Ostriche, non solo cibo di lusso - A New York salvano l'ambiente

Sul fiume Bronx stanno mettendo a punto una barriera di 100mila molluschi per ripristinare l'ecosistema del corso d'acqua e abbattere l'inquinamento dell'area.

A New York, e non solo, le ostriche sono icona del lusso. Ma si tratta di un mollusco che può dare un contributo alla causa ambientale. Sempre nella Grande Mela. Sul fiume Bronx, per esempio, si sta creando una barriera di 100mila esemplari di ostriche. Lo scopo - scrive il New York Times - è quello di contribuire a ripristinare l'ecosistema e filtrare l'inquinamento nel fiume, che è molto alto. Le ostriche, quindi, non più soltanto emblema dell'upper-class cosmopolita ma vengono utilizzate per un fine decisamente politically-correct.  

"L'idea è stata di un team di ingegneri ambientali", ha raccontato al quotidiano Usa Dennis Suszkowski, direttore scientifico dell'Hudson River Foundation di Lower Manhattan, che sovraintende alla realizzazione della barriera del mollusco. "Le ostriche crescendo creano un habitat tridimensionale adatto al ripristino della fauna marina del fiume. Quella che un tempo esisteva in questo corso d'acqua." La NY/NJ Baykeeper, associazione no-profit, che ha come obiettivo di proteggere e restaurare la foce dell'Hudson, fiume che si snoda per 510 km principalmente nello Stato di New York, ha reclutato volontari per la realizzazione della barriera. Assieme all'Hudson River Foundation ha creato un gruppo con agenzie e organizzazioni scientifiche che testano l'efficacia della "barriera del lusso" in tre punti della città: il Bronx River, la Jamaica Bay e il Great Kills a Staten Island.

I molluschi saranno utili a tutti gli abitanti della Grande mela, senza divisioni di classe e di colore. Non saranno più solo ad appannaggio delle cene dei multi-milionari con loft a Manhattan ma saranno utilizzate per la protezione dell'ecosistema della città-simbolo del melting-pot.
[fonte rep.ca]

Commenti

Post popolari in questo blog

24 novembre 2010 - [I cerchi nel grano indicano questa data]

E se vivessimo in un universo che è un’illusione?

MAPPA DEI VULCANI ATTIVI NEL MONDO