Post

Visualizzazione dei post da Giugno, 2011

L'eccesso di alcol danneggia il cervello degli adolescenti

Immagine
Il binge drinking riduce la materia grigia area cruciale per il ragionamento
L'eccessivo consumo di alcol in adolescenza danneggia gravemente il cervello promuovendo l'assottigliamento della corteccia prefrontale, la porzione del cervello responsabile dell'attenzione, del prendere decisioni, delle emozioni e del controllo degli impulsi.
La notizia arriva dal convegno annuale della Research Society on Alcoholism di Atalanta (Stati Uniti), dove Tim McQueeny del Dipartimento di Psicologia dell'Università di Cincinnati (Stati Uniti) ha presentato i risultati dei suoi studi, che hanno previsto scansioni cerebrali di 29 giovani di età compresa tra i 18 e 25 anni con l'abitudine di consumare almeno 4 (se femmine) o 5 (se maschi) bevande alcoliche ogni fine settimana.
Secondo McQueeny "l'alcol potrebbe essere tossico per i neuroni". Non solo: "Dato che nei ventenni il cervello è ancora in via di sviluppo, potrebbe anche interagire con altri fattori e alte…

Extraterrestri: la Cina e il più grande radiotelescopio al mondo

Immagine
Il radiotelescopio più grande e più famoso del mondo - l'Osservatorio di Arecibo, a Porto Rico - stella di numerosi film e grande alleato dei cacciatori di extraterrestri, sta per essere spodestato.
In una parte remota della provincia di Guizhou, nella Cina meridionale, si inizierà la costruzione di un'opera di grande ingegneria, abbastanza condivisa dai cinesi.
Radiotelescopio di 500 metri Promettendo di trasformare la radioastronomia, si è cominciato a costruire il FAST (Five -hundred -metre Aperture Spherical radio Telescope, in apertura con una ricostruzione a 3-D) - radiotelescopio di apertura sferica di 500 metri. Sarà un unico disco che misura, come espresso dal suo nome, 500 metri di diametro, che occupa l'interno di un rilievo che assomiglia a un cratere. Un complesso di motori di grandi dimensioni sarà in grado di modificare la forma della sua superficie riflettente, consentendo al FAST di scandagliare grandi aree del cielo. Questo renderà il FAST tre volte più sens…

La censura preventiva non rende il web più sicuro

Immagine
IL WEB NON E LIBERO? E’ COLPA NOSTRA!
Se non parliamo come gli altri ci autocensuriamo e sputtaniamo fino a creare dei gruppi per attaccare il dissidente che non la pensa come noi. Quante volte è accaduto ciò? Decine di volte se non centinaia ogni giorno. I social sono quelli più in discussione poiché hanno una reazione collettiva “immediata” senza capire di cosa si sta parlando.
Nessuno di noi può pensarla al di fuori dal rango.
Cosa significa questo? Se a tizio non va giù una certa cultura, razza, esprimendo il suo dissenso contro, senza per nulla cercare di creare razzismo omofobia e quant’altro, è subito crocefisso on line. Si rischia anche l’oscuramento del canale e denuncia penale. Per cosa? Perché dobbiamo avere tutti la stessa idea su tutto e se qualcosa a noi non piace, ci processano sull’ideologia, intenzione, apologia e tanti altri termini idioti di vecchio stampo e regime, CHE NOI STESSI SOSTENIAMO comportandoci in questa maniera...
Il regime siamo noi… Pinco pallino oggi si s…

Al Zawahiri nuovo leader di Al Qaeda

Immagine
Il numero due di Al Qaeda Ayman Zawahri è il nuovo capo dell’organizzazione terroristica già guidata da Osama Bin Laden. Lo scrive un comunicato. «Il comando generale di al Qaeda annuncia, dopo consultazioni, la designazione di sheikh Ayman al Zawahri a capo dell’organizzazione», è scritto nel comunicato firmato dal comando generale e pubblicato da siti integralisti islamici e dalla tv satellitare Al Arabiya.
Per molto tempo numero due di Bin Laden - ucciso in un blitz dei militari d’elite americani Navy Seals nel suo compound ad Abbottabad in Pakistan il 2 maggio - l’egiziano al Zawahri all’inizio del mese, in un video, si era impegnato a continuare il lavoro iniziato dal leader di al Qaeda, contro gli Stati Uniti ed i suoi alleati, in ciò che era apparsa come la sua prima risposta pubblica all’uccisione di Bin Laden. Lo stesso concetto viene ribadito oggi. [fonte lastampa]

Clima. Bp: tornano a salire consumi energia ed emissioni

Immagine
Nel 2010 Co2 aumentata 5,8%. Boom Cina: più 10%
Durante il 2010 le emissioni di CO2 sono cresciute del 5,8%, portandosi ad un quantitativo globale di 33.160 milioni di tonnellate. Il balzo più spettacolare, in un anno che ha visto una forte ripresa dei consumi energetici dopo la recessione del 2009, è stato quello della Cina che ha aumentato del 10% il proprio peso emissivo. A rivelarlo sono gli ultimi dati diffusi dalla BP nello Statistical Review of World Energy 2011, uno dei più autorevoli rapporti internazionali sulle statistiche energetiche mondiali. Il Rapporto rende evidente, a fronte del rapido aumento della domanda globale di energia, la difficoltà di giungere in tempo utile prima della scadenza del Protocollo di Kyoto ad un accordo internazionale giuridicamente vincolante sul contenimento delle emissioni.
L'analisi dei dati sancisce il definitivo sorpasso della Cina sugli Stati Uniti nella classifica mondiale dei consumi energetici e il primato della stessa Cina in termin…

L'Italia votava, ecco cosa faceva Berlusconi

Immagine
Domenica 12 giugno: venticinque milioni di elettori andavano alle urne per i referendum. Il premier invece era a Villa Certosa, in Sardegna, ancora una volta in compagnia. Tutte le fotografie di Antonello Zappadu, in esclusiva sull'Espresso in edicola venerdì.
'L'Espresso' pubblicherà il servizio fotografico nel numero che sarà in edicola da venerdì 17.
Il presidente del Consiglio, dopo aver annunciato che non sarebbe andato a votare i referendum nel suo seggio milanese, si era recato venerdì 10 a Portofino, dove pure possiede una villa, per festeggiare il primo compleanno del nipote Lorenzo Mattia, figlio di Piersilvio. Poco dopo è arrivata anche Marina Berlusconi con i due figli e, più tardi, anche il consigliere e amico del premier Bruno Ermolli. Fuori dalla residenza, tra l'altro, il premier era stato accolto da un gruppo di ragazzi che - vedendo tutte le auto blu e quelle della polizia - gli aveva più volte urlato in coro "bunga bunga .
Detto fatto, da Porto…

I soldi non danno la felicità, l'autonomia sì

Immagine
L'effetto del denaro mostra un plateau: una volta soddisfatte le necessità di base, l'incremento nella disponibilità economica non fa aumentare proporzionalmente la felicità.
I soldi non danno la felicità, recita un vecchio adagio. Ora il proverbio sembra trovare conferma nei risultati di una metanalisi che ha preso in considerazione i dati relativi a 63 Paesi e pubblicati dall'American Psychological Association (APA), secondo cui la libertà e l'autonomia personale sono più importanti del possesso di denaro nel determinare il benessere personale.
In tutto il mondo è stato dedicato un enorme sforzo di ricerca per individuare i fattori che più sono associati alla felicità e al benessere. Ora però i ricercatori della Victoria University di Wellington. in Nuova Zelanda, si sono posti una domanda precisa: che cos'è più importante per il benessere personale, la disponibilità economica o la possibilità di scelta e l'autonomia?
“I nostri risultati forniscono nuove informa…

Le donne sfidano il divieto

Immagine
Dopo l'arresto della principale organizzatrice, prima azione ufficiale, dopo quella del 1991, per l'abolizione della norma che proibisce alle suddite del regno di guidare. La mobilitazione tramite il web. La protesta avverrà "in ordine sparso". Alle contestatrici viene consigliato di velarsi in modo appropriato e farsi accompagnare da un uomo per facilitare il rilascio.
La sfida è confermata: nonostante l'arresto dell'organizzatrice numero uno 1, Manal Al Sharif, nonostante le intimidazioni dei conservatori, nonostante la pressione sociale, le saudite si ritroveranno domani alla guida delle loro auto nella prima protesta ufficiale dopo quella che, nel 1991, segnò l'inizio della ventennale campagna che chiede l'abolizione del divieto (unico al mondo) che proibisce alle donne del regno di guidare.
O forse sarebbe meglio dire non si ritroveranno: nel vademecum diffuso tramite Facebook 3 dagli organizzatori della campagna, si specifica che le partecipanti n…

Cosmo-Skymed, la spia perfetta. Vede tutto e nessuno la controlla

Immagine
Un sistema satellitare sofisticatissimo. La cui versione militare arriva a "vedere" dal cielo oggetti di un metro. Il nostro Paese è all'avanguardia e potrebbe servirsi di queste tecnologie a fin di bene. Ma il loro utilizzo è avvolto nell'ombra. Fa capo al Ris, il nuovo servizio segreto militare voluto da La Russa che, però, non ha regole né limiti. E desta non poche preoccupazioniROMA - Di giorno e di notte, anche con le nuvole più fitte, loro possono scrutare ovunque: hanno occhi radar che guardano persino attraverso le tempeste di sabbia, fotografando oggetti di 40 centimetri. Sono i satelliti spia italiani, gioielli tecnologici talmente avanzati da sorprendere persino gli americani, stupiti - come evidenzia uno dei cablo inediti di WikilLeaks - nello scoprire che l'Italia dispone di una rete spaziale di sorveglianza militare. A Washington erano convinti che il programma stellare tricolore avesse scopi essenzialmente civili e solo una limitata capacità di spi…

Cina: negate le cure a migliaia di bambini intossicati dal piombo

Immagine
I funzionari locali di quattro provincie hanno falsificato i risultati delle analisi e negato i trattamenti.
È uno scandalo che ha proporzioni drammatiche, come forse solo in Cina può accadere: centinaia di migliaia di bambini contaminati dal piombo in zone industriali del Paese dove è stata poi anche negata loro la possibilità di curarsi. Dietro il rifiuto ci sono i governi di quattro provincie: Henan, Yunnan, Shaanxi e Hunan. È questa la denuncia fatta da Human Rights Watch (Hrw). Secondo l'associazione, i funzionari locali avrebbero limitato l'accesso agli esami, bloccato o falsificato i risultati delle analisi e negato i trattamenti ai bambini intossicati, mentre familiari e giornalisti che hanno cercato di far luce sulla questione sono stati intimoriti, trattenuti e minacciati. È un quadro drammatico e inquietante quello che emerge dal lungo rapporto pubblicato da Hrw dal titolo My children have been poisoned: a public health crisis in four chinese provinces.
CONTAMINAZIONE…

I misteri del déjà vu

Immagine
Trappola del demonio, sogno, premonizione o inganno cerebrale? Ecco come si spiega il mistero del déjà vu..
Déjà vu significa “già visto”, e indica la sensazione erronea di aver già vissuto un’esperienza, visitato un luogo o conosciuto una persona. Il “flash” non dura che pochi istanti, e provoca un senso di smarrimento e confusione, perché, per quanto ci si provi, non si riesce a ricordare niente dell’esperienza precedente: né il posto, né il momento, né le circostanze precise dell’evento. L’unica certezza è la sensazione di familiarità con quello che si sta vivendo.
Secondo le statistiche, dal 60 al 90 per cento delle persone, a seconda dei Paesi, ha sperimentato il déjà vu almeno una volta nella vita, spesso in situazioni di stress, stanchezza e tensione emotiva; pare che i bambini non ne siano soggetti, mentre l’esperienza è molto comune nei malati di epilessia. Sant’Agostino lo definì “una trappola del demonio”, Sigmund Freud un’interferenza dell’inconscio. C’è chi pensa sia il ri…

Baby universo ricco di buchi neri giganteschi

Immagine
Scoperta frutto di ricerca basata su immagini e dati inviati dal telescopio spaziale Usa Chandra.
Il baby universo era ricco di mostruosi e voraci buchi neri, che erano giganteschi e crescevano a ritmi velocissimi nelle giovani galassie. La scoperta, pubblicata su Nature e annunciata dalla Nasa, è frutto di una ricerca coordinata dall'università delle Hawaii e basata su immagini e dati inviati a Terra dal telescopio spaziale americano Chandra. I buchi neri nati all'alba dell'universo ora si nascondono al centro di galassie lontanissime, coperti da una spessa coltre di gas e polveri. Questi 'mostri cosmici', secondo gli esperti, sarebbero molto più comuni di quanto ritenuto finora: sarebbero presenti in un grande numero di galassie lontane, compreso fra il 30% e il 100% delle galassie distanti circa 13 miliardi di anni luce dalla Terra.
"Finora non avevamo idea che cosa ci potessero fare dei buchi neri all'interno di galassie così antiche, e non pensavamo nem…

FRANCIA: polveriera atomica europea

Immagine
[fonte YT]

Energia, record storico per la bolletta

Immagine
Il conto per il Paese supererà i 63 miliardi, 36 per il petrolio. L'Up: "Pesa anche la burocrazia".
Il 2011 segnerà un nuovo record storico per la bolletta energetica italiana, quella cioè che il Paese paga per far fronte al proprio fabbisogno di luce e gas.
Secondo le stime dell’Unione petrolifera, la fattura complessiva supererà i 63 miliardi di euro (contro i 53,9 miliardi del 2010), mentre la sola bolletta petrolifera salirà da 28,5 miliardi a circa 36 miliardi di euro, registrando anche in questo caso un massimo assoluto.
Il record precedente risaliva al periodo pre-crisi economica, ovvero al 2008, anno in cui la bolletta energetica complessiva aveva sfiorato i 60 miliardi (59.937 milioni) e quella petrolifera si era attestata a 32,4 miliardi di euro. L’Up evidenzia che a pesare sulla fattura petrolifera è esclusivamente l’alto prezzo del greggio, visto che i consumi continuano ad essere penalizzati.
«Come paese dobbiamo fare i conti con qualche vincolo in più, rappr…

Il Consorzio ReMedia lancia l'allarme sulle materie prime in Europa

Immagine
Attenti alla questione delle materie prime. L'Europa rischia di trovarsi davanti ad un possibile scenario di scarsità di risorse e di sempre maggiore dipendenza da pochi paesi fornitori.
E' il tema al centro del dibattito promosso dal Consorzio ReMedia, tra i principali sistemi collettivi italiani nella gestione eco-sostenibile dei RAEE (Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche) pile e accumulatori esausti, nell'ambito della terza edizione del convegno “Hi Tech & Ambiente”, tenutosi a Milano il 14 giugno presso il Museo della Scienza e della Tecnologia e realizzato in collaborazione con Il Sole 24 ORE.
Ne hanno discusso esponenti di alto profilo di istituzioni e imprese invitati per l'occasione e chiamati a confrontarsi su una prospettiva di carattere strategico delineata dalla Commissione UE in una comunicazione dello scorso gennaio 2011.
All'evento ha partecipato anche l'economista statunitense e Premio Nobel per la pace 2007 Woodrow Clark, il q…

Berlusconi ai funerali di Comincioli: «Dove trovo i soldi, se condannato?»

Immagine
«Ma dove trovo i soldi se i giudici mi condanneranno?».
Si sarebbe sfogato con gli ex compagni di classe il premier Silvio Berlusconi, al termine del funerali del senatore Pdl Romano Comincioli che si sono svolti nella Basilica di Sant'Ambrogio a Milano. «Se i giudici mi condanneranno, dovrò pagare un sacco di soldi a De Benedetti» avrebbe detto il premier (secondo quanto riferito da alcuni dei presenti alla conversazione che si è svolta sul sagrato) facendo esplicito riferimento al lodo Mondadori. «Rischio di dover pagare 2.500 miliardi di vecchie lire». Berlusconi ha anche parlato della batosta dei referendum, attribuendo la sconfitta alla paura del nucleare. «Gli elettori hanno ragionato così perché indotti dalla paura», ha detto spiegando l'esito referendario agli amici che si sono intrattenuti con lui. Secondo quanto riferito dai presenti, quindi, si sarebbe trattato di un risultato dettato soprattutto dall'onda emotiva che il disastro di Fukushima avrebbe accentuato n…

Alcuni dei luoghi misteriosi del pianeta

Immagine
MAR DEI SARGASSI – L’area ha la fama di far sparire gli equipaggi dalle barche a vela, lasciando solo delle imbarcazioni vuote che vagano alla deriva. Tra le vittime c’è stata Rosalie, un veliero che ha attraversato l’area nel 1840, e che in seguito è stato trovato alla deriva con a bordo le scialuppe di salvataggio e nessuna persona dell’equipaggio. Dei dipinti del 19esimo secolo mostrano delle imbarcazioni divorate da enormi piante carnivore, e di quest’area si parla in diversi libri come quelli di Jules Verne.
Circondato dalle più forti correnti d’acqua superficiali al mondo, il «mare nel mare», come è conosciuto, è effettivamente isolato dal resto dell’Atlantico. L’isolamento fa sì che l’acqua dei Sargassi sia sorprendentemente tranquilla, bloccando così le imbarcazioni a vela e creando i presupposti per la nascita della leggenda.
TRIANGOLO DEL DRAGO – E’ una regione dell’oceano Pacifico che si trova vicino all’isola giapponese di Miyake, a circa 100 chilometri a sud di Tokyo. Il G…

La marcia a singhiozzo del "governo del fare"

Immagine
Riunioni scarse e velocissime, molti provvedimenti arenati in Parlamento.
Un dramma che tocca un nervo scoperto come le competenze delle Regioni che devono avere voce in capitolo su tutto. Assenti Berlusconi e Bossi, che con l’aria che tira forse hanno preferito marcarsi a distanza, il Consiglio dei ministri, presieduto dal ministro più anziano Altero Matteoli, non è approdato a nulla. E dire che in questi tre mesi, malgrado la paralisi legislativa delle Camere dovuta ai numeri traballanti, il «governo del fare», come lo chiama Berlusconi, qualcosa invero lo ha fatto. Con esiti disparati.
Quattordici riunioni, una media di 65 minuti l’una, 905 minuti nel complesso e cioè 15 ore e passa di lavoro, con record di rapidità - 10 minuti il 31 maggio, 20 minuti il 19 maggio - e picchi di impegno: come le due ore e 15 minuti dedicate il 5 maggio al decreto sviluppo e al codice del turismo voluto dalla Brambilla. Il 3 marzo via al decreto legislativo sul federalismo municipale, bocciato in prec…

Brunetta volta le spalle ai precari «Voi la parte peggiore dell'Italia»

Immagine
Convegno a Roma, un gruppo di giovani si rivolge al ministro ma lui si gira e se ne va. Quello che doveva essere un tranquillo convegno sull'innovazione, la ricerca, le tecnologie e le opportunità dei giovani, è finito in rissa, con il ministro della Pubblica Amministrazione, Renato Brunetta, contestato da un gruppo di partecipanti. L'episodio è avvenuto a Roma durante il convegno «I Giovani innovatori», nell'ambito della Giornata nazionale dell'Innovazione 2011. Brunetta aveva appena terminato il suo intervento, quando alcuni militanti della «Rete precari della pubblica amministrazione» si sono alzati dalla platea e sono saliti sul palco, presentandosi e provando a fare una domanda al titolare della Pubblica Amministrazione. «Siete la parte peggiore dell'Italia» ha detto il ministro, voltando le spalle alle persone salite sul palco e guadagnando l'uscita della sala.
LA CONTESTAZIONE E LA RISSA - Brunetta si è allontanato visibilmente contrariato, ma è stato prim…

Abbassare le tasse contro l'evasione

Immagine
«Credo che sia giusto un sistema con tre aliquote» Irpef: è quanto ha detto il ministro dell'economia Giulio Tremonti parlando all'assemblea di Confartigianato. Secondo Tremonti, inoltre, con una base imponibile ampia «le aliquote più basse possibili sono il miglior investimento per ridurre l'evasione fiscale». Per quanto riguarda le imposte Tremonti ha aggiunto: «È possibile ridurre il nostro sistema fiscale a cinque imposte». Il titolare del dicastero di via XX Settembre ha aggiunto che verrà anche redatto «un codice con principi unificanti» e un «catalogo dei tributi accorpando quelli minori».
LA RIFORMA - Una riforma, ha ribadito Tremonti, che non si può fare in deficit. Risorse possono essere recuperate dalla riduzione della spesa assistenziale, togliendo a chi non ha diritto. «Molti assegni assistenziali - ha aggiunto Tremonti - ce li hanno quelli che hanno i Suv. È un enorme bacino da cui derivare risorse per fare la riforma fiscale e correggere le finanze pubbliche…

Il Mediterraneo nel 2050

Immagine
Come sarà l'Italia nel 2050? Ce lo anticipa il rapporto CIRCE (Climate Change and Impact Research), una ricerca sui mutamenti climatici promossa dall'Unione Europea e durata 4 anni, i cui risultati sono stati presentati in un convegno tenutosi qualche giorno fa a Roma.
Il progetto, coordinato dall' Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, ha prodotto dei modelli meteo-climatici molto più dettagliati di quelli comunemente utilizzati, dai quali è stato possibile derivare delle "previsioni del tempo" di lungo periodo sul nostro paese e tutta l'area mediterranea.
Ma come sarà il cima tra una quarantina di anni? Secondo gli scienziati farà più caldo: le temperature medie aumenteranno di almeno un paio di gradi e di conseguenza il livello dei mari aumenterà tra i 6 e gli 11 centimetri. Le precipitazioni si ridurranno del 5-10% e di conseguenza i laghi saranno un po' meno ricchi di acqua. E aumenteranno i fenomeni atmosferici estremi come le ondate di calor…