Sistema idrico terrestre irrimediabilmente modificato, azione dell'uomo uccide il pianeta


In media, negli ultimi 130 anni, l'uomo ha costruito una grande diga ogni giorno, e questo è solo uno dei modi in cui il sistema idrico del pianeta è stato irrimediabilmente modificato. Il calcolo è del Global Water System Project (Gswp), che riunisce i principali esperti del mondo, secondo cui ormai si può parlare di “Antropocene”, ossia di un'era in cui i cambiamenti provocati dall'uomo sono profondi quanto quelli ad esempio di un'era glaciale. “La lista delle attività umane che hanno impattato sul pianeta è lunga e importante - afferma Anik Bhadur, uno degli organizzatori della conferenza 'Water in the Anthropocene', che si tiene a Bonn - l'uso della parola Antropocene sottolinea che le attività umane hanno effetti sul futuro di tutte le specie viventi, compresa la nostra”.

Così l'uomo modifica e distrugge il pianeta - Diversi sono i dati che spiegano le dimensioni dell'impatto umano sottolineati dai ricercatori, che durante la conferenza discutono dei metodi migliori per la gestione futura delle risorse idriche del pianeta. Gli allevamenti nel mondo, ad esempio, coprono un'area pari all'Africa, mentre le terre coltivate una pari al Sud America. Due terzi dei delta dei fiumi mondiali si stanno ritirando, alcuni a un tasso quattro volte maggiore rispetto all'innalzamento delle acque. O ancora i sedimenti e le rocce mosse dall'uomo hanno superato quelli normalmente erosi da aria, acqua e ghiaccio. “Le preoccupazioni ormai vanno oltre quelle 'classiche' sull'acqua potabile e i servizi igienici - spiega Claudia Pahl-Wostl, un altro degli organizzatori - lo stress idrico del pianeta è a tutti i livelli, una situazione che presenta costi e pericoli altissimi”.
[fonte tiscali]

Commenti

Post popolari in questo blog

24 novembre 2010 - [I cerchi nel grano indicano questa data]

E se vivessimo in un universo che è un’illusione?

MAPPA DEI VULCANI ATTIVI NEL MONDO