Nasrallah: "Hezbollah combatte in Siria - Se cade Assad, Israele invaderà il Libano"

Il leader della milizia sciita conferma quanto già rilevato sul campo: la presenza della guerriglia libanese al fianco delle truppe regolari siriane contro gli "estremisti islamici".

Il leader del gruppo libanese Hezbollah, Hassan Nasrallah, ha detto che i suoi militanti non resteranno inattivi mentre il suo alleato, la Siria, è sotto attacco. Nasrallah ha dichiarato che i membri di Hezbollah stanno combattendo in Siria contro estremisti islamici che costituiscono un pericolo per il Libano. E' la prima volta che il leader conferma pubblicamente che i suoi uomini stanno combattendo in Siria. Ha detto che decine di migliaia di estremisti islamici da tutto il mondo sono stati mandati in Siria per combattere il regime, ma Hezbollah invia "pochi" combattenti ed è accusata di intervenire nel conflitto.


Nasrallah ha detto di avere "contattato il presidente siriano Assad e membri dell'opposizione per trovare una soluzione, ma Assad ha accettato, mentre l'opposizione ha detto no". "I Takfiri (cioè I 'fanatici religiosi', ndr) sono la componente prevalente nell'opposizione", ha sostenuto Nasrallah, accusando gli Usa di sostenerli. "Parte dell'opposizione all'estero ha una visione ed è pronta al dialogo, mentre altri lavorano agli ordini del Pentagono". Hezbollah "non può rimanere fermo", ma deve aiutare la Siria che è il suo "principale sostenitore": "se la Siria cade nelle mani dei fanatici religiosi (gli insorti Takfiri) e degli Usa, Israele entrerà in Libano".
[fonte rep.ca]

Commenti

Post popolari in questo blog

E se vivessimo in un universo che è un’illusione?

24 novembre 2010 - [I cerchi nel grano indicano questa data]

MAPPA DEI VULCANI ATTIVI NEL MONDO