Produrre carni bovine costa all'ambiente - Più di pollame, suini, uova e latticini

Produrre carni bovine 'costa' all'ambiente molto di più di quanto faccia la produzione di pollame, suini, uova e latticini. Le forme di inquinamento più significative riguardano l'emissione di gas serra e le acque. E' quanto emerge dalla ricerca condotta dall'università di Yale e pubblicata sulla rivista dell'Accademia delle Scienze degli Stati Uniti (Pnas).

E' la prima volta che l'impatto giornaliero di carni bovine viene confrontato con quello che deriva dalla produzione di pollame, suini e uova per calorie consumate. Coordinati da Gidon Eshel, i ricercatori hanno analizzato i dati forniti dai Dipartimenti dell'Agricoltura, dell'Interno e dell'Energia degli Stati Uniti. 

E' emerso così che la produzione di carni bovine richiede una quantità di terreno 28 volte superiore rispetto alle media complessiva della terra richiesta dalle altre quattro produzioni. Richiede inoltre una quantità di acqua per l'irrigazione 11 volte superiore, produce 5 volte più gas serra 6 volte più composti azotati.

I ricercatori hanno calcolato inoltre che la produzione di patate, grano e riso richiede in media da due a sei volte meno risorse per calorie consumate rispetto a quelle richieste dalla produzione di carni diversa da quelle bovine
[fonte ansa]

Commenti

Post popolari in questo blog

E se vivessimo in un universo che è un’illusione?

24 novembre 2010 - [I cerchi nel grano indicano questa data]

MAPPA DEI VULCANI ATTIVI NEL MONDO