Terremoto, esperto Cnr: “non ci aspettavamo un’altra scossa così forte”. Molte statue di Venezia sono pericolanti

”L’ultima scossa e’ avvenuta più o meno nella stessa posizione della precedente. Francamente non era nelle previsioni una scossa cosi’ forte”. Lo ha dichiarato il sismologo del Cnr, Alberto Marcellini ai microfoni di Skytg24 commentando la forte scossa di magnitudo 5.8 in provincia di Modena. ”La madre di tutti gli ultimi eventi – ha spiegato – e’ lo scontro di due grosse zone di terra la placca euro-asiatica e quella africana che sono sempre in movimento, si scontrano e successivamente cedono come e’ avvenuto nell’ultima scossa”. Secondo il sismologo, ”ci si aspettava un magnitudo massimo di 6.1” e anche se di entita’ inferiore, conclude Marcellini ”bisogna attendersi nuove scosse. Questo e’ un terremoto che da origine a molte scosse. E’ abbastanza normale in molte parti del centro Italia”.

Intnto ci sono danni molto gravi non solo in Emilia Romagna, ma anche in Veneto e Lombardia. In tutto il basso mantovano sono segnalati crolli, come ha siegato il prefetto di Mantova Mario Rosario Ruffo. La situazione piu’ critica e’ nei Comuni gia’ colpiti dalla prima scossa del 20 maggio scorso, e cioe’ a Moglia, San Giacomo delle Segnate, Gonzaga, Quistello e Quingentole. Qui si sono verificati alcuni crolli. I vigili del fuoco di Mantova sono all’opera con otto squadre e si attendono rinforzi dalla province di Como e Pavia. Al momento non vengono segnalati feriti. In citta’ a Mantova sono segnalati danni ad alcune chiese. Nella Latteria sociale di Porto Mantovano sono crollate le scalere, le scaffalature, con 80 mila forme di Grana Padano, gli operai fortunatamente sono riusciti a mettersi in salvo.

Sarebbero piu’ di una le statue pericolanti nella zona dei Giardini Papadopoli, a Venezia, vicino a Piazzale Roma. I vigili del fuoco ne hanno ricevuto segnalazione dai cittadini e sono in corso le verifiche dopo che una statua e’ caduta a terra sfiorando da vicino una passante. La centrale di Venezia-Mestre dei pompieri ha ricevuto numerose telefonate per danni a immobili, a cominciare dalle scuole: quasi tutti gli edifici scolastici, affermano, hanno chiamato per segnalare crepe dopo la scossa di stamani.
[fonte meteoweb]
 
Secondo noi: Prima la scienza esclude ogni tipo di previsioni dei terremoti. Adesso il Cnr “non ci aspettavamo un’altra scossa così forte”. Incoerenza allo stato puro. L'unica certezza è che il terremoto esiste e fa vittime.

Commenti

  1. L'incoerenza e il pressapochismo confusionario dei nostri "esperti" in materia la dice lunga in che mani siamo.. Se non si concretizza un chiaro e netto cambio di rotta della comunità scientifica riguardo l'approccio ai fenomeni tellurici e vulcanici, ci sarà il sacrificio di moltissime vite umane innocienti, in un periodo che prevede una escalation esponenziale dell'attività tellurica

    RispondiElimina

Posta un commento

- Reporter Live Italia / reporterliveitalia.eu

Post popolari in questo blog

24 novembre 2010 - [I cerchi nel grano indicano questa data]

E se vivessimo in un universo che è un’illusione?

MAPPA DEI VULCANI ATTIVI NEL MONDO