Laghi di Titano privi di onde a causa del vento troppo debole

Titano è una luna di Saturno con un paesaggio estremamente simile a quello terrestre: isole, laghi, mari, anche se, vista la sua temperatura di oltre -200 gradi sottozero, questa umidità non proviene dall’acqua ma, si pensa, da una miscela di metano, etano e altri idrocarburi. Quello che però ha lasciato interdetti gli scienziati è il fatto che su Titano, stando alle osservazioni della sonda Cassini della Nasa e della Huygens dell’Esa, non ci sono onde, per via dei venti troppo deboli. 

I laghi sono perfettamente lisci, non ci sono onde di nemmeno pochi millimetri. Tutto questo perchè su Titano ci sono vento e forza di gravità diciassette volte minore di quella terrestre, che offrirebbe quindi poca resistenza al moto ondoso. Una risposta potrebbe ora arrivare da uno studio di Alex Hayes e colleghi della Cornell University, pubblicato su ‘Icarus‘, che hanno calcolato quanto dovrebbe essere forte il vento su questo satellite per formare delle onde. Tenendo conto di viscosità, gravità, densità atmosferica e altri fattori, sono arrivati al valore di 1-2 miglia orarie. Dunque, su Titano potrebbe esserci un vento troppo debole, soprattutto durante il suo inverno, quando l’aria pesante è troppo fredda. Secondo i modelli climatici, tuttavia, ci staremmo avvicinando a un solstizio estivo, nel 2017, che potrebbe essere abbastanza caldo da creare venti sufficientemente forti: la sonda Cassini dovrebbe dunque essere in grado di individuare le onde lacustri tramite la riflessione delle onde radar. Le onde possono poi fornire informazioni sulle caratteristiche chimiche dei fluidi che le generano e sul clima del satellite.
[fonte meteoweb]

Commenti

Post popolari in questo blog

24 novembre 2010 - [I cerchi nel grano indicano questa data]

E se vivessimo in un universo che è un’illusione?

MAPPA DEI VULCANI ATTIVI NEL MONDO