Post

Visualizzazione dei post da Aprile, 2014

Progetto Ue realizza il primo cherosene solare al mondo

Immagine
Un progetto di ricerca finanziato dall'Ue, Solar-jet, ha creato il primo carboturbo "solare" del mondo, a partire da acqua e anidride carbonica. Per la prima volta i ricercatori sono riusciti a realizzare l'intera catena di produzione di cherosene rinnovabile a base di luce concentrata come fonte di energia ad alta temperatura.
Il progetto è ancora in fase sperimentale: finora si è prodotto un bicchiere di carboturbo in condizioni di laboratorio avvalendosi di luce solare simulata; i risultati fanno tuttavia sperare che in futuro sia possibile produrre idrocarburi liquidi a partire da luce solare, acqua e CO2.
"Questa tecnologia - afferma la commissaria europea per Ricerca innovazione e scienza Máire Geoghegan-Quinn - significa che un giorno potremmo produrre carburante pulito e in abbondanza per aerei, automobili e altri mezzi di trasporto, contribuendo aanche a trasformare il CO2, uno dei principali gas responsabili del riscaldamento globale, in una risorsa u…

Creare cunicoli spazio-temporali (wormholes) per viaggiare nello spazio

Immagine
Una singolare ricerca apparsa sulla rivista Physical Review D potrebbe riaprire la possibilità di realizzare dei cunicoli spazio-temporali – i cosiddetti wormhole. Una singolare ricerca apparsa sulla rivista Physical Review D potrebbe riaprire la possibilità di realizzare dei cunicoli spazio-temporali – i cosiddetti wormhole – attraverso il tessuto dello spazio-tempo, per permettere eventuali viaggi interstellari senza dover sottostare alle limitazioni della velocità della luce. Naturalmente si tratta di una pura teoria fisica che non permetterà di costruire wormhole, bensì cerca di spiegare l’esistenza innegabile dell’energia oscura attraverso un’audace modifica alla teoria della relatività generale di Einstein.
Una possibile estensione alla gravità di Einstein potrebbe infatti spiegare la presenza di questa strana forza e – come effetto secondario – potrebbe fornire una concreta possibilità di creare wormhole stabili per navigare rapidamente attraverso il cosmo.
Ma c’è qualche gros…

Ciliegia: un frutto coloratissimo, gustoso e “anti-spreco” dalle incredibili virtù salutari

Immagine
Il ciliegio dolce, il cui nome scientifico è Prunus avium, chiamato anche “ciliegio degli uccelli” o “ciliegio selvaggio”, è un albero appartenente alla famiglia delle Rosacee, originario dell’Europa (dalle Isole Britanniche fino alla Russa) e del Medio Oriente, che dà due varietà di prodotti: le duracine, dalla polpa più soda ,e le tenerine, dalla polpa più morbida. Dello stesso genere (Prunus), fa parte anche il Prunus Cerasus; amareno, amarasco o ciliegio visciolo, che dà invece come frutti amarene, marasche e visciole. Le ciliegie, dal latino Cerasus, dal greco Keraros, piccoli frutti dal colore variabile, tra il giallo e il rosso scurissimo, quasi nero, dal sapore dolce con retrogusto acidulo e dalla tipica forma sferica, sono molto diuretiche e antiuriche, quindi fortemente consigliate a chi vuole intraprendere una breve dieta depurativa che aiuta a disintossicare il corpo ed eliminare le tossine.
Il frutto fresco, consumato a digiuno (25 ciliegie al giorno e acqua a volontà), …

Dalle tonsille all'appendicite: addio bisturi, basta una pillola

Immagine
Intere generazioni passate sotto i ferri. Oggi si fanno interventi meno invasivi. "Farmaci mirati al posto del chirurgo.
Fino agli anni Ottanta era lo spettro delle famiglie. Una colica notturna, la corsa in ospedale e la chirurgia di urgenza. Ma non scherzavano nemmeno, come motivo di apprensione, le febbri frequenti con mal di gola seguite dalla visita dall'otorino e infine dall'operazione, il cui buon esito era certificato da grandi scorte di gelato sistemate nel frigo. Oggi le cose sono cambiate: appendicite e tonsille infiammate non fanno più così paura perché capita sempre meno spesso che siano operate. Ci sono nuovi modi di diagnosticarle e curarle. Gli interventi per rimuoverle diventano vintage. La medicina negli ultimi anni ha vissuto una crescita di conoscenze tale da rivoluzionare la chirurgia. In certi casi non si opera più, in altri si fanno interventi molto meno invasivi. Basti pensare a quello per rimuovere la colecisti, ormai quasi sempre in laparoscopia…

Amianto, vietato abbassare la guardia

Immagine
Fornire dati e mappe aggiornate sulla presenza dell'amianto nel territorio italiano, per individuare velocemente i luoghi da bonificare e verificare le responsabilità in caso di malattie: è l'obiettivo del nuovo portale (amianto) creato dall'Osservatorio Nazionale Amianto, grazie al quale dal primo maggio ognuno di noi potrà denunciare i luoghi contaminati, rendendo così la lotta all'asbesto sempre più dura.
Nasce così anche il primo database sulla situazione dell’inquinamento da asbesto, minerale considerato ideale nell'800, perché resistente al calore e usato a costi bassissimi nell'edilizia, nei cantieri navali o per la coibentazione interna. Con l'entrata in vigore nel 1992 della legge 257, l'estrazione, la lavorazione e la vendita dell'amianto è stata poi vietata e avviata la richiesta di bonifica delle zone contaminate. Ma già negli anni 60 la sostanza era stata dichiarata cancerogena.
Il Piano Nazionale Amianto dell'Ona Onlus, da poco pr…

Negli Usa pannelli solari al posto delle strade asfaltate

Immagine
Produrre auto più efficienti e carburanti alternativi sono solo parte della soluzione per risolvere i problemi di trasporto del futuro. Sostituire il manto d'asfalto delle 'highways USA' con pannelli ad energia solare è l'obiettivo, riferisce Gas2, del progetto 'Solar Roadways' che mira alla realizzazione di strade che offrono la possibilità di viaggiare più sicuri e sostenibili. Negli Stati Uniti il progetto ha subito ricevuto un forte sostegno mediatico e un primo finanziamento del Dipartimento dei Trasporti. Un premio che la famiglia titolare di 'Solar Roadways' ha trasformato nel sito 'finanziamento pubblico IndieGoGo' per raccogliere un milione di dollari e continuare il percorso di ricerca. Da un primo 'rendering' che consiste in una simulazione virtuale al computer, al prototipo funzionante di Solar Roadways i fondatori Scott e Julie Brusaw hanno fatto tanta strada.
L'idea è nata nel 2006 - Sfruttando l'energia solare del …

Ecco come sono nati i primi organismi viventi sulla Terra, ricostruito in laboratorio il ‘brodo primordiale’

Immagine
Ricostruito in laboratorio l’antico oceano chiamato anche ‘brodo primordiale’ dove ha avuto origine la prima forma vivente del pianeta Terra. I ricercatori dell’Universita’ britannica di Cambridge, coordinati da Markus Ralser, hanno descritto sulla rivista Molecular Systems Biology il modo in cui possono essersi formati i primi organismi viventi sulla Terra. I ricercatori hanno ricostruito in laboratorio un mare in miniatura ricchissimo di ferro per osservare la nascita spontanea delle reazioni chimiche alla base della vita. 
In particolare hanno osservato la formazione di molecole organiche come lipidi e aminoacidi che sono necessari per formare una delle molecole fondamentali per la vita, l’acido ribonucleico (Rna). Per ricostruire il ‘brodo primordiale’ i ricercatori si sono basati sulla composizione dei sedimenti descritti nella letteratura scientifica. Quindi hanno portato il ‘brodo primordiale’, cosi’ ottenuto, a temperature elevate comprese tra 50 e 90 gradi simili a quelle ch…

I segni della vecchiaia non vanno sottovalutati!

Immagine
Il tremore alle mani, l’incurvatura della schiena e una camminata lenta, sono considerati come segni normali della vecchiaia, in realtà tutto ciò rappresenta molto di più che una semplice manifestazione del passare degli anni. Questi sintomi possono essere un segnale evidente, di un blocco dei piccolo vasi sanguigni che si trovano nel cervello.
Alcuni ricercatori dell’Università di Chicago sostengono che quelli che vengono interpretati come i normali segni dell’avanzamento di età, sono in realtà il segnale di problemi differenti.
L’invecchiamento viene spesso associato a sintomi ben precisi che sembrano essere dei segni normali che evidenziano come il nostro corpo reagisce al passare degli anni. “Questi sintomi,” affermano i ricercatori che si sono occupati di un’importante studio al riguardo “ sembrano dei normali segni del tempo, che in realtà  non sono poi così normali”. Uno dei ricercatori Aron S. Buchman, professore di scienze neurologiche presso l’Università medica di Chicago, …

Primo "tuffo" nel mare extraterrestre di Titano

Immagine
Il primo “tuffo” in un mare extraterrestre si deve a due giovani ricercatori italiani: per la prima volta Marco Mastrogiuseppe e Valerio Poggiali, che fanno parte entrambi del gruppo dell'università Sapienza di Roma coordinato da Roberto Seu, hanno misurato la profondità di Ligeia, uno dei mari più estesi della più grande luna di Saturno, Titano. Hanno inoltre stabilito che il liquido, probabilmente trasparente, da cui sono formati è costituito per la maggior parte da metano e solo in minima parte da etano e azoto.
Misurata la profondità di un mare alieno - ''Per la prima volta abbiamo potuto misurare direttamente la profondità di un mare alieno, Ligeia'', ha detto Mastrogiuseppe. ''Abbiamo verificato che questo mare vasto quanto il nostro mare Adriatico, non supera 200 metri di profondità e che contiene circa 5.000 miliardi di tonnellate di idrocarburi''.
Presto la mappa dei fondali di tutti i mari di Titano - Acquisire questi dati senza precedent…

Il cromosoma Y è il "salvavita" dell'uomo, ne ha garantito la sopravvivenza

Immagine
Il cromosoma maschile Y è prezioso per l'uomo: è stato il suo "salvavita" perché ne ha garantito la sopravvivenza nel tempo, rendendolo più resistente alle malattie. La scoperta, pubblicata sulla rivista Nature, è frutto di due studi coordinati da Henrik Kaessmann, dell'università svizzera di Losanna, e Daniel Bellott, del Massachusetts Institute of Technology (Mit), condotti complessivamente su 23 mammiferi. A rendere il cromosoma Y così prezioso per l'uomo è gruppo di geni che si sono conservati in milioni di anni di evoluzione.
Cromosoma Y ha garantito all'uomo la sopravvivenza - Gran parte di essi sembra avere poco a che fare con caratteri prettamente maschili, come la produzione di spermatozoi, ma controlla fattori importanti come la suscettibilità alle malattie. Il risultato potrebbe essere il primo passo verso un'autentica medicina di genere, ossia per una medicina “su misura” per uomini e donne.
Ancora molti i misteri del cromosoma Y - Sebbene nel c…

Le impronte digitali potrebbero non essere uniche

Immagine
Mike Silverman, esperto che ha introdotto il primo sistema di rilevamento delle impronte digitali automatizzato per la polizia metropolitana inglese, ammonisce a non ritenerle affidabili come si pensa. Nessuno - sostiene - ha ancora dimostrato che le impronte digitali sono uniche e le famiglie possono condividere elementi di uno stesso modello di impronta.
L'assunto di base che ognuno ha un'impronta digitale unica grazie alla quale si può essere rapidamente identificati attraverso una banca dati informatica potrebbe non essere del tutto veritiera. A sostenere questa tesi è Mike Silverman, esperto che ha introdotto il primo sistema di rilevamento delle impronte digitali automatizzato per la polizia metropolitana inglese. 
Secondo Silverman, infatti, gli errori umani, le stampe parziali e i falsi positivi potrebbero significare che le prove basate sulle impronte digitali non sono affidabili come si pensa. Inoltre, sottolinea Silverman, nessuno ha ancora dimostrato che le impron…

Fracking e terremoti: riconosciuto collegamento da geologi di stato Usa

Immagine
Arriva un'altra conferma ufficiale tra alcuni eventi sismici e l'attività di estrazione di gas e petrolio attraverso la fratturazione idraulica indotta.
Non è la prima volta che il fracking viene indicato come possibile causa di terremoti. L'ipotesi ha superato da tempo i confini di una nicchia ristretta a cui si riconosceva malvolentieri credibilità scientifica. Circa un anno fa gli studiosi di Geology ventilarono la possibilità che i forti terremoti in Okahoma fossero stati causati dall'estrazione di gas naturale realizzata attraverso fratturazione idraulica. Qualche mese dopo seguì l'allarme di Science. E' di ieri 11 aprile la notizia del primo collegamento diretto "probabile" tra il fracking e i terremoti, ammesso dai geologi di stato dell'Ohio. A Youngtown, ai piedi della catena degli Appalachi, si registrarono nel 2012 cinque eventi sismici appena avvertiti dalla popolazione in una regione ritenuta geologicamente stabile. Glenda Besana-Ostma…

Cybercrime triplicato in un anno Attacchi da Cina e Asia Orientale

Immagine
Si muovono nelle aree oscure del web e sono le spie del XXI secolo. Attaccano velocissimi il cuore pulsante dei dati delle organizzazioni e delle imprese per carpirne i segreti. E la loro attività si sta intensificando a dismisura. Solo nell'ultimo anno il cyber-spionaggio è più che triplicato e le armi sono diventate più complesse e raffinate. La maggiore minaccia arriva dalla Cina e dall'Asia orientale da dove, negli ultimi dodici mesi, è partito il 49% degli attacchi. Ma non solo. Anche l'Europa dell'Est avanza registrando il 21% delle attività di spionaggio sul web. Ma un dato porta a riflettere: a oggi il 25% delle basi da cui parte il cyber-spionaggio non è stato localizzato. Per contro, appena l'1% delle cyber-spie ha sede in Europa, Nord America e Asia meridionale.
Il Data Breach Investigations Report 2014 di Verizon - A far luce sulla geografia dello spionaggio sul web, e delle violazioni dei dati informatici più in generale, è il Data Breach Investigations…

Sos api, in Europa i due terzi del polline è contaminato da pesticidi tossici

Immagine
Oltre due terzi del polline raccolto dalle api nei campi europei e portato ai loro alveari è contaminato da un cocktail di pesticidi tossici. È quanto emerge da un nuovo studio di Greenpeace International, ''Api, il bottino avvelenato'', pubblicato oggi nell'ambito della campagna europea per salvare le api e proteggere l'agricoltura.
''Le sostanze chimiche rilevate nei pollini comprendono insetticidi, acaricidi, fungicidi ed erbicidi, prodotti da aziende agrochimiche come Bayer, Syngenta e Basf'', afferma Greenpeace, che oggi con venti attivisti ha aperto uno striscione di 170 metri quadrati, simbolicamente tenuto da due api, di fronte al quartier generale della Bayer a Leverkusen, in Germania, con la scritta: ''Bayer: smettila di ucciderci''.
Per lo studio sono stati prelevati simultaneamente oltre 100 campioni provenienti da 12 Paesi, che hanno portato a individuare 53 diverse sostanze chimiche. Il rapporto evidenzia alte conc…

Scozia, nuove tracce di Nessie: immagini satellitari “catturano” il mostro

Immagine
Così grande da generare onde che possono essere viste dallo spazio. Potrebbe trattarsi del famigerato mostro di Loch Ness?
Nuove foto satellitari mostrano una figura di circa 30 metri con quelle che sembrano essere due pinne laterali: per 6 mesi le immagini sono state studiate da esperti dell’Official Loch Ness Monster Fan Club, che hanno formulato mille ipotesi, eppure la conclusione sembra essere solo una. 
Potrebbe “probabilmente” trattarsi di Nessie, il mostro di Loch Ness.
Gary Campbell, che tiene il registro degli avvistamenti, ha dichiarato: “Abbiamo analizzato a lungo le immagini per capire di cosa potrebbe trattarsi. Sembrano le increspature generate da una barca, solo che non c’è alcuna barca. Ce ne sono alcune sulla riva, ma non lì. Abbiamo mostrato le immagini a degli esperti nautici, ma non sanno cosa possa essere.” “Qualunque cosa fosse, era sott’acqua e si dirigeva verso sud, perciò, a meno che non fosse un sottomarino segreto, le dimensioni della figura suggeriscono c…

Il cugino della Terra

Immagine
E' roccioso e potrebbe scorrervi acqua liquida, condizione fondamentale per poter ospitare forme di vita
Scoperto il primo pianeta roccioso di dimensioni del tutto simili a quelle della Terra sul quale potrebbe scorrere acqua allo stato liquido: una condizione fondamentale, questa, per poter ospitare forme di vita. Si trova nel nostro stesso 'angolo' della Via Lattea ed è stato identificato dall'occhio del più celebre ''cacciatore di pianeti'' della Nasa, il telescopio spaziale Kepler. Le sue caratteristiche sono riassunte in una dettagliata 'carta d'identità' pubblicata sulla rivista Science.
Chiamato Kepler-186f, il nuovo pianeta è più grande del 10% rispetto alla Terra ed è il più esterno di cinque pianeti che ruotano intorno ad una nana rossa (una stella più piccola e fredda del nostro Sole) distante 500 anni luce. Secondo i calcoli della Nasa, Kepler-186f completa la sua orbita in 130 giorni, e la distanza che lo separa dalla sua stell…

La vita sulla Terra è nata in fondo al mare: la conferma della NASA

Immagine
La vita sulla Terra e’ nata in fondo al mare oltre quattro miliardi di anni fa, grazie al calore generato dalle sorgenti idrotermali: lo conferma la ricerca della Nasa pubblicata sulla rivista Astrobiology. L’ipotesi dei ricercatori dei centri della Nasa Jet Propulsion Laboratory (Jpl) e Ames e’ che a favorire la nascita delle forme di vita piu’ elementari sia stata l’energia elettrica prodotta naturalmente dalle differenti temperature che si creano sul fondo degli oceani grazie alle sorgenti idrotermali. Secondo gli autori della ricerca, Michael Russell e Laurie Barge, la vita potrebbe avere avuto inizio proprio in una di queste sorgenti calde nell’epoca antichissima in cui gli oceani occupavano quasi tutto il pianeta. 
L’idea che i camini idrotermali possano essere stati la culla della vita risale al 1980, quando queste strutture erano state scoperte al largo del Messico. Tuttavia mentre allora erano stati descritti come un ambiente acido, i ricercatori della Nasa vedono in essi un…

Il telescopio Hubble allunga la vista - Può guardare 10 volte più lontano

Immagine
Si è 'allungata la vista' del telescopio spaziale Hubble: adesso il più celebre dei telescopi spaziali, gestito da Nasa e Agenzia Spaziale Europea (Esa), può riuscire a catturare le immagini di oggetti 10 volte più lontani rispetto a quanto potesse fare finora. Può anche misurare con precisione la distanza di stelle distanti fino a 10.000 anni luce. E' possibile grazie alla tecnica messa a punto dal Nobel per la Fisica Adam Riess, dello Space Telescope Science Institute (STScI), in collaborazione con l'italiano Stefano Casertano, dello stesso istituto. 
Chiamato scansione spaziale, il metodo si basa sul potenziamento della tecnica usata da secoli per misurare le distanze cosmiche chiamata parallasse astronomica. In base al metodo, il diametro dell'orbita terrestre è la base di un triangolo e la stella (di cui va misurata la distanza rispetto alla Terra) è l'apice, ossia ul punto in cui i lati del triangolo si incontrano. Le lunghezze dei lati sono calcolate mi…

L'Onu punta il dito contro i trasporti: "Sono la più grande minaccia per il clima mondiale"

Immagine
Le emissioni di CO2 di automobili, camion, navi ed aerei sono la più grande "minaccia" per il clima mondiale. Ad affermarlo è il nuovo rapporto dell'Ipcc (Intergovernmental Panel on Climate Change), il panel di esperti intergovernativo delle Nazioni Unite che verrà pubblicato il 13 aprile e di cui la Bloomberg da' un'anticipazione. Il rapporto prevede nei prossimi decenni un'impennata" del 71% - rispetto ai livelli del 2010 - delle emissioni di gas serra prodotte dal settore dei trasporti. A spingere l'acceleratore del processo sono le economie emergenti.
CO2, nei prossimi decenni un'impennata" del 71% - Dalla bozza dell'indagine riportata da Bloomberg emerge come le emissioni prodotte dai veicoli siano "più che raddoppiate dal 1970 ad oggi": rispetto a qualsiasi altro settore analizzato (in cui rientrano anche industria, edilizia, agricoltura e silvicoltura) le emissioni legate al mondo dei trasporti sono aumentate ad un ritmo …

Da dentifrici e creme solari possibili danni al Dna

Immagine
Le nanoparticelle contenute in moltissimi prodotti, come creme solari, dentifrici, giocattoli e abiti, possono provocare danni al Dna. A dimostrarlo è lo studio pubblicato sulla rivista Acs Nano e coordinato dall'Istituto di Tecnologia del Massachusetts (Mit), basato su una nuova tecnica che per la prima volta permette di individuare e misurare rapidamente i possibili rischi delle nanoparticelle.
I risultati dimostrano in particolare che le nanoparticelle di ossido di zinco contenute nelle creme solari per bloccare i raggi ultravioletti provocano danni alla struttura del Dna. Pericoli analoghi sono dovuti anche alle nanoparticelle di argento, che per le loro proprietà antimicrobiche vengono aggiunte in dentifrici, abiti o giocattoli.
In queste nanoparticelle sono presenti materiali che, quando sono in dimensione 'naturale', risultano non avere effetti nocivi ma che in dimensioni così ridotte possono comportarsi diversamente, penetrando molto facilmente nelle cellule e dan…

La terribile eruzione del Tambora e l’anno senza estate: dal minimo di Dalton alle fiabe di Dickens

Immagine
Nel mese di Aprile del 1815, esattamente al tramonto dell’11, il Monte Tambora produsse la più violenta e la più mortale eruzione vulcanica dall’ultima Era Glaciale. L’emissione di ceneri fu, quantitativamente, circa 100 volte superiore a quella dell’eruzione, pur rilevante, del Mount St. Helens del 1980, e fu maggiore anche di quella della formidabile eruzione del Krakatoa del 1883. L’evento fu scatenato da un’eruzione pliniana capace di generare una gigante colonna euttiva di 50 chilometri di altezza. Il vulcano produsse sino a 150 chilometri cubici di cenere e aerosol in atmosfera, mentre la caduta di tefrite devastò l’isola indonesiana di Sumbawa e le sue aree circostanti. L’esplosione distrusse 30 chilometri cubici di montagna e fu catalogata come VEI 7 nell’indice di esplosività vulcanica. Gli effetti furono così devastanti che si fecero sentire in tutto il mondo. Fiumi di cenere incandescente si riversarono lungo i fianchi della montagna, bruciando praterie e foreste. La terra…

Una tredicenne progetta astronave per andare su Alpha Centauri in 42 anni!

Immagine
Il progetto della giovane Ekaterina Trúsheva, che ha solo 13 anni, si chiama nave galattica Terra. L’ idea di creare una nave intergalattica nacque quando la giovane imparò che un giorno il Sole si inghiottirà il nostro pianeta e fu così che decise di trovare un modo per salvare l’umanità. L’obiettivo della nave spaziale sarà quello di inviare spedizioni scientifiche in altre galassie alla ricerca della vita. La nave spaziale sarà costruita in orbita attorno alla Terra e non porterà nel Cosmo nessuna fonte di energia per ridurre il peso e aumentare la velocità. Invece utilizzerà come combustibile l’ambiente interstellare, che consiste nel 70 % di idrogeno.
L’idrogeno verrà ‘catturato‘ da un imbuto magnetico, poi sarà compresso e riscaldato da una reazione nucleare, e successivamente verrebbe accelerato e lanciato nuovamente nello spazio interstellare, fornendo così la velocità necessaria. Dopo aver completato la ricerca di una tecnologia completamente sicura, economica e facile, l’au…

Non solo obesità: il cibo-spazzatura rallenta anche le funzioni mentali

Immagine
Mangiare cibo-spazzatura non solo fa accumulare chili di troppo, ma rallenta le funzioni mentali, stancando letteralmente il cervello e rendendo pigri. Lo afferma una nuova indagine USA pubblicata sulla rivista Physiology and Behavior, da ricercatori della University of California Los Angeles.
I test condotti su ratti da laboratorio hanno evidenziato nei topi sottoposti ad una dieta del tutto simile a quella 'umana' con cibi 'raffinati' e alti contenuti di zucchero o fruttosio, un aumento della obesita' ed una inattesa "diminuzione di motivazione, reazioni fisiche e mentali". Gli effetti nel gruppo che seguiva la dieta spazzatura, rispetto ai ratti sottoposti ad un regime alimentare sano, si sono resi evidenti dopo solo tre mesi dall'avvio delle sperimentazioni.
In particolare quando i ricercatori hanno indotto i ratti a eseguire determinati esercizi con 'premi' in cibo ed acqua subito dopo, gli animali con la dieta 'errata' si sono m…

Quanta CO2 si consuma navigando sul Web? Te lo dice un sito internet

Immagine
Quanta Co2 si produce con le email inviate nel corso di una giornata lavorativa e qual e' l'impatto dei video visualizzati su Youtube in un momento di relax? Da oggi è possibile saperlo cliccando sul sito CO2Web.it. Navigando all'interno del portale sarà infatti possibile quantificare le emissioni legate al proprio uso del web: dalla consultazione delle pagine, ai video visionati fino alle email inviate.
Degli esempi - Un sito con 100.000 pagine viste al mese emette 288 kg di CO2 in un anno, mentre chi utilizza il web per 100 ore al mese avrà invece emesso a fine anno 86,4 kg di CO2, pari alla CO2 emessa durante un viaggio andata e ritorno in automobile di media cilindrata tra Milano e Bologna. Un utente che invia mensilmente 500 e-mail da 1Mb a fine anno avrà collezionato una emissione di 114 kg di CO2, mentre chi vede 100 video su Youtube in un mese a fine anno avrà emesso 43,2 kg di CO2.
Il 2% delle emissioni globali di CO2 causate dall'ITC - Questi dati sono parte d…

Misurata con precisione la velocità di espansione dell'Universo

Immagine
L'universo si espande alla velocità di 68 chilometri al secondo. La misura, la più precisa mai ottenuta fino ad oggi, è stata ricavata da due analisi svolte da differenti ricercatori ed il risultato è stato pubblicato sulla rivista Astronomy and Astrophysics. I ricercatori del dipartimento americano dell'energia del Lawrence Berkeley National Laboratory guidati da Andreu Font-Ribera hanno pubblicato, alla fine dello scorso anno, i risultati di uno studio sulle quasar, ossia le emissioni radio provenienti dalle stelle.
Mappate le variazioni di densità del gas intergalattico - Riprendendo e approfondendo quello studio i ricercatori provenienti da Francia e Svizzera, coordinati da Timothée Delubac, hanno potuto mappare le variazioni di densità del gas intergalattico tracciando la struttura di come fosse l'universo da giovane. Per farlo è stato utilizzato uno strumento chiamato Boss (Baryon Oscillation Spectroscopic Survey) che, attraverso le oscillazioni acustiche, ha potuto…

Dai deserti un "dono" inatteso: assorbiranno sempre più CO2

Immagine
Non solo le foreste, ma anche le zone aride del Pianeta assorbono anidride carbonica (CO2) dall'atmosfera, e lo fanno in quantità finora insospettate: in futuro i deserti potrebbero addirittura diventare delle vere e proprie “spugne” in risposta all'aumento delle emissioni, arrivando a coprire anche fino al 4-8% delle emissioni attuali. Lo rivela uno studio dell'università di Washington, che sulla rivista Nature Climate Change disegna un nuovo scenario sul quale calibrare meglio le scelte volte a mitigare il riscaldamento globale.
Esperimento a cielo aperto nel deserto del Mojave - Per ben dieci anni, i ricercatori guidati dal biologo R. Dave Evans hanno condotto un esperimento a cielo aperto nel deserto del Mojave, negli Stati Uniti. In questa zona arida hanno delimitato nove aree ottagonali (con un diametro di 23 metri) per osservare la reazione dell'ecosistema a diverse concentrazioni atmosferiche di CO2: tre sono state esposte ad una concentrazione pari a 550 parti …

Evasione fiscale e corruzione stanno mangiando lo Stato, ma c'è un rimedio facile: abolire il contante

Immagine
La vicenda, purtroppo, non cambia mai. Fino a qualche mese fa eravamo convinti che l’evasione fiscale in Italia fosse intorno ai 60 miliardi di euro all’anno. Ma adesso l’Agenzia delle Entrate (incaricata di riscuotere le tasse) ha rifatto bene i conti e sostiene che ogni anno gli evasori fanno sparire 90 miliardi di euro: dovrebbero versarli al fisco, ma invece li imboscano e non pagano. Se a questo si aggiunge che il costo “occulto” della corruzione sembra che ammonti a 60 miliardi (ma potrebbe essere anche di più), si arriva per queste sole due voci (poi ci sarebbe l’economia criminale) a un totale di 150 miliardi all’anno che il fisco dovrebbe incassare e che invece non vede nemmeno da lontano.
La faccenda è seria perché con 150 miliardi in più nelle casse dello Stato questo sarebbe un paese diverso. Ci sarebbero in sostanza i soldi per fare quasi tutto: rimborsare poco alla volta l’immenso debito pubblico che abbiamo accumulato e fare un po’ di investimenti pubblici per rimettere …

LA MORTE DEI GENITORI SVELA AI FIGLI, LA LORO VERA IDENTITA'

Immagine
Cosa sono i genitori lo capisci meglio quando muoiono; e non sono più in terra : allora tacciono i loro buoni consigli, i loro sguardi, le parole familiari, gli incoraggiamenti, i rimproveri, i complimenti, le esortazioni , le confidenze, le opinioni…;  ti ricordi dei loro silenzi in ascolto, dei chiacchiericci come dei lunghi discorsi…  .
Essi da giovani lavorano sodo per crescerti, darti una casa e un mestiere o professione; se possono e ci metti buona volontà, si fanno in quattro per farti studiare; se no partecipano alla tua neoimprenditoria e alla prima difficoltà aprono spontaneamente  il portafoglio e ogni attenzione per aiutare l’economia domestica. Divenuti infine vecchi e buoni a nulla o a poco, talvolta si ritirano nella loro casa per far posto ai figli giovani e alle loro famiglie; ma se possono, attendono come minimo ai nipoti, mentre babbo e mamma sono a lavorare .
Poi la vecchiaia avanza, le forze mancano sempre più, e abbandonati dalla vita che fugge, spirano con un ul…

Chi corre troppo vive meno: dose salutare due o massimo tre ore a settimana

Immagine
Correre regolarmente è ritenuto un toccasana per la salute e per mantenere il peso forma ma ora si scopre, al contrario, che la corsa può invece accorciare l'aspettativa di vita perchè consuma il corpo, potrebbe deformare il cuore e che sarebbe bene non superare la dose di due ore e mezza o tre ore massimo alla settimana. Infine che il passo lento o moderato è consigliabile rispetto dell'andatura rapida dei grandi appassionati di jogging.
A sostenerlo Martin Matsumara, dell'Istituto di ricerca cardiovascolare al Lehigh Valley Health network di Allentown, Pensilvania, che ha presentato una indagine condotta su 3.800 runners, uomini e donne in media di 46 anni di età all'ultimo congresso annuale dell'American College of Cardiology, svolto a Washington.
Il 70% del campione correva 32 chilometri alla settimana. Dallo studio dei fattori di rischio, come pressione del sangue, colesterolo, diabete, storia familiare per le malattie cardiache, uso di farmaci e fumo i ricer…