Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2014

Dagli scarti della birra i mattoni del futuro: sono ecologici, resistenti e altamente isolanti

Immagine
Il mattone del futuro è fatto di birra. La scoperta è di un gruppo di ricercatori portoghesi, del Politecnico di Tomar, che ha utilizzato per tale scopo i residui di fabbricazione della birra: il malto d’orzo e la semola di granturco. Lo studio dimostra che miscelare l’argilla con i cereali di scarto ottenuti durante la birrificazione migliora le performance dei classici mattoni. Il processo di produzione, hanno evidenziato i ricercatori, evita l’uso del polistirene.
Ottenuti mattoni resistenti e altamente isolanti - E’ sufficiente servirsi del 5% di cereali “esausti” per ottenere dei mattoni resistenti alla flessione meccanica, non dissimili da quelli convenzionali, e in grado di ridurre la dispersione del calore del 28%. Diversamente dai classici mattoni, quelli ottenuti in Portogallo sono privi di polistirene - polimero sintetico di per sé inquinante e per questo tassato dall’Ue - e quindi meno costosi.
L'unico problema è il cattivo odore - I nuovi mattoni presentano però un “pic…

Scoperta in Turchia la Porta dell’Inferno

Immagine
Un’equipe di archeologi italiani, guidata dal Prof. Francesco D’Andria dell’Università del Salento, ha riportato alla luce il celebre ingresso agli Inferi menzionato da Strabone.
La notizia di un’interessante scoperta ci giunge dalla Turchia, dove un team di archeologi italiani guidati dal Prof. Francesco D’Andria dell’Università del Salento ha portato alla luce la mitica Porta degli Inferi, o “Porta di Plutone”, menzionata da Cicerone e descritta in una cronaca del geografo greco Strabone.
La scoperta è stata effettuata nell’antica città frigia di Hierapolis, che dominava la valle del fiume Lykos sulla strada fra l’Anatolia e il Mediterraneo, non distante dalla rinomata località turistica di Pamukkale, famosa per le sue sorgenti termali di calda acqua sulfurea.
Due singolari statue di marmo, che fungevano da guardiani dell’oltretomba e raffiguranti delle creature mitologiche, sono state rinvenute ai lati dell’ingresso di quella che sembrerebbe proprio essere la “grotta fatale” descri…

Caffeina, sottovalutata la dipendenza. Gli esperti consigliano di limitarne il consumo

Immagine
L'abuso di caffè è un comportamento sottovalutato che può portare a una vera e propria dipendenza alla caffeina con sintomi da astinenza e incapacità a ridurre il consumo. L'allarme arriva da un nuovo studio condotto da Laura Juliano dell'American University pubblicato sul Journal of Caffeine Research. La ricerca rivela che spesso le persone non si accorgono di essere dipendenti dalla caffeina anche quando si trovano in condizioni vulnerabilità, come gravidanza, disturbi della coagulazione, patologie cardiache.
Effetti della caffeina spesso sottovalutati - "Gli effetti negativi della caffeina non sono spesso riconosciuti come tali - ha spiegato Juliano - perché si tratta di una droga socialmente accettabile e ampiamente consumata che è ben integrata nelle nostre abitudine e routine. Ma mentre molte persone possono consumare caffeina senza danni, per alcuni questa sostanza può produrre effetti negativi, dipendenza fisica, interferire con il funzionamento quotidiano e da…

Svuota carceri sì. Ma ci sono anche "altri" diritti

Immagine
Il decreto legge 146 del 23 dicembre scorso, lo svuota-carceri a firma del ministro della Giustizia Cancellieri, potrebbe effettivamente aiutare l'Italia a evitare la pesante sanzione che la Corte Europea dei Diritti dell'Uomo ha minacciato di comminare al paese, se entro maggio i metri quadrati a disposizione dei singoli detenuti dovessero essere inferiori ai quattro. Lo afferma Emilio Santoro, docente di Filosofia e Sociologia del Diritto all'Università di Firenze ed esperto di sistema carcerario. Ma attenzione a gridare “vittoria”. I problemi delle carceri, infatti, son ben altri ed andrebbero risolti con riforme ben più incisive e strutturali. Abuso della detenzione e della custodia cautelare in primis, ma anche cronica difficoltà di reinserimento dei detenuti nella società, con tagli sempre più pesanti al mantenimento, assistenza, rieducazione e trasporto dei detenuti.
Sovrappopolamento: entro maggio sotto soglia limite Grazie all'articolo 4 del decreto e a un aum…

Proposta choc della Bundesbank: “Prelievi forzosi per Paesi a rischio insolvenza”

Immagine
La Banca centrale tedesca consiglia di mettere mano ai capitali privati, mentre Argentina e Usa travolgono i mercati finanziari d'Europa. Moody's: "La svalutazione del peso non basta, Buenos Aires deve ridurre il deficit di bilancio". Piazza Affari paga anche i problemi locali del Banco Popolare e di Bpm.
Torna lo spettro del prelievo forzoso. ”In caso di bancarotta i Paesi europei devono prendere in considerazione l’imposizione di un prelievo una tantum sui capitali nazionali piuttosto che chiedere aiuti all’estero”, propone la Bundesbank nell’ultimo bollettino mensile. Secondo la Banca centrale tedesca, che nel corso della crisi del debito ha più volte sostenuto la linea dura contro l’acquisto di titoli di Stato da parte della Banca centrale europea, non deriverebbero “rischi significativi” da una patrimoniale sui cittadini, che anzi difenderebbe il principio della responsabilità nazionale e permetterebbe la gestione più ordinata di eventuali casi di insolvenza. Il…

Legambiente, bonifiche a rischio criminalità da nord a sud

Immagine
Dal 2002 150 arresti, 550 denunce, 105 aziende coinvolte. C'è un "rischio ecomafie e criminalità in tutta Italia", nel settore delle bonifiche. Tant'è che "dal 2002 sono state concluse 19 indagini ed emesse 150 ordinanze di custodia cautelare; con 550 persone denunciate e 105 aziende coinvolte". Questo quanto emerge dal rapporto di Legambiente 'Bonifiche dei siti inquinati: chimera o realtà?', presentato oggi alla Camera. Nel report si fa presente "chiaramente anche il rischio di illegalità e di infiltrazione ecomafiosa nel settore, e non solo nelle regioni del sud Italia.
Da molti anni, così come nello scacchiere dei traffici illeciti, anche per le bonifiche c'è il coinvolgimento del centro-nord come luogo di smaltimento illegale dei rifiuti speciali e pericolosi, come dimostra la recentissima indagine su Pioltello (Mi), che ha portato all'arresto di due dirigenti di Sogesid e di altre quattro persone tra cui l'ex capo della segre…

Consiglio d'Europa striglia l'Italia: 'Troppo basse le pensioni minime'

Immagine
Lo denuncia il Consiglio d'Europa nel suo rapporto sulle violazioni della Carta sociale europea in Italia.
STRASBURGO  - In Italia l'ammontare delle pensioni minime è "inadeguato" e non c'è una legislazione in grado di garantire alle persone anziane lo stesso livello di vita del resto della popolazione. Queste 2 delle 7 violazioni della Carta sociale europea evidenziate nel rapporto del Comitato per i diritti sociali del Consiglio d'Europa.
Il documento reso noto è composto da 50 pagine e prende in esame il periodo che va dal primo gennaio 2008 al 31 dicembre 2011. L'analisi condotta dal Comitato ha riguardato anche le politiche per la lotta alla povertà e all'esclusione sociale, le norme che devono garantire il diritto alla sicurezza sui luoghi di lavoro e quelle relative all'accesso ai servizi sanitari e all'assistenza sociale. La Carta sociale europea, firmata a Torino nel 1961 e rivista nel 1996, è una delle convenzioni internazionali alla…

L’Italia si sta rendendo conto che sta andando verso la miseria? Prossima fermata Atene

Immagine
Stiamo arrivando al dunque, le misure di austerity inaugurate su impulso tedesco dall’iper-europeista ed illuminato Mario Monti stanno finalmente dando gli amari frutti: a fronte di una domanda persistentemente debole la crisi si sta avvitando, il debito statale pure, chi può se ne scappa via mentre le grandi multinazionali cinesizzano l’Italia (Electrolux), riducendo forzosamente la disponibilità economica da lavoro dei residenti italiani. Insomma, un paese che come da piani sta diventando serbatoio di manodopera a basso costo. Continuando così saremo a breve come la Grecia. E, dico io, come potrebbe essere altrimenti: l’eccesso di tasse ha azzoppato la ripresa, le misure draconiane hanno tolto speranza nel futuro e la negazione dei diritti acquisiti, ad es. esodati, hanno finanche innescato sfiducia nelle istituzioni ed incertezza negli impegni che lo Stato aveva preso con i cittadini, anche questi sono aggiustamenti economici. Ed infatti la conseguenza è che i consumi non ci sono,…

Banda larga, Italia e Turchia fanalino coda Europa. Trend di crescita positivo in tutta Europa

Immagine
L'Italia non brilla in Europa per la velocità della banda larga, l'autostrada telematica sulla quale viaggiano contenuti e servizi digitali, tanto da essere bollata - insieme alla Turchia - come fanalino di coda. Sono gli unici due Paesi del Vecchio Continente con un tasso di adozione della banda 'veloce' di Internet al di sotto del 50% della popolazione. A scattare la fotografia è il dossier trimestrale sullo stato di Internet della società Akamai, secondo il quale l'Italia è anche l'unico Paese con un picco di velocità di connessioni inferiore a 20 Megabit per secondo (Mbps). 
Chi corre di più sono i Paesi Bassi - Il rapporto evidenzia che nel terzo trimestre del 2013 complessivamente la velocità media di connessione in Europa ha continuato a crescere: +10% rispetto al trimestre precedente e si attesta intorno ai 3.6 Mbps. Chi corre di più sono i Paesi Bassi (+23%) con una velocità di connessione media di 12.5 Mbps.  Il picco medio della velocità di connession…

Con l'aumento dei consumi elettrici aumentano anche i rischi di black-out

Immagine
L'aumento dei consumi elettrici sta aumentando i rischi di black-out per il pianeta. A sostenerlo è uno studio di un gruppo di ricercatori della Lincoln University del Regno Unito e della Auckland University della Nuova Zelanda secondo i quali l'aumento della popolazione mondiale, con il conseguente aumento dei consumi elettrici, mette in pericolo la condizione di fruizione di energia elettrica senza interruzioni dei Paesi Occidentali.
Gli scienziati fanno notare che avvisi di pericolo circa una crisi possibile nelle forniture ci sono già stati; negli Stati Uniti l'American Society of Civil Engineers ha elaborato uno studio secondo il quale le centrali elettriche statunitense potrebbero essere sottoposte ad uno sforzo insostenibile entro il 2020 se non verranno fatti investimenti in infrastrutture, reti e centrali per almeno 100 miliardi di dollari, un analogo rischio è stato paventato in Gran Bretagna dove il picco delle richieste di fornitura si dovrebbe già raggiungere…

Lagarde lancia l'allarme: nella Ue 20 milioni di disoccupati. In Italia un terzo dei giovani è senza lavoro

Immagine
Crisi, Lagarde lancia l'allarme: nella Ue 20 milioni di disoccupati. In Italia un terzo dei giovani è senza lavoro.
Ancora allarme disoccupazione per l'Europa. A lanciarlo è il direttore generale del Fondo Monetario Internazionale, Christine Lagarde, che denuncia quasi 20 milioni di disoccupati nel Vecchio Continente. ''Fino a che gli effetti sul lavoro non saranno invertiti, non possiamo dire che la crisi e' finita. Quando la disoccupazione e' alta - prosegue - la crescita e' lenta perche' la gente consuma meno e le aziende investono e assumono meno'' afferma Lagarde, sottolineando che la strada piu' efficace per rafforzare l'occupazione e' la crescita.
Con l'1% di crescita 4 milioni di posti di lavoro - Secondo alcune stime, un punto percentuale di crescita in piu' nelle economie avanzate ridurrebbe la disoccupazione di meta' di un punto percentuale, ovvero fa tornare al lavoro 4 milioni di persone''. In Europa p…

Procreazione assistita e diagnosi preimpianto, legge 40 torna davanti alla Consulta

Immagine
La legge 40 sulla procreazione assistita torna davanti alla Consulta. Il Tribunale di Roma ha sollevato la questione di costituzionalità sul divieto per le coppie fertili di accedere alla procreazione assistita e alla diagnosi preimpianto, anche se portatrici di malattie trasmissibili geneticamente.
E' la prima volta che questa specifica questione arriva alla Consulta - In passato se ne era occupata invece la Corte europea di Strasburgo che nel 2012 aveva condannato l'Italia per violazione di due norme della Convenzione per la salvaguardia dei diritti dell'uomo. E aveva sottolineato l'"incoerenza" del nostro sistema che da un lato vieta alla coppia fertile ma portatrice di una malattia geneticamente trasmissibile di ricorrere alla diagnosi preimpianto, e dall'altro, con la legge 194 sull'aborto, le permette l'aborto terapeutico nel caso il feto sia affetto dalla stessa patologia.
La vicenda - Alla prima sezione civile del tribunale di Roma, che ha…

Stephen Hawking e i buchi neri: “Non esistono”. Lo studio su Nature

Immagine
È diventato il cosmologo più famoso del mondo grazie proprio ai suoi studi su questi cannibali cosmici, ma ora lo scienziato sembra smentire sé stesso. "Sebbene per la fisica classica non ci sia via di fuga da un buco nero, la meccanica quantistica consente a energia e informazione di evadere. Tuttavia, la corretta definizione della questione rimane ancora un mistero” 
I suoi libri sull’universo hanno venduto milioni di copie e le sue teorie hanno fatto capolino anche in alcuni episodi di Star Trek e dei Simpson. Ma il padre dei buchi neri adesso sembra rinnegare le sue stesse intuizioni scientifiche e cambia idea sull’esistenza di questi cannibali cosmici, che divorano ogni cosa passi nelle loro immediate vicinanze, luce compresa.
In uno studio ripreso su Nature Stephen Hawking mette in dubbio l’esistenza della nozione di “orizzonte degli eventi” – colonne d’Ercole al di là delle quali ogni cosa finisce nell’abbraccio gravitazionale del buco nero – giudicandola incompatibile co…

Salute: bere tanta acqua minerale fa stare meglio e depura? Secondo un recente studio è solo una bufala!

Immagine
Forse anche perchè “bombardati” dai tanti, troppi, spot pubblicitari, la convinzione di molte persone è che più acqua si beve, più ci si depura, più si smaltiscono i liquidi in eccesso e più s’idrata la pelle. Ma siamo proprio sicuri che l’acqua ci faccia così bene? Che più se ne beve più si sta meglio? Che dobbiamo sforzarci di bere anche quando non ne abbiamo affatto voglia? Che dobbiamo acquistare acqua minerale povera di sodio se non vogliamo riempirci di cellulite o di lardo tremolante? Sulla home-page de il fattoalimentare.it, invero, si afferma che uno studio del 2005, condotto da un’équipe di medici americani e pubblicato sul New England Journal of Medicine, ha calcolato che circa 1/6 dei maratoneti che hanno gareggiato a Boston quell’anno ha sviluppato un certo grado di iponatremia, ovvero eccessiva diluizione del sangue, causata dall’assunzione di troppa acqua. E allora? Quanta acqua dobbiamo bere ogni giorno? Per rispondere a questa domanda dobbiamo prima rispondere a un a…

Ecco gli alimenti che favoriscono il cancro

Immagine
Magari evitate di mangiarli. Eccovi l’elenco degli alimenti che favoriscono il cancro e non solo.
Cibi natalizi che favoriscono cancro, diabete e attacchi cardiaci. Cinque cibi mangiati durante le festività sono particolarmente malsani. Tutto dipende ovviamente dalle quantità, ma ci sono studi autorevoli che dimostrano come le seguenti pietanze possano portare a disfunzioni e arrecare danni all’organismo (cancro, diabete e scompensi cardiaci).
I colorati biscotti di Natale Se è colorato artificialmente, non è sano. Biscotti, torte, muffin e altre prelibatezze di questo genere contengono coloranti alimentari. Da evitare. I coloranti alimentari sono segnalati nelle etichette con la seguente dicitura: da E 100 a E 199. I coloranti alimentari sono stati ritenuti in grado di provocare iperattività nei bambini e persino correlati all’insorgere della Sindrome da deficit di attenzione (ADHD).
Qualsiasi cosa fatta con grassi vegetali I grassi vegetali sono stati recentemente dichiarati “non sicu…

Machu Picchu, Perù: la “città perduta” degli Incas avvolta nel mistero tra storia, astrologia e architettura

Immagine
Per gli Inca la Valle di Urubamba era la porta della foresta, l’antisuyu. Il fiume che l’attraversa era un tempo conosciuto come Willka Mayu (Fiume  del Sole o fiume sacro) e il nevaio che lo origina era chiamato  Wikklan Uta (Casa del Sole o Casa Sacra). Il culto solare era, quindi,  ancestrale nella zone. La fondazione di Machu Picchu risalirebbe proprio all’epoca del governo di Pachacutec , il primo Inca a lasciare Cusco per conquistare nuove regioni, assoggettando la Valle di Urubamba, che divenne l’insediamento privilegiato della nobiltà Inca.
Tale ipotesi è avvalorata dalla datazione del carbonio 14, dalla fattura della ceramica e dalla totale assenza di evidenze archeologiche pre-Inca. Machu Picchu, che in spagnolo significa “Vetta Antica”, si trova in Perù, nel  Parco Archeologico di Machu Picchu, nella foresta amazzonica; è  situata a 112, 5 km a nord-est della città di Cusco, che fu capitale dell’Impero Inca, a oltre 2350 m. di altitudine, e la sua estensione raggiunge quasi…

La busta paga virtuale delle casalinghe “Il loro lavoro vale 7mila euro al mese”

Immagine
Cuoche, autiste, psicologhe nello stesso tempo: uno studio calcola lo stipendio che meritano.
Cuoca, autista, insegnante, psicologa, contabile, manager, addetta alle pulizie, operaia, lavandaia, babysitter. Dieci professioni in un corpo solo ma, ufficialmente, un nonlavoro: casalinga. Stipendio effettivo? Zero euro. Retribuzione teorica ai prezzi di mercato? Quasi 7mila euro al mese. Circa 83 mila euro l’anno. Non una cifra a caso, ma il risultato di un preciso algoritmo - calcolato da una ricerca del sito americano Salary. com che monetizza la rivincita delle desperate housewives.
Non più mogli e madri sull’orlo di una crisi di nervi, bensì insospettabili “tesoretti” di una famiglia media. Gli esperti hanno intervistato oltre sei mila donne, indagando sul tempo che dedicano ai dieci fondamentali lavori domestici ogni settimana. Una casalinga avrebbe cucinato per 14 ore settimanali a 10 euro l’ora. Si sarebbe trasformata in autista, per figli grandi e piccoli, per 8 ore alla settimana…

Da gusci crostacei materiali per riparare lesioni dei nervi

Immagine
Studio finanziato da Ue, si concluderà nel 2015. Il guscio dei crostacei potrebbe fornire biomateriale utile alla riparazione delle lesioni nervose. 
A dimostrarlo una ricerca coordinata dall'Hannover Medical School in collaborazione con l'Università di Torino e finanziata dall'Unione Europea per un totale di 5,9 milioni di euro, si concluderà nel 2015. Trials clinici controllati e multicentrici (in ospedali di diversi paesi europei) permetteranno di definire in modo preciso le potenzialità di questo nuovo strumento a disposizione della medicina rigenerativa e della chirurgia ricostruttiva.
Lo studio, pubblicato sulla rivista Biomaterials, è stato presentato oggi a Torino al 2/o Simposio Internazionale sulla Rigenerazione dei Nervi Periferici che vede coinvolti 200 scienziati provenienti da tutto il mondo, impegnati nel settore delle neuroscienze. E' un'occasione per presentare e discutere i più recenti sviluppi nel campo della rigenerazione dei nervi e dell'ing…

Cipolla: proprietà benefiche di un vegetale antichissimo, usato dagli Egizi per conservare intatte le mummie

Immagine
La cipolla è uno dei vegetali commestibili più antichi: le sue prime tracce compaiono nella Bibbia. Sappiamo che era uno dei cibi preferiti dagli Egizi e, insieme all’aglio, costituiva l’unica fonte di sostentamento per gli schiavi impegnati nella costruzione delle Piramidi. In seguito venne adorata da essi quasi come se fosse una divinità, per via della sua forma circolare e per i cerchi concentrici, significato della vita eterna. Le cipolle erano anche introdotte nel corpo mummificato dei Faraoni per tenere lontani i batteri e conservare la mummia; come dimostrano le tracce di cipolla ritrovate nelle orbite oculari della mummia Ramses IV.
Sono stati invece i Romani a introdurre le cipolle, come noi le conosciamo, nel Vecchio Continente; mentre Cristoforo Colombo le fece conoscere in Nord America, sebbene i nativi americani mangiassero già un parente selvatico della cipolla coltivata. La cipolla è una pianta erbacea e bulbosa della famiglia delle Liliaceae, come l’aglio, lo scalogno, …

"Facebook scomparirà entro il 2017", scrive l'Università di Princeton. E il social network ribatte: "Princeton entro il 2021"

Immagine
Facebook cesserà di esistere entro il 2017, parola della prestigiosa Princeton University. E all'università americana restano appena 4 anni in più di vita, replica Facebook. Una guerra a suon di previsioni catastrofiche. Tutto è cominciato quando due dottorandi di ingegneria meccanica dell'ateneo hanno pubblicato uno studio che, paragonando il social network di Zuckerberg ad "un'epidemia", ne ha previsto la scomparsa di qui a 4 anni. La risposta, ironica e sferzante, di Facebook, pubblicata in un post di un data scientist dell'azienda, non ha tardato ad arrivare.
Partiamo con ordine. Lo studio dell'università americana decreta che entro tre anni l'80% degli utenti farà un log out definitivo ed entro il 2017 cesserà di esistere. Le premesse sono due, entrambe discutibili: primo, la crescita di Facebook è stata fin dall'inizio simile a quella di un'infezione pandemica; secondo, il numero di volte che la parola 'Facebook' viene digitata su…

Perché esiste la vita? Una nuova teoria dal punto di vista della fisica

Immagine
La vita esiste per puro caso? Un colossale colpo di fortuna? Forse la fortuna non c’entra nulla: secondo Jeremy England, fisico 31enne del Massachusetts Institute of Technology, l’origine e la susseguente evoluzione della vita seguono le leggi fondamentali della natura.
Dal punto di vista della fisica, c’è un’unica essenziale differenza tra gli esseri viventi e gli agglomerati di atomi inanimati di carbonio: i primi tendono a catturare energia dall’ambiente ed a dissiparla in forma di calore. England ha elaborato una formula matematica che crede possa spiegare questa capacità. La formula indica che quando un gruppo di atomi è guidato da una fonte esterna di energia (come il Sole) ed è circondato da calore (l’oceano o l’atmosfera), spesso si ristruttura per dissipare più energia. Ciò significa che, a determinate condizioni, la materia inesorabilmente acquisisce la caratteristica fisica fondamentale associata alla vita. “Si comincia con un ammasso di atomi casuali e se ci si proietta so…

I vecchi alberi sono i polmoni della Terra: più invecchiano, più catturano CO2

Immagine
I vecchi alberi sono i veri polmoni del nostro pianeta e catturano una quantità di anidride carbonica maggiore rispetto a quelli più giovani. E' quanto emerge dalla ricerca condotta dell'Agenzia americana per la ricerca geologica, pubblicata su Nature.
Lo studio ha coinvolto 16 Paesi ed è stato condotto su 403 specie alberi: da quelli tropicali a quelli degli ambienti temperati. E' emerso che con il passare degli anni il 97% degli alberi aumenta il tasso di crescita e assorbe più CO2. I dati sono stati raccolti grazie ad rete globale attiva in tutto il mondo, che ha permesso di misurare contemporaneamente i parametri relativi a 673.046 alberi, alcuni dei quali 'ultra ottantenni'.
I dati indicano che i grandi vecchi alberi come la sequoia sempreverde o l'eucalipto australiano hanno una straordinaria capacità di crescita che non rallenta con l'età e di conseguenza sono in grado di eliminare dall'atmosfera una grande quantità di anidride carbonica. "…

Windows XP in pensione, attenzione ai bancomat

Immagine
8 aprile 2014. Questa è la data in cui Microsoft chiuderà il ciclo di vita dell'amatissimo Windows XP. Non verranno più forniti, cioè, aggiornamenti o patch tramite Windows Update, rendendolo un sistema operativo a rischio, e non ci sarà più alcun supporto tecnico.
Certo, la casa di Redmond continuerà ad aggiornare il suo anti-malware (fino a luglio 2015), ma la notizia non placa le preoccupazioni di chi ancora utilizza il vecchio sistema operativo. Tra i quali, le banche.
Il 95% dei bancomat del pianeta, infatti, utilizza Windows XP, e se Microsoft cessa del tutto il supporto, sia come consulenza che come aggiornamento dei file, potrebbe essere (anche se l'ipotesi è abbastanza remota, dal momento che le infrastrutture delle reti bancarie dovrebbero essere tra le più impenetrabili) a rischio di attacchi hacker che potrebbero scoprire altre falle ad oggi sconosciute.
Negli USA stanno correndo ai ripari. Una parte (si stima il 15%) dei 420.000 bancomat presenti nel territorio am…

Stetoscopio addio, in tasca il medico porterà l'ecografo portatile

Immagine
Strumento simbolo della professione medica, lo stetoscopio sta per divenire un oggetto di storia della medicina, sostituito dall'ecografo portatile, low cost ma accurato da usare in ogni occasione. Lo sostiene un editoriale sulla rivista Global Heart (il giornale della World Heart Federation) firmato da Jagat Narula e Bret Nelson della Mount Sinai School of Medicine presso New York. ''C'è grande entusiasmo oggi per gli strumenti ecografici - commenta Raffaele Landolfi, direttore del dipartimento di scienze mediche dell'Università Cattolica di Roma - e l'entusiasmo aumenterà quando saranno a disposizione ecografi portabili; ma ci vorrà molto tempo perché l'ecografo sostituisca lo stetoscopio''.
Tantissime le tecnologie che stanno rivoluzionarlo la sanità - Pensiamo alla cartella clinica elettronica che qualunque medico assista un paziente può scaricare sul proprio pc, oppure all'idea di sostituire la ricetta cartacea usata per le prescrizioni med…

C'è acqua su Cerere, il più grande degli asteroidi

Immagine
C'è acqua su Cerere, il più grande asteroide che orbita intorno al Sole in una fascia che si trova tra Marte e Giove. Il vapore acqueo osservato potrebbe provenire dal ghiaccio presente vicino alla superficie, oppure da geyser o da crio-vulcani che eruttano acqua e ammoniaca anziché lava. Emerge dalla ricerca pubblicata su Nature e condotta da un gruppo di ricerca internazionale coordinato da Michael Kuppers, del Centro Astronomico dell'Agenzia Spaziale Europea (Esa), che ha sede in Spagna. I ricercatori hanno analizzato i dati inviati a Terra dalla sonda europea Herschel, che ha osservato Cerere in quattro diverse occasioni tra novembre 2011 e marzo 2013.
Attesa la conferma da parte della sonda Dawn - "La presenza di acqua su Cerere è un fondamentale per quanto riguarda i processi di formazione dei pianeti di tipo terrestre'', dice Enrico Flamini, coordinatore scientifico dell'Agenzia Spaziale Italiana (Asi). ''Che ci fosse umidità, e quindi acqua su …