Clima, fenomeni estremi sono causati dal riscaldamento dell'Artico


A provocare gli eventi climatici estremi come le siccità e le inondazioni che hanno colpito negli ultimi anni Stati Uniti e Russia è lo stop delle “onde giganti” d'aria che oscillano dal polo ai tropici, causato dal riscaldamento dell'Artico. E’ quanto scoperto da un team di ricercatori del Potsdam Institute for Climate Impact Research che hanno poi pubblicato i risultati del proprio studio sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences (Pnas).

Cambiamenti climatici estremi dovuti al riscaldamento dell'Artico - Queste onde d'aria, spiegano gli esperti, quando vanno dai tropici al polo estraggono calore, mentre nel percorso inverso portano via e "redistribuiscono" aria fredda dall'Artico: “Quello che abbiamo notato - spiegano gli autori della ricerca - è che in occasione dei recenti fenomeni estremi le onde si sono fermate per settimane, quindi invece di portare aria fresca dove prima c'era aria calda hanno fatto in modo che rimanesse l'alta temperatura”.

Fenomeno più veloce rispetto al resto del pianeta -La causa trovata dalle equazioni sviluppate nello studio per descrivere il moto dell'aria è il riscaldamento dell'Artico, molto più veloce rispetto a quello del resto del pianeta: “Questo - spiegano - riduce le differenze di temperatura tra il polo e le altre zone, che sono la principale forza che spinge il moto di queste 'onde'”.
[fonte tiscali]

Commenti

Post popolari in questo blog

24 novembre 2010 - [I cerchi nel grano indicano questa data]

E se vivessimo in un universo che è un’illusione?

MAPPA DEI VULCANI ATTIVI NEL MONDO