Trovata su Marte una roccia nata in un ambiente ricco d'acqua: è simile alle maugeariti

Si è formata in un ambiente ricco di acqua, la roccia scoperta su Marte da Curiosity, il robot-laboratorio della Nasa al lavoro sulla superficie di Marte dal 6 agosto 2012. La roccia, alla quale la rivista Science dedica la copertina, non somiglia a nessuno degli altri minerali finora trovati sul Pianeta Rosso ed è la prima ad essere stata studiata da Curiosity. Ha forti somiglianze con le rocce terrestri chiamate maugeariti, che si trovano sulle isole oceaniche o nelle fratture continentali. La ricerca è stata condotta da Martin Fisk, geologo marino presso l'università dello Stato dell'Oregon e membro del gruppo scientifico di Curiosity. La roccia è stata battezzata dalla Nasa "Jake M." in onore dell'ingegnere Jake Matijevic deceduto pochi giorni dopo l'arrivo su Marte di Curiosity sul quale aveva lavorato. Era già stata notata per la sua strana forma a piramide.

Le altre pietre analizzate su Marte sono molto diverse - "Sulla Terra abbiamo una buona idea di come si formano le maugeariti", spiega Fisk che è anche co-autore di tutti e tre gli articoli dedicati a Marte pubblicati su Science. "Si inizia con il magma in profondità all'interno della Terra, che cristallizza in presenza di 1-2 % di acqua - ha spiegato - e che, dopo una serie di processi, arriva sulla superficie attraverso eruzioni vulcaniche''. Per Fisck "Jake M. è significativa perché ci fa supporre che l'interno di Marte sia composto da aree con differenti composizioni, non miscelate bene tra loro. Forse - ha concluso - Marte non si è mai omogeneizzato come ha fatto la Terra attraverso le sue placche tettoniche e i processi di convezione''.
[fonte tiscali]

Commenti

Post popolari in questo blog

24 novembre 2010 - [I cerchi nel grano indicano questa data]

E se vivessimo in un universo che è un’illusione?

MAPPA DEI VULCANI ATTIVI NEL MONDO