Dal Giappone l’elisir di lunga vita

L’estratto di una pianta asiatica, secondo uno scienziato giapponese, racchiude il segreto della longevità: motivo per cui la popolazione di Okinawa ha goduto per decenni di uno dei più lunghi tassi di aspettativa di vita in tutto il mondo.

La popolazione di Okinawa è tra le più longeve al mondo. Ma qual è il suo segreto? 

Secondo lo scienziato è racchiuso in una pianta asiatica spontanea che fa parte della dieta tradizionale, conosciuta in Giappone con il nome di “Getto”, ma anche come Shell Ginger (dato che appartiene alla stessa famiglia dello zenzero, le Zingiberaceae), e il cui nome botanico è Alpinia zerumbet.

Questa pianta, a detta del dott. Shinkichi Tawada, professore della facoltà di Agraria dell’Università di Ryukyu, è in grado di prolungare di ben un quinto l’aspettativa di vita.
«La popolazione di Okinawa – spiega Tawada – ha goduto per decenni uno dei più lunghi tassi di aspettativa di vita in tutto il mondo, e credo che la ragione di questo deve trovarsi negli ingredienti della dieta tradizionale».

Lo studio condotto dal prof. Tawada è durato la bellezza di 20 anni; periodo in cui il ricercatore ha  condotto una serie di ricerche ed esperimenti.

In uno di questi esperimenti condotto di recente sui vermi, quelli nutriti con una dieta giornaliera a base di Getto hanno vissuto in media il 22,6% più a lungo rispetto a quelli del gruppo di controllo.
Motivo dei grandi benefici apportati da questa pianta sarebbe il noto antiossidante resveratrolo, conosciuto in Occidente per essere un componente dell’uva rossa.

Lungi dal sapere che questo elemento fosse proprio contenuto nelle foglie della pianta, le popolazioni di Okinawa hanno da sempre consumato questo cibo sapendo che era in qualche modo salutare.
«Tradizionalmente – sottolinea Tawada – gli abitanti di Okinawa hanno sempre pensato che il Muchi [Muuchii], un piatto che si mangia in inverno, che comprende pasta di riso avvolta in una foglia di Getto, può proteggere da raffreddori e infondere energia».

La popolazione di Okinawa però sta pian piano perdendo il proprio primato di longevità, “grazie” al modello di vita occidentale che ha riempito la capitale di fast-food con i loro cibi spazzatura.
«Oggi, la gente mangia troppo fast food – commenta Tawada – L’aspettativa di vita sta calando. E’ ora di ristabilire il contatto con le tradizioni culinarie della regione».

I fan del Getto tuttavia non demordono e sono in molti a ritenere che un infuso di questa pianta abbia la capacità di ringiovanire tutto l’organismo, così come anche contrastare le rughe.
Il Getto attualmente è utilizzato nella produzione di cosmetici, ma secondo lo scienziato questa pianta ha un grande potenziale anche in campo medico.
[fonte lastampa]

Commenti

Post popolari in questo blog

E se vivessimo in un universo che è un’illusione?

24 novembre 2010 - [I cerchi nel grano indicano questa data]

MAPPA DEI VULCANI ATTIVI NEL MONDO