L’acidificazione degli oceani causò la più grande estinzione di massa

Oceani improvvisamente piu’ acidi – per via del maggior assorbimento di CO2 – potrebbero aver causato la piu’ grossa estinzione di massa sul globo. Lo suggerisce uno studio coordinato dall’Universita’ di Edimburgo e pubblicato su Science, secondo il quale 252 milioni di anni fa l’estrema attivita’ vulcanica della Terra provoco’ un’improvvisa acidificazione degli oceani che contribui’ all’estinzione di oltre il 90% delle specie marine allora esistenti e piu’ dei due terzi della fauna terrestre.

La composizione chimica delle acque degli oceani, spiegano gli scienziati, cambio’ in seguito all’assorbimento di grosse quantita’ di anidride carbonica sprigionata da violente eruzioni nella regione vulcanica siberiana. La maxi estinzione si verifico’ tra il Permiano e il Triassico in un periodo di circa 60mila anni, e l’acidificazione degli oceani si protrasse per un lasso di tempo di 10mila anni. Le conseguenze per la vita sulla Terra furono catastrofiche e lo studio coordinato dall’ateneo scozzese e’ il primo a mostrare questa correlazione, con scoperte che potrebbero aiutare a capire meglio le minacce odierne poste dall’attuale acidificazione degli oceani – che gia’ mette a rischio pesci, coralli ed ecosistemi marini fondamentali per l’alimentazione degli uomini – dovuta per lo piu’ alle maggiori emissioni di CO2 nell’atmosfera.
[fonte meteoweb]

Commenti

Post popolari in questo blog

E se vivessimo in un universo che è un’illusione?

24 novembre 2010 - [I cerchi nel grano indicano questa data]

MAPPA DEI VULCANI ATTIVI NEL MONDO