EDWARD SNOWDEN: “AVANZATE CIVILTÀ DI TIPO UMANOIDE SI NASCONDONO SOTTO IL MANTELLO TERRESTRE”

L’ex agente della National Security Agency (NSA) Edward Snowden, ha riferito nel 2013 di essere venuto a conoscenza di alcuni fatti riguardanti la questione UFO. Ora, se si tratta di un’attività di disinformazione abilmente orchestrata non sta a me stabilirlo ma a coloro che in questo momento stanno leggendo questo post. Secondo i documenti, che Snowden ha copiato alla CIA, il governo americano sarebbe a conoscenza da tempo che gli UFO sono reali e che sono gestiti da specie più avanzate della nostra.

Una avanzata civiltà di tipo umanoide
Questa specie non proviene da altri mondi ma appartiene alla nostra terra, solo che è più avanzata rispetto alla nostra.  Gli appartenenti a questa specie di ominidi molto evoluti vivono qui da miliardi di anni, molto prima della comparsa dell’uomo, un periodo di tempo incalcolabile che ha permesso loro di raggiungere un grado di sviluppo molto elevato.
Questa civiltà avanzata e’ dotata di sistemi di monitoraggio che memorizzano i dati della CIA attraverso dei sonar dislocati in alto mare. Tali civiltà godono dello status di segreti di stato, visto che anche gli scienziati non possono accedere a tali dati estremamente riservati.

Questo tipo di Homo sapiens intelligente vive nel mantello terrestre, l’unico posto dove le condizioni ambientali sono rimaste più o meno stabili per miliardi di anni.

Il Popolo delle Formiche
Come gli estremofili che si sono adattati a vivere a temperature diverse, questi esseri sono stati in grado di fiorire e sviluppare l’intelligenza ad un ritmo accelerato. 
Seppur in condizioni diverse, essi si sono evoluti allo stesso ritmo dell’uomo, anche se le loro condizioni di vita nel mantello terrestre ha permesso loro di proteggere la loro civiltà dai tanti disastri che si sono verificati sulla superficie della terra. 
“Il consenso generale è che dal loro punto di vista siamo solo delle insignificanti formiche per cui non viene eslusa la possibilità che essi continueranno a prestare una particolare attenzione verso il genere umano. I militari stanno prendendo in considerazione la possibilità di un’aggressione e l’attuale piano d’azione in caso di emergenza comprende la detonazione di un’arma nucleare in una delle grotte profonde in modo da sigillare definitivamente il nemico sottoterra nella speranza di distruggere le loro comunicazioni e impedire ulteriori attacchi dalle viscere della terra. “
Tuttavia, la maggior parte dei cervelloni del DARPA sono certi che una specie intelligente di Homo sapiens possa vivere e nascondersi sotto la superficie terrestre.

Alcune tribù di nativi americani, come ad esempio quella degli Hopi, chiamavano questi esseri Il Popolo delle Formiche, appunto perchè somigliavano alle formiche e provenivano dal sottosuolo, attraverso delle entrante nelle caverne antiche.  Molti ricercatori che hanno intervistato alcuni capi spirituali delle tribù Hopi, raccontano di questi “incontri” con il popolo delle formiche, asserendo che questi esseri sono di tipo umanoide e somigliano agli attuali “grigi”. 

Tuttavia, al contrario di molte mitologie, gli Hopi sono convinti che i loro dèi non solo  abitano gli infiniti spazi cosmici, ma molti di questivivono nel cuore della Terra, tramandando l’idea di una Terra Cava ante litteram. Essi parlano delle loro divinità come ‘uomini formica’. Infatti, alcuni petroglifi rinvenuti nei pressi di Mishongnovi, Arizona, che rappresentano le più antiche incisioni rupestri degli Hopi, raffigurano degli enigmatici esseri con le ‘antenne’ che danno l’idea di uomini-formica.

Secondo la mitologia Hopi, all’inizio del tempo, Taoiwa, il Creatore, creòSotuknang, suo nipote, dandogli il compito di creare nove universi o mondi: uno per Taiowa, uno per se stesso e altri sette per sovrabbondanza di vita. In una concezione ciclica del tempo, in maniera simile alla mitologia azteca, questi mondi si sarebbero succeduti ciclicamente.

I primi tre di questi mondi, Tokpela, Tokpa e Kuskurza, già sono stati abitati e successivamente distrutti a causa della corruzione e della malvagità degli uomini. Gli Hopi tramandano che la fine di ogni ciclo è segnato dal ritorno degli dèi, e l’approssimarsi del nuovo mondo e annunciato dalla comparsa della Stella Blu Kachina, il segno del ‘Giorno della Purificazione’, in cui il vecchio mondo è distrutto e ne comincia uno nuovo.
[fonte segnidalcielo]

Commenti

Post popolari in questo blog

E se vivessimo in un universo che è un’illusione?

24 novembre 2010 - [I cerchi nel grano indicano questa data]

MAPPA DEI VULCANI ATTIVI NEL MONDO