Post

Visualizzazione dei post da Settembre, 2011

Lo strano caso di brillamenti solari e di elementi radioattivi

Immagine
Quando i ricercatori hanno scoperto un legame insolito tra brillamenti solari e la variazione della costante di decadimento degli elementi radioattivi sulla Terra é partita una ricerca scientifica che potrebbe finire per riscrivere alcune delle leggi della fisica
Di Dan STÖBER E’ un mistero che si è presentato inaspettatamente: Il decadimento radioattivo di alcuni elementi nei laboratori sulla Terra sembrava essere influenzato dall’attività solare, a 150 milioni di chilometri.
Com’é possibile? I ricercatori dell’ Università di Stanford e di Purdue credono che sia davvero possibile. Ma la loro spiegazione di come ciò possa avvenire é un altro mistero. C’ è la possibilità che questo effetto inaspettato sia causato da una particella sconosciuta emessa dal sole. “Sarebbe davvero notevole”, ha detto il professore Peter Sturrock della Stanford, esperto di fisica solare. La storia inizia, in un certo senso, nelle aule di tutto il mondo, dove si insegna agli studenti che il tasso di decadimento d…

Referendum, oltre un milione di firme

Immagine
"E' un miracolo popolare"I promotori festeggiano: "Successo straordinario". La consegna in Cassazione dei 200 scatoloni. Il via libera arriverà entro il 10 dicembre, poi il passaggio alla Corte costituzionale per l'ammissibilità. Il voto la prossima primavera. Parisi loda il lavoro corale: "Nessuno ormai difende più il Porcellum".
E' "un miracolo popolare": il comitato referendario ha consegnato oggi in Cassazione 200 scatoloni contenenti 1.210.466 firme, raccolte in soli due mesi, per chiedere l'abrogazione dell'attuale legge elettorale, il cosiddetto porcellum 1. Quota ben oltre le 500mila richieste e ben oltre le 700mila considerate la soglia di sicurezza, al netto delle possibili contestazioni in Cassazione. Il presidente del comitato, Andrea Morrone, nel corso di una conferenza stampa alla Camera, festeggia per il risultato, ma ricorda che è "solo l'inizio".
Il via libera della Cassazione arriverà entro il 10…

Un altro satellite minaccia la Terra

Immagine
È Rosat, missione tedesca lanciata il 1° giugno 1990. La caduta è prevista in novembre. L'Italia non è esclusa.
È autunno: cadono i satelliti. Dopo Uars, sbriciolatosi sul Pacifico la scorsa settimana senza provocare danni, ora è la volta di Rosat. Si tratta di un satellite tedesco (Rosat è l'acronimo di Röntgensatellit, dedicato a Röntgen, lo scopritore dei raggi X), lanciato da Cape Canaveral il 1° giugno 1990 con il compito di esaminare l'universo alle lunghezza d'onda X e nell'ultravioletto estremo. La missione Rosat, inizialmente prevista della durata di 18 mesi, andò ben oltre le più rosee (Rosat, nomen omen) aspettative dei tecnici e durò ben otto anni. Finché il satellite venne messo fuori servizio il 12 febbraio 1999. Per i successivi dodici anni Rosat ha continuato a orbitare intorno alla Terra ma, data la sua bassa quota - inizialmente venne posto a 580 km di altezza - è venuto in contatto con gli strati superiori dell'atmosfera che hanno rallentato l…

Le Apuane diventano l'ottavo geoparco italiano

Immagine
Territori riconosciuti dall'Unesco per la loro unicità geologica e geomorfologica.
In occasione della decima European Geoparks Conference tenutasi in Norvegia, l'Italia ha visto riconosciuto il proprio ottavo geoparco: il Parco regionale delle Alpi Apuanein Toscana, che entra così nel novero dei territori riconosciuti dall'Unesco per la loro unicità geologica. Ma non solo. «Un geoparco», spiega Maurizio Burlando, coordinatore nazionale dei geoparchi italiani, «è un luogo dotato anche di una strategia di sviluppo locale e di marketing turistico che sostiene la promozione del territorio nel suo complesso, secondo un sistema codificato. Ha, certo, elementi di rilievo legati alla geologia e alla geomorfologia, e quindi caratteristiche uniche dal punto di vista estetico, scientifico, divulgativo e didattico. Ma si dota anche di attività e iniziative di educazione ambientale, di ricerca scientifica e di promozione turistica che sostengono il territorio nel suo complesso».
SENZA N…

Parte il Palazzo Celeste, prima stazione spaziale cinese

Immagine
L'obiettivo di Pechino di avere un proprio laboratorio orbitante con a bordo i taikonauti.
Oggi tra le 15.16 e le 15.31 Tiangong-1 (Palazzo Celeste) volerà nello spazio materializzando l’ambito sogno di Pechino di possedere una propria stazione spaziale abitata intorno alla Terra. Il lancio viene effettuato dal centro spaziale di Jiuquan nella provincia di Gansu utilizzando un razzo Lunga Marcia-IIF. Alla sommità c’è Tiangong-1, il primo laboratorio lungo 10,5 metri e largo poco più di quattro sul quale potranno abitare dei taikonauti cinesi.
IL PRIMO PASSO - Questa prima missione serve a collaudare le tecnologie necessarie alla sopravvivenza dell’uomo per lunghi periodi. Se tutto andrà bene e il laboratorio volerà sulla sua orbita tra 400-500 chilometri altezza, entro l’anno sarà mandata la navicella Shenzhou-8 per collaudare un aggancio automatico. A bordo non ci saranno infatti taikonauti. La Cina finora non ha mai sperimentato nelle tre missioni abitate lanciate finora questa t…

Riscaldamento globale, salvaguardia delle foreste è fondamentale: divorano più Co2 degli oceani

Immagine
Le foreste del Pianeta "sempre più importanti" nell'ambito della lotta al riscaldamento globale. Lo dimostrano i nuovi dati secondo i quali il ciclo dell' anidride carbonica (Co2), uno dei maggiori gas a effetto serra, potrebbe essere più rapido del previsto e che fissano a 150-175 miliardi di tonnellate di carbonio annuali la quantità assorbita dalle piante per mezzo della fotosintesi rispetto alle stime attuali di 120 miliardi di tonnellate di carbonio per anno. "Il dato ci permette di dire che il ruolo delle foreste è ancora più importante di quello riconosciuto oggi perché i nuovi risultati, che poi andranno valutati nel dettaglio, dimostrano che la capacità di assorbimento delle terre è ancora più alto", ha spiegato Riccardo Valentini membro del Centro EuroMediterraneo per i cambiamenti climatici (Cmcc) e tra i coordinatori della rete Fluxnet che misura la Co2 catturata delle foreste e dalle terre coltivate e non, attraverso 500 stazioni sparse in tutt…

Il virus dell'Hiv potrebbe esser presto declassato, un vaccino permetterà di trattarlo al pari di un herpes

Immagine
Il temibile virus dell'Hiv potrebbe presto esser declassato a "infezione cronica minore". Un’equipe di ricercatori spagnoli ha infatti sviluppato un vaccino in grado di debellare quello che oggi viene considerato uno dei mali del secolo, in un banale virus equiparabile all'herpes o all'Hcv. Le prime sperimentazioni, effettuate su 30 volontari sani, hanno dato buoni risultati. Sviluppato in Spagna da ricercatori del Consiglio Superiore della Ricerca (CSIC) insieme con il Gregorio Mara Hospital di Madrid e il policlinico ospedaliero di Barcellona, il vaccino, ribattezzato MVA-B, ha indotto nel 90% dei volontari un'ottima risposta immunitaria. La cura stimola nei pazienti una produzione di linfociti CD4+ e CD8+ inoltre, nell'85% di loro riesce a mantenere attiva la “memoria immunologica” per almeno un anno. Le sperimentazioni del vaccino sono state rese note sulle riviste Vaccine e Journal of Virology. Il nuovo farmaco, visto i primi risultati ottenuti nella…

La BMW confessa: Quandt un nazista

Immagine
Il fondatore della casa automobilistica faceva parte del regime. Nella fabbrica sfruttava 50mila prigionieri.
Il passato ritorna. E a volte bisogna farci i conti. Così dopo Hugo Boss, anche il fondatore della casa automobilistica Bmw era nazista e non «una vittima» come aveva fatto credere alla fine della guerra. A rivelarlo uno studio commissionato dai nipoti di Gunther Quandt e che doveva essere «un esercizio di apertura e trasparenza». E hanno voluto esprimere «la più profonda vergogna».
LA RICERCA- Sembra che nei suoi stabilimenti, Quandt senior abbia sfruttato - talvolta fino alla morte - oltre 50mila fra lavoratori forzati, prigionieri di guerra e dei campi di concentramento per la fabbricazione di armi e pezzi d'artiglieria destinati ad Adolf Hitler. Descritto come un imprenditore «senza scrupoli», è riuscito a cavalcare economicamente il periodo nazista a discapito della manodopera ebrea trasformando così la sua azienda in un colosso industriale.
I RAPPORTI CON GOEBBELS - Ne…

Gli scienziati scoprono il virus che uccide tutti gli stadi del cancro al seno ‘entro sette giorni

Immagine
Questa settimana gli scienziati del Penn State College of Medicine hanno dichiarato di aver scoperto il virus in grado di uccidere tutti gli stadi del cancro al seno “entro sette giorni” dalla prima introduzione in un ambiente di laboratorio. Il virus, noto come virus adeno-associato di tipo 2 (AAV2), si verifica naturalmente e fino all’80 percento degli esseri umani ne sono portatori, ma non causa malattie.
I ricercatori hanno appreso la sua proprietà di killer del cancro nel 2005, dopo che gli scienziati del Penn State lo hanno osservato uccidere le cellule tumorali del collo dell'utero. Hanno anche scoperto che le donne portatrici del virus AAV2 e del papillomavirus umano (HPV), che causa appunto il cancro del collo dell’utero, avevano una minore propensione a sviluppare questo tipo di cancro.
Quando usato di recente in un laboratorio, l’AAV2 ha debellato tutte le cellule del cancro al seno “in sette giorni”, secondo i ricercatori. Meglio ancora, si è dimostrato in grado di distr…

Dall'epo una speranza per frenare la sla

Immagine
Da ormone dopante a speranza per i malati di sclerosi laterale amiotrofica (sla): l’epo, o eritropoietina, può infatti rallentare la progressione della malattia e migliorarne i sintomi.
È questa l’idea alla base del progetto Eposs dell’Istituto neurologico Besta di Milano, uno dei progetti finanziati da Arisla (Fondazione italiana per la ricerca sulla sla), presentato ieri in un convegno. «Questo studio - spiega Giulio Pompilio, direttore scientifico Arisla - testerà l’epo su un gruppo di 50 pazienti per stabilire la tollerabilità e il dosaggio giusto, in modo da stimare l’eventuale efficacia del farmaco».
L’intuizione di usare l’ormone dell’epo, che aumenta il numero di globuli rossi nel sangue, nasce da precedenti studi che avevano scoperto la sua capacità di proteggere i neuroni dal processo di degenerazione tipico della sla.
Lo studio del Besta avrà come obiettivo anche quello di chiarire i meccanismi molecolari dell’effetto terapeutico dell’epo e individuare gli indicatori di pro…

I malumori dei leghisti anche nelle roccaforti bergamasche

La procura di Napoli indaga sul gossip. Intanto crescono furti e rapine. E oltre 100 clan ringraziano

Immagine
Mille e duecento case svaligiate in pochi mesi, i furti che aumentano del 25% in un anno, 32mila commercianti vittime del racket e dell’usura,100 clan camor­risti all'opera giorno e notte, un giro di affari della ca­morra salito nel 2011 a 13 miliardi di euro.
Questo è, in sintesi,il bollettino di guerra (incompleto)della crimi­nalità a Napoli. E che fanno i magistrati? Si occupano a tempo pieno delle ragazze che avrebbero insidiato il presidente del Consiglio. Parliamo di maggiorenni consenzienti quanto intraprendenti, quindi di nessu­na ipotesi di reato. E da ieri si va anche oltre. Perché il nuovo quesito che si pone la giustizia italiana non è co­me acciuffare e condannare ladri, rapinatori e mascal­zoni pericolosi per la società, ma la seguente: il pre­mier poteva non sapere che le signore che lo corteggia­vano erano escort? Domanda che tiene col fiato sospe­so tutti gli italiani che, come noto, in questi giorni non hanno problemi più importanti. Per non farci perde­re tempo,…

In Iran, Cina e India l'aria peggiore - Ma è allarme anche a Torino e Milano

Immagine
La classifica dell'inquinamento: Sos al Nord Italia per le polveri.
C'è un'atmosfera pesante in Iran, ma stavolta non è una questione di diritti umani. Secondo uno studio pubblicato dall'Organizzazione Mondiale della Sanità, il posto più inquinato del mondo è Ahvaz, capitale della provincia del Khuzestan, a due passi dal Golfo Persico. Nel 2009, la città iraniana ha fatto il pieno di polveri sottili: in media, in ogni metro cubo d'aria sono stati registrati 372 microgrammi (pari a un milionesimo di grammo) delle famigerate pm10.
Per avere un'idea, la concentrazione media raccomandata dall'Oms è di 20 microgrammi per metro cubo. Un tetto sfondato da gran parte delle 1082 città prese in esame dall'Oms e praticamente da tutte quelle asiatiche. L'unica eccezione è l'altissima Thimphu, la capitale del Bhutan, che si giova degli oltre 2300 metri sopra il livello del mare e di un'atmosfera ben più pura della media continentale.
I dati raccolti dall…

Smog, il record è in Iran è Ahvaz la città più inquinata

Immagine
Diffusi dall'Oms i dati sulla presenza di polveri sottili nel mondo. Al primo posto la metropoli iraniana, seguita da Ulan Bator. "Sforare i limiti provoca ogni anno oltre due milioni di morte premature".
Spetta ad Ahvaz, città di circa un milione di abitanti dell'Iran sudoccidentale, il non invidiabile primato di metropoli più inquinata del mondo. A stilare la classifica è stata l'Organizzazione mondiale per la sanità 1 ricordando che ogni anno oltre due milioni di persone muoiono per l'inalazione di particelle fini presenti nell'aria che respiriamo, soprattutto nei centri urbani, dove il numero di decessi prematuri da attribuire all'inquinamento è stimato a 1,34 milioni.
Di questi, ricorda l'organizzazione, più di un milione potrebbero essere evitati se i valori delle linee guida dell'Oms fossero rispettati, ma in media solo poche città hanno livelli conformi alle raccomandazioni ed il numero di decessi riferibili all'inquinamento atmosfer…

Cure personalizzate: stiamo cercando il Santo Graal?

Immagine
Farmaci intelligenti e target therapies, riservati a pochi e costosissimi, sono davvero il futuro dell’oncologia?
STOCCOLMA – La domanda è quanto mai d’attualità e in apertura del Convegno europeo multidisciplinare di oncologia se la sono posta anche due big a livello mondiale: José Baselga, direttore del Dipartimento di oncologia al Massachusetts General Hospital di Boston, e Gordon Mills, responsabile della struttura di Biologia alla University of Texas MD Anderson Cancer Center.
Target therapies e «farmaci intelligenti» sono come un mantra quando si parla di oncologia. Da quando nel 2000 è stato mappato l’intero genoma umano gli occhi dei ricercatori sono puntati sui difetti genetici che causano i tumori. Nel 2006 è stato lanciato il progetto Cancer Genome Atlascon l’ambizioso proposito di catalogare tutte le mutazioni responsabili di tutte le forme di cancro e dei circa 23mila geni che compongono il genoma umano si iniziano a conoscere quali sono coinvolti nelle diverse neoplasie …

Sanguisughe per ricostruire il viso

Immagine
Utilizzate per una delicata operazione a una donna sfigurata, ritornano d'attualità. Ma si usano da secoli.
E’ il primo caso di sanguisughe utilizzate in chirurgia ricostruttiva del viso. Secondo alcuni organi di stampa svedese, allo Skane University Hospital di Malmoe i vermi che evocano applicazioni della medicina di un passato lontano hanno funzionato in una delicata operazione su una donna sfigurata dal proprio cane. Per ricomporre i lembi di naso, labbra e guance seriamente danneggiati dal morso dell’animale i chirurghi avrebbero applicato sul volto della sfortunata paziente la bellezza di 358 sanguisughe favorendo in questo modo il ripristino della circolazione ed evitando il rischio di un blocco venoso.
INTERVENTO RIUSCITO - Intervento riuscito con successo. La signora adesso è tornata a mangiare, respirare e parlare dopo quindici ore sotto il bisturi. La notizia è stata diffusa dal sito The Local. Dopo aver subito l’attacco del cane la paziente è stata soccorsa dai medici d…

Ufo, l’America reclama verità da Obama

Immagine
Il governo degli Stati Uniti, si sa, è sempre stato reticente per ciò che concerne l'argomento UFO: a differenza di altri altri Paesi come l'Inghilterra, non ha mai aperto al pubblico i propri archivi, evitando il più possibile di rilasciare dichiarazioni in merito. Questo atteggiamento di chiusura ha contribuito ad accendere gli animi dei sostenitori della teoria del complotto, che ora chiedono a Barack Obama di confermare una volta per tutte l'esistenza degli extraterrestri.
Nella pagina We the people del sito web della Casa Bianca, dove è possibile presentare petizioni su svariati argomenti, è stata pubblicata una richiesta ufficiale da Stephen Basset, presidente dell'associazione Paradigm Research Group:
"Noi, firmatari della petizione, chiediamo con urgenza al presidente degli Stati Uniti di confermare ufficialmente una presenza extraterrestre in contatto con la razza umana - recita il testo - e di diffondere immediatamente, rendendoli pubblici, tutti i docume…

Clifford Stone - Sono fra noi

Immagine
"ll giorno in cui ci sarà il contatto si sta avvicinando, non posso dirvi se sarà quest'anno tra dieci anni o tra vent'anni, ma quest'evento è inevitabile e non si potrà più smentirlo.
Spero, prima che ci invada la paura che ci porta a distruggerli, che ci prenderemo il tempo per conoscerli..." Clifford Stone [fonte paolaharris]

Sachs: "Salvare l'euro è un obbligo o sarà recessione globale"

Immagine
"Il problema dell'Italia è Berlusconi: con lui la vostra credibilità è crollata".
La cosa preoccupante è che Jeffrey Sachs, dopo essersi fatto una reputazione salvando le economie del mondo in via di sviluppo, abbia sentito la necessità di dedicare il suo nuovo libro ai guai degli Stati Uniti. Quella incoraggiante è che vede una via d’uscita, per gli Usa come per l’Europa, a patto di rivoluzionare la nostra società, prima che la crisi la spazzi via. Il libro del direttore dell’Earth Institute della Columbia University e consigliere del segretario generale dell’Onu si intitola “The Price of Civilization”, ed esce il 4 ottobre.
Professor Sachs: perché, secondo lei, il sistema capitalistico che ha fatto degli Stati Uniti l’unica superpotenza al mondo non funziona più? «Sul piano economico, perché da Reagan in poi abbiamo perso l’equilibrio indispensabile tra pubblico e privato. Entrambi i partiti pensano solo a ridurre le dimensioni dello Stato, non solo i repubblicani dei Te…

Marte, indivituati due luoghi adatti alla vita

Immagine
Profonde valli ricche di minerali argillosi.
Secondo una ricerca pubblicata sulla rivista Geology dall’americano Planetary Science Institute, su maMarte ci sarebbero almeno due i luoghi che potrebbero aver ospitato la vita.
Sono profonde valli ricche di un minerale argilloso che si è formato in presenza di acqua e che avrebbe favorito la presenza di forme di vita.
Il minerale che potrebbe racchiudere il segreto della vita sul pianeta rosso si chiama smectite. La sua caratteristica è la grande capacità di assorbire acqua o molecole organiche e si forma in presenza di acqua non acida.
«Queste argille si sono formate in presenza di specchi d’acqua persistenti circa 2 o 3 miliardi di anni fa», ha spiegato Janice Bishop, una delle responsabili della ricerca, che lavora per l’istituto Seti (Search for Extra-Terrestrial Intelligence) e per il centro di ricerche Ames della Nasa.
«Ciò indica - ha aggiunto - che questi avvallamenti sono unici e potrebbero essere stati i luoghi più ospitali di Mar…

E Bagnasco “striglia” il premier

Immagine
Nella sua prolusione al consiglio permanente della Cei il leader dei vescovi parla di “stili di vita che, se comprovati, sono difficilmente compatibili con il decoro delle istituzioni”.
La “spallata”, o meglio, la “scomunica” ad personam ovviamente non c’è. Ma il discorso pronunciato dal cardinale Angelo Bagnasco in apertura dei lavori del Consiglio permanente della Cei non si può certo definire accomodante nei confronti del premier. Silvio Berlusconi non viene mai citato direttamente, eppure l'affondo non lascia spazio a dubbi. «Mortifica soprattutto – ha detto il presidente della Cei - dover prendere atto di comportamenti non solo contrari al pubblico decoro ma intrinsecamente tristi e vacui. Non è la prima volta che ci occorre di annotarlo: chiunque sceglie la militanza politica, deve essere consapevole “della misura e della sobrietà, della disciplina e dell’onore che comporta, come anche la nostra Costituzione ricorda” (Prolusione al Consiglio Permanente del 21-24 settembre 200…

"Vendola pecca più di Berlusconi"

Immagine
Il vescovo emerito di Grosseto a Pontifex: "Basta con la caccia al premier. E poi l'omosessualità è contronatura, meglio chi va con l'altro sesso".
L'omosessualità? E' un "peccato assai più grave delle imprese del premier". Giacomo Babini, vescovo emerito di Grosseto, torna ad attaccare i gay, nel maldestro tentativo di difendere il presidente del consiglio. L'alto prelato, noto per i suoi attacchi di tipo omofobo e antisemita, parla dalle pagine virtuali del sito ultracattolico Pontifex, da tempo impegnato in quella che sembra essere una campagna contro gli omosessuali.
Il pretesto per far parlare il vescovo in pensione è la situazione politica italiana, alla luce del richiamo del Papa, da Berlino, al mondo politico al rispetto delle regole etiche. Un richiamo che, però, secondo l'82enne Babini - a capo della diocesi di Grosseto fino al 2001 -, non riguarderebbe il presidente del Consiglio. "Io credo che oggi sia in atto una vera caccia…

Intercettazioni, il premier vuole il blackout

Immagine
Il Pdl torna al testo Mastella: bavaglio fino all'appello. Giovedì protesta in piazza. Votazioni in aula tra una settimana Palamara (Anm): non è vero che c'è uno stato di polizia.È l'ultima novità. L'ennesimo diktat di Berlusconi. Il ritorno alla legge Mastella sulle intercettazioni. Se dovesse passare, sui giornali non usciranno più, addirittura fino alla sentenza d'appello, gli atti integrali contenuti nel fascicolo del pubblico ministero. "Siamo in uno stato di polizia" dice lui. Il presidente dell'Anm Palamara gli ribatte che "non è vero". Ma il premier agisce di conseguenza. Tenta un compromesso, pm sempre liberi di mettere microspie per i reati oltre i cinque anni di pena, ma ascolti blindati.
Niente telefonate pubblicate, neppure il loro contenuto, né verbali d'interrogatorio (quelli solo raccontanti per riassunto), né relazioni e accertamenti della polizia. Black out. Con una legge così, per limitarci alle cronache giudiziarie di …

Lotta biologica integrata contro gli insetti senza Ogm e pesticidi

Immagine
Patate più resistenti grazie all'utilizzo di due specie selvatiche del Sudamerica.
Patate a prova di insetto. L'incrocio annunciato dai genetisti dell'Agricultural Research Service (Ars) degli Stati Uniti, che unisce la resistenza di alcune patate selvatiche alla commestibilità di quelle «standard», è un'ottima notizia per chi si occupa di commercializzare il celebre tubero. Con la nuova scoperta, il mercato delle patate (un giro d'affari che nei soli Usa si aggira attorno ai 3,3 miliardi di dollari) potrebbe eliminare gli ingenti danni causati dalle larve degli elateridi, insetti fitofagi che scavano nei tuberi profonde gallerie rendendoli così invendibili.
PESTICIDI - Per combattere le larve esistono, ovviamente, pesticidi, che però presentano vari problemi, non ultimo un'efficacia limitata. Quelli a base di organofosfati e carbammati, attualmente in uso, non eliminano del tutto l'insetto, capace di sopravvivere nel sottosuolo allo stadio larvale anche per…