Stangata Imu sulle seconde case

Qualcuno, di certo, starà già rimpiangendo la vecchia Ici. Qualcun altro lo farà presto. Perché le cifre diffuse ieri da Confedilizia (l’associazione dei proprietari di casa) relative agli immobili locati in quei comuni, una decina in tutto, che hanno già approvato le nuove aliquote Imu (l’Imposta municipale unificata che ha per l’appunto sostituito l’Ici), fanno tremare i polsi.

Per ogni Municipio interessato Confedilizia non ha fatto altro che prendere in esame un immobile tipo, raffrontando l’Ici dovuta nel 2011 con l’Imu che dovrà invece essere versata nel 2012. Ne emerge un quadro decisamente sconfortante. Il caso limite è sicuramente quello di Forlì, dove il differenziale Imu-Ici risulta di dimensioni clamorose: in caso di contratto di affitto «concordato» relativo a un immobile di categoria A2 e composto da 5 vani sito nel comune romagnolo infatti, il proprietario si ritroverebbe a pagare un Imu superiore del 3.037% rispetto all’Ici.

Un vero salasso. Di gran lunga superiore a tutti gli altri Comuni che hanno già deliberato le aliquote. A Parma, per esempio, su un immobile analogo a quello di Forlì l’Imu risulta maggiorata di quasi il 750% sull’Ici, mentre a La Spezia l’incremento dell’imposta è del 636%.
[fonte yahoo]

Commenti

Post popolari in questo blog

24 novembre 2010 - [I cerchi nel grano indicano questa data]

E se vivessimo in un universo che è un’illusione?

MAPPA DEI VULCANI ATTIVI NEL MONDO