Arrivano 5 asteroidi in 4 giorni

Ben cinque asteroidi visiteranno la Terra nei prossimi quattro giorni, ma tutti si terranno ad una distanza di sicurezza senza che il nostro pianeta corra alcun rischio. ''La statistica dei passaggi ravvicinati alla Terra è sempre la stessa, ma adesso abbiamo strumenti più raffinati che permettono di vedere anche gli asteroidi più piccoli, che prima sfuggivano ai telescopi'', rileva l'astrofisica Gianluca Masi, responsabile del Virtual Telescope e coordinatore scientifico del Planetario di Roma.

Il primo asteroide (13.03/2014) in arrivo si chiama 2014 DU22, ha un diametro stimato di circa 40 metri e alle 19.51 italiane raggiungerà la distanza minima di 3 milioni di chilometri (pari a 7,87 la distanza fra Terra e Luna), muovendosi con una velocità relativa rispetto alla Terra di 13.5 chilometri al secondo. 

Dopo poche ore, alle 2.39 italiane, si avvicinerà anche 2014 EP12, dal diametro di circa 35 metri, che raggiungerà la distanza minima di 1.1 milioni di chilometri (pari a 2,9 la distanza fra Terra e Luna) muovendosi alla velocità relativa di 9.9 chilometri al secondo.

Il terzo, 2014 EB25, sarà visibile solo dall'emisfero australe. Ha diametro stimato sui 15 metri e raggiungerà la distanza minima di 1.0 milioni di chilometri (2.72 distanze lunari) alle ore 10.58 italiane.
Alle 6,00 del mattino del 15 marzo sarà la volta di 2014 EM, del diametro stimato sui 40 metri, che raggiungerà la distanza minima di 1.6 milioni di chilometri (4.3 distanze lunari) con una velocità relativa di 11.6 chilometri al secondo.

Il 18 marzo, alle 02.03 italiane, è previsto il passaggio di 2014 EY24, dal diametro di circa 70 metri, che raggiungerà la distanza minima di 3.2 milioni di chilometri (8.4 distanze lunari) con una velocità relativa di 7.9 chilometri al secondo.

Gli asteroidi che, come questi, si avvicinano al nostro pianeta entro il raggio di dieci volte la distanza fra Terra e Luna sono riuniti nel primo portale dedicato a questi oggetti potenzialmente minacciosi. Si chiama ''Asteroid Live'' ed è un servizio del Virtual Telescope dal quale è possibile accedere a immagini, dati e 'appuntamenti in diretta' degli asteroidi vicini alla Terra.
[fonte ansa]

Commenti

Post popolari in questo blog

24 novembre 2010 - [I cerchi nel grano indicano questa data]

E se vivessimo in un universo che è un’illusione?

MAPPA DEI VULCANI ATTIVI NEL MONDO