Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2013

Tutto come prima. Anzi peggio, Monti resta in carica!

Immagine
Tutto come prima. Chi ha vinto le elezioni si chiama Mario Draghi e la sua vittoria gli permetterà di gestire il Paese per altri 6 mesi con il pilota automatico permettamente operativo. Il pilota automatico di cui parlava Draghi non è altro che l'insieme delle norme previste dai trattati (Fiscal Compact) recentemente approvati e ratificati dal nostro Parlamento, che di fatto rendono operativo il rigore di bilancio in maniera permanente. 
Napolitano oggi lo ha chiarito senza troppi giri di parole, Mario Monti -ha detto Re Giorgio- è ancora in carica, e visto che c'è il semestre bianco lo sarà per altri mesi.
Quanto basta per tenere i conti in ordine, per andare in Europa e rassicurare Berlino e tenere l'Italia sotto la scure della BCE. Meglio di così per banche e padroni non poteva andare: tenere in piedi un governo tecnico, che non può essere sfiduciato in quanto decaduto, ma che lavora per l'ordinaria amministrazione oliando il funzionamento del Fiscal Compact.  
Così…

Altro che fallimento: l’euro sta provocando ciò per cui è stato progettato dall’elite

Immagine
L'Euro ha centrato il suo obiettivo: ovvero quello di distruggere le nazioni europee in soli 10 anni! "L’idea che l’Euro sia un fallimento è stupidamente errata, l’Euro sta provocando ciò per cui è stato progettato dal suo ideatore e da quel 1% di oligarchi che l’hanno imposto".
Così ha scritto il giornalista americano Greg Palast sul Guardian del 26 giugno 2012, ricordando che "l’ideatore", Robert Mundell, ha sempre visto la sua creatura (l’euro) come l’arma che avrebbe spazzato via norme e regolamenti sul lavoro: "Ho conosciuto Mundell tramite il mio docente universitario Milton Friedman".
Palast descrive bene l’idea di Mundell: "L’Euro inizia davvero a svolgere il suo compito in tempi di crisi, infatti la moneta unica e soprannazionale toglie ai governi eletti la possibilità di usare politiche creditizie e fiscali capaci di farci uscire dalla crisi, in quanto pone le politiche monetarie al di fuori dalla portata dei politici (eletti) e, senza …

Marte Terra e Sole allineati ad aprile – A rischio le telecomunicazioni?

Immagine
AD APRILE UN NUOVO ALLINEAMENTO PLANETARIO COINVOLGERA’ LA TERRA IL SOLE E MARTE I due pianeti e la nostra stella si troveranno quasi completamente allineati il mese prossimo, un evento che si verifica una volta ogni 26 mesi. Quali conseguenze? Nulla di catastrofico, ma le trasmissioni radio tra i due pianeti potrebbero correre il rischio di essere danneggiate dalle interferenze del Sole.
Osservando l’evento dalla prospettiva della Terra, Marte passerà dietro il Sole. Quest’ultimo, con la sua enorme energia, potrebbe anche mandare in tilt le comunicazioni con i principali strumenti che lavorano su Marte e dintorni, la sonda Mars Odyssey e il Mars Reconnaissance Orbiter della Nasa, e la sonda Mars Express dell’Agenzia spaziale europea (Esa).Le posizioni dei pianeti del prossimo mese coincideranno dunque con una drastica diminuzione delle comunicazioni tra il nostro pianeta e Marte. Quest’ultimo infatti si nasconderà quasi del tutto da noi. Per evitare che in quel periodo vengano inviat…

Obama protegge la Monsanto con una legge "su misura"

Immagine
Barack Obama questa settimana ha firmato legge finanziaria HR933, una parte della quale, conosciuta come la Farm Security protegge le aziende di sementi transgeniche come la Monsanto dalle controversie derivanti dalla vendita dei loro prodotti. 
La legge è stata promossa da senatore repubblicano del Missouri, Roy Blunt, che, secondo il quotidiano New York Daily News, ha lavorato con la Monsanto per sviluppare il testo della legge. Lo stesso senatore spiega che il testo fa parte della legge HR 933 e che è una misura legislativa limitata ad un periodo di tempo (fino a settembre 2013).
Secondo i dati del Centro per la Politica Responsabile (Center for Responsive Politics), il senatore Blunt ha ricevuto 64.250 dollari di sostegno 2008 fino al 2012. Il sito web Money Monocle considera Blunt come il principale politico repubblicano destinatario del finanziamento di Monsanto degli ultimi tempi.
La parte della legge approvata, conosciuta come Farmer Assurance Provision - che gli oppositori h…

Dall'Artico alle Egadi, un rompighiaccio per sostenere la pesca sostenibile

Immagine
Sbarca a fine aprile in Italia la Artic Sunrise, la storica imbarcazione di Greenpeace: "In Sicilia per dire no alle trivelle e allo sfruttamento eccessivo del mare".
La Arctic Sunrise, storica rompighiaccio di Greenpeace, ha iniziato un tour europeo per sostenere la pesca sostenibile e sta per arrivare anche in Italia. La nave toccherà nove Stati del Vecchio Continente, tra cui l'Italia e precisamente la Sicilia, a Trapani e Favignana, dove l'organizzazione ambientalista sarà impegnata in numerose attività aperte al pubblico dal 25 al 27 aprile.
"I nostri mari, una volta pieni di vita, sono in pericolo. La pesca eccessiva, l'inquinamento e non ultime le perforazioni petrolifere rischiano di svuotarli per sempre", afferma Giorgia Monti, responsabile della campagna Mare di Greenpeace. "Torniamo in Sicilia - aggiunge - per ribadire il nostro no ad attività distruttive come le trivelle e per promuovere una gestione condivisa delle risorse del mare che…

Souvenir Apollo tra zuppe e guanti, a New York un'asta tutta "spaziale"

Immagine
Grazie a uno storico atto del Congresso, anche gli astronauti americani possono finalmente vendere i loro cimeli spaziali. Parte così una delle aste più curiose del mondo.
Diciamoci la verità: chi non vorrebbe avere in casa un "souvenir" spaziale autentico? Magari il guanto di un cosmonauta, o anche solo una foto autografata dai protagonisti delle missioni Apollo? Finalmente gli appassionati di astronautica hanno un'occasione per portarsi a casa un pezzo di corsa allo spazio. La casa d'aste londinese Bonhams ha infatti tenuto a New York un'asta interamente dedicata alla storia dell'astronautica e dell'aviazione. Dai fratelli Wright all'Apollo 15, nel catalogo della Bonhams è possibile trovare una vera miniera di pezzi originali. Certo, molti degli oggetti hanno prezzi decisamente astronomici, ma è possibile trovare anche molti cimeli a cifre più accessibili. Si tratta certamente di un'occasione unica nel suo genere, resa possibile da una recente l…

Bombardamento a Tappeto Nel Sistema Solare

Immagine
Nel giovane Sistema solare non fu solo la Luna a sperimentare un periodo di intenso bombardamento di meteoriti ma anche l'asteroide Vesta. Questi i risultati di uno studio apparso online sul sito di Nature Geoscience e guidato da Simone Marchi, ricercatore italiano che lavora negli USA e a cui ha partecipato Maria Cristina De Sanctis, dell'INAF-IAPS.
Circa quattro miliardi di anni fa la Luna attraversò un periodo non certo facile, subendo un vero e proprio bombardamento di meteoriti che ne scolpì la superficie dandole l’aspetto che oggi osserviamo. Questa epoca, così catastrofica e non a caso ribattezzata ‘cataclisma lunare’, si protrasse per parecchie decine di milioni di anni. Ma a quanto pare, in quel turbolento periodo della storia del Sistema solare non fu solo il nostro satellite a fare le spese di questa pioggia di proiettili cosmici. Anche l’asteroide Vesta, distante quasi 200 milioni di chilometri e forse anche altri asteroidi di grandi dimensioni hanno subito un tra…

Svelato il segreto dei "cerchi delle fate"

Immagine
Le termiti della specie Psammotermes allocerus aumentano le proprie chance di sopravvivenza nel deserto della Namibia producendo i caratteristici “cerchi delle fate”, zone circolari di terreno arido circondate da erba perenne. Si tratta di una complessa opera ingegneristica: distruggendo la vegetazione effimera che compare dopo le piogge, le termiti creano le condizioni per una maggiore permanenza dell’umidità nel sottosuolo che favorisce anche la biodiversità locale.
Sono le termiti a creare i misteriosi “cerchi delle fate” (fairy circle), costituiti da due zone concentriche – un centro arido e una fascia di erba perenne intorno – che si osservano nel deserto delle coste sud-occidentali dell’Africa. A risolvere il mistero di queste formazioni, che possono durare decenni, è stato Norbert Juergens, ricercatore del Biocenter Klein Flottbek dell’Università di Amburgo, in Germania, dimostrando che queste peculiari condizioni del suolo sono determinate dalla presenza di termiti della spec…

Svolta nel trattamento del cancro del colon

Immagine
Svolta nel trattamento del cancro del colon metastatico. Stando ad una ricerca avviata nel 2010, che si è avvalsa della collaborazione di 100 persone tra ricercatori e clinici dell’Istituto per la Ricerca e la Cura del Cancro di Candiolo (Torino) e i clinici dell’Ospedale Niguarda Ca’ Grande di Milano, nel 10 per cento dei pazienti è possibile utilizzare con successo farmaci già in uso per altri tumori. La sperimentazione è soltanto all'inizio, e i ricercatori cercano volontari per proseguire i test, ma quello ottenuto è un risultato importante
Possibile utilizzare con successo farmaci già in uso per altri tumori - “La nuova sperimentazione sui malati sta funzionando” - commenta soddisfatto Paolo Comoglio, coordinatore del programma ‘Terapie mirate nel cancro metastatico del colon-retto’ finanziato dai contribuenti italiani che hanno scelto di dare il loro 5 per mille all'Associazione italiana per la ricerca sul cancro (AIRC) -. Livio Trusolino e il suo gruppo di ricercatori …

Acqua che paradosso

Immagine
Dal 1993 ogni 22 marzo l’Onu invita a celebrare “l’oro blu”, per il 2013 il tema prescelto è la Cooperazione.
In vent’anni la questione è diventata centrale: in questo elemento si specchiano tensioni, problemi (e speranze) del mondo. E in Italia, a 2 anni dal referendum, troppe leggi di tutela non vengono applicate
A quasi due anni dal referendum, l’acqua resta una metafora dei paradossi italiani, su diversi piani: ambientale, sanitario, politico, sociale. Il primo: nonostante siamo tra i Paesi più ricchi di acqua (2800 metri cubi l’anno per abitante), soffriamo di scarsità. Non solo in estate, non solo al Sud. 
Un italiano su dieci denuncia irregolarità nella fornitura di acqua potabile (la situazione più grave in Calabria, dove si arriva al 32 per cento); uno su sei non dispone di sistema fognario, uno su tre di depuratore. Secondo il Wwf, abbiamo una «impronta idrica tra le più elevate al mondo». Le perdite di rete superano il 30 per cento (record europeo), lo spreco (consumo civi…

Un farmaco fa “dimagrire” i tumori

Immagine
Studio di un gruppo di lavoro tutto italiano Sfruttare la “fame” di grassi delle cellule tumorali per bloccarne il metabolismo. 
Un gruppo di lavoro tutto italiano, guidato da Lorenzo Montanaro dell’Università di Bologna e da Gianfranco Peluso dell’Istituto di biochimica delle proteine del Consiglio nazionale delle ricerche (Ibp-Cnr) di Napoli, formatosi 10 anni fa su intuizione del fondatore della Sigma-Tau Claudio Cavazza, ha dimostrato che è possibile bloccare farmacologicamente il metabolismo delle cellule tumorali, colpendole selettivamente.  
La loro ricerca, pubblicata in questi giorni sul I- informa una nota - nasce da un progetto multidisciplinare che ha unito competenze specifiche nel campo oncologico e del metabolismo cellulare e apre nuove e promettenti prospettive terapeutiche nella lotta contro i tumori.  
L’intuizione alla base dello studio è che le cellule tumorali, a causa della loro velocità di crescita e dalle specifiche alterazioni metaboliche che le caratterizzano…

Nel mento la prova dell'incrocio fra Neanderthal e Sapiens

Immagine
Un accenno di mento nel fossile di un Neanderthal scoperto in Italia è la prima caratteristica fisica che prova l'incrocio tra Neanderthal e Homo Sapiens. Il risultato, pubblicato sulla rivista Plos One, si deve ad un gruppo internazionale coordinato dall'italiana Laura Longo, dei Musei Civici Fiorentini. Numerosa la partecipazione italiana, con l'archeologo Paolo Giunti, dell'Istituto Italiano di Preistoria e protostoria, David Caramelli e Martina Lari, dell'università di Firenze, e Silvana Condemi, del Consiglio Nazionale delle Ricerche francese a Marsiglia.
La ricerca, alla quale ha partecipato anche Aurelien Mounier dell'università di Cambridge, è stata condotta sulla mandibola fossile dell'uomo di Neanderthal di Riparo Mezzena (Verona), risalente a un periodo compreso fra 40.000 e 30.000 anni fa. "Analizzando la mandibola di questo fossile di Neanderthal e grazie a un modello al computer abbiamo individuato delle convergenze fisiche con il Sapien…

E’ ufficiale: H.A.A.R.P. crea nuvole di plasma!

Immagine
E’ ufficiale: H.A.A.R.P., il sistema di antenne polarizzate, spacciato ufficialmente per impianto utile a studiare la ionosfera, ha creato nuvole di plasma, secondo i piani indicati anche nel famigerato documento “Owning the weather in 2025”, dove sono menzionati gli A.I.M, ossia "artificial ionospheric mirrors", specchi ionosferici artificiali, schermi atti a riverberare i campi elettrodinamici nell’ambito di operazioni militari, quali l'intercettazione di missili ed il rilevamento di bersagli. Rammentiamo che il plasma è il quarto stato della materia dove agli atomi sono strappati gli elettroni, grazie all’irradiazione di potenti energie. Le nuvole di bario ed i cirri artificiali di bassa quota (smart clouds), prodotti con gli aerei chimici sono strati di simil-plasma con i quali sono veicolate e dirette le onde elettromagnetiche, simulando e ricostruendo a basse altitudini le caratteristiche elettriche della ionosfera. L’affermazione secondo cui viviamo in un gigantes…

Washington: Una parte della costa della Whidbey Island e' collassata nell'oceano

Immagine
Stanno facendo il giro del mondo le immagini di una frana avvenuta in un'isola nello Stato di Washington, vicino Seattle. Una parte della costa della Whidbey 
Island ha letteralmente ceduto questa mattina sprofondando in mare. Molte case sono state evacuate e l'intera zona è isolata.
Le vie d'accesso alle abitazioni sono state interrotte. L'incidente non ha causato vittime, feriti o dispersi. I residenti raccontano che hanno sentito un rumore simile a quello di un tuono.  [folte leggo]

Secondo la BBC e' in atto il piu' grande attacco informatico della storia di internet

Immagine
La notizia è questa: i server di Spamhaus, un servizio internazionale di filtraggio spam, sarebbe sotto un attacco Ddos (Distributed Denial of Service) da parte del Web host olandese Cyberbunker, accusato di essere il covo ideale per gli spammer. In segno di rappresaglia, gli attaccanti starebbero intasando la Rete con una bomba virtuale da 300 Gigabit al secondo lanciata dai loro server.  L'offensiva più grave nella storia di Internet, come lo definiscono Bbc e New York Times, in realtà ha avuto origine il 18 marzo scorso, evolvendo nel tempo fino a colpire i Domain Name System (Dns) che gestiscono il traffico globale. 
Secondo la Bbc, l'attacco Ddos starebbe creando problemi a molti utenti di grandi servizi Web come Netflix. Tuttavia, è improbabile che tutta Internet (che è una rete di reti) possa finire in ginocchio a causa di una lite virtuale nata su alcuni server europei. Per adesso, l'osservatorio in tempo reale di Akamai parla di un numero di attacchi informatici …

Ripulire i mari dalla plastica

Immagine
Un interessante progetto per ripulire i mari dalla plastica è quello che arriva dalla mente della 19enne Boyan Slat. Il beneficio, secondo le previsioni, sarà quello di contribuire ad eliminare oltre 7 milioni di tonnellate di rifiuti plastici dai mari di tutto il mondo. Il dispositivo consiste in una serie di “braccia” galleggianti connesse tra loro collegati a una piattaforma (alimentata ad energia solare) in grado di filtrare i l’acqua del mare e trattenere i rifiuti. Anzichè spostarsi sull’acqua alla ricerca dei rifiuti agirà in senso opposto aspettando che siano i rifiuti a finire nelle sue “braccia”: funzionando infatti come un imbuto consente di incanalare l’acqua verso la piattaforma filtrante dove sarà filtrata e i materiali plastici saranno separati dal plancton. Un’apposito contenitore consentirà inoltre di destinare al riutilizzo i materiali così raccolti massimizzando l’attività green del dispositivo.
La diciannovenne Boyan Slat è arrivata a questo progetto al termine di…

La bici nuova è di cartone riciclato e costa 15 Euro!

Immagine
L'inventore israeliano Izhar Gafni ne è convinto: la sua bici in cartone riciclato rivoluzionerà il modo di concepire questo mezzo di trasporto. L'ultimo prototipo, dopo anni di studi e progressivi miglioramenti, è finalmente pronto per la produzione di massa che inizierà nei prossimi mesi. Il cartone, che tutti noi conosciamo come un eccellente materiale per imballaggi, non è di certo ritenuto la scelta adatta per realizzare strutture resistenti alle sollecitazioni e agli agenti atmosferici, ma grazie ad alcuni particolari accorgimenti la due ruote di Izhar Gafni sfida i metalli e le fibre di carbonio. Il telaio della bici è interamente in cartone riciclato, opportunamente tagliato e sagomato e poi sottoposto ad un trattamento con una miscela segreta, fatta di materiali organici, che rende la struttura impermeabile ed ignifuga; infine, al telaio viene applicato un rivestimento in lacca che dona un aspetto più accattivante. 
Le caratteristiche meccaniche di durezza non degrad…

Creato il primo mantello dell'invisibilità ultrasottile

Immagine
Arriva il primo mantello dell'invisibilità ultrasottile, finora il più vicino ad un vero e proprio mantello nello stile di Harry Potter. Il risultato si deve al gruppo coordinato dall'italiano Andrea Alù, che lavora nell'Università del Texas a Austin ed è pubblicato sul New Journal of Physics. Per ora il mantello rende invisibili gli oggetti alle microonde, ma getta le basi per una nuova tecnologia in grado di nascondere gli oggetti anche alla luce visibile in modo più efficace. Fino ad ora, infatti i tentativi di realizzare mantelli dell'invisibilità si basavano su tecnologie abbastanza ingombranti, cosa che rendeva difficile arrivare a delle applicazioni.
Mantello dell'invisibilità porta una firma italiana - Gli oggetti diventano "visibili" quando la luce (ma anche onde sonore, raggi X o microonde) rimbalzano sulla loro superficie verso i nostri occhi e questi ultimi elaborano le informazioni. Quando le onde (luminose e non) non riescono a 'rimbalz…

Per difendere l'Euro presto serviranno i Panzer

Immagine
I Ministri delle Finanze europei hanno deciso di espropriare i clienti delle banche cipriote - è il peggiore degli incidenti possibili all'interno dell'unione monetaria. Chi continua ad affidare i propri risparmi ad una banca sud-europea deve essere alquanto ingenuo.
E' stata senza dubbio la decisione piu' stupida e pericolosa che i politici dell'Eurozona potessero prendere. Con la decisione di far pagare prima di tutto i piccoli risparmiatori ciprioti, i Ministri delle Finanze europei ci hanno riportato nella fase acuta della crisi Euro. Perché ora i risparmiatori, non solo a Cipro ma in tutto il sud-Europa, cercheranno in ogni modo di mettere i loro risparmi fuori dalla portata degli stati. Ulteriori espropri forzati sono una certezza. La minaccia è concreta anche in Spagna e Italia. L'assalto alle banche è iniziato.
L'errore fatale è stato il tentativo di aggirare la garanzia sui depositi con un trucco legale. La garanzia sui depositi aveva proprio lo sc…

Scoperta la possibile causa della sindrome di Down

Immagine
Scienziati del Sanford-Burnham Medical Research Institute trovano in una proteina la possibile causa dell’alterazione nello sviluppo del cervello nella sindrome di Down.
Si è appena celebrata la Giornata Mondiale della Sindrome di Down, che ecco arrivare la notizia dagli Stati Uniti di una scoperta che potrebbe spiegare l’azione del cromosoma 21 nell’alterazione dello sviluppo cerebrale nelle persone affette dalla Trisomia 21.
Dietro ai difetti nelle funzioni cognitive e comportamentali delle persone Down vi sarebbe una proteina, suggeriscono i risultati di un nuovo studio pubblicato sulla rivista Nature Medicine. Questa proteina, chiamata “nexin 27”, o SNX27, pare sia inibita nella produzione a causa del cromosoma 21, per cui risulta che nelle persone con sindrome di Down vi sia una scarsa produzione di proteine SNX27 e un conseguente danno alle funzionalità del cervello.
Lo studio dei ricercatori Usa, condotto su modello animale, ha mostrato che nei topi con Trisomia 21, cui si era…

Il cervello è come i muscoli, durante lo sport può stancarsi

Immagine
Lo studio dell'Università di Copenhagen. La serotonina agisce come deceleratore quando lo sforzo è eccessivo. Secondo i ricercatori la mappatura del meccanismo che innesca la 'fatica centrale' sarà utile nella lotta al doping e nello sviluppo di nuove terapie farmacologiche.
La paura di molti atleti è quella di fermarsi prima di aver raggiunto un traguardo. Non riuscire ad andare avanti a pochi metri dalla fine del percorso di una maratona o di una gara ciclistica, perché non si hanno più le forze. E' l'incubo di tanti atleti che può dipendere non solo dal crollo fisico dell'organismo, ma da un meccanismo di freno generato dal cervello affaticato come i muscoli. A stabilirlo è una ricerca dell'università di Copenhagen pubblicata sulla rivista Pnas. Gli studiosi sono riusciti a identificare un interruttore biochimico che fa percepire uno sforzo fisico come una fatica insopportabile prima ancora che i muscoli cedano.
"La nostra scoperta contribuisce a m…

Ricostruito il bombardamento che sconvolse il Sistema Solare

Immagine
Come una scatola nera del Sistema Solare, i meteoriti dell'asteroide Vesta conservano le tracce dell'intenso bombardamento che circa 4 miliardi di anni fa ha sconvolto le regioni più interne del nostro sistema planetario, prendendo di mira anche la Terra e la Luna. Lo ha scoperto lo studio pubblicato sulla rivista Nature Geoscience e condotto con un'importante partecipazione italiana. La ricerca è stata coordinata da Simone Marchi, che lavora negli Stati Uniti presso il Southwest Research Institute. Tra gli autori Maria Cristina De Sanctis, dell'Istituto di Astrofisica e Planetologia Spaziali dell'Istituto Nazionale di Astrofisica (Iaps-Inaf), responsabile dello strumento italiano Vir (Visual and Infrared Spectrometer) a bordo della sonda Dawn della Nasa. Lo strumento è realizzato da Agenzia Spaziale Italiana (Asi) e Inaf.
La ricerca si è basata sulle analisi dei meteoriti di Vesta arrivati sulla Terra - Confrontata con simulazioni e con i dati forniti dalla sonda…

Battuto il record di velocità su Internet: trasmesso un terabit di dati in un secondo

Immagine
E' stato battuto il record mondiale di velocità su Internet, con la trasmissione di dati al ritmo di mille miliardi di bit (un terabit) al secondo. Il test è avvenuto in Australia, con il gestore Telstra, nel collegamento fra Sydney e Melbourne, e la tecnologia che lo ha reso possibile è italiana, nata della collaborazione fra Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa, Consorzio Nazionale Interuniversitario per le Telecomunicazioni (Cnit) e l’azienda Ericsson.
Raddoppiata la velocità rispetto al precedente record - Nel test è stato raddoppiato il record precedente, di 448 milioni di bit al secondo, raggiungendo una velocità oggi impensabile, se non in laboratorio. Il risultato viene presentato a Pisa dagli stessi autori del test, appena rientrati dall'Australia, dove hanno lavorato un mese fra calcoli, sperimentazioni e misure.
Sviluppato un nuovo sistema di compressione dati - "Impieghiamo tecnologie sviluppate da noi per aumentare la velocità senza aumentare l'utilizz…

Una gigantesca ed inspiegabile crepa appare nel deserto dell'Arizona!

Immagine
Luepp, Arizona - Non è qualcosa che puo' essere osservato tutti i giorni sul Navajo Nation, ma una crepa nella terra si è formata gia' da lungo tempo e nessuno sembra avere una risposta chiara. Si trova appena a est da Flagstaff in Luepp Road e circa un miglio a ovest dal distributore di benzina Leupp. E ' diventata così grande che hanno dovuto recintarla.
Secondo l'US Geological Survey, la regione settentrionale dell'Arizona viene colpita da terremoti ,pero' non abbastanza potenti da rappresentare un pericolo.Ma dopo il recente crollo della Highway 89 , alcuni residenti locali cominciano a chiedersi se madre natura abbia qualche cosa di inaspettato in serbo. 
Il 18 marzo, e' stato filmato un video che evidenzia il guasto geologico e la sua profondita' veramente inquietante.
[fonte sott.net]

Domenica delle Palme

Immagine
Nel calendario liturgico cattolico la Domenica delle Palme è celebrata la domenica precedente alla festività della Pasqua. Con essa ha inizio la settimana santa ma non termina la Quaresima, che finirà solo con la celebrazione dell'ora nona del giovedì santo, giorno in cui, con la celebrazione vespertina si darà inizio al Sacro Triduo Pasquale.
Nella forma ordinaria del rito romano essa è detta anche domenica De Passione Domini (della Passione del Signore). Nella forma straordinaria la domenica di Passione si celebra una settimana prima, perciò la Domenica delle Palme è detta anche Seconda Domenica di Passione. Questa festività è osservata non solo dai Cattolici, ma anche dagli Ortodossi e dai Protestanti.
In questo giorno la Chiesa ricorda il trionfale ingresso di Gesù a Gerusalemme in sella ad un asino, osannato dalla folla che lo salutava agitando rami di palma (cfr. Gv 12,12-15). La folla, radunata dalle voci dell'arrivo di Gesù, stese a terra i mantelli, mentre altri tagli…

Pericolo in fondo al mare? Gli idrati di metano

Immagine
Chi ha letto il voluminoso romanzo “Il quinto giorno” di Frank Schätzing si sarà trovato di fronte, forse per la prima volta, a qualcosa che, nel romanzo, ma non solo, può causare una catastrofe naturale di immani proporzioni: gli idrati di metano.
Prima di vedere perchè dovrebbero farci paura, cerchiamo di capire cosa sono.
Gli idrati di metano sono dei composti, in forma solida, formati da acqua – sotto forma di ghiaccio – e metano, in pratica intrappolato nel ghiaccio stesso. Si creano in determinate condizioni che sono, principalmente, elevate pressioni e basse temperature. Come è logico aspettarsi dunque, si trovano in genere in fondo al mare dove l’acqua è molto fredda e la pressione a causa della profondità, molto elevata. Servono in effetti profondità dai 500 ai 4000 metri. E dunque i fondali oceanici ne sono ricchissimi. Negli spazi porosi fra i sedimenti, giù in profondità fino anche a qualche centinaio di metri dentro ad essi, questi enormi lastroni di ghiaccio e metano oc…