Osservato il tumulto che precede la nascita delle stelle

Bolle di gas che si staccano da stelle massicce, colonne di nuove stelle, embrioni stellari dalle sembianze di filamenti scuri: è il tumulto che si vede in una delle regioni di formazione stellare più attive della Via Lattea nelle immagini inviate dal telescopio spaziale Spitzer della Nasa. Le stelle che vediamo, spiegano gli esperti, non sono state sempre così serene come oggi, che galleggiano da sole nel buio della notte. La maggior parte di loro, probabilmente compreso il nostro Sole, è cresciuta in un tumulto cosmico come quello catturato da Spitzer.

Il tumulto che precede la nascita delle stelle - L'immagine mostra una delle regioni più attive e turbolente di formazione stellare nella nostra galassia, chiamata Cygnus X. La nube irregolare di gas e polveri si trova 4.500 anni luce di distanza dalla Terra, nella costellazione del Cigno. La regione, che si estende su un'area di cielo più grande di 100 lune piene, è la patria di migliaia di stelle massicce ma molte stelle che la popolano hanno anche le dimensioni del nostro sole. Spitzer ha catturato un panorama a infrarossi di tutta la regione, che sta bollendo per la sua intensa attività di formazione stellare. "Vediamo bolle che si staccano da stelle massicce, colonne di nuove stelle, stellari dalle sembianze di filamenti scuri" rileva Joe Hora dell'Harvard-Smithsonian Center for Astrophysics, che ha coordinato la ricerca.

Anche il nostro sole originato da una fabbrica di stelle - Si pensa che la maggior parte delle stelle si formi in grandi regioni di formazione stellare come Cygnus X. Nel corso del tempo, poi migrano lontano le une dalle altre. E 'possibile che anche il Sole fosse raggruppato con altre stelle in una regione altrettanto caotica, anche se meno estrema. Nelle immagini si distinguono le stelle massicce che strappano il materiale della nube e lo fanno a brandelli, e mentre in questo modo si chiude il loro processo di formazione, la loro attivita' innesca la nascita di altre stelle. "Una delle domande a cui vogliamo rispondere è come un violento processo possa portare sia la morte sia la nascita di nuove stelle" osserva uno degli autori Sean Carey, che lavora ai dati di Spitzer presso il California Institute of Technology (Caltech).
[fonte tiscali]

Commenti

Post popolari in questo blog

E se vivessimo in un universo che è un’illusione?

24 novembre 2010 - [I cerchi nel grano indicano questa data]

MAPPA DEI VULCANI ATTIVI NEL MONDO