Windows XP in pensione, attenzione ai bancomat

8 aprile 2014. Questa è la data in cui Microsoft chiuderà il ciclo di vita dell'amatissimo Windows XP. Non verranno più forniti, cioè, aggiornamenti o patch tramite Windows Update, rendendolo un sistema operativo a rischio, e non ci sarà più alcun supporto tecnico.

Certo, la casa di Redmond continuerà ad aggiornare il suo anti-malware (fino a luglio 2015), ma la notizia non placa le preoccupazioni di chi ancora utilizza il vecchio sistema operativo. Tra i quali, le banche.

Il 95% dei bancomat del pianeta, infatti, utilizza Windows XP, e se Microsoft cessa del tutto il supporto, sia come consulenza che come aggiornamento dei file, potrebbe essere (anche se l'ipotesi è abbastanza remota, dal momento che le infrastrutture delle reti bancarie dovrebbero essere tra le più impenetrabili) a rischio di attacchi hacker che potrebbero scoprire altre falle ad oggi sconosciute.

Negli USA stanno correndo ai ripari. Una parte (si stima il 15%) dei 420.000 bancomat presenti nel territorio americano passerà a Windows 7 entro la scadenza di aprile. Per gli altri, il solo upgrade software sarà alquanto problematico e richiederà invece un vero e proprio aggiornamento hardware (sostituzione integrale dei PC).

In Italia non è ancora ben chiaro come si muoveranno le banche nostrane. Aspetteranno un programma di incentivazione all'upgrade da parte di Microsoft oppure stanno già correndo ai ripari? 
[fonte tiscali]

Commenti

Post popolari in questo blog

24 novembre 2010 - [I cerchi nel grano indicano questa data]

E se vivessimo in un universo che è un’illusione?

MAPPA DEI VULCANI ATTIVI NEL MONDO