Post

Visualizzazione dei post da Dicembre, 2010

Il 2011 anno delle eclissi: sei 'black out' tra Sole e Luna. Al via il 4 gennaio

Immagine
Tra Sole e Luna il 2011 sarà ricordato come l'anno delle eclissi. Ce ne saranno ben sei di cui quattro riguarderanno il Sole e due la Luna.
Si comincia il 4 gennaio con un'eclissi di Sole parziale che sarà visibile anche in Italia. E sarà, assieme a quella del 20 marzo 2015, la maggiore visibile dal nostro Paese fino al 2026.
Si prosegue quindi il 1° giugno con una seconda eclissi parziale di Sole che sarà visibile dalla Siberia, Nord Canada, Groenlandia ed Artico.
E, ancora. L''anno delle eclissi' proseguirà il 15 giugno quando si verificherà un'eclissi totale di Luna che sarà visibile dall'Italia. Quindi il 1° luglio ci sarà la quarta dell'anno: sarà un'eclissi parziale di Sole e sarà visibile solo dall'Oceano Antartico. Sempre parziale di Sole sarà la quinta eclissi del 2011 che avverrà il 25 novembre e sarà visibile in Antartide, Sud Africa, Tasmania e Nuova Zelanda. Infine il 2011 si chiuderà con la sesta eclissi, questa volta totale e di Luna…

Haiti, Msf denuncia il caos aiuti - "Migliaia di morti inutili per il colera"

Immagine
L'organizzazione umanitaria rivela imadeguatezze e ritardi nell'organizzazione dell'intervento nonostante risorse umane ed economiche massicce che avrebbero consentito una gestione razionale dell'epidemia. "La malattia si è diffusa a ritmo vertiginoso, poco è stato fatto per migliorare l'igiene".
Le 2500 persone uccise dal colera ad Haiti sono "morti inutili": la malattia è di norma "facilmente curabile e gestibile" e solo un'organizzazione sballata ha causato un numero di vittime sproporzionato. È durissimo l'attacco di Unni Karunakara, presidente di Medici senza Frontiere, alla "risposta inadeguata" della comunità internazionale dopo l'esplosione dell'epidemia.
Eppure le condizioni per un intervento efficace e corretto c'erano tutte: il Paese è piccolo e accessibile, la mobilitazione è stata massiccia, al punto che sul campo erano presenti addirittura dodicimila organizzazioni non governative. Ma qualcosa …

Estonia, dal rublo all'euro in soli 20 anni

Immagine
Domani diventa il primo Paese ex sovietico a entrare nella moneta unica. Senza paura né nostalgia.
Da mezzanotte l’Estonia entra nell’eurozona, diciassettesimo Paese dell’Unione Europea e prima ex repubblica dell’Urss a rinunciare alla sua moneta nazionale. Cerchi per le strade un segno di questo evento - uno striscione, un manifesto, un cartellone - ma non lo trovi. l Centro Scientifico la mostra interattiva sull’euro è stata aperta un solo mese e ha chiuso il 31 ottobre. Sportelli bancari non se ne vedono.
Nel piccolo Museo della Banca d’Estonia, dove c’è la collezione delle tante monete di un popolo tribolato - i rubli zaristi e sovietici, i marchi imperiali e nazisti, la corona della breve stagione d’indipendenza tra le due guerre mondiali del secolo scorso - l’euro non c’è ancora. Ma ovunque serve già per pagare e nessuno esita - o truffa - sul cambio. Contenti? «Diciamo non scocciati - dice il cassiere della Casa Estone, manovrando il doppio scomparto, qua le corone, là gli euro …

Piazza Affari, un 2010 nero - Perso il 12% in un anno

Immagine
La capitalizzazione complessiva delle società nazionali quotate è scesa a 429 miliardi di euro, pari al 27,6% del Pil. Solo Madrid ha fatto peggio tra i listini principali. A Milano il titolo più scambiato è stato Unicredit. Il 7 maggio il record di contratti. Di Exor, Saipem e Fiat le migliori performance, male il settore finanziario.
Piazza Affari cede in un anno il 12% e diminuisce il suo valore che oggi è pari al 27,6% del Pil. Secondo i dati aggiornati alla chiusura di ieri, diffusi oggi da Borsa Italiana, il Ftse Mib ha perso dalla fine del 2009 l'11,95%, il Ftse All Share il 10,29% e il Fte Mib storico il 7,66%.
In controtendenza solo il segmento Star con l'indice Ftse Italia Star in rialzo nel 2010 del 3,24%. La capitalizzazione complessiva delle società nazionali quotate in borsa è scesa così da 459 a 429,9 miliardi di euro, con un'incidenza sul Pil che scende dal 30,4% al 27,6% del Prodotto interno lordo. Invariato a 332, rispetto alla fine del 2009, è invece il nu…

Strada ancora tortuosa per nucleare

Immagine
Su prossime tappe per l'Italia pesa incognita agenzia.
E' una strada ancora lunga e piena di ostacoli quella che l'Italia dovra' percorrere per rientrare nell'energia nucleare. Nonostante le imprese si dicano pronte ormai da tempo ad investire nell'atomo, i passaggi legislativi ed amministrativi da compiere nel corso del 2011 e negli anni a seguire saranno ancora molti e complessi per arrivare a porre la prima pietra delle centrali nel 2014 come nelle intenzioni del governo.
Il primo capitolo che resta ancora incompleto, ma dal quale non si puo' prescindere per andare avanti, e' la definizione dell'Agenzia per la sicurezza nucleare. L'organismo e' attualmente monco, privo cioe' del quinto componente, dopo la bocciatura nelle Commissioni di Montecitorio di uno dei candidati del ministero dell'Ambiente. Per completarlo serve una nuova nomina del ministro Stefania Prestigiacomo, entrata pero' recentemente in rotta di collisione con il…

Assange: 'Ora le banche'

Immagine
Le accuse sulla violenza sessuale. Le manovre del governo americano. Il sostegno dei cittadini in tutto il mondo. E i prossimi obiettivi di Wikileaks. Nella prima intervista rilasciata dopo la scarcerazione.
Julian Assange siede a un tavolo antico in una dimora piena di correnti d'aria al confine tra Norfolk e Suffolk. Assange ammira la tenuta di 600 acri coperta da un velo bianco di neve e prende in considerazione l'idea di pattinare sul ghiaccio dello stagno congelato. È già stato a pescare: si è piazzato su un'amaca, sistemata tra i rami di un albero secolare vicino al laghetto. Così uno degli uomini più ricercati al mondo cerca di rilassarsi. Dopo aver reso pubblici centinaia di cablogrammi diplomatici segreti degli Stati Uniti e aver fatto infuriare i governi di cinque continenti, il fondatore di WikiLeaks si trova adesso libero su cauzione in una residenza georgiana di dieci stanze a Ellingham Hall di proprietà di Vaugham Smith, un suo ricco sostenitore.
Assange, 39 an…

Zanzare OGM e vaccini volanti

Immagine
Un altro pezzo di apparente fantascienza... se non fosse che si cita l’ormai onnipresente e onnipotente Bill Gates e le sue Fondazioni “caritatevoli”. Direi prendere nota della notizia, per essere nel presente e ricordare che come sempre siamo noi stessi, GLI UNICI responsabili di noi.
In senso pratico, come sostegno e prevenzione salutistica si traduce con: - tenere alto il proprio sistema immunitario, - educarsi ad una alimentazione il più possibile sana, - educare pensieri (le ossessioni di qualsiasi tipo –anche salutistiche- non aiutano), - dedicarsi ad una pratica spirituale efficace e veritiera (non una filosofia comoda, “eccitante” e “positiva” inventata di recente).
Personalmente trovo la preghiera sia una fonte di notevole protezione e consolidamento di energia. Possiamo proteggere il nostro livello energetico, in condizioni normali (non quando siamo già dentro una crisi acuta) anche usando mezzi che potenziano la nostra aura. “Mentre per anni gli “scienziati” hanno modificato gene…

2012 - I Segni del Parto

Immagine
Viviamo tempi di crisi profonda, a qualsiasi livello. Il clima è impazzito e le acque sono inquinate. I popoli sono ridotti in miseria e immersi nei rifiuti, la fame uccide, l’ economia è bloccata, il debito ha raggiunto picchi mai superati, il governo non governa... Disastri ambientali si susseguono.
Sembrano eventi distinti e distanti, ma hanno un tessuto comune a cui pochi prestano attenzione: la materia nucleare. All'insaputa degli "esperti" questa sta mutando e così trasformando tutto lo scenario che abbiamo chiamato "realtà".
Imponenti espulsioni di gas partono dalla corona solare e si dirigono verso la terra. Il sole si sta dissolvendo e la causa sembra interna alla terra...
Segni universali Burst gamma in cielo risuonano con i terremoti sulla terra. Flash gamma terrestri - imponenti rilasci di energia - anticipano di pochi millisecondi i lampi visibili in cielo che aumentano di numero e intensità. Tsunami e tempeste solari stanno dissolvendo la corona solare. L…

L'assegno di previdenza? Arriverà un anno più tardi

Immagine
Tutte le novità del 2011: da «quota 96» alle finestre mobili.
La pensione pubblica si allontana sempre di più. Dal 2011 i requisiti per la rendita di anzianità fanno un altro scatto in avanti. E debutteranno le nuove finestre mobili: per riscuotere materialmente l'assegno, una volta raggiunti i requisiti, i lavoratori dipendenti dovranno aspettare dodici mesi e gli autonomi un anno e mezzo. Vediamo le novità.
Anzianità più difficile Dal prossimo anno i lavoratori dipendenti andranno in pensione anticipata rispetto all'età di vecchiaia soltanto se la somma dell'età anagrafica e dell'anzianità lavorativa ammonta a 96 la cosiddetta «quota 96», a patto che abbiano almeno 60 anni d'età. Quindi occorrono 60 anni di età e 36 di contributi, oppure 61 anni e 35 di versamenti. Ai fini del raggiungimento dei requisiti, nel rispetto dei limiti minimi di età e contribuzione, contano anche le frazioni d'anno. Ad esempio matura il diritto alla pensione di anzianità anche il dip…

Gli italiani con Assange

Immagine
Una ricerca effettuata da Gpf rivela che la maggioranza considera "un eroe" il fondatore del sito più temuto dai potenti. Ma non manca chi teme che sia manovrato da qualche potenza straniera. Ecco tutti i dati del sondaggio.
Il caso Wikileaks ha entusiasmato gli utenti internet italiani e li ha spinti a riflettere sul futuro dell'informazione. C'è ottimismo, ma anche qualche riserva sulla figura di Julian Assange, fondatore di Wikileaks: la maggior parte delle persone lo considera alla stregua di un eroe, ma una parte consistente del pubblico sospetta anche che possa essere una pedina nelle mani di interessi altrui, sconosciuti. E' quanto risulta da un'indagine compiuta nei giorni scorsi dall'istituto di ricerca Gpf per Anteprima, piattaforma di discussione fondata dal sociologo Giampaolo Fabris.
«Colpisce l'alto grado di interesse che ha suscitato il fenomeno Wikileaks tra gli utenti internet italiani», nota Monica Fabris, presidente di Gpf. Il 64 per…

Mangiare davanti al pc fa ingrassare perché il cibo sazia di meno

Immagine
Una ricerca dell'Università di Bristol ha messo a confronto due gruppi di "mangiatori" e scoperto che, con la stessa quantità di alimenti assunti, chi aveva consumato il pasto mentre giocava al computer aveva "conservato" l'appetito.
Il panino o un piatto sazia di meno se consumato con gli occhi incollati al computer. Scene che si ripetono ogni giorno negli uffici, ma anche a casa. Per continuare a leggere mail e a lavorare non si abbandona il pc neanche per la pausa pranzo e c'è chi continua anche la sera, magari chattando con gli amici o collegandosi a Facebook. Ora arriva la notizia che tutto questo potrebbe mettere a rischio la linea anche quando si tratta di un semplice snack o di un pasto è leggero. Lo rivela uno studio dei ricercatori dell'università di Bristol 1, pubblicato dalla rivista American Society for Nutrition. Mangiare rimanendo alla tastiera, infatti, ci rende molto più propensi a cedere a uno spuntino nell'arco della giornata.
P…

1582: i dieci giorni che non furono

Immagine
Che cosa accadde il 6 ottobre 1582? Questa domanda era frequente nelle interrogazioni di storia al tempo della vecchia scuola nozionistica (l’attuale ha abolito le nozioni spesso senza sostituirvi i concetti, ma è un altro discorso). La risposta giusta, che ben pochi studenti sapevano dare, è: “Nulla, perché quel giorno non esiste”.
Il perfido tranello, causa di innumerevoli brutti voti, è una conseguenza (involontaria) della riforma del calendario introdotta dal pontefice Gregorio XIII, l’ultimo grande contributo dell’astronomia a occhio nudo. Una riforma che tuttora scandisce il tempo in gran parte del mondo e anche la nostra vita. Rievochiamo la vicenda in questi giorni di fine anno, quando i calendari ritornano di attualità.
I giorni che non furono mai sono dieci, e costituiscono un buco, un vuoto pneumatico nella Storia, che va dal 4 al 15 ottobre del 1582, una pausa nel ribollire degli eventi, il solo breve periodo di tempo che non conobbe guerre, soprusi, scontri sociali (ma ne…

Via libera condizionato al legittimo impedimento

Immagine
Consulta, proposta del relatore sullo stop ai processi del premier.
Nemmeno i termini tecnico-giuridici, stavolta, riescono ad attutire la portata della notizia. Che è la seguente: con «sentenza interpretativa di rigetto», la Corte Costituzionale si accingerebbe a respingere il ricorso proposto dal pm milanese De Pasquale circa la costituzionalità della legge sul legittimo impedimento. Questa, almeno, è la soluzione che il giudice relatore del caso (Sabino Cassese) proporrà agli altri membri della Corte, che torneranno a riunirsi per la sentenza l’11 o il 12 gennaio.
La relazione istruttoria di Cassese dovrebbe essere già da qualche giorno a disposizione di tutti i membri della Corte, che la studieranno e ne discuteranno prima di dar via libera ad un verdetto dal cui tenore - secondo molti - dipenderebbero addirittura le sorti della legislatura. Ma che vuol dire «sentenza interpretativa di rigetto»? E qual è - nella sostanza - il parere che la Corte Costituzionale starebbe maturando su…

"Vi farò diventare invisibili"

Immagine
IL FISICO PIU' POPOLARE D'AMERICA: "SE LA TEORIA DELLE STRINGHE E' GIUSTA, POTREMO ANCHE VIAGGIARE NEL TEMPO"
Michio Kaku: soltanto la scienza può realizzare i sogni impossibili. Ha classificato l’impossibile in 3 categorie: ciò che sarà realizzabile entro pochi decenni, ciò che lo sarà entro alcuni secoli e ciò che, forse, rimarrà relegato nei sogni. Michio Kaku è un fisico americano di origine giapponese famoso per gli studi cosmologici, ma anche per le provocazioni da grande divulgatore. Con i colleghi e il grande pubblico, come dimostrerà nella prima tv in programma su «Discovery Science» il prossimo 4 gennaio.
Professore, lei sostiene che molto della fantascienza sta per diventare realtà, perché rientra nella sua «categoria 1»: un esempio? «Una delle impossibilità più probabili è l’invisibilità: già oggi si realizzano enormi progressi nel “far sparire” gli oggetti con le radiazioni a microonde e sono convinto che presto avremo qualcosa di simile al mantello di H…