L'olfatto scompare? La morte potrebbe sopraggiungere entro 5 anni

Possedere un buon olfatto potrebbe essere un'ottima garanzia di vivere a lungo. A sostenerlo una ricerca condotta da Jayant Pinto della University of Chicago. Lo studio, i cui risultati sono stati pubblicati sulla rivista scientifica Plos One, ha riscontrato evidenti legami tra problemi di olfatto - ancor più quando si presentano in tarda età - e la morte, che sopraggiungerebbe in un lasso di tempo compreso entro i 5 anni dalla comparsa del problema olfattivo.

La scoperta shock - Lo scienziato, che nello studio ha coinvolto oltre 3.000 individui di età compresa tra i 57 e gli 85 anni, ritiene vi sia un rapporto molto stretto tra le difficoltà nel riconoscere degli odori e il rischio morte. Secondo l’esperto chi ha sviluppato problemi all’olfatto presenta un rischio morte a breve termine doppio rispetto ai soggetti “sani”. I volontari all’inizio dello studio sono stati sottoposti a un semplice test olfattivo per vedere se fossero in grado di riconoscere cinque odori comuni tra cui menta, pesce e agrumi.

Un mistero il legame problema-epilogo - I ricercatori hanno passato in rassegna tutte le eventuali malattie e fattori di rischio dell'intero campione. Dopo 5 anni i ricercatori hanno constatato 430 decessi nel gruppo e appurato che gran parte degli individui deceduti erano coloro che 5 anni prima avevano manifestato disturbi olfattivi da lievi a gravi. Resta da capire in che modo i disturbi dell'olfatto siano collegati al rischio di morte, sta di fatto che avere disfunzioni dell'odorato è risultato un fattore predittivo di rischio di morte a 5 anni più preciso della presenza di malattie importanti quali insufficienza cardiaca o tumori.
[fonte tiscali]

Commenti

Post popolari in questo blog

E se vivessimo in un universo che è un’illusione?

24 novembre 2010 - [I cerchi nel grano indicano questa data]

MAPPA DEI VULCANI ATTIVI NEL MONDO