Virus transgenici possono provocare cancro e leucemia

Il cibo OGM, contenendo retro-virus transgenici, può provocare tumori maligni come il cancro o la leucemia.

I virus transgenici con cui oggi si fanno gli Organismi Geneticamente Modificati (O.G.M.) entrano nel DNA della pianta, modificandola in maniera a noi sconosciuta. Questi virus dovrebbero restare latenti, ma nulla può escludere che possano anche riattivarsi in maniera analoga ai ben noti virus tumorali a RNA (Oncornavirus) o come i virus tumorali a DNA (entrambi induttori di leucemie, sarcomi, carcinomi, gliomi.

Questi virus possono anche essere portatori di malattie nuove o di malattie abbastanza simili a ben note sindromi purtroppo ancora poco comprese nella loro dinamica: AIDS, Mucca Pazza, etc…(Gli OGM sono presenti non solo nei prodotti per l’alimentazione umana, ma anche nei mangimi per animali – n.d.r.), e di cui è ancora molto vaga l’origine (forse virus trangenici ?)
Il cibo OGM, contenendo retro-virus transgenici, può provocare tumori maligni come il cancro o la leucemia.

E’ ben noto che il CaMV (Virus del Mosaico del Cavolfiore) è usato oggi per guidare la replicazione di retrovirus introdotti nelle piante dalle Multinazionali OGM per modificare il DNA delle piante (piante OGM). L’utilizzo di questo particolare virus dalle Multinazionali OGM per modificare geneticamente le piante è dovuto ai particolari promoters (“motori” di attivazione genetica) contenuti in esso.

Il promoter CaMV è il preferito fra tutti i promoters impiegati dalle Multinazionali OGM per modificare le piante, perché non è influenzato dalle diverse condizioni dei tipi di tessuto cellulare vegetale, e dove ha così modo di agire. Purtroppo, esso è in grado di penetrare e di replicarsi anche nelle cellule degli animali, comprese quelle dei mammiferi e anche quelle umane, come ben dimostrato dal lavoro di Vlasak, del 2003.

Il grande e rischioso azzardo dell’utilizzo del CaMV in piante da utilizzare per l’alimentazione animale e/o umana è caratterizzato dalla ricombinazione genetica dei cromosomi (DNA) delle piante, ma questo determina la possibile ricombinazione dello stesso promoter CaMV anche con il DNA dell’animale o della persona che ha ingerito il frutto, la verdura, la pasta o la soia OGM e contenenti appunto tali para-retrovirus artificiali.

Nella ricombinazione genetica, i virus possono anche incorporare dei geni cellulari presenti nella pianta o nell’animale che si è nutrito precedentemente di tale pianta OGM, per passare poi all’uomo (che si era nutrito dell’animale), con effetti genetici assolutamente sconosciuti. Una delle conseguenze più probabili è l’insorgenza di cancri e di leucemie. Un’altra conseguenza è quella delle modificazioni genetiche sulla discendenza.

Di studi ed esperimenti che confermano quanto detto ce ne sono tanti. Altri esempi di cosa possono causare alla salute semi e cibi transgenici potete trovarli nell’eBook gratuito “DOSSIER OGM: Pericoli e danni causati da semi e cibi transgenici” che potete scaricare dal link qui sotto:

Download gratuito “DOSSIER OGM: Pericoli e danni causati da semi e cibi transgenici
[fonte laviadiuscita]

Commenti

Post popolari in questo blog

E se vivessimo in un universo che è un’illusione?

24 novembre 2010 - [I cerchi nel grano indicano questa data]

MAPPA DEI VULCANI ATTIVI NEL MONDO