Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2012

Le foglie del destino: l’astrologia Naadi e il bisogno di senso

Immagine
Nella lontana e spirituale India vengono conservate migliaia di foglie di palma sulle quali, si dice, che ci sia scritto il destino degli uomini.
La tradizione vuole che, migliaia di anni fa, degli uomini santi, i Rishi, abbiano avuto la possibilità di canalizzare le conoscenze riguardanti eventi futuri del mondo e le informazioni dettagliate su ogni persona che avrebbe visitato l’India per conoscere il proprio destino.
LE ORIGINI Le origini del Shastra Naadi (trattati di energia canalizzata) sono avvolte nelle nebbie del tempo. Si tratta di un affascinante sistema di predizione usato, per molti secoli, e che, per chi ci crede, rappresenta una guida affidabile per la conoscenza di se stessi, del proprio passato e futuro, delle proprie relazioni e dei propri destini.
Una serie di ricerca hanno dimostrato che questo sistema è utilizzato da almeno 4000 anni, dal momento che i trattati Naadi sono stati scritti (su rotoli di foglie di palma) in sanscrito, la lingua predominante dell’antica …

Un errore di programmazione dietro il fallimento della sonda marziana russa

Immagine
Non è stata né una tempesta magnetica né l`interferenza di un radar Usa a far fallire la sonda marziana russa Phobos Grunt: il veicolo spaziale non è mai uscito dall`orbita terrestre a causa di un errore nella programmazione del volo, sostiene la commissione intergovernativa creata ad hoc per indagare sul breve destino della missione interplanetaria russa. Secondo il quotidiano Kommersant, gli esperti coordinati dal presidente della corporazione statale Rostechnologii Yuri Koptev hanno convenuto che questa è la versione più probabile e che comunque non vi è motivo di pensare ad un "effetto esterno sulla stazione" spaziale. Anche Moskovsky Komsomolets riporta simili notizie, sottolineando anche "l`irresponsabilità, da barzelletta, di alcuni responsabili del progetto". La commissione ha preso in considerazione diverse versioni, tuttavia in gran parte queste sono state riconosciute inconsistenti, come, ad esempio, la versione con i radar del poligono Reagan sull`atollo…

Anche l'Ue partecipa alla protezione dagli asteroidi

Immagine
NeoShield: progetti in prospettiva contro il pericolo di impatto di Apophis il 13 aprile 2036.
Contro gli asteroidi pericolosi per la Terra scende in campo anche l’Unione Europea. La Commissione di Bruxelles ha infatti stanziato una somma di 4 milioni di euro per uno studio della durata di tre anni e mezzo e battezzato NeoShield. La settimana scorsa il gruppo di tredici scienziati di vari Paesi che coordinano l’operazione si è riunito a Berlino per discutere in contenuti. Lo scopo è analizzare tre tipi di intervento per deviare la traiettoria del corpo celeste evitando che cada sul nostro pianeta.
TRE METODI - Il primo metodo considerato è l’invio di una sonda spaziale da far schiantare sull’asteroide o sulla cometa: l’impatto provocherebbe uno spostamento. In tale direzione era orientato anche lo studio dell’Esa «Don Chisciotte» elaborato da qualche anno. Il secondo metodo è noto come «trattore gravitazionale». La sonda si avvicinerebbe e la forza gravitazionale espressa dalla sua mass…

Fisco, pronto il piano anti evasione "In primavera maxi controlli sui redditi"

Immagine
"Dopo Cortina e Milano, scandaglieremo ancora il Nord. Poi toccherà al Centro-Sud". Il direttore dell'Agenzia delle entrate Befera illustra la nuova strategia di recupero fiscale: "Grazie all'ultima manovra,abbiamo accesso diretto ai conti correnti bancari". E dice: "C'è una fuga di massa dei capitali verso la Svizzera".
"LA LOTTA all'evasione è uno sforzo titanico, ma comincia a dare i suoi frutti. Nel 2011 abbiamo recuperato 11,6 miliardi. Ora, con il controllo dei conti bancari, può partire la grande svolta di primavera". Lo annuncia Attilio Befera, che guida Equitalia e Agenzia delle Entrate.
"Per noi è un risultato eccellente, se si considera che avevamo recuperato 9 miliardi nel 2009 e 10,5 miliardi nel 2010". L'uomo più blandito, temuto e contestato del momento tira dunque le prime somme. Nella guerra delle tasse, ciclica in un Paese che "produce" ogni anno 120 miliardi di evasione e 250 miliardi di s…

Fisconline

Immagine
Fisconline è un servizio dell’Agenzia delle Entrate che permette ai contribuenti di fare una serie di operazioni via Internet evitando le code e risparmiando tempo e denaro. Si possono pagare le imposte, consultare atti e versamenti, inviare la propria dichiarazione dei redditi, registrare contratti di affitto. Oltre a una serie di altri servizi. Per accedere è necessario andare sul sito dell’Agenzia dell’Entrate e cliccare sul loghetto di Fisconline.
Il servizio offre certamente dei vantaggi ma riserva anche alcuni inconvenienti. Noi di Yahoo! Finanza abbiamo provato per voi le operazioni iniziali: la richiesta del codice Pin e l’accesso. Ci aspettavamo una procedura facile e veloce. Invece si è rilevata più complicata del previsto. Vi raccontiamo la nostra esperienza.
Per usufruire dei servizi di Fisconline è necessario prima di tutto registrarsi e ottenere un codice di identificazione personale. Per riceverlo clicchiamo sul logo di Fisconline nell’homepage del sito dell’Agenzia. Appr…

Il bello della ricerca? Una teoria smentita

Immagine
Dove sta il bello della scienza e della ricerca? Senz’altro nel capire, nello spiegare con modelli che hanno validità generale una moltitudine di fenomeni di cui veniamo a conoscenza. Osservare e poi formulare una teoria che spiega quanto osservato, e poi ancora utilizzare la teoria per fare previsioni e verificarle con ulteriori osservazioni o esperimenti, è un esercizio intellettuale che può produrre un piacere a volte così intenso da diventare fisico. E quanto più la teoria è semplice e allo stesso tempo potente, cioè in grado di dare ragione di fenomeni vari e diversi, tanto più essa ci piace e viene considerata bella, elegante.
L’avere spiegato la varietà di tutti gli elementi chimici e gli isotopi, dall’idrogeno all’uranio e oltre, così diversi tra loro, riconducendoli tutti alla coesistenza, in numeri e proporzioni diverse, di tre sole particelle (l’elettrone, il protone e il neutrone), e l’averli ben disposti nella Tavola Periodica degli elementi, quando ancora non erano tutti …

L’infarto meno letale - Dimezzato in 10 anni il numero dei morti

Immagine
Diete più sane e calo del fumo.
Dimezzato il numero di decessi per infarto in Inghilterra (ma è accaduto anche in Italia) negli ultimi 10 anni. È quanto emerge da uno studio condotto dalla Oxford University e pubblicato sul British Medical Journal. Altra novità positiva: la creazione in un laboratorio italiano di cellule staminali del cuore non embrionali ma con le stesse potenzialità. La strada per «rigenerare» il cuore infartuato. Dimezzare la mortalità, però, non vuol dire ancora dimezzare i colpiti. Nell’Europa occidentale i numeri indicano 300 infarti all’anno ogni 100 mila abitanti. Un po’ meno in Italia, poco più in Inghilterra. Oltre 400, invece, nell’Est e negli Stati Uniti (effetto diete sbagliate e fumo). L’età aumenta il rischio, come anche il sesso maschile: sino a 60 anni i maschi vengono colpiti da due a quattro volte più delle donne. Solo dopo tale età, responsabile la menopausa, il rapporto maschi-femmine è quasi pari. Stili di vita corretti, quindi, per ridurre casi e…

USA - l’Agenzia Nazionale per la Gestione delle Emergenze, ha ordinato più di un miliardo di dollari di cibo disidratato.

Immagine
Il Ministero della difesa russo ha preparato un rapporto nel quale dichiara che la NATO si è rifiutata di rispondere in merito alle domande riguardo al massiccio spostamento di truppe e mezzi da guerra nella regione della California coinvolgendo più di 78.000 soldati da vari paesi.
In base al Trattato sulle Forze Armate Convenzionali in Europa stipulato nel 2007, la Russia può richiedere informazioni sul trasferimento di truppe dall’Europa, in particolare la Gran Bretagna, verso gli Stati Uniti.
Spostamento mezzi/truppe:


Secondo il rapporto russo le motivazioni di questa enorme mobilitazione generale va ricercata tra questi possibili scenari:
1) Un’invasione pianificata delle nazioni del Messico e del Sud America da parte di US-UE; 2) Preparativi per sedare disordini su larga scala che potrebbero sorgere negli Stati Uniti; 3) Preparativi per assistere la popolazione civile a seguito di una catastrofe causata dalla guerra o da calamità naturali.
Recentemente: Sono state filmate 500.000 ba…

Il "2012" e gli Effetti Elettromagnetici sulla Coscienza

Immagine
Sono convinto che siamo nel mezzo di un processo che riguarda la ristrutturazione delle nostre reti neurali e che il catalizzatore di questo processo è l'alta attività solare-geomagnetica, le cui conseguenze sono temute da molti oggi. Tutti i fatti e le scoperte arrivano alla innegabile conclusione che questa evoluzione, per la prima volta nella storia umana, abiliterà gli esseri umani ad usare l'enorme potenziale dei nostri cervelli.
David Samuel dell'Istituto Weizmann di Israele ha stimato che la gamma di base dell'attività cerebrale è guidata da 100.000 a 1 miliardo di diverse reazioni chimiche ogni minuto. Il cervello medio umano contiene un minimo di 10 miliardi di neuroni individuali o cellule nervose, una immagine ancor più sorprendente quando ci soffermiamo a pensare che ogni neurone può interagire con molti altri neuroni. Nel 1974 i neurofisiologi hanno scoperto che 10^800 interconnessioni giocano a questo scopo. La grandezza di questa capacità è paragonabile a…

Ritorno alla lira, ma saremmo davvero più felici?

Immagine
Molti italiani in questo momento di crisi economica vedono la lira come una possibilità per guarire la depressa economia italica. Gli economisti, però, hanno lasciato poche speranze: tornare alla lira vorrebbe dire diventare tutti più poveri.
Cara vecchia lira quanto ci manchi. Molti italiani ne hanno nostalgia, spazzata via dall’euro dieci anni fa. Qualcuno non è riuscito proprio a disfarsene e ha tenuto, magari sotto una bella cornice, la tanto amata banconota da centomila. Nessuno lo può negare, quello che si comprava con centomila lire prima, adesso con cento euro ce lo sogniamo. E basta fare un giro sulla rete per capire che sono molti gli italiani che la rimpiangono e che in questo momento di crisi economica vedono la moneta del vecchio conio come una possibilità per guarire la depressa economia italica. Gli economisti, però, hanno lasciato poche speranze: tornare alla lira vorrebbe dire diventare tutti più poveri.
Per capirne i motivi, ecco la semplice domanda: l’Italia dovrebbe …