Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2011

Il direttore di Greenpeace Onufrio: "Per noi l'incidente di Fukushima è già di livello 7 e si rischia più di Chernobyl"

Immagine
Il Giappone lotta contro il mostro nucleare creato dal terremoto dell’11 marzo scorso e il governo definisce “imprevedibile” lo stato della centrale, dove viene valutata come possibile anche la fuoriuscita di plutonio. Ma qual è lo stato reale delle cose e quali pericoli immediati si addensano su Fukushima e sul mondo? Ci sono dei parallelismi possibili con la tragedia che sconvolse Chernobyl nel 1986? Secondo il direttore di Greenpeace Italia Giuseppe Onufrio si tratta di impianti e tecnologie diverse ma i rischi sono egualmente elevati, soprattutto in considerazione dell’alta densità abitativa dell’area interessata.
Dottor Onufrio, qual è la situazione attuale? “Greenpeace ha mandato in Giappone una squadra di specialisti che ha verificato come anche in un paese a 40 km a nord-ovest di Fukushima i livelli di radioattività siano tali da consigliare l’evacuazione. Attualmente è stata sgomberata una zona di 20 km attorno alla centrale. Noi chiediamo però di estendere tale zona ai 40 km, …

Rinnovabili, governo ridicolo

Immagine
Prima finanziamenti a pioggia. Poi i tagli indiscriminati. Sul fotovoltaico e l'eolico si è vista tutta l'improvvisazione dell'esecutivo. Eppure promuovere l'energia pulita con un po' di cervello non è difficile.
Il conto non sarà preciso al centesimo ma fa impressione: alla fine del 2010 erano stati incentivati 7 mila Megawatt di energia prodotta con il fotovoltaico per un totale di 70 miliardi di euro. E chi verserà questa somma, nell'arco di 20 anni, agli occhiuti e fortunati investitori? Chiunque paghi la bolletta della luce. Già perché questo strumento di politica industriale, anziché gravare sulla fiscalità generale (come sarebbe normale), finisce nella tariffa elettrica. Così facendo, si evita infatti uno spiacevole effetto collaterale: peggiorare le statistiche sulla pressione fiscale. Come con il canone Rai o con le multe.
Se ai 70 miliardi si aggiungono le somme necessarie a finanziare gli incentivi alle altre fonti rinnovabili si arriva a 100 miliardi.…

Rincari in arrivo per luce e gas

Immagine
Dal primo aprile le tariffe dell'energia elettrica aumenteranno del 3,9% e quelle del metano del 2% la decisione dell'autorità dell'energia
Stangata in arrivo per le famiglie italiane. Dal primo aprile le tariffe dell'energia elettrica aumenteranno del 3,9% e quelle del gas del 2%, con un aggravio complessivo sulle bollette di 37,5 euro su base annua per la famiglia tipo. È quanto disposto dall'Autorità dell'energia.
INCREMENTI - Per l'energia elettrica, l'incremento complessivo, come detto, sarà del 3,9%: un +0,9% è determinato dagli andamenti dei mercati, cui si aggiunge un +3% per l'incentivazione delle rinnovabili, finanziate attraverso la bolletta elettrica. [fonte c.d.s.]

8 consigli per salvarsi da una catastrofe

Immagine
Uno dei massimi esperti mondiali svela i suoi modi per sopravvivere a incidenti in treno o aereo, calamità naturali o emergenze varie.
Inutile negarlo, tutti noi ­ chi più e chi meno ­ abbiamo le nostre paure ataviche. Quelle che ci atterriscono alla sola idea di prendere l’areo, di vedere scorrere in tv le immagini dello tsunami in Giappone, al pensiero delle conseguenze che potrebbe avere un incidente nucleare anche a migliaia di chilometri da noi. Ma a prescindere se soffriamo o meno di fobie (e sappiamo che ne esistono dei tipi più diversi e strambi), può essere molto utile poter contare su un bagaglio di informazioni pratiche anti-disastro, per risolvere ogni tipo di emergenza. Se poi queste nozioni arrivano da uno dei massimi esperti della materia, Ed Galea, studioso londinese di catastrofi, docente di modelli matematici e direttore del Fire safety engineering group presso l’Università di Greenwich, è ancora meglio, no?
Vediamo allora quali sono i suoi consigli da seguire in viag…

Energie alternative: creata la foglia artificiale. «Riscalda da sola una casa»

Immagine
Sviluppata dagli scienziati del Mit potrebbe rivoluzionare il settore soprattutto nei Paesi in via di sviluppo.
Una foglia artificiale che riscalda un intero appartamento. Alcuni studiosi l'hanno già definita «il Santo Graal della scienza» e affermano che grazie al suo ulteriore sviluppo ogni casa del futuro potrebbe riuscire a produrre autonomamente l'energia elettrica di cui ha bisogno. Questa cella solare, sviluppata dagli scienziati del Massachusetts Institute of Technology (Mit) e presentata al 241esimo meeting nazionale dell'American Chemical Society ad Anaheim, in California, è grande più o meno quanto una carta da poker e riproduce il processo di fotosintesi clorofilliana delle piante trasformando la luce del sole e l'acqua in energia, ma con una sostanziale differenza: l'energia prodotta dalla foglia artificiale è però ben dieci volte superiore a quella creata dalla fotosintesi naturale.
PAESI IN VIA DI SVILUPPO - Come racconta il tabloid britannico Daily M…

Il boom degli ospizi fantasma

Immagine
In Italia ci sono almeno mille 'case di riposo' private mai registrate, senza autorizzazioni, ricavate in scantinati o in case senza ascensore, senza medici che seguono gli anziani. Un business gigantesco che i Nas non riescono più a fermare.
Secondo il censimento delle regioni sono 3.374, tra pubbliche e private. Il ministero dell'Interno invece ne conta 5.858. Se poi si va sul sito delle pagine gialle e si digita "Case di riposo", si ottengono 6.389 indirizzi. Ma almeno altri 4-500 sfuggono anche a questa ricerca.
Ecco, quante siano in Italia le strutture per gli anziani è un mistero. Così l'Auser - una Onlus indipendente che si occupa di terza età - ha cercato di vederci chiaro, regione per regione, scoprendo il fenomeno degli ospizi fantasma: mai registrati, spesso al limite delle regole, talvolta oltre.
Prendiamo la Sicilia, ad esempio. Qui il Viminale ha censito ufficialmente 499 strutture residenziali di cui l'82 per cento private. Secondo l'Aus…

Le allergie aumentano per «colpa» del benessere

Immagine
Un fenomeno costante in tutto il mondo perché migliorano condizioni igieniche, alimentari e abitative.
Non sono pochi quelli che temono la primavera come il peggiore degli incubi, perché sanno che si ritroveranno a starnutire in continuazione, con gli occhi che lacrimano e il naso che cola. C'è chi va al ristorante con la paura che una piccola quantità di cibo "proibito" possa scatenare uno shock anafilattico. C'è chi si ritrova con prurito e la pelle arrossata solo per aver toccato qualcosa che non tollera. Non è una vita facile quella degli allergici e siccome la fantasia del nostro sistema immunitario, che "decide" di rispondere in maniera anomala a sostanze di per sé innocue, non ha limite, di allergie ce n'è per tutti i gusti: ai pollini, agli alimenti, agli insetti, ai farmaci, a sostanze di ogni genere con cui si può venire in contatto. E l'esercito degli interessati è imponente: secondo i dati riferiti dal Libro Bianco della World Allergy Org…

Kesennuma, la città fantasma

Immagine
Era un tranquillo porticciolo del nordest, dove si viveva ancora di pesca. A due settimane dallo tsunami, è un paesaggio lunare: con le strade piene di oggetti di ogni tipo ancora fradici, mentre la gente gira in cerca di qualcosa, cercando di non pensare a quelli che sono stati portati via dall'onda.
Yuta Suzuki fa l'armatore. Guarda verso l'alto un marinaio sul ponte della sua nave, il peschereccio oceanico Myojin-maru, 800 tonnellate di nave lunga 150 metri dipinta di bianco e di rosa. Il guaio è che la Myojin-maru è appoggiata quasi delicatamente sulla chiglia, sul cemento del lungoporto di Kesennumma. "Andava fino all'Oceano Indiano a prendere il tonno migliore", dice, "adesso io cerco di essere positivo. C'è l'assicurazione, il governo ci aiuterà, in ogni caso ricominceremo".
Di pesca un tempo campava dignitosamente questa cittadina della prefettura di Miyagi, infilata in una stretta baia che l'onda alta 11 metri ha adoperato per raf…

Viaggio al centro della Terra O quasi

Immagine
Parte la missione scientifica che punta a estrarre il primo campione di roccia dal mantello terrestre, a oltre 6.000 metri di profondità.
Il centro della Terra raggiunto dagli eroi del romanzo di Jules Verne resta un obiettivo forse impossibile, ma intanto un gruppo di scienziati sta preparando la missione che per la prima volta potrebbe consentire all'uomo di prelevare campioni di rocce dal mantello terrestre. Un'impresa che secondo i promotori avrebbe un'importanza scientifica paragonabile allo sbarco sulla Luna, e che rischia di essere quasi altrettanto difficile.
In un articolo sulla rivista Nature, il geologo Damon Teagle dell'Università di Southampton e Benoit Ildefonse dell'Università di Montpellier spiegano che tutti i tentativi finora sono falliti a causa della mancanza di tecnologie adatte e della scarsa conoscenza della crosta terrestre. Solo oggi l'impresa sembra abbordabile, anche grazie alla nave giapponese, dotata di un tubo di trivellazione lungo…

La mafia vuole uccidere Calcara

Immagine
Era un uomo di Messina Denaro. Si pentì dopo aver conosciuto Borsellino. Uscito dal carcere, sta girando l'Italia per spiegare che cosa sono veramente le cosche. Ora gli 'uomini d'onore' lo hanno trovato in Piemonte.
Ha raccontato ai giovani la sua storia di "uomo d'onore riservato" del clan mafioso di Castelvetrano, della sua scelta di collaborare con la giustizia e di farlo con Paolo Borsellino, rivelando al magistrato che avrebbe dovuto ucciderlo su ordine del clan dei Messina Denaro. E poi ha parlato dell'aggressione subita pochi giorni fa dalla moglie, avvicinata e strattonata da anni da due uomini che con un accento siciliano marcato le hanno detto: «Dici a Vincenzo di non parlare più. Sta parlando troppo...».
Lui, invece, non ha taciuto: a Modena, dove era stato invitato dal gruppo assembleare di Italia dei Valori, nella sala Giacomo Ulivi di via Menotti 137, Vincenzo Calcara ha ripercorso la sua vita agli ordini della famiglia mafiosa del Trapan…

Allarme radioattività reattore 2 Fukushima

Immagine
Greenpeace lancia l'allarme: evacuare l'area. Il governo bacchetta la Tepco
La radioattività all'esterno del reattore n.2 di Fukushima ha registrato un balzo, superando quota 1.000 millisievert/ora. Lo rende noto la Tepco. Alti livelli di radiazioni, oltre i 1.000 millisievert/ora, sono stati rilevati nell'acqua accumulatasi fuori dall'edificio della turbina del reattore n.2 della centrale nucleare di Fukushima. Il rilevamento, avvenuto ieri e annunciato oggi dalla Tepco, il gestore dell'impianto, solleva nuove preoccupazioni sul fatto che le sostanze radioattive possano già essere finite nell' ambiente circostante, incluso nel vicino mare. "Abbiamo trovato quest'acqua accumulata fuori dalle condutture della camera sottostante alla turbina, con un livello di radioattività oltre i 1.000 millisievert/ora", ha spiegato un portavoce della Tepco. Le condutture in questione distano 60 metri appena dal Pacifico e il deflusso delle acque contaminate po…

"Terremoto, ricostruzione perfetta" finta aquilana in tv, bufera su Forum

Immagine
Figurante reclutata per raccontare il miracolo del governo. Subito smascherata in rete. "Pagata trecento euro per leggere un copione". Protesta il Comune
Mediaset manda in onda una finta terremotata pagata 300 euro. Pagata per leggere un copione scritto dagli autori del programma Forum, condotto da Rita Dalla Chiesa su Canale 5. "L'Aquila è ricostruita"; "Ci sono case con giardini e garage"; "La vita è ricominciata"; chi si lamenta "lo fa per mangiare e dormire gratis". Per questo "ringraziamo il presidente..." . "Il governo... ", precisa la conduttrice.
Marina Villa, 50 anni, nella trasmissione di venerdì si dichiara "terremotata aquilana e commerciante di abiti da sposa" in separazione dal marito Gualtiero. Ed è lì in tv con il coniuge a discutere della separazione davanti al giudice del tribunale televisivo. Ma è tutto finto: lei non è dell'Aquila, non è commerciante, il vero marito è a casa a Po…

Comprare casa costa 18 anni di stipendi

Immagine
Prezzi e affitti alle stelle, costi di manutenzione triplicati: in dieci anni aumenti da 241 a 707 euro al mese.
Case sempre più care, affitti alle stelle e costi di manutenzione che sono triplicati in dieci anni. Ormai per comprare un'abitazione media, 90 metri quadrati in zona semicentrale di una grande area metropolitana, bisogna mettere da parte più di 18 anni di stipendi. Sempre dal 2001 a oggi i costi per la casa, dalle bollette alle tasse, dai canoni di locazione ai mutui, sono aumentati di 241 euro al mese per una casa di proprietà e di 707 euro per un'abitazione in affitto. A fare i calcoli sono le associazioni dei consumatori Federconsumatori e Adusbef.
AUMENTI VERTIGINOSI - In particolare l'Osservatorio Nazionale della Federconsumatori, che ha elaborato i dati, evidenzia che dal 2001 al 2011, ci sono stati aumenti vertiginosi in tutte le voci di uscita della casa: dalla manutenzione (+308% per una casa in affitto e +260% per una casa in proprietà) al condominio (…

Il bizzarro concerto di Saturno

Immagine
Oltre ai celebri anelli che lo rendono affascinante e indimenticabile, Saturno ha anche una caratteristica meno nota: emette onde radio con una frequenza associabile alla rotazione planetaria. Le frequenze radio emesse cambiano anche al variare della latitudine, e in base alla stagione che il pianeta sta attraversando. "Questi dati mostrano quanto Saturno sia strano" dice Don Gurnett, a capo del team che si dedica alla raccolta dei dati del Radio and Plasma Wave Science montato su Cassini. "Pensavamo di aver compreso questi schemi di onde radio emesse dai giganti gassosi, dato che con Giove è andato tutto liscio. Senza la lunga permanenza di Cassini, gli scienziati non avrebbero capito che le emissioni radio di Saturno sono così diverse".
Si tratta di onde radio a frequenze ben lontane da quelle sonore. Nel 2005, quando la NASA rilasciò un questo file audio per ascoltare la "melodia di Saturno", gli astronomi isi videro costretti ad intervenire sulle regis…

I ribelli: "Pronti a esportare petrolio" E Tripoli chiede il cessate il fuoco

Immagine
Il ministro Frattini lavora a piano italo-tedesco: «Il raiss in esilio»
In Libia continuano i combattimenti, con la controffensiva delle forze dell'opposizione che avanza verso ovest, mentre la Nato è pronta ad assumere il comando di tutte le operazioni. Ma da più parti, Stati Uniti compresi, si riflette sulla necessità di mettere in campo un'azione diplomatica, per arrivare a una soluzione che permetta di far tacere le armi nel Paese nordafricano.
E oggi un forte appello in tal senso è arrivato da Benedetto XVI, che durante l'Angelus ha parlato di una «sempre più urgente esigenza di ricorrere a ogni mezzo di cui dispone l`azione diplomatica e di sostenere anche il più debole segnale di apertura e di volontà di riconciliazione fra tutte le Parti coinvolte».
Sul terreno, gli insorti conquistano postazioni e punti, e questo potrebbe contribuire a mettere in campo una svolta diplomatica. Con l'appoggio delle forze aeree della coalizione. I ribelli hanno ripreso il controllo …

A FUKUSHIMA LE RADIAZIONI - SONO 100MILA VOLTE LA NORMA

Immagine
Corregge il tiro e si scusa pubblicamente il vicepresidente della Tepco, la societa' giapponese che gestisce l'impianto nucleare di Fukushima, che in mattinata aveva parlato di una radioattivita' 10 milioni di volte superiore al normale. Sakae Muto ha spiegato che le radiazioni nell'acqua del reattore numero 2 sono invece 100mila volte piu' alte del solito: "Mi dispiace molto, prometto che non avverra' mai piu' un errore di questo tipo", ha assicurato Muto.
L'allarme a Fukushima rimane tuttavia alto: i tecnici che lavoravano nel reattore sono stati evacati mentre tentavano di localizzare l'origine della perdita d'acqua radioattiva.
Intanto, Yukiya Amano, direttore generale dell'Aiea (l'Agenzia Internazionale per l'Energia Atomica), ha riconosciuto che la crisi nucleare in Giappone e' "ancora ben lontana dall'esser risolta". L'ispettore dell'agenzia Onu ha avvertito che la situazione di allerta potreb…

Effetto Libia e Fukushima: negli Usa decuplicate le vendite di bunker

Immagine
Non rifugi antiatomici qualsiasi, ma a cinque stelle, con tutti i comfort. Prezzi fino a 20 milioni di dollari.
L'apocalisse è vicina? In tempi di calamità naturali, terremoti, tsunami, eruzioni vulcaniche, guerre e paure nucleari - per non parlare delle profezie Maya secondo le quali la «fine del mondo» cadrà nel 2012 - sembra legittimo non farsi trovare impreparati. Secondo quanto riporta la Cnn, sono infatti aumentate fino al 1.000% le richieste di un appuntamento per valutare l'acquisto di bunker. Non rifugi antiatomici qualsiasi, ma bunker a cinque stelle, muniti di tutti i comfort. I prezzi? Dai 200.000 ai 20 milioni di dollari.
INVESTIRE NEL BUNKER - Tempi d'oro per le aziende che producono rifugi a prova di guerra nucleare: mentre si dibatte del rimbalzo che possono avere le catastrofi in Giappone e la guerra in Libia sull'economia mondiale, in questo momento un settore negli Stati Unuti si trova in piena espansione, i bunker antiatomici. Diverse aziende statuni…

Campagna tedesca per i media liberi: «Non finire come l'Italia di Berlusconi»

Immagine
Il presidente del Consiglio utilizzato come testimonial in negativo per una campagna delle emittenti pubbliche.
Senza media indipendenti si rischia di fare la fine dell'Italia. E' ciò che afferma una nuova campagna pubblicitaria ideata dall'agenzia Serviceplan e lanciata dalle emittenti pubbliche tedesche ARD e ZDF che prende di mira il Belpaese e le emittenti controllate da Silvio Berlusconi. Lo spot, lanciato in occasione delle elezioni negli stati del Baden-Würtenberg e della Renania Palatinato e promosso su diversi quotidiani nazionali, presenta in primo piano una foto del nostro Primo ministro che appare sorridente e felice. Sull'immagine campeggia lo slogan: «Una democrazia è forte quando ha media liberi».
ANTITESI DELLA DEMOCRAZIA - Della vicenda si è parlato anche in Spagna, dalle colonne del quotidiano El Mundo. L'Italia di Berlusconi è segnalata dal giornale di Madrid come l'antitesi della libertà e dell'indipendenza dei media. Secondo lo spot la G…

L’energia nucleare non è indispensabile

Immagine
La tragedia del terremoto e dello tsunami che ha colpito il nord del Giappone, e i conseguenti danni alla centrale nucleare di Fukushima-I hanno ravvivato il dibattito sull’uso dell’energia da fissione nucleare. Le conseguenze sono ancora da accertare ma l’incidente sembra destinato a frenare le prospettive di sviluppo di queste opzione tecnologica.
Senza entrare nel merito del dibattito sui pro e i contro dell’energia nucleare, in questo post si intende confutare una tesi sostenuta da diversi commentatori, secondo cui l’energia nucleare è indispensabile.
“Io rimango convinto che il mondo non può fare a meno del nucleare per sopravvivere,” ha dichiarato il senatore Umberto Veronesi. “Una fonte indispensabile,” ha dichiarato il giornalista Giuliano Ferrara. Secondo Pippo Ranci “il prezzo più elevato (della rinuncia al nucleare, ndr) sarebbe l’abbandono delle politiche per il clima… per uscire da una catastrofe improbabile andremmo a cercarne un’altra forse meno improbabile, quella del ri…

Campania col veleno in corpo

Immagine
C'è una rapporto nascosto da mesi nei cassetti della Regione Campania. Si chiama Sebiorec, ed è uno dei più imponenti studi epidemiologici con biomarcatori mai fatti in Italia. Dice che c'è diossina cancerogena nel sangue di napoletani e casertani, c'è troppo arsenico nell'acqua e non mancano, in alcuni comuni, i velenosi Pcb. Ma niente panico, il rapporto si cautela:"i livelli di esposizione non sono tali da giustificare uno stato d'allarme sanitario". I valori, in genere, sono nella norma. E sembra una buona notizia, soprattutto per i campani che da tempo sospettano di vivere in una delle zone più inquinate e pericolose d'Italia. Perché allora finora nessuno ha reso pubblici i risultati? Forse perché, spulciando il rapporto e i suoi faldoni nelle pieghe (in tutto migliaia di pagine di analisi e test) non tutti i dati sono così tranquillizzanti come sembra. E di sicuro gli addetti ai lavori sono preoccupati.
Anche perché il rapporto parla espressament…