Un Grand Canyon sotto i ghiacci - è lungo 750 chilometri

Sotto i ghiacci della Groenlandia c'è un canyon grande quanto il Grand Canyon che si trova in Arizona. E' descritto sulla rivista Science da un gruppo di ricerca internazionale del quale fa parte l’italiano Giorgio Spada, dell'univesità di Urbino.

Coperto dal ghiaccio da milioni di anni, il canyon della Groenalndia è lungo circa 750 chilometri e raggiunge una profondità di 800 metri. Come quello dell’Arizona, ha le caratteristiche di un fiume serpeggiante. In confronto il fiume più lungo del Regno Unito, il Severn, ha una lunghezza di circa 350 chilometri ed è molto meno ampio e profondo.

“Con Google Streetview disponibile a tutti – ha osservato Jonathan Bamber, della Scuola di Scienze Geografiche di Bristol e principale autore dello studio - siamo abituati a pensare che possediamo le mappe digitali di tutto il mondo e quindi potremmo supporre che la Terra sia stata esplorata e mappata. Noi abbiamo dimostrato che invece c’è ancora molto da scoprire''.

I ricercatori hanno analizzato centinaia di chilometri di dati raccolti per decenni dai radar della Nasa per ricostruire il paesaggio nascosto dai ghiacci. A determinate frequenze, il ghiaccio è trasparente alle onde radio, che lo attraversano facendo rimbalzare il segnale quando questo incontra la roccia. Analizzando tutti i dati radar in modo coerente, i ricercatori hanno scoperto il canyon formato da uno strato roccioso che si estende dal centro dell'isola e termina alla sua estremità settentrionale in un profondo fiordo collegato al Mar Glaciale Artico. 
Alcuni dei dati utilizzati nello studio provengono da una operazione della Nasa chiamata ‘ponte di ghiaccio’ durata sei anni, che si è rivelata essere la più grande indagine aerea che abbia mai volato riguardante il ghiaccio polare terrestre. "Una scoperta di questa natura – dice David Vaughan, coordinatore del British Antarctic Survey - indica che la Terra non ha ancora rinunciato a tutti i suoi segreti. Un canyon di 750 chilometri conservato sotto il ghiaccio per milioni di anni è una scoperta di per sé mozzafiato, ma questa ricerca è importante anche per migliorare la nostra comprensione del passato della Groenlandia. Lo strato di ghiaccio di questa zona contribuisce all'innalzamento del livello del mare e questo lavoro può aiutarci a mettere in corso dei cambiamenti contestuali."
[fonte ansa]

Commenti

Post popolari in questo blog

E se vivessimo in un universo che è un’illusione?

24 novembre 2010 - [I cerchi nel grano indicano questa data]

MAPPA DEI VULCANI ATTIVI NEL MONDO