I mammut si estinsero per il caldo: uno studio scagiona i cacciatori preistorici

Secondo una ricerca della Royal Society di Londra fu l'aumento delle temperature ad uccidere gli antenati degli elefanti. Secondo gli studiosi l'habitat dove vivevano gli animali non era sostenibile per gli esseri umani. Ma riscaldandosi divenne letale per altre specie.

Fu il cambiamento climatico a provocare l'estinzione dei mammut e non i cacciatori umani. Secondo una ricerca della Royal Society di Londra, l'aumento delle temperature dopo l'era glaciale fu letale per la sopravvivenza della specie. Dall'analisi del Dna di 88 esemplari di ossa e denti, conservati nei ghiacci di America e Eurasia settentrionale, i ricercatori sono riusciti a creare un albero genealogico della grande famiglia dei mammut che copre 200.000 anni di preistoria. 

Per gli studiosi britannici, durante le ere interglaciali, cioè nei circa 120.000 anni di riscaldamento prima e dopo le ere glaciali, questi animali subirono due gravi cali demografici. Il primo aumento delle temperature causò il declino della popolazione dell'animale preistorico e l'emergere di un nuovo tipo di mammut nell'Europa occidentale. Il ritorno del freddo, nell'era del Tardo Pleistocene, riportò i mammut alla loro diffusione originaria, ma successivamente le temperature ricominciarono a salire, e gli enormi animali subirono una nuova decimazione. Fino ad estinguersi definitivamente circa 20.000 anni fa, 6mila in più di quanto si era pensato finora.  

Sembrerebbe dunque scagionata l'ipotesi di un'estinzione provocata dalla caccia intensiva da parte degli uomini. Secondo lo studio pubblicato sulla rivista "Proceeding of the royal society", l'habitat dei grandi elefanti preistorici era troppo freddo, insostenibile per gli esseri umani. Che a quelle temperature non potevano sopravvivere, e meno che mai impegnarsi in attività di caccia. C'è anche un riscontro: i nuovi risultati compiuti su 300 campioni di resti di mammut di diverse epoche conferma una simulazione al computer fatta da studiosi dell'università di Durham.
[fonte rep.ca]

Commenti

Post popolari in questo blog

24 novembre 2010 - [I cerchi nel grano indicano questa data]

E se vivessimo in un universo che è un’illusione?

MAPPA DEI VULCANI ATTIVI NEL MONDO