Un cemento che mangia lo smog: "divora" il 45% dell'inquinamento

Quando si parla di cemento si tende a pensare ad esso come uno dei peggiori nemici dell’ambiente. Non sempre tuttavia l’associazione è corretta. Un’equipe di ricercatori dell’Università di Tecnologia di Eindhoven, in Olanda, ha testato sul campo un nuovo tipo di cemento che sembrerebbe avere tutte le carte in regola per diventare un ottimo alleato della Natura. Il nuovo “calcestruzzo”, trattato con l’ossido di titanio, ha la capacità di catturare l’inquinamento atmosferico, filtrando l’aria e trasformando le particelle potenzialmente pericolose in qualcosa di “meno nocivo”.

I test sono stati condotti nella città di Hengelo - Dopo un anno gli scienziati hanno effettuato delle misurazioni e hanno scoperto che la superficie ricoperta dallo speciale cemento fotocatalitico, è stata in grado di ridurre drasticamente la quantità di ossido di azoto nell’aria (ossia quell’insieme di gas velenosi prodotti dalle automobili) fino al 45% in condizioni meteo ottimali, e comunque anche nella peggiore delle condizioni con una media giornaliera del 19%. I risultati della ricerca, pubblicati sul Journal of Hazaurdos Materials, sono stati giudicati interessanti e utili per migliorare la qualità della vita, soprattutto nelle grandi metropoli assediate dal traffico e dall’inquinamento. Una versione americana del marciapiede anti-smog olandese è già stata adottata in alcuni parcheggi di Chicago anche se, negli Usa come in Olanda, il problema maggiore per un’ampia diffusione di quest’importante scoperta è dato dai costi, finora troppo elevati.

Ma la ricerca italiana è arrivata prima - Il nuovo cemento mangia-smog prodotto in Olanda non è tuttavia l’unico in grado di ridurre gli agenti inquinanti presenti nell’aria. Il primo materiale da pavimentazione al biossido di titanio messo in commercio è stato quello prodotto dalla Italcementi, inserito perfino dalla prestigiosa rivista Time tra le migliori invenzioni del 2008.
[fonte tiscali]

Commenti

Post popolari in questo blog

24 novembre 2010 - [I cerchi nel grano indicano questa data]

E se vivessimo in un universo che è un’illusione?

MAPPA DEI VULCANI ATTIVI NEL MONDO