Oltre 100mila l'anno le morti causate da fumo e inattività

Ogni anno superano "100mila" le morti, spesso in età "anticipata", legate a fumo e poca attività fisica. E se si considerano anche "alcol e cattiva alimentazione, insieme i quattro fattori di rischio primari" il numero sale oltre i "150mila" andando quasi a sfiorare i "200mila". E' il quadro tracciato da Stefania Salmaso, direttore del Centro nazionale di epidemiologia, sorveglianza e promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità, che insieme a Daniela Galeone, dirigente del ministero della Salute, ha presentato il secondo appuntamento nazionale a Venezia del programma "Guadagnare Salute".
 
Oltre 100mila l'anno le morti causate da fumo e inattività - Obiettivo principale della due giorni (21 e 22 giugno) - intitolata "Le sfide della promozione della salute: dalla sorveglianza agli interventi sul territorio", promossa dal ministero della Salute, dalla Regione Veneto, dall'Università Cà Foscari e dall'Iss - è sostenere le attività e gli interventi di promozione della salute, favorendo il confronto e lo scambio di idee tra operatori della sanità pubblica, esponenti di amministrazioni e istituzioni pubbliche e della società civile, imprese, politici, pianificatori regionali e locali. Un'occasione, afferma il ministro della Salute Renato Balduzzi, che parteciperà alla tavola rotonda inaugurale, per "verificare se tutto il Paese si sta muovendo nella direzione giusta".
 
Ogni anno 27mila morti per "inattività" - E la direzione è quella di rendere evitabili quelle morti "per cause modificabili" spiega ancora Daniela Galeone e che rischiano di produrre "percorsi di vecchiaia in cattiva salute" nocivi sia per i cittadini che per la "sostenibilità del sistema, visto che aumentano "i costi dell'assistenza, non solo sanitaria, ma anche sociale". E se il fumo da solo raggiunge quota 85mila decessi l'anno, c'è anche la meno "sospetta inattività" che ne causa almeno 27mila ogni anno. Ecco perché la sanità "esce dal suo ambito e va a coinvolgere" tutti i soggetti interessati a fare non solo prevenzione ma anche "promozione" di salute e stili di vita corretti.
[fonte tiscali]

Commenti

Post popolari in questo blog

24 novembre 2010 - [I cerchi nel grano indicano questa data]

E se vivessimo in un universo che è un’illusione?

MAPPA DEI VULCANI ATTIVI NEL MONDO