Nasa: Marte colpito da almeno 200 asteroidi l'anno


Uno dei maggiori benefici dell'avere una missione a lunga durata, come Cassini intorno a Saturno, LRO intorno alla Luna, MESSENGER intorno a Mercurio, o appunto il Mars Reconnaissance Orbiter intorno a Marte, è che puoi osservare cambiamenti che avvengono soltanto su scale più lunghe, come anni. Questo ha permesso di scoprire cicli stagionali, formazioni rarissime ed in questo caso, ha permesso alla camera HiRISE del MRO,
di condurre un censimento accurato per una primissima stima di quanto viene bombardata Marte durante un anno. I risultati parlano di almeno 200 piccoli asteroidi e comete, con crateri che in media si aggirano intorno a 3.9 metri in diametro. 

I ricercatori hanno identificato ad oggi, 248 nuovi impatti su Marte, nell'arco dell'ultimo decennio. La stima è stata fatta su un periodo di 200 anni, ed è basato su indagini sistematiche su una vasta porzione del pianeta. HiRISE ha scattato immagini ad alta risoluzione dei crateri freschi in diversi posti su Marte, sia prima che dopo la loro formazione, e questo ha permesso di capire meglio la loro fisionomia e caratteristiche. Questo ha anche portato ad una migliore stima dell'età di alcune strutture su Marte, alcune delle quali sono cambiate per l'impatto del clima. "E' eccitante scoprire questi nuovi crateri subito dopo la loro formazione" ha spiegato Ingrid Daubar, dell'Università dell'Arizona, autrice principale dello studio, pubblicato online questo mese su Icarus. "Ci ricorda che Marte è un pianeta attivo e possiamo studiare processi geologici che avvengono li oggi." Questi asteroidi, o frammenti di comete, hanno solitamente un diametro di 1-2 metri. Simili rocce spaziali, sulla Terra, non riuscirebbero a passare integre attraverso l'atmosfera, ma dato che Marte ha un'atmosfera più rarefatta, spesso riescono a colpire la superficie. 

Per darvi un'idea però, il meteorite esploso sopra Chelyabinsk, in Russia, a Febbraio, era almeno 10 volte più grande degli oggetti che hanno scavato questi crateri su Marte. Queste stime sono, come dicevamo, fondamentali per riuscire a determinare meglio l'età geologica della superficie. Riuscire ad esporlo con certezza per Marte poi, può avere impatti grandi anche riguardo al misurare le date in generale per periodi di bombardamenti più intensi, nella storia del Sistema Solare.
[fonte terrarealtime]

Commenti

Post popolari in questo blog

24 novembre 2010 - [I cerchi nel grano indicano questa data]

E se vivessimo in un universo che è un’illusione?

MAPPA DEI VULCANI ATTIVI NEL MONDO