I pianeti delle dimensioni della Terra possono sostenere la vita anche se si trovano dieci volte più lontani dalle stelle

Pianeti precedentemente considerate inabitabili possono essere in grado di sostenere la vita secondo la ricerca presso l’Università di Aberdeen Un nuovo documento pubblicato su Planetary and Space Science sostiene che i  pianeti rocciosi freddi precedentemente considerati inabitabili possono effettivamente essere in grado di sostenere la vita sotto la superficie.

Il team, che comprendeva studiosi dell’Università di St Andrews, sfida la teoria tradizionale della ‘zona abitabile’ – cioè l’area di spazio intorno ad una stella,  che può sostenere la vita – non tenendo conto che la vita può trovarsi in profondità sotto la terra. “La zona abitabile tradizionale è anche conosciuta come la zona di Goldilocks”, spiega il dottorando Sean McMahon. ”Un pianeta deve essere non troppo vicino al suo sole ma anche non troppo lontano per l’ acqua liquida  persistere, invece di evaporare o congelare, sulla superficie. «Ma questa teoria non tiene conto della vita che può esistere sotto la superficie di un pianeta Quando si va in profondità sotto la superficie di un pianeta, la temperatura aumenta, e una volta che si arriva fino ad una temperatura in cui l’acqua liquida può esistere -. Vita può esistere anche lì . ” Il gruppo ha creato un modello computerizzato che stima la temperatura sotto la superficie di un pianeta di una data dimensione, ad una certa distanza dalla sua stella. “La vita sulla Terra si trova a 5,3 chilometri sotto la superficie, ma ci potrebbe essere vita anche 10 km di profondità in luoghi sulla Terra che non sono ancora stati perforati. “Utilizzando il nostro modello di computer abbiamo scoperto che la zona abitabile di un pianeta simile alla Terra che orbita intorno a una stella simile al Sole è circa tre volte più grande se si includono i primi cinque chilometri sotto la superficie del pianeta. “Il modello mostra che l’acqua liquida, e come tale la vita, potrebbero sopravvivere a cinque chilometri sotto la superficie terrestre, anche se la Terra sarebbe stata tre volte più lontano dal Sole di quanto lo sia in questo momento. “Se andiamo in profondità, e consideriamo i primi 10 chilometri sotto la superficie terrestre, quindi la zona abitabile di un pianeta simile alla Terra è 14 volte più ampia.” L’attuale zona abitabile del nostro sistema solare si estende fino a Marte, ma questa zona abitabile ri-disegnata vedrebbe la zona  oltre Giove e Saturno. I risultati suggeriscono anche che molti dei cosiddetti pianeti “canaglia” alla deriva in giro in completa oscurità potrebbe effettivamente essere abitabili. I pianeti rocciosi un paio di volte più grandi della Terra potrebbero sostenere acqua liquida a circa 5 km sotto la superficie, anche nello spazio interstellare (cioè molto lontano da una stella), anche se non hanno l’atmosfera, perché più grande è il pianeta, di più  ilè calore generato internamente. “È stato suggerito che il pianeta Gliese 581 d, che si  trova a 20 anni luce dalla Terra nella costellazione della Bilancia, può essere troppo freddo per esserci acqua liquida in superficie. Tuttavia, il nostro modello suggerisce che è molto probabile che sia in grado di sostenere acqua liquida a meno di 2 km sotto la superficie, assumendo che sia simile alla Terra. ” Il significato del sottosuolo è ulteriormente illustrata da un altro documento pubblicato dallo stesso team che suggerisce  che ci potrebbe essere più vita sotto la superficie dei continenti della Terra che al di sotto del fondale marino. McMahon spera che gli studi incoraggeranno altri ricercatori a considerare come la vita su altri pianeti potrebbe essere rilevata. “I risultati suggeriscono che la vita si può verificare molto più comunemente nelle profondità pianeti e lune che sulla loro superficie. Ciò significa che forse vale la pena ricercare segni di vita al di fuori delle zone abitabili convenzionali. Spero che gli scienziati studieranno i modi in cui la vita sotto la forza di superficie può essere rivelata. “Le superfici rocciose di pianeti e lune che conosciamo non sono come la Terra. Sono tipicamente fredde e sterile senza atmosfera o un atmosfera molto sottile o addirittura corrosiva. Andando sotto la superficie c’è una protezione a tutta una serie di condizioni spiacevoli sulla superficie. Così il sottosuolo zona abitabile può rivelarsi molto importante. La Terra potrebbe anche avere la particolarità di avere vita sulla superficie . “
[fonte phys.org - pianetablunews]

Commenti

Post popolari in questo blog

24 novembre 2010 - [I cerchi nel grano indicano questa data]

E se vivessimo in un universo che è un’illusione?

MAPPA DEI VULCANI ATTIVI NEL MONDO