Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2013

Robot killer autonomi pronti ad entrare in servizio, l'Onu chiede la moratoria

Immagine
Prima di ritrovarci in un mondo dove le macchine avranno il potere di decidere di uccidere gli umani, serve una pausa di riflessione: è questo il messaggio lanciato a Ginevra dal relatore dell'Onu Christof Heynes che si è pronunciato per una moratoria sullo sviluppo e l'impiego dei robot killer (Lars, lethal autonomous robotics). Armi autonome, i “robot killer” vanno oltre i già controversi droni, comandati a distanza. "Mentre per i droni spetta ancora ad un essere umano decidere se ricorrere all'uso letale della forza, la nuova tecnologia dei Lars include computer a bordo che decidono chi prendere di mira”, ha detto Heynes, relatore Onu sulle esecuzioni extragiudiziarie, sommarie o arbitrarie.
Robot killer autonomi minacciano il futuro dell'uomo - Per l'esperto - che ha presentato un rapporto al Consiglio Onu sui diritti umani riunito in sessione - questo nuovo tipo di strumento bellico solleva numerose domande. Attualmente, nessun Paese impiega armi totalmen…

La NASA identifica 28 nuove famiglie di asteroidi della fascia principale

Immagine
Descritto con migliore dettaglio “l’albero genealogico” degli asteroidi che sono compresi nella fascia principale fra Marte e Giove, una fonte importate dei cosiddetti Neo (near-Earth objects), le rocce che potrebbero intersecare l’orbita della Terra. Lo studio della NASA, che si e’ svolto grazie al Wide-field Infrared Survey Explorer (Wise) mandato in orbita nel 2011, ha permesso di identificare 28 nuove famiglie di asteroidi. Una “famiglia” di asteroidi è formata da tutti quegli asteroidi che provengono dalla frammentazione di un asteroide principale comune. 
“Siamo riusciti a avere una immagine piu’ dettagliata che ci aiutera’ a capire l’evoluzione degli asteroidi di tutto il sistema solare, in modo da comprendere, tra le altre cose, come hanno fatto alcuni di questi a finire in orbite cosi’ vicine alla Terra“, ha spiegato Lindley Johnson, responsabile del ear-Earth Object Observation Program della Nasa. Il team ha esaminato ai raggi infrarossi circa 120 mila asteroidi, al i fuori…

L’inganno dei banksters. L’Italia è in gabbia!

Immagine
Allentano il cappio e subito, a mezzo respiro appena, lo stringono ancora.
Ieri Bruxelles ha chiuso - dopo un mese di sbandieramenti e di parole, parole e parole del nuovo governo italico - la procedura di infrazione per deficit eccessivo (oltre il 3% del pil).
Poi ha però preventivato che il debito (per interessi alle banche dalle quali l’Italia è forzata ad attingere prestiti ad usura) salirà ancora, anche nel 1914.
Quindi la Commissione ha chiesto le solite, già fatte, ma da aumentare, “riforme strutturali: e cioè lavoro più precario e più flessibile.
Mr. Enrico Letta ha annuito - dopo aver già messo le mani avanti e dichiarato che qualche denaro (se ci) sarà spendibile nel 2014 - e ha fatto finta di nulla.
Ma a rimettere nella fascia dei cattivi, reprobi e da condannare gli italiani ci ha pensato subito l’altro istituto “Regolatore”, l’Ocse. L’Organizzazione ha prima profetizzato che la produzione nazionale sarà ancora più negativa nel 2013 (da -1,5 a -1,8) e che giungerà a malap…

Così l'Everest perde le sue nevi. Si ritira il "Dio del Cielo nepalese"

Immagine
Dopo anni di dibattito tra gli studiosi, una ricerca italiana mette la parola fine alla disputa sull'effetto del Global warming: sulla vetta più alta della Terra, i ghiacciai si sono ridotti del 13 per cento in cinquant'anni.
I GHIACCIAI del Monte Everest si sono ridotti del 13 per cento in 50 anni, mentre il limite delle nevicate è risalito di 180 metri. Il "terzo polo" (e l'ultimo ad essere conquistato) si spoglia. È questo il risultato di una ricerca condotta da un team composto da esperti del CNR (Brugherio), della Università di Milano, e dell'Ev-K2-CNR. 
Con i suoi 8848 metri di altezza l'Everest è la cima più elevata della Terra. I ricercatori hanno studiato la salute dei ghiacciai e delle nevi che coronano l'immensa vetta Himalayana. In particolare i ricercatori si sono concentrati sul Parco Nazionale del Sagarmatha (1148 chilometri quadrati), una regione della catena che raccoglie alcune tra le cime più impressionanti ed ambite del pianeta, e …

Le banche europee accusate di sovvenzionare il land grabbing in Uganda

Immagine
Alcune banche europee avrebbero finanziato il land grabbing per la produzione di olio di palma in Uganda con l'uso di fondi pensione
Secondo un rapporto presentato da FoE, Friends of the Earth alcune banche note quali HSBC, BNP Paribas, Deutsche Bank e Rabobank hanno offerto oltre € 1 miliardo di dollari di assistenza a Wilmar International società agro-alimentare con sede a Singapore a (FOE) per operazioni di accaparramento di 3600 ettari di foresta sull’isola di Kalangala in Uganda, che saranno rase al suolo e destinati alla produzione di olio di palma con la popolazione scacciata via. Il progetto per la coltivazione di palme da olio in Uganda è gestito da Palm Oil Uganda Limited (OPUL), una joint venture in cui Wilmar possiede circa il 39% delle azioni; partecipa anche il governo ugandese con un finanziamento da 12 milioni di dollari. Il progetto a Kampala è partito nel 1998 e allora era presente anche la Banca Mondiale che però si è ritirata 6 anni più tardi per evitare il co…

Scoperta eccezionale della Nasa. 1998 QE2 è in realtà un asteroide binario!

Immagine
Ecco la sequenza di immagini radar catturate il 29 maggio 2013 con le antenne del Deep Space Network antenna a Goldstone, in California. L’asteroide si trovava a circa 6 milioni di chilomentri dalla Terra (pari a circa 15.6 volte la distanza Terra-Luna). Le immagini radar hanno rivelato che l’asteroide, dal diametro approssimativo di 2.7 chilometri, ha anche un compagno di circa 600 metri. Quindi 1998 QE2 è in realtà un asteroide binario.
Oggi, 31 maggio, alle ore 22:59 ora italiana (20:59 UTC), l’asteroide raggiungerà il suo punto più vicino alla Terra: 5.8 milioni di chilometri. Il prossimo passaggio ravvicinatò non accadrà prima di altri 200 anni.
In questi giorni gli scienziati che si dedicano allo studio di questo genere di asteroidi (i NEO – Near-Earth Object) stanno monitorando continuamente 1998 QE2 in modo da poterne calcolare con maggiore precisione la sua orbita, massa, dimensione e composizione chimica. [fonte realshading]

Trovato sangue fluido nella carcassa di un Mammut: scienziati vorrebbero clonarlo

Immagine
Un'eccezionale scoperta, avvenuta nelle isole Lyakhovsky dell'arcipelago delle Isole della Nuova Siberia, nel Mar Glaciale Artico, potrebbe riportare in vita i Mammut. Una spedizione guidata da scienziati russi dell'Università di Yakutsk, ha infatti trovato i resti di una femmina adulta, morta all’incirca all’età di 60 anni, dai quali è stato possibile estrarre una discreta quantità di sangue.
Carcassa rinvenuta sotto i ghiacci ha circa 11 mila anni - Risalente a circa 11 mila anni fa, la parte inferiore della carcassa è rimasta quasi intatta perché trattenuta in una pozza d’acqua successivamente gelata. Secondo gli studiosi il mammut potrebbe essere caduto in acqua o rimasto impantanato in una palude e, non riuscendo a liberarsi è morto. "Grazie a questo fatto - dice Semyon Grigoryev, scienziato presso l’Università Federale Northeastern Yakutsk al Daily Mail - la parte inferiore del corpo, la mascella inferiore e la lingua si sono conservate molto bene". La parte…

La Sars ora minaccia tutti

Immagine
L’Organizzazione Mondiale della Sanità mette in guardia dal nuovo virus che causa una variante della malattia polmonare, nota con il nome di Sars, che ritiene sia di fatto una reale minaccia per il mondo intero, nessuno escluso.
Se l’Arabia Saudita e la Francia sono preoccupate per le decine di morti a causa del nuovo virus simile alla Sars – la Sindrome Respiratoria Acuta Grave – il resto del mondo, Italia compresa, pare debba iniziare a preoccuparsi.  A mettere in guardia dalla possibile epidemia è l’OMS che dopo aver identificato questo nuovo virus, fa sapere che è una reale minaccia per il mondo intero.
La nuova Sars è stata definita “MERS”, e fino a oggi ha ucciso 24 persone, con quasi il doppio di diagnosi accertate. L’Organizzazione Mondiale della Sanità, per voce del Direttore generale, Margaret Chan, ha espresso tutta la sua preoccupazione per la diffusione rapida che sta mostrando il nuovo coronavirus, senza che vi sia stata una reazione adeguata da parte dei Paesi mondiali…

"L'America non può permettersi più il futuro"

Immagine
Pensionati appesi al filo dei programmi sociali. Giovani indebitati da rette universitarie. Le famiglie non riescono più a risparmiare. Corsa Wall Street? E' un bluff che alimenterà nuove bolle.
La crisi morde forte anche Oltreoceano. E le famiglie americane si scoprono incapaci di trovare una via d'uscita. Tutte le fasce di età della popolazione in qualsiasi stato d'America oggi sono toccate dalla mancanza di una ripresa convincente. 
Secondo recenti sondaggi un americano su quattro nella fascia di età compresa fra i 45 e i 64 anni e almeno il 22% di chi ha oltre 65 anni non dispone di alcun reddito per far fronte alla sua vecchiaia. Il 49% non riesce a risparmiare nulla per la pensione, denuncia Adam Taggart, presidente di Peak Prosperity. 
Chi è già in pensione spesso dipende dai programmi sociali. Lo fa almeno un terzo percependo in media un reddito pari a 1230 dollari al mese. Mentre un altro 34% di anziani riesce a fare fronte alle spese di base come la rate del mut…

Italia in libertà vigilata: "come la Bulgaria, è ingovernabile"

Immagine
Italia in 'libertà vigilata', dopo che la Commissione europea chiuderà oggi la procedura per deficit eccessivo aperta dal 2009. L'attesa promozione dei conti pubblici non darà infatti al governo immediata libertà di manovra, perché sarà accompagnata da numerose raccomandazioni sulle riforme ancora da fare e che Bruxelles aspetta da almeno due anni.
La revoca della procedura per deficit consentirà in ogni caso all'Italia un minimo di flessibilità di spesa. Tutta ancora da negoziare con l'Ue.
L'Italia ingovernabile Fanno discutere, intanto, le parole attribuite dalla Bild al commissario europeo all'Energia, il tedesco Guenther Oettinger, in un discorso pronunciato a Bruxelles davanti ai rappresentanti della Camera di Commercio tedesco-belga-lussemburghese: l'Italia è diventata un Paese "quasi ingovernabile" come la Romania e la Bulgaria
L'edificio europeo ha bisogno urgente di una "ristrutturazione", ha affermato il commissario Ue,…

Piante che rivivono dopo 400 anni sotto i ghiacci

Immagine
Il ritiro dei ghiacciai nell'arcipelago artico canadese ha portato allo scoperto intere comunità vegetali che vi erano rimaste intrappolate durante la cosiddetta Piccola età glaciale, tra metà del XVI secolo e metà del XIX. Malgrado l'aspetto rinsecchito, ben il 30 per cento di queste piante si è rivelata in grado di tornare a germogliare.
Il rapido ritiro dei ghiacciai nelle regioni artiche sta esponendo comunità vegetali intatte che hanno la capacità di tornare a nuova vita. La scoperta è di un gruppo di ricercatori dell'Università dell'Alberta a Edmonton, in Canada, che firmano un articolo sui “Proceedings of the National Academy of Sciences”. 
In seguito al riscaldamento globale, a partire dal 2004 sull'isola di Ellesmere, nell'arcipelago artico canadese, sono tornate alla luce ampie aree che erano rimaste sepolte sotto una coltre di ghiacci fin dall'inizio della cosiddetta Piccola età glaciale, il periodo dal 1550 al 1850 durante il quale l'emisfe…

Facebook ammette: i nostri controlli non funzionano

Immagine
Le immagini di una donna buttata già dalle scale. E un messaggio agghiacciante: «Cosi la prossima volta impari a non restare incinta». A fianco la pubblicità delle patatine «Pringle». Non ci vuole molto, facendo ricerche su Facebook, per imbattersi in qualche pagina che esalta la violenza contro le donne, incita alla discriminazione razziale o diffonde l'odio verso i gay.
Adesso il «social network» di Mark Zuckerberg dice basta: ammette che i suoi sistemi automatici di rimozione del materiale «proibito», efficacissimi quando si tratta di far sparire foto di un seno femminile anche se si tratta di una donna che allatta o di immagini mediche della rimozione di un cancro, servono a poco contro quello che in America viene definito hate crime , crimini basati sull'odio. E promette di correre ai ripari.
Una crisi di coscienza? Non proprio: non è da ieri che su Facebook si invita allo stupro. E da anni sull'azienda californiana piovono le proteste delle organizzazioni ebraiche, …

La tecnologia ci rende più intelligenti? Alla fine dell'800 eravamo più reattivi

Immagine
Analizzati gli esiti di 14 ricerche sull'intelligenza umana tra il 1884 e il 2004 che verificano i tempi di reazione degli individui a stimoli visuali. Alla fine del diciannovesimo secolo la velocità era di 194 millisecondi. Nel 2004 è salita a 275 millisecondi.
Oggi è tutto a portata di mouse: basta un click per accedere all'intero scibile umano, uno schiocco di dita per illuminare una stanza, conoscere è facile, ma ci rende più intelligenti? Sorpresa: la risposta potrebbe essere negativa. Un nuovo studio suggerisce che l'intelligenza umana è in declino. Infatti, rivela che gli occidentali hanno perso quattordici punti in totale nel loro I. Q. rispetto all'era vittoriana. Che cosa spiega esattamente questo declino? Il dottor Jan te Nijenhuis, uno degli autori dello studio, punta sul fatto che donne di grande intelligenza tendono ad avere meno figli rispetto alle meno brillanti. Un'associazione negativa, quella tra I. Q. e fertilità, più volte dimostrata nelle ric…

Modelli climatici per cercare la ‘vita extraterrestre’

Immagine
Ipotizzati per molto tempo e oggetto di speculazioni filosofiche, i pianeti che ruotano intorno a stelle diverse dal Sole, chiamati esopianeti, oggi sono una realtà scientifica, comprovata da osservazioni compiute da Terra e da satelliti dedicati, come Kepler della Nasa: quasi un migliaio quelli già scoperti e circa 2.700 in attesa di conferma. Ma, al momento, non si ha certezza se esistano altre forme di vita fuori dal sistema solare. 
Un gruppo composto da ricercatori dell’Osservatorio astronomico di Trieste e dell’Istituto di scienze dell’atmosfera e del clima del Consiglio nazionale delle ricerche (Isac-Cnr) di Torino ha sviluppato un modello climatico a ‘bilancio di energia (Ebm)’, proprio per determinare quali pianeti potrebbero avere caratteristiche di ‘abitabilità’ analoghe a quelle terrestri, ovvero acqua allo stato liquido, in funzione della pressione atmosferica, concentrazione di anidride carbonica nell'atmosfera, caratteristiche dell'orbita (eccentricità, inclina…

Creta: i Minoici non venivano dall'Africa

Immagine
Sono originari dell'Europa, smentita ipotesi di un arrivo dall'Egitto o dal Medio Oriente. Analogie con i sardi. Ricordate il leggendario re Minosse che, secondo la tradizione, ordinò la costruzione di un labirinto a Creta per rinchiudere la mitica creatura metà uomo e metà toro conosciuta come il Minotauro? Ebbene, la prima civiltà avanzata dell’Europa, quella appunto dei minoici, è originaria del nostro continente e non proviene dall’Asia o dall’Africa come molti studiosi pensavano. L’analisi del Dna di antichi resti umani sull’isola di Creta getta una nuova luce sull’origine della civiltà minoica, concetto quest’ultimo sviluppato da sir Arthur Evans, l'archeologo britannico che dissotterrò il Palazzo di Cnosso a Creta, databile a circa 4 mila anni fa. Evans era del parere che la cultura minoica avesse le sue origini altrove. Fu infatti egli a suggerire che i minoici si fossero rifugiati a Creta provenendo dal delta del Nilo in Egitto, per fuggire alla conquista della lo…

Buco coronale sta proiettando un onda di plasma verso la terra!

Immagine
Un grosso buco coronale si e' aperto sull'atmosfera del Sole e sta proiettando un intenso flusso di particelle cariche ad alta energia verso la Terra.L'immagine e' stata scattata dal SDO Solar Dinamyc Observatory della Nasa alle prime ore del 29 maggio. I buchi coronali sono aree dove la corona del Sole è più scura, più fredda delle aree circostanti; anche il plasma possiede qui una densità inferiore. I buchi coronali sono stati scoperti quando i telescopi a raggi X della missione Skylab furono lanciati oltre l'atmosfera terrestre per rilevare la struttura della corona. Questi buchi sono in relazione con delle concentrazioni unipolari di linee di campo magnetico aperte; durante il minimo solare, i buchi coronali si trovano principalmente nelle regioni polari del Sole, mentre durante il massimo solare sono dislocate in tutta la superficie solare. I componenti ad alta velocità del vento solare si sa che transitino lungo le linee magnetiche che passano attraverso i b…

L’Istat annuncia la fine del mondo: 80 anni di austerità!

Immagine
Non è uno scherzo o un tentativo maldestro di mettere in piedi una trama di fantapolitica. Sapevamo che la tragica approvazione, tramite Pd-Pdl, del Fiscal Compact e del pareggio di bilancio in Costituzione avrebbe provocato danni permanenti a questo paese. Danni dei quali non si ha ancora chiara l’effettiva portata. Pensando magari che “la crescita” arriva davvero “risanando” parte dello stato del paese. L’Istat, che non è una casa editrice di fantascienza ma l’istituto nazionale di statistica, mette invece in guardia su quanto sta realmente accadendo in questo paese. Ha infatti pubblicato una simulazione su quanti anni occorrono a due paesi dell’Eurozona, praticando l’austerità, per raggiungere i parametri fissati dal Fiscal Compact e dal pareggio di bilancio in Costituzione, grazie alla guida del Six Pack e del Two Pack, gli accordi tra stati dell’Eurozona che prevedono rigidità di bilancio e sorveglianza ferrea di Bruxelles.
Per quanto riguarda un paese della taglia della Germani…

Torna l'epatite A in Italia trasmessa dai frutti di bosco congelati

Immagine
L'allerta dell'Istituto Superiore di Sanità: «In tre mesi i casi cresciuti del 70%». Sotto accusa i prodotti congelati.
Sembrava un problema d’antan, alle nostre latitudini. Invece l’epatite A (dovuta all’infezione da Hav) è tornata ad affacciarsi in Italia nelle scorse settimane e minaccia altri episodi da qui all’estate, se il ministero della Salute si è affrettato a precisare che «alla luce della particolare situazione in atto, fino al 31 luglio 2013, le segnalazioni dei nuovi casi e gli eventuali focolai epidemici devono essere avanzate tempestivamente al ministero e all’Istituto Superiore di Sanità». Non è un allarme, ma poco ci manca. D’altronde i numeri registrati dal sistema di sorveglianza Seieva parlano chiaro: in 16 regioni che hanno trasmesso dati aggiornati al 20 maggio 2013, risulta un incremento delle notifiche di epatite A nel periodo marzo-maggio pari al 70% rispetto allo stesso trimestre di un anno fa. L’aumentata incidenza è stata registrata in quattro regi…

Sul suolo lunare grandi quantità di "minerali alieni"

Immagine
La Luna potrebbe essere ricca di minerali insoliti dovuti ad impatti con meteoriti avvenuti nel corso di miliardi di anni. Alcuni frammenti di queste rocce "aliene" potrebbero essere infatti sopravvissuti all'impatto con la superficie lunare, anziché polverizzarsi o fondersi come si è creduto fino ad oggi. E' quanto emerge dalla ricerca pubblicata sulla rivista Nature Geoscience e condotta da studiosi americani e cinesi. Il risultato è particolarmente interessante perché indica che molti dei crateri lunari potrebbero contenere informazioni preziose sulla formazione del Sistema Solare. I ricercatori dell'Università statunitense dell'Indiana e dell'Università di Pechino sono giunti a questa conclusione sulla base dell'analisi delle immagini inviate a Terra dalla sonda indiana Chandrayaan-1 e da quella giapponese Kaguya.
Sulla Luna anche massicci depositi di materiale primordiale terrestre - Ad attirare la loro attenzione sono stati i picchi che si trov…

L’UOMO CANCRO

Immagine
"Se non capiamo quel che abbiamo dentro, fuori non c’é niente da capire!"
“La Terra è ammalata di cancro e in una fase tragicamente avanzata della tremenda malattia, di cui se ne conoscono le cause ma non i rimedi. E la forma di carcinoma che l'affligge, ha addirittura un nome latino: si chiama Homo sapiens”. R. Sermonti
Le varie forme di vita, siano esse di natura animale, vegetale e umana, appaiono sulla terra in un determinato momento per poi, a tempo debito, estinguersi - e in straordinarie circostanze, di auto/sopprimersi.
Nel “Tutto Universale” i concetti trascendono da ogni giudizio di “superiore e di inferiore”, di “bene e di male”, di “vita e di morte”, ma si attestano a fenomeni di causa/effetto, imputati alla gestione organizzativa di quel puzzle perfetto che, dall’origine, ha codificato ogni tessera dentro il suo spazio ideale. Per tanto, l’individuo umano, non può accampare alcun merito, capacità, o particolare intelligenza che non siano le stesse espresse …

Dall'inversione di spin magnetico alla lotta agli incendi

Immagine
La definizione delle condizioni che provocano la "deflagrazione magnetica”, ossia il rapido propagarsi dell'inversione di spin nei materiali magnetici che può essere scatenata da un innesco energetico, può contribuire a mettere a punto e testare modelli validi per gli incendi e per altre reazioni chimiche esotermiche che seguono le stesse leggi .
La scoperta del modo in cui l'energia è liberata e dispersa nei materiali magnetici potrà contribuire a migliorare le tecnologie di accumulo dell'energia, ma anche a combattere gli incendi boschivi. La dinamica, più o meno virulenta, con cui gli incendi si propagano, al pari di altre reazioni chimiche esotermiche, è infatti governata da leggi simili a quelle a regolano l'inversione di spin degli atomi di un materiale magnetico. 
Punto di partenza della ricerca – condotta da Pradeep Subedi e colleghi della New York University e dell'Università di Barcellona e pubblicata sulle “Physical Review Letters” - è stato un pro…

Nel 2012 l’Italia è salita al decimo posto tra i paesi con le più alte spese militari del mondo!

Immagine
Macché crisi! Nel 2012 l’Italia è salita al decimo posto tra i paesi con le più alte spese militari del mondo, rispetto all’undicesimo nel 2011. Lo documenta il Sipri, l’autorevole istituto internazionale con sede a Stoccolma, che ha pubblicato ieri gli ultimi dati sulla spesa militare mondiale. Quella italiana ammonta su base annua a circa 34 miliardi di dollari, pari a 26 miliardi di euro. Il che equivale a 70 milioni di euro al giorno, spesi con denaro pubblico in forze armate, armi e missioni militari all’estero. Mentre mancano i fondi anche per pagare la cassa integrazione.
Usa/Nato sempre in testa A fare da locomotiva della spesa militare mondiale, salita nel 2012 a 1753 miliardi di dollari, sono ancora gli Stati uniti, con 682 miliardi, equivalenti a circa il 40% del totale mondiale. Compresi gli alleati, la spesa militare Nato ammonta a oltre 1000 miliardi annui,  equivalenti al 57% del totale mondiale. Tra i «G-10» – Usa, Cina, Russia, Gran Bretagna, Giappone, Francia, Arabia…

Sole senza più segreti con le prossime missioni spaziali

Immagine
Dopo aver attraversato un minimo d’attività, il Sole è finalmente uscito dal periodo di quiescenza e si sta avvicinando al massimo del suo ciclo undecennale di attività. «A dircelo sono le tre sonde che scrutano la nostra stella, e precisamente Soho (Solar and Heliospheric Observatory) che dispone di dieci strumenti tra cui telescopi operanti in varie bande spettrali, e due altri grandi «occhi» della missione Stereo (Solar Terrestrial Relations Observatory) disposti a 141 e a 136 gradi dalla linea Terra-Sole, che osservano la faccia solare che non vediamo», annuncia Ester Antonucci, principal investigator di Metis Solar Orbiter e associata all’Istituto nazionale di astrofisica (Inaf).
ATTIVITÀ SOLARE - Tutte e tre, insieme al satellite giapponese Hinode, hanno fatto constatare che il campo magnetico solare ha iniziato un processo d’inversione ai poli e che eruzioni di grandi bolle magnetiche di plasma si stanno verificando due volte al giorno da 3-4 settimane a questa parte. Segni inc…

Estate 2013: previsti uragani oltre la media

Immagine
Da 7 a 11 uragani (in media sono 6), ma soprattutto di potenza maggiore. Non è ancora passato negli Stati Uniti il ricordo delle devastazioni provocate da Sandy, il peggiore uragano del 2012, che si annunciano pessime notizie per l'anno in corso. Secondo il Centro previsioni climatiche del Noaa (agenzia Usa per gli oceani e l'atmosfera) la stagione degli uragani del 2013 - che in Atlantico va 1° giugno al 30 novembre - vede il 70% di probabilità di avere un numero di uragani superiore alla media.
PREVISIONI - Gli analisti prevedono 3-6 uragani maggiori, classificati di categoria 3, 4 o 5 con venti superiori a 180 chilometri all'ora, quando in media ce ne sono tre all'anno. Inoltre sono previsti altri 4-5 uragani di categoria 1 o 2, rispetto ai sei della media. In tutto si prevedono 13-20 tempeste che potrebbero arrivare a una forza tale da essere classificate con un nome (con venti di almeno 63 km/h) rispetto alla media di dodici (nel 2012 furono 19). Questa la tabella …

I giochi son finiti, tra due generazioni l'acqua non basterà più

Immagine
Nell'arco di due generazioni l'acqua non sarà più sufficiente per la maggior parte dei 9 miliardi di persone che popoleranno la Terra: è lo scenario elaborato da oltre 500 ricercatori di tutto il mondo che da Bonn, dove sono riuniti in un convegno, lanciano un appello per un uso più razionale dell'acqua, nella convinzione che sia possibile evitare la crisi. Nell'appello, chiamato 'Dichiarazione di Bonn' perché rilasciato al termine della conferenza sull'acqua nell'Antropocene che si è tenuta nella città tedesca, i ricercatori rilevano che "la crisi dell'acqua è del tutto evitabile" in quanto si deve "solo ad una cattiva gestione di questa risorsa essenziale e insostituibile".
Il peggio può essere ancora evitato - Con le attuali conoscenze, sottolineano i ricercatori, non è possibile prevedere esattamente quando il limite planetario sarà superato. Se si arriverà a quel punto "si potrebbero innescare cambiamenti irreversibili …

L'Europa promuove l'Italia - Ecco le linee guida per la crescita

Immagine
Conti pubblici: cade la procedura di infrazione. Letta: buona notizia. Nel documento della Commissione sei "consigli" per evitare nuovi avvisi dalla Ue.
Ora è ufficiale: Olli Rehn mercoledì proporrà la chiusura della procedura per deficit eccessivo dell'Italia. Il commissario europeo Affari economici proporrà la decisione al resto della Commissione per mettere fine alla vertenza aperta contro l'Italia nel 2009 per colpa del governo Berlusconi. Un passo fondamentale che premia il risanamento del governo Monti e la credibilità con la quale l'esecutivo di Enrico Letta si è presentato in Europa: secondo la Commissione l'Italia ha terminato il 2012 con un deficit al 3% e nel 2013 dovrebbe restare al 2,9%, dunque sotto l'asticella di Maastricht. Obiettivo che a politiche invariate centrerà anche nei prossimi due anni, condizione per chiudere la procedura. La decisione darà nuovi margini di manovra al governo, tanto che il premier Enrico Letta, pur con cautela …