Post

Visualizzazione dei post da Agosto, 2011

Vale di più l'oro o l'ambiente? Romania divisa da progetto minerario

Immagine
Via libera del presidente Basescu ai canadesi. Timori per l'impiego del cianuro. Un villaggio dev'essere spostato.
In momenti di crisi economica come quelli che attraversano le economie di tutto il mondo, è difficile dire di no a una miniera d'oro quando il prezzo del metallo giallo ha raggiunto i 1.825 dollari l'oncia (circa 41 euro al grammo) mettendo a segno un incremento annuo di oltre il 46%. Il presidente della Romania, Traian Basescu, lunedì 29 agosto ha dato il via libera a un controverso progetto canadese per lo sfruttamento di una miniera d'oro nella Transilvania occidentale, scatenando le proteste dei gruppi ambientalisti - e dell'Accademia della Romania - che temono un disastro ecologico.
PRO E CONTRO - «Ogni nazione che ha delle risorse, deve sfruttarle», ha detto senza giri di parole Basescu visitando il municipio di Rosia Montana, nel cui territorio sorgerà la miniera che sfrutterà il giacimento che contiene 317 tonnellate d'oro e 1.600 tonnel…

LE TAVOLE DEL MICHIGAN

Immagine
Le tavole del Michigan rappresenterebbero la prova inconfutabile che il Continente Americano fu colonizzato ben prima della scoperta di Colombo: fatte d'argilla, ardesia o rame furono estratte a migliaia da tombe di, forse, "indiani" nei dintorni di Detroit, nel Michigan appunto, tra il 1874 ed il 1915…Tutte le tavole erano incise di motivi ebraici, cristiani e lingue non conosciute…gli studiosi le decretarono subito false, con il giusto disappunto degli scopritori…molti anni dopo la studiosa Henriette Mertz, nel tantativo di dimostrare definitivamente e scientificamente che si trattava di falsi, si convinse dell'autenticità delle tavole e le attribuì a profughi cristiani i quali, fuggiti dall'impero romano nel 312 d.C., trovarono rifugio sul continente americano.
Ma dove sono finite ad oggi tutte queste tavole? Secondo numerosi ricercatori non ne dovrebbe esistere più traccia... Ma si sbagliano: molte tavole sono in possesso dei Mormoni dell'Utah, che le han…

14 TEORIE DELLA COSPIRAZIONE CHE I MEDIA ORA RICONOSCONO COME FATTI

Immagine
Quante volte avete sentito i principali media minimizzare alcuni punti di vista etichettandoli come "teorie del complotto"? Sembra che uno dei modi più semplici per sminuire qualcosa sia quello di etichettarlo come qualcosa cui solo "teorici della cospirazione" presterebbero attenzione. Beh, sai una cosa? Un bel po’ di quello che dicono i "teorici della cospirazione" è corretto, mentre quanto i principali media dicono che non risponde al vero. Abbiamo, infatti, un grande debito nei confronti dei "teorici della cospirazione" perché visitano luoghi e studiano cose di cui i principali media non si interessano nemmeno. La realtà è che questi ci dicono solo quello che il governo e le multinazionali vogliono farci sentire e gran parte delle volte resta alle fonti alternative l’onere di cercare di capire quale sia l’effettiva verità. Quindi non disprezzate le teorie della cospirazione o i teorici della cospirazione. In un mondo in cui quasi tutto ciò c…

Quando i ricchi vogliono essere tassati

Immagine
Un gruppo di tedeschi ha chiesto l'aumento delle imposte «Cerchiamo di fermare il divario tra le classi sociali».
La crisi. I conti in rosso. E un senso di responsabilità. Così un gruppo di una cinquantina di tedeschi si fa avanti, chiede al governo di Angela Markel di alzare le tasse solo a loro. «Nessuno di noi è ricco quanto Warren Buffet o Liliane Bettencourt. Siamo professionisti, avvocati, insegnanti. Abbiamo ereditato la nostra fortuna e non abbiamo bisogno di tutto questo denaro per vivere», spiega Dieter Lehmkuhl fondatore del movimento, al quotidiano inglese Guardian. Insomma l'idea è quella di aiutare e Lehmkuhl è convinto che con questo sforzo si potrebbero aiutare i conti pubblici e «fermare il divario tra ricchi e poveri».
IL CASO TEDESCO- Insomma una sorta di contributo solidale che, secondo le stime del gruppo «ricchi per una tassa di proprietà», potrebbe portare nella casse della Germania 100 miliardi di euro. E solo pagando il 5 per cento in più per due anni. A…

Dal Giappone il progetto della nave a pannelli solari

Immagine
Controllati da un computer che li fa rotare senza opporre resistenza al vento.
Il Giappone ci prova. La Eco Marine Power, multinazionale del solare applicato alle imbarcazioni con base a Fukuoka, sta mettendo a punto prototipi di sistemi per far viaggiare le navi a energia solare. Il nome scelto per il modello, Aquarius System, è semplice. Ma è abbastanza pionieristico da far dimenticare i vascelli del passato. Sul ponte, al posto delle vele, si installano pannelli solari controllati dai computer che li fanno ruotare seguendo la direzione vento, senza opporgli troppa resistenza in modo che non si spezzino.
SOLE E VENTO PER NAVIGARE - Il tutto ha l’obiettivo di ridurre il consumo di carburante di più del 10 per cento con un notevole risparmio per gli armatori. E se il motore tradizionale rimane, rendendo l’Aquarius un sistema ibrido proprio come per le automobili, scopo dell’invenzione è limitare le emissioni di CO2, monossido di azoto e di anidride solforosa nell’ambiente marino e nell…

Da Londra a New York in treno - La Russia crede nel progetto

Immagine
Mosca ha dato il via libera al tunnel sotto lo stretto di Bering tra Siberia e Alaska da 70 miliardi di euro. Già lo zar Nicola II lo sognava nel 1905
L'idea di unire Russia e America per via sotterrana esiste da oltre cento anni: già lo zar Nicola II sognava nel 1905 un tunnel che potesse collegare la punta più a ovest della Russia con gli Stati Uniti attraverso lo stretto di Bering. Sebbene quella visione sia stata più volte riproposta, i progetti sono sempre stati accantonati. Ora le cose potrebbero cambiare: la Russia ha infatti dato il via libera al tunnel sottomarino da 70 miliardi di euro, il più lungo del mondo, oltre il doppio dell'Eurotunnel sotto la Manica. In linea teorica, i passeggeri potrebbero in futuro salire in treno a Mosca e scendere a New York, non dimenticando però di mettere in valigia una buona dose di pazienza.
IL DOPPIO DELLA MANICA - Tra qualche decennio un tunnel lungo più di 104 chilometri sotto lo stretto di Bering potrebbe collegare l'emisfer…

Animalisti sconfitti, in Svizzera è legittimo sparare ai gatti

Immagine
Sparare ai gatti randagi? In Svizzera è legale. Lo ha ribadito incredibilmente il governo che ha rigettato la richiesta degli animalisti della Sos Chats che avevano chiesto l’abolizione della caccia ai felini, colpevoli di esser portatori di malattie potenzialmente pericolose per la specie domestica. A nulla sono servite le 14mila firme raccolte per porre fine al massacro, secondo il Bundesrat, Consiglio federale elvetico, l’elevato numero di gatti randagi sono una concreta minaccia anche per uccelli, lepri e rettili. L’unica soluzione pertanto, escludendo la troppo costosa sterilizzazione felina di massa, appare l’apertura della stagione della caccia al gatto. La richiesta degli animalisti era stata sostenuta anche dal consigliere ginevrino Luc Barthassat, che ha voluto evidenziare quanto “incivile ed indegna” possa essere una legge come quella approvata dal governo. Il deputato si domanda inoltre: "come sarà possibile riconoscere un gatto domestico dal randagio?". Inutile s…

IL COLOSSALE INGANNO DEL DEBITO PUBBLICO

Immagine
Se volessero davvero risanare il “debito pubblico” la strada da seguire esiste già e l’hanno messa in pratica paesi come l’Argentina 10 anni fa, l’Equador, qualche anno fa e l’Islanda un anno fa.
In realtà hanno ben altro in mente, ossia, continuare in questo sistema in cui una ristretta cerchia di persone “pontifica” che il resto dell’umanità deve fare sacrifici, deve lavorare duramente, deve obbedire alle leggi sempre più oppressive, etc, etc.
L’unica ricetta efficace per risolvere una volta per tutte il “problema” del debito pubblico è svegliarci dall’incubo in cui crediamo di vivere e:
1 – Nazionalizzazione del 94,3% del capitale della Banca d’Italia, senza redenzione delle quote (il 5,7% è già statale. 2 – Emissione straordinaria di Nuove Lire, in sostituzione degli Euro in ragione di 2 a 1 (2 Nuove Lire per 1 Euro). 3 – Lancio di un programma di lavori pubblici locali, definiti dai cittadini attraverso consultazioni dirette, finanziati direttamente dallo stato in Nuove Lire, senza ne…

Oetzi, la mummia che cambiò la storia

Immagine
Vent’anni fa ritrovato in Alto Adige il reperto che ha retrodatato l’Età del Rame e avvalorato l’effetto serra.
Tra poco saranno vent’anni esatti. Era il 19 settembre 1991 quando una coppia di alpinisti tedeschi, scendendo dalla Punta di Finale, Alto Adige, a quota 3210 metri vide affiorare dal ghiaccio i resti di un uomo. Una scena macabra ma non insolita. L’estate 1991 aveva già restituito sei corpi di escursionisti periti decine di anni prima. Eppure quella foto diventerà storica.
Non subito, però. I coniugi Erika ed Helmut Simon scesero al Rifugio del Similaun e segnalarono la vicenda, senza suscitare grandi emozioni. Tre giorni dopo erano di nuovo nella loro casa a Norimberga. La polizia italiana dimostrò poco interesse al recupero. Ci pensò la gendarmeria austriaca, e la mummia finì all’Università di Innsbruck.
Erika ed Helmut non potevano immaginare di aver fatto una scoperta che avrebbe cambiato, se non la paleoantropologia, almeno la percezione popolare di questa scienza. I rest…

Una nuova luce nel Grande Carro - Così è nata la stella più brillante

Immagine
Binocoli puntati sulla supernova, si vedrà a settembre. Servirà a capire l'evoluzione dell'Universo.
È la più luminosa stella supernova di questo tipo apparsa negli ultimi trent'anni e promette di essere un astro da record per il prossimo futuro. Nella prima settimana di settembre diventerà così luminosa che basterà un buon binocolo per poterla scrutare puntandolo verso la celebre costellazione dell'Orsa Maggiore. Proprio qui, e poco al di sopra della stella Alkaid, nella galassia Pinwheel, il 23 agosto l'occhio del telescopio «Samuel Oschin» dell'Osservatorio di Monte Palomar scopriva un grande disastro cosmico mentre stava accadendo a 21 milioni di anni luce dalla Terra. Una nana bianca, una stella con una massa analoga al nostro Sole, scoppiava diventando sempre più brillante spargendo nel cosmo la sua materia: era la supernova «PTF11kly».
Tutto avveniva senza che, inizialmente, gli astronomi se ne accorgessero. Il telescopio è infatti robotizzato e programmat…

Pericolo pharmageddon negli Usa - Quando i farmaci uccidono

Immagine
Si potrebbe definire Pharmageddon. Ed è il nuovo fenomeno negativo che sta allertando gli Stati Uniti. «I farmaci da prescrizione stanno uccidendo la gioventù americana», avvertono gli specialisti. E la Casa Bianca si è attivata commissionando uno studio che conclude parlando di «epidemia di decessi da farmaci da prescrizione». Sarah Shay e Kissick Savannah, di Morehead, nel Kentucky, migliori amiche fin dal liceo, sono entrambe vittime di Pharmageddon.
LE VITTIME - Sarah è morta nel 2006 alla giovane età di 19 anni, Savannah appena tre anni più tardi, a 22. Due storie emblematiche scelte in un articolo su NaturalNews pubblicato lo scorso 19 luglio, ripreso dal Comitato dei cittadini per i diritti umani (Ccdu). «Nessun genitore vuole perdere un bambino, ma quando uno muore a causa di qualcosa che dovrebbe essere molto prevenibile, la tragedia si aggrava. E questo, sempre più spesso, succede ai nostri giovani con certi medicinali da prescrizione», scrive NaturalNews. Quali sono? Alcuni…

A Brancher 160 milioni di euro [governo pregiudicato]

Immagine
Avete presente l'ex ministro di Berlusconi appena condannato in via definitiva a due anni? Bene: il governo lo ha nominato presidente con pieni poteri di un nuovo ricchissimo ente. Così l'esecutivo italiano ha un nuovo record: è l'unico al mondo che in tempi di sacrifici e di tagli affida una valanga di denaro a un pregiudicato.
Per distribuire preziosi pacchi di soldi pubblici mentre l'Italia rischia la bancarotta, cosa c'è di meglio di un bel comitato politico, presieduto da un onorevole marchiato dalla giustizia come ladrone? Spesso in Italia, come insegnava Ennio Flaiano, la situazione è grave, ma non seria: a riconfermarlo è un atto del governo che affida un tesoretto di 160 milioni di euro a un nuovo ente presieduto e diretto da Aldo Brancher. Sì, proprio lui, il deputato berlusconiano fresco di condanna definitiva per i reati di ricettazione e appropriazione indebita.
Il neonato ente parastatale si chiama "Odi" ("Organismo di indirizzo") ed…

Choc in Sudafrica: su Facebook la foto «del cacciatore di bambini neri»

Immagine
La polizia sta cercando chi si nasconde dietro «Terrorblanche». La sua bacheca non è aperta a tutti.
Un ragazzo bianco con un fucile in mano che mostra con orgoglio ai suoi piedi, come fosse un trofeo di caccia, un bambino nero, apparentemente senza vita. L'immagine è postata su Facebook e la storia ha provocato un enorme scalpore in Sudafrica. La polizia sta ora cercando di identificare chi è l'uomo nella fotografia e chi a inserito il post. La notizia è stata diffusa da alcuni siti esteri.
LA FOTO - La foto è stata pubblicata sul profilo il 24 giugno da un utente denominato «Terrorblanche Eugene», nome che richiama l'ex leader del Movimento di Resistenza Afrikaner (AWB) di estrema destra Eugene TerreBlanche, assassinato nell'aprile del 2010. Il portavoce del Ministero della Polizia, Zweli Mnisi, ha spiegato che sul caso è stata aperta un'inchiesta e invita chi dovesse riconoscere l'uomi ritratto nella foto (che potrebbe essere stata manipolata) a chiamare la po…

Gheddafi, cinque amazzoni lo accusano di stupro e abusi

Immagine
Cinque delle bellissime amazzoni che facevano parte della guardia scelta di Muhammar Gheddafi ora accusano il colonnello e i suoi figli di stupro e abusi. Lo rivela il 'Sunday Times of Malta'.
Riferisce il giornale maltese che le body guard del raìs hanno rivelato la loro drammatica vicenda ad una psicologa di Benghasi, Seham Sergewa. Le loro testimonianze andranno ad arricchire il dossier che raccoglie le prove delle violenze commesse da Gheddafi e che sarà presentanto alla corte penale internazionale o ai giudici che eventualmente processeranno il colonnello nel paese.
Una della ragazze ha raccontato a Sergewa di essere stata ricattata e costretta a entrare a far parte della guardia scelta del colonnello, composta da circa 400 donne, dopo che suo fratello era stato artatamente accusato di traffico di droga di ritorno da una vacanza a Malta. ''Non avevo alternative - ha riferito l'amazzone - diventare body guard di Gheddafi o sopportare il fatto che mio fratello ri…

Foreste artificiali contro CO2 "Clone degli alberi ci salverà"

Immagine
Assorbono ogni giorno la quantità di anidride carbonica che un albero elimina in un anno. Per l'Associazione degli ingegneri britannici la strada migliore contro l'effetto serra.
Se il respiro degli alberi non basta a depurare il pianeta, l'uomo prova a intervenire costruendo foreste artificiali. Mimando il meccanismo con cui le piante assorbono anidride carbonica, questi impianti non troppo diversi nell'aspetto da un pannello solare sfruttano una reazione chimica per risucchiare la CO2 dall'aria. Se un castagno con le sue foglie larghe impiega un anno ad assorbire una tonnellata del gas serra, l'albero artificiale è in grado di raggiungere questo obiettivo in un giorno.
Secondo l'Associazione degli ingegneri britannici, gli alberi artificiali rappresentano la strada migliore per arginare il cambiamento climatico. "I governi e le aziende - si legge in una nota del gruppo che raccoglie 35mila professionisti - dovrebbero concentrare i finanziamenti su que…

Brasile, un fiume sotterraneo 4 Km sotto il Rio delle Amazzoni

Immagine
Una riserva d’acqua dolce lunga 6 mila chilometri.
Ricercatori brasiliani hanno trovato tracce dell’esistenza di un fiume sotterraneo che scorre sotto il Rio delle Amazzoni a 4mila metri di profondità.
Secondo gli esperti dell’Osservatorio Nazionale citati da O Estado de Sao Paulo il fiume sarebbe lungo seimila chilometri e scorrerebbe da ovest verso est seguendo la stessa direzione del Rio delle Amazzoni.
L’annuncio arriva dopo sei anni di studi dei dati di 241 pozzi scavati lungo l’Amazzoni dalla compagnia statale del petrolio brasiliana Petrobras alla ricerca di greggio e gas.
Il grande fiume sotterraneo, battezzato Rio Hamza dal nome dello scienziato che ha guidato la ricerca, Valiya Hamza, ha un flusso medio di 3 mila metri cubi al secondo, pari a quello del Nilo.
In compenso, la corrente è lentissima, non superiore a 100 metri all’anno, perché l’acqua scorre non in una galleria scavata dall’acqua, ma attraverso sedimenti estremamente porosi di roccia.
Secondo la ricerca nella zona …

Censita la vita sulla terra 8 specie su 10 da scoprire

Immagine
Intorno all'uomo vivono 8,7 milioni di tipi di esseri viventi. Ma l'86% di piante e insetti e il 91 di alghe e pesci sono da catalogare. Lo studio si basa sulle proporzioni numeriche che ci sono tra le categorie più vaste.
Non sapevamo quasi nulla sul nostro "vicinato", nel mondo in cui viviamo. Quante specie animali, vegetali, alghe e micro-organismi coabitano con noi sulla terra? Fino a ieri gli scienziati brancolavano nel buio, con stime oscillanti dai tre ai cento milioni di specie (ogni specie a sua volta può includere molte razze diverse). Solo ora arriva una risposta scientifica al mistero che da secoli tiene in scacco gli studiosi. Sono 8,7 milioni, le specie viventi: tra animali terrestri e marini, funghi e muffe, piante, organismi monocellulari, alghe. È il risultato a cui sono giunti cinque scienziati della Dalhousie University di Halifax, in Canada.
La loro ricerca, pubblicata sull'autorevole rivista accademica PLoS Biology, è anche un implacabile atto…

Pechino vuole cambiare il codice penale "Legalizzare le scomparse dei dissidenti"

Immagine
Gli emendamenti autorizzerebbero la polizia a detenere i sospetti in luoghi segreti fino a sei mesi, senza dover avvertire le famiglie. Allarme delle organizzazioni in difesa dei diritti umani: "Così si legittimano le sparizioni illegali". Fra i casi più celebri quello dell'artista di fama internazionale Ai Weiwei.
Il caso che ha fatto più clamore è quello dell'artista Ai Weiwei 1, prelevato dalle autorità cinesi e detenuto per tre mesi prima di essere rilasciato a fine giugno, dopo una campagna di mobilitazione internazionale. Ora il governo cinese sta progettando di cambiare il suo codice penale in modo da rendere legali le 'scomparse' di dissidenti, un sistema di repressione largamente usato a partire dall'anno scorso.
Gli emendamenti proposti alla legge che prevede l'istituto della 'residenza sorvegliata', una variante degli arresti domiciliari, permetterebbe alla polizia di detenere per sei mesi i sospetti in località di sua scelta senza l&…