Scienziati sorpresi dal terremoto che ha colpito il nord Italia!

Secondo il sito discovery news il terremoto che ha colpito il nord Italia lo scorso fine settimana ha lasciato abbastanza sorpreso il sismologo dell'Usgs Paul Caruso,perche' avvenuto in una regione storicamente poco sismica.I dati indicano che il terremoto di magnitudo 6.0,avvenuto domenica 20 maggio alle ore 04:00 e' stato un Thrust quake "un terremoto di spinta",ovvero un evento che si scatena quando due placche si muovono contemporaneamente.ma quello che e' sorprendente e che il terremoto sia avvenuto a 750 km di distanza dal confine in cui le placche tettoniche collidono e che sia avvenuto ad una profondita' di appena 5 km. E' noto che la placca africana preme su tutto il tirreno, schiacciando gli Appennini e spostando la nostra penisola verso la Grecia e la ex Jugoslavia. E Vi è poi un'altra placca asiatica che preme contro l'Italia, pertanto, l'intero territorio è teatro di terremoti più o meno gravi.Caruso ha inoltre affermato che lo sciame sismico seguito all'evento principale potra' durare per settimane se non mesi.

Secondo Physics.org : "la potenza del terremoto di Sumatra ha sconcertato gli scienziati, perché e' stato il più potente terremoto a scivolamento orizzontale mai registrato. Il sisma è stato anche particolare in quanto la frattura e' avvenuta nel mezzo di una placca oceanica piuttosto che sul confine tra due placche. "ultimamente, stiamo assistendo a questi terremoti di magnitudo inusuale che stanno scoppiando lontano dai confini delle placche tettoniche, come a Sumatra e in Italia. I Terremoti attuali sembrano avere caratteristiche diverse dei terremoti nel passato. Questa è un'ulteriore indicazione che il dinamismo sismico del pianeta sta cambiando, e che sta subendo un accelerazione repentina.
[fonte news.discovery]

Commenti

Post popolari in questo blog

24 novembre 2010 - [I cerchi nel grano indicano questa data]

E se vivessimo in un universo che è un’illusione?

MAPPA DEI VULCANI ATTIVI NEL MONDO