A digiuno da 86 milioni di anni

Se siete tra coloro che non possono fare a meno di mangiuchiare qualcosa tra un pasto e l'altro, sappiate che esistono creature capaci di sopravvivere praticamente senza mangiare per 86 milioni di anni.
Si tratta di una famiglia di batteri recentemente scoperti da un team di ricercatori danesi nel corso di alcune trivellazioni sul fondo del Pacifico.

E' una zona quasi del tutto priva di sedimenti, dove non arriva nemmeno il plancton morto perchè si dissolve prima di toccare il pavimento oceanico. Secondo le stime di Hans Roy e dei suoi colleghi da queste parti la velocità di stratificazione sul fondo marino è di circa 1 mm ogni 1000 anni.

Gli scenziati hanno estratto campioni da questa terra di nessuno trivellando per 30 metri sotto al pavimento oceanico, prelevando quindi "carote" di materiale depositatosi circa 86 milioni di anni fa.

In questo terriccio preistorico i ricercatori della Aarhus University hanno trovato dei batteri ancora vivi, nonostante siano stati praticamente a digiuno per un peirodo di tempo misurabile in ere geologiche.

In realtà i microrganismi scoperti da Roy non erano particolarmente attivi, anzi si trovavano in uno stadio di animazione sospesa, con il metabolismo rallentato fino ai limiti della sopravvivenza. Secondo gli scienziati è addirittura il più lento mai scoperto fino ad oggi. (Tutto il cibo del mondo in cifre)

Al momento gli scienziati non sono in grado di attribuire un età precisa a queste microscopiche creature. E per ora non sanno nemmeno dire se i batteri sono giunti fino a noi perchè si sono riprodotti realizzando un ciclo vitale completo a bassissimo consumo energetico o se sono riusciti, in qualche modo ancora da scroprire, ad autoripararsi per rimediare gli inevitabili danni provocati dal tempo.
[fonte tiscali]

Commenti

Post popolari in questo blog

24 novembre 2010 - [I cerchi nel grano indicano questa data]

E se vivessimo in un universo che è un’illusione?

MAPPA DEI VULCANI ATTIVI NEL MONDO