Terremoti: in California ben 4 faglie pronte alla rottura

In  base all’attuale condizione delle diverse faglie che attraversano l’area della Baia di San Francisco, prevedere un prossimo devastante terremoto è solo questione di quando e dove, non di se. Secondo uno studio pubblicato dal bollettino della Seismological Society of America, i ricercatori sono convinti che quattro faglie abbiano generato così tanta energia sismica da essere in grado di scatenare terremoti seriamente distruttivi. Si tratta della Hayward Fault, del Rodgers Creek Fault,  della Green Valley Fault e della Calaveras Fault. Mentre gli altri tratti del sistema di faglie californiano, il San Andreas Fault system, che è lungo più di 800 miglia (1.300 km), sono brevi, le quattro faglie in questione rappresentano una grave minaccia perché attraversano direttamente le città.

“La faglia Hayward è proprio nel bel mezzo delle zone abitate, dove ci sono la maggior parte degli edifici e la maggior parte delle infrastrutture” ha dichiarato Jim Lienkaemper, principale autore dello studio e ricercatore geofisico presso l’U.S. Geological Survey’s Earthquake Science Center in Menlo Park, in California. “Ma non si tratta solo di una faglia. Chi vive nell’area della Baia si trova in prossimità di un intero lotto di faglie ed è molto preoccupante“. Lienkaemper e i suoi colleghi hanno misurato il potenziale di eventuali terremoti distruttivi mediante il monitoraggio di una piccola superficie che si trova lungo le faglie californiane. Alcune fagli sono in costante movimento, e “scivolano” costantemente di meno di 0,4 pollici (1 centimetro) ogni anno. Questi movimenti lenti si vanno a sommar nel tempo, spaccando cordoli di marciapiede ed edifici. Questi sono indizi per capire cosa stia accadendo nelle profondità della terra, anche quando non ci sono terremoti.

Lienkaemper e il suo team hanno stimato che una faglia può causare un potenziale terremoto combinando le misurazioni di scorrimento con modelli matematici e altri dati regionali, come ad esempio il tempo che è trascorso dall’ultimo terremoto. Secondo lo studio, la faglia Hayward ha accumulato una quantità di energia sufficiente per una terremoto di magnitudo 6.8, come la Northern Claveras. Il Rodgers Creek, invece, potrebbe innescare un terremoto di magnitudo 7.1 e altrettanto la Valle Verde. Di tutte le faglie, la Hayward è quella che è più probabilmente, secondo i ricercatori, potrebbe causare un terremoto devastante nei prossimi 30 anni, con una probabilità che supera il 30%. La Hayward “si è fatta sentire” ogni 140 circa, causando cinque grandi terremoti. Sebbene ora siano passati ormai 146 anni dall’ultimo terremoto causato dalla Hayward, secondo Lienkaemper non significa che ci siano stati dei cambiamenti nella faglia: “La media è di 160 anni, ma l’incertezza è più o meno 100 anni“. E anche le faglie Rodgers Creek e Green Valley stanno per chiudere gli anni in cui, in media, causano dei terremoti.
[fonte meteoweb - Monia Sangermano]

Commenti

Post popolari in questo blog

E se vivessimo in un universo che è un’illusione?

24 novembre 2010 - [I cerchi nel grano indicano questa data]

MAPPA DEI VULCANI ATTIVI NEL MONDO