Eclissi solare e apocalisse: il 'Sole Nero' è un segno della fine del mondo?

Mentre l'Europa freme per lo spettacolo dell'eclissi solare del 20 marzo, c'è chi profetizza catastrofi imminenti legate al "Sole Nero". Per il pastore Mark Blitz l'evento di venerdì altro non è se non un segnale del "giorno del giudizio". Ma cosa lo ha spinto a collegare l'eclissi all'apocalisse? 

L'eclissi solare parziale in arrivo è in sé piuttosto rara. Basti pensare che l'ultima in Europa si è verificata nel 1999. Il fatto è che ad aggiungere misticità all'evento è una serie di coincidenze "celesti". Il 20 marzo è l'equinozio di primavera, oltre che il primo giorno del calendario ebraico. Sebbene nella fase "nuova", quella di venerdì sarà una super luna, un fenomeno che si verifica quando il nostro satellite raggiunge la distanza minima di avvicinamento alla Terra (perigeo lunare). Inoltre, un paio di settimane più tardi, il 4 aprile, avrà luogo la terza delle quattro eclissi lunari della cosi detta "tetrade delle Lune di Sangue".

Un'eclissi lunare si verifica quando la Luna passa attraverso l'ombra della Terra, e appare rossa a causa della rifrazione della luce. Il libro di Gioele contenuto nella Bibbia ebraica (Tanakh) e nell'Antico Testamento della Bibbia cristiana, fa una profezia sulle lune di sangue e la fine del mondo. "Il Sole sarà mutato in tenebre e la luna in sangue, prima che venga il grande e terribile giorno del Signore". Il 20 marzo è "lo stesso giorno in cui si è svolta la cerimonia del tabernacolo di Mosè, con il fuoco dal cielo che illuminava l'altare. Storicamente, questo è un giorno del giudizio", sottolinea Blitz. Ci sarà anche una eclissi parziale solare, il 13 settembre 2015, seguita dall'ultima delle quattro lune di sangue il 28 settembre. Le due precedenti si sono verificate il 15 aprile e l'8 ottobre 2014. La cosiddetta "profezia della Luna di sangue" è apparentemente un segno che il mondo sta volgendo al termine. 

A rendere più "apocalittico" l'evento, è anche la scienza. Tra le coincidenze astronomiche, obiettivamente molto rare e suggestive, ce ne è una in particolare emersa recentemente. In questi giorni il Sole ha emesso un brillamento talmente forte da aver mandato in tilt alcune comunicazioni GPS. Inoltre, dalla NASA arriva una notizia inquietante: il Sole sta realmente diventando nero. Sono state scoperte due macchie solari che coprono ben l'8% della superficie totale.

Apocalisse, fine del mondo o giorno del giudizio non fermeranno le migliaia di persone che in tutta Europa potranno gustarsi uno spettacolo mozzafiato.
[fonte diregiovani]

Commenti

Post popolari in questo blog

E se vivessimo in un universo che è un’illusione?

24 novembre 2010 - [I cerchi nel grano indicano questa data]

MAPPA DEI VULCANI ATTIVI NEL MONDO