Le patatine fritte surgelate sono cancerogene: tutta colpa del processo di produzione


Le patatine fritte surgelate potrebbero causare gravi danni alla salute dell’uomo. E’ quanto sostiene una ricerca condotta dagli esperti della American Chemical Association che, nello specifico, puntano il dito contro tutte le patatine che vengono parzialmente fritte, congelate e vendute. Secondo gli esperti, questi prodotti amatissimi da decine di milioni di persone in tutto il mondo, al loro interno potrebbero contenere l’acrilamide, una sostanza sospettata di esser cancerogena.

Produttori devono intervenire al più presto - L’acrilamide, presente in moltissimi alimenti, viene rilasciata in quantità abnormi, potenzialmente pericolose per la salute, a seguito del particolare processo di cottura e conservazione. “Si forma naturalmente durante la cottura di alcuni prodotti - precisa il professor Donald Mottram - e per quello che riguarda le patatine fritte questo è inevitabile”.

Possibile ridurre la quantità di acrilamide nei cibi - Ridurre la quantità di acrilamide all’interno delle patatine fritte sembra comunque possibile, sebbene comporterà l’azione degli stessi produttori che dovranno modificare il processo di conservazione. I ricercatori hanno scoperto che, per poter correre ai ripari, si potrebbe diminuire il rapporto tra glucosio e fruttosio durante il taglio delle patate, riportando alla normalità la presenza di questa sostanza naturale.
[fonte tiscali]

Commenti

Post popolari in questo blog

24 novembre 2010 - [I cerchi nel grano indicano questa data]

E se vivessimo in un universo che è un’illusione?

MAPPA DEI VULCANI ATTIVI NEL MONDO