DECLINO MORTALITA’ GLOBALE IN 40ANNI – BENE ITALIA

Secondo i risultati di uno studio pubblicato sulla rivista Lancet, l'Africa, piegata dall'Aids, è il Paese dove si muore di più.

La mortalita' globale nella fascia tra i 15 e i 59 anni e' diminuita, dal 1970 ad oggi, del 34% per le donne, del 19% per gli uomini; nella top ten dei paesi in cui oggi si muore meno in questa fascia d'eta' e' arrivata nel 2010, per gli uomini, anche l'Italia ma il primo posto spetta all'Islanda, seguita da Svezia e Malta; per le donne l'Italia e' al quinto posto, ma il primato positivo va a Cipro.

Secondo i risultati di uno studio pubblicato sulla rivista Lancet, l'Africa, piegata dall'Aids, e' il Paese dove si muore di piu': 578 per 1000 uomini, 446 per 1000 donne, praticamente cifre simili non si vedevano in Paesi come l'Olanda dal 1700. Condotto su 187 paesi da Christopher Murray dell'Universita' di Washington a Seattle, il lavoro si basa su quattro diversi set di dati per seguire l'andamento della mortalita' negli ultimi 40 anni. Gli autori hanno stimato il rischio per una persona che ha appena compiuto 15 anni di arrivare a 60, stima indicata con '45q15'. In 40 anni si e' avuto un declino globale della mortalita' 45q15 del 34% per lei e del 19% per lui.

Il tasso annuo di questo declino e' stato tra 1970 e 1990 dello 0,7% per i maschi, dell'1,4% per le femmine. Dal 1990, la mortalita' maschile globale 45q15 e' ricominciata ad aumentare fino al 1995 quando e' iniziato un nuovo declino. Per le femmine, invece, dal 1990 la mortalita' 45q15 e' continuata a scendere molto piu' velocemente che per i maschi. Nel mondo, l'inversione di rotta iniziata nel 1990 e' probabilmente il risultato della pandemia di HIV, insieme al fortissimo aumento di mortalita' seguito alla dissoluzione dell'Unione Sovietica in quei paesi.
[fonte ansa]

Commenti

Post popolari in questo blog

E se vivessimo in un universo che è un’illusione?

24 novembre 2010 - [I cerchi nel grano indicano questa data]

MAPPA DEI VULCANI ATTIVI NEL MONDO