Le bevande dietetiche possono metterci all’ingrasso

Le bevande a basso contenuto calorico, secondo un nuovo studio aumenterebbero il senso di fame, portando a un maggior rischio di sovrappeso e obesità.

Non è facile tenere sotto controllo il peso, soprattutto nelle persone predisposte. Spesso perciò ci si affida all’ausilio di cibi o bevande dietetici, ossia edulcorati con dolcificanti artificiali. Sarebbero queste ultime, quelle che alcuni studiosi “incriminano” di far aumentare il senso di fame. 

«I bevitori di bevande dietetiche, che sono in sovrappeso o obesi, mangiano più cibo solido durante il giorno rispetto alle persone in sovrappeso e obese che bevono bevande zuccherate», spiega la prof.ssa Sara Bleich della Johns Hopkins University. Questo è ciò che suggerisce in seguito a uno studio da lei condotto e appena pubblicato sull’American Journal of Public Health.

Secondo la Bleich ciò accade perché i dolcificanti artificiali comunemente usati nelle bevande dietetiche alterano i sensori di rilevazione dei dolci a livello cerebrale.
«Se si consumano dolcificanti artificiali, il cervello ritiene di essere meno sazio e di conseguenza si mangia di più», sottolinea Bleich.

Tuttavia, l’American Beverage Association, il gruppo commerciale che rappresenta i produttori di bevande non è d’accordo con tali conclusioni.
«Le bevande dietetiche hanno dimostrato di essere uno strumento efficace come parte di un piano complessivo di gestione del peso – scrive l’Associazione in un comunicato pubblicato sul proprio sito web – Numerosi studi hanno ripetutamente dimostrato i benefici delle bevande dietetiche come dolcificanti ipocalorici, che sono presenti in migliaia di alimenti e bevande per contribuire a ridurre l’apporto calorico».

Secondo, l’Associazione, inoltre, gli alimenti dietetici contribuiscono a bilanciare le calorie totali, mentre lo studio in questione, a loro avviso, è stato troppo breve per arrivare a simili conclusioni.
La ricerca in realtà ha coinvolto 24mila adulti americani e ha anche dimostrato come il meccanismo non sembra funzionare negli adulti di peso normale: se loro bevono bevande dolcificate artificialmente non aumenta il senso di fame, come invece accade in coloro che sono in sovrappeso.

Lo studio, finanziato dal Cuore US National, Lung, e il Blood Institute, ha scelto di utilizzare le informazioni acquisite nel 1999-2010 dal National Health and Nutrition Examination Survey, che aveva chiesto quali erano le abitudini alimentari nelle precedenti 24 ore. 
Da questi dati è emerso che le persone obese bevono il doppio delle bevande gassate e dolcificate (soda) delle persone normopeso. In cifre: l’11% delle persone di peso normale, il 19% delle persone in sovrappeso e ben il 22% delle persone obese. Queste ultime, dopo aver bevuto bevande dietetiche, consumano circa 200 calorie in più al giorno.

Tra i limiti dello studio vi sarebbero i dati relativi all’assunzione di tali cibi, informazione che è stata auto-riferita: per cui non verificata.

Secondo alcuni esperti e nutrizionisti, affidarsi a dati autoriferiti non è attendibile, soprattutto se si tiene conto che è stato dimostrato come le persone di peso normale e quelle obese abbiano diversi livelli di accuratezza nel riportare informazioni circa la propria dieta. E sia studi su modello animale che sull’uomo hanno mostrato come il cervello risponde in maniera diversa quando si assumano bevande edulcorate o zuccherate.

L’ideale è una continua ricerca che possa far chiarezza una volta per tutte, ma ciò su cui tutti gli esperti sono d’accordo è che la bevanda migliore di tutte rimane sempre l’acqua.Indubbiamente, più gli alimenti che introduciamo nel nostro organismo sono sani e naturali meglio è. E gli edulcoranti, per quanto ben fatti, in genere non lo sono.
[fonte lastampa]

Commenti

Post popolari in questo blog

E se vivessimo in un universo che è un’illusione?

24 novembre 2010 - [I cerchi nel grano indicano questa data]

MAPPA DEI VULCANI ATTIVI NEL MONDO