacco ai magistrati: "Sono una metastasi".
"I giornali disinformano. I lettori dovrebbero scioperare per insegnare a chi scrive a non prenderli in giro". Silvio Berlusconi, a San Paolo del Brasile per una visita istituzionale, ha attaccato nuovamente i mezzi di informazione, prendendosela con la copertura dedicata dalla stampa italiana al vertice G20 in Canada: "I resoconti sono l'esatto contrario della riunione", ha detto. "Da molti mesi", ha aggiunto, "vedo una disinformazione inconcepibile".
LO SPECIALE SULLA LEGGE BAVAGLIO 1 Immediate le reazioni. Secondo il leader dell'Italia dei Valori Antonio Di Pietro, "il presidente del Consiglio è allergico alla libertà di stampa e a chi, con la schiena drit…

Il campo gravitazionale della Terra non è rotondo

Immagine
La Terra, o meglio il suo campo gravitazionale non sono affatto rotondi. Anzi a vederlo dallo spazio, sotto questo punto di vista, il nostro pianeta è più simile ad una patata bitorzoluta, piuttosto che a una sfera.
Sono i risultati estrapolati nel corso del primo anno della missione GOCE, (Gravity field and Steady-State Ocean Explorer), satellite lanciato in orbita dall’ESA nel 2009 per misurare la gravità terrestre.
Goce ha lo scopo di determinare con accuratezza senza precedenti quello che è un parametro fondamentale nella comprensione della circolazione degli oceani nei cambiamenti del livello del mare, per comprendere quello che accade all’interno della Terra e l’andamento climatico.
In più, con Goce si è riusciti ad ottenere un primo “modello” di gravità terrestre (una sua rappresentazione a livello globale) che ha permesso di delineare con precisione il geoide terrestre, cioè la forma che avrebbe il nostro pianeta con gli oceani (e le masse d’acqua in generale), a riposo ossia …

La Corte suprema Usa: Vaticano processi i preti

Immagine
Via ultimo ostacolo a causa civile in Oregon Nell'ultimo giorno in sessione, la Corte Suprema, decidendo di non esprimersi sul ricorso del Vaticano nel caso dell'Oregon 'Anonimo contro Santa Sede', ha tolto l'ultimo ostacolo al processo civile del Vaticano per un caso dipedofilia dell'Oregon. Secondo le prime interpretazioni, i giudici hanno riconosciuto che il Vaticano puo' essere considerato civilmente responsabile delle azioni dei preti pedofili. I giudici non hanno accompagnato il 'no' all'esame del caso con una motivazione.
''L'azione della Corte e' una risposta alle preghiere di migliaia di sopravvissuti alle molestie sessuali dei preti che finalmente avranno una chance di avere giustizia''. Lo ha detto Jeff Anderson, l'avvocato che accusa il Vaticano nel caso 'Anonimo contro Santa Sede' di cui oggi la Corte Suprema ha accettato l'esame.
BELGIO, SI DIMETTE COMMISSIONE ADRIAENSSENS - La commissione creat…

Parlamentari "generosi" verso i propri collegi: nel triennio 2009-2011 regali per 212 milioni di euro

Immagine
Aiuti su misura con lo sponsor parlamentare. Neppure la crisi e la manovra finanziaria taglia spese voluta dal ministro dell'Economia, Giulio Tremonti, per adeguarsi alle richieste delle istituzioni europee, hanno potuto tenere a freno la "generosità" di deputati e senatori. E così anche quest'anno, con una riedizione soft della "legge mancia", sia Montecitorio che a Palazzo Madama sono andate in scena le consuete trattative interne per premiare i collegi elettorali ovvero il territorio di riferimento dei singoli parlamentari attraverso finanziamenti mirati, a volte di poche migliaia di euro, altre volte più cospicui.
I beneficiari. I fondi sono stati inseriti in due decreti targati ministero dell'Economia. Il primo è stato emanato a febbraio su proposta della commissione Bilancio della Camera. Il secondo, per assecondare le istanze dell'analoga commissione del Senato, pochi giorni fa. Nell'insieme a circa un migliaio di enti saranno distribuiti …