Studio sulle lampade per unghie, rischio tumore e invecchiamento della pelle

Unghie perfette, con smalti millecolori per celebrare l’arrivo della bella stagione? Si’, ma con moderazione. L’utilizzo di lampade ultraviolette ad alto voltaggio negli ormai diffusissimi ‘nail bar’ e dall’estetista per asciugare e rendere perfetto lo smalto semipermanente e’ stato infatti associato con un aumento dell’esposizione alle radiazioni Uv-A, ma la breve esposizione durante le sedute di manicure deve essere ripetuta per dar luogo a un potenziale danno al Dna, per cui il rischio di cancro della pelle rimane limitato. 

Gli studi pubblicati finora, pero’, mancavano di un elemento essenziale: i test sulle lampade presenti nei saloni di bellezza. Ci hanno pensato gli esperti della Georgia Regents University di Augusta (Usa), che si sono guadagnati le pagine di ‘Jama Dermatology’ testando 17 lampade in 16 diversi esercizi commerciali, tutte con voltaggi e radiazioni emesse diversi fra loro. Hanno concluso che le apparecchiature a maggior rischio sono quelle ad alto voltaggio, correlate con la quantita’ piu’ alta di raggi Uva emessi. “I nostri dati suggeriscono che, anche con esposizioni numerose, il rischio di cancerogenesi rimane basso. Detto questo, concordiamo con autori precedenti nel raccomandare l’uso di schermi solari o di guanti protettivi per limitare il rischio di tumore e di invecchiamento della pelle”.
[fonte meteo-w.]

Commenti

Post popolari in questo blog

E se vivessimo in un universo che è un’illusione?

24 novembre 2010 - [I cerchi nel grano indicano questa data]

MAPPA DEI VULCANI ATTIVI NEL MONDO