La Nasa mappa gli asteroidi pericolosi del Sistema Solare

Nuove osservazioni dello strumento Wise (Wide-field Infrared Survey Explorer) della Nasa hanno determinato la migliore stima mai fatta della popolazione di asteroidi potenzialmente pericolosi del nostro Sistema Solare. I risultati ottenuti dal Wise rivelano le nuove informazioni sul numero totale, le origini e le possibili minacce che potrebbero rappresentare questi oggetti.

Gli asteroidi potenzialmente pericolosi (PHA) sono una sottoclasse del grande gruppo di asteroidi che possono avere passaggi ravvicinati con la Terra. I PHA hanno le orbite più strette del nostro Pianeta, circa otto milioni chilometri, e una grandezza sufficiente a provocare danni rilevanti in caso di impatto.

Questi nuovi risultati arrivano da una parte della missione Wise, soprannominata Neowise in cui questo strumento va a caccia degli asteroidi. Campionando 107 PHA, il progetto è riuscito a offrire le predizioni sull’ intera popolazione nell’insieme.

Il ritrovamento indica che ci sono approssimativamente 4,700 PHAs (± 1,500) con diametri più grandi di circa 100 metri intorno alla Terra. Fin qui, scrive SPACE REF , il Wise ha valutato tra il 20 e il 30 per cento di questi oggetti.

“Le analisi del Neowise ci dimostrano che abbiamo avuto un buon inizio nella scoperta di questi oggetti che rappresenterebbero davvero un impatto pericoloso per la Terra.” dichiara Lindley Johnson, dirigente per il Programma di Osservazione degli Oggetti vicini alla Terra della Nasa a Washington, “ma dobbiamo cercarli ancora e riteniamo che tra un paio di decenni potremo trovare tutti quelli che seriamente potrebbero minacciare il nostro Pianeta.”

Nuove informazioni suggeriscono che i PHA che risiedono in orbite a bassa inclinazione sono circa due volte di più di quanto precedentemente si pensava e quindi si allineano in numero maggiore con il piano dell’orbita terrestre.

Inoltre, questi oggetti a bassa inclinazione appaiono piuttosto più brillanti e più piccoli rispetto agli altri asteroidi vicini alla Terra che si trovano più lontani dal Pianeta. Una possibile spiegazione afferma che molti dei PHA potrebbero avere avuto origine da una collisione tra due asteroidi nella fascia principale degli asteroidi tra Marte e Giove. L’oggetto più grande con orbita a bassa inclinazione potrebbe essersi staccato, successivamente, provocando alcuni frammenti che arrivano dentro alle orbite più strette alla Terra che infine sono diventati i PHA.

Il Wise è un telescopio spaziale infrarosso della Nasa in grado di ottenere immagini 1000 volte più sensibili rispetto ai suoi predecessori, i telescopi infrarossi IRAS (Infrared Astronomical Satellite (IRAS), AKARI e COBE e finora è riuscito a catalogare centinaia di milioni degli oggetti cosmici dalle galassie super luminose agli asteroidi vicini a casa nostra.

Il progetto Neowise ha scattato fotografie di circa 600 asteroidi vicini alla Terra di cui circa 136 erano delle nuove scoperte.
[fonte gaianews]

Commenti

Post popolari in questo blog

24 novembre 2010 - [I cerchi nel grano indicano questa data]

E se vivessimo in un universo che è un’illusione?

MAPPA DEI VULCANI ATTIVI NEL MONDO