La vita sulla Terra è nata in fondo al mare: la conferma della NASA

La vita sulla Terra e’ nata in fondo al mare oltre quattro miliardi di anni fa, grazie al calore generato dalle sorgenti idrotermali: lo conferma la ricerca della Nasa pubblicata sulla rivista Astrobiology. L’ipotesi dei ricercatori dei centri della Nasa Jet Propulsion Laboratory (Jpl) e Ames e’ che a favorire la nascita delle forme di vita piu’ elementari sia stata l’energia elettrica prodotta naturalmente dalle differenti temperature che si creano sul fondo degli oceani grazie alle sorgenti idrotermali. Secondo gli autori della ricerca, Michael Russell e Laurie Barge, la vita potrebbe avere avuto inizio proprio in una di queste sorgenti calde nell’epoca antichissima in cui gli oceani occupavano quasi tutto il pianeta. 

L’idea che i camini idrotermali possano essere stati la culla della vita risale al 1980, quando queste strutture erano state scoperte al largo del Messico. Tuttavia mentre allora erano stati descritti come un ambiente acido, i ricercatori della Nasa vedono in essi un ambiente mite e ricco di sali, sul modello delle sorgenti scoperte nel Nord Atlantico nel 2000 e chiamate ”La citta’ perduta”. Per Russel a favorire la comparsa della vita sono quindi delle situazioni di ”leggero squilibrio”: i getti d’aria calda potrebbero aver determinato le condizioni chimiche per creare degli ”start” capaci di innescare le reazioni indispensabili alla comparsa della vita. I ricercatori sono convinti che alla luce della loro ipotesi sarebbe possibile spiegare l’origine della vita anche in altri pianeti e, soprattutto, fornirebbe elementi utili per andarla a cercare.
[fonte meteo-w.]

Commenti

Post popolari in questo blog

E se vivessimo in un universo che è un’illusione?

24 novembre 2010 - [I cerchi nel grano indicano questa data]

MAPPA DEI VULCANI ATTIVI NEL MONDO