Bannati da R.L.I. su Facebook? I comportamenti sui nostri social

R.L.I. ha più volte riportato sui propri social lo scopo informativo e le fonti associate. In sintesi vogliamo ricordare che (tranne alcuni casi) gli articoli che trovate replicati sono appartenenti ad altre fonti.

Nel caso di facebook (ultimamente anche youtube) una volta replicata una notizia trovata sul web (con tanto di fonte allegata) siamo bersagliati da cori razzisti con offese derivate dall’ignoranza più pura mai vista. Gente che pur di attaccarci non legge gli articoli, vede solo l’immagine e trae conclusioni idiote e fuori luogo. Gente che crede siamo noi gli artefici di articoli. Gente che crede di dettare leggi sui social. Gente IGNORANTE.

Il nostro rimedio (ultimamente, immediato) è “bannare” l’intruso e i suoi seguaci. Questo permette agli altri (la maggioranza) di non essere infastidita. 

Noi siamo razzisti? SI! Ma, razzisti contro l’ignoranza e la maleducazione (senza confini).

Non permettiamo più a nessuno di commentare (senza la dovuta educazione e “tatto” ) i nostri articoli. Continuate pure con le false segnalazioni, chi le controllerà si troverà solo da confermare che siete degli idioti. Ringraziamo tutti gli altri e ci scusiamo di questo post (nella speranza che resti nella mente del disturbatore & troll) atto alla spiegazione ufficiale dei nostri comportamenti sui social network. 

Rinnoviamo l’invito a chi non la pensa come noi, di abbandonare l’idea di amicizia virtuale, eliminandoci dal proprio canale, prima che lo facciamo noi.
[redazione r.l.i.]

Commenti

Post popolari in questo blog

24 novembre 2010 - [I cerchi nel grano indicano questa data]

E se vivessimo in un universo che è un’illusione?

MAPPA DEI VULCANI ATTIVI NEL MONDO