Post

Visualizzazione dei post da Febbraio, 2015

La NASA si appresta a studiare il campo magnetico terrestre come mai era accaduto prima

Immagine
La NASA si sta preparando a studiare, come non è mai stato realizzato prima, il campo magnetico che gira intorno alla Terra e la relazione che questo possiede con l’atmosfera del Sole e delle altre stelle, così come la relazione esistente con i buchi neri che popolano l’Universo. I membri dell’ equipaggio di questa missione stanno ultimando i preparativi per il lancio il prossimo 12 marzo del Sistema magnetosferico Multipli (MMS), che partirà verso lo spazio a bordo del razzo Atlas V da Cape Canaveral, in Florida. Questa sarà la prima missione spaziale dedicata allo studio della riconnessione magnetica, un processo che si produce in tutto l’universo, attraverso il quale tutti i campi magnetici si connettono fra di loro con una liberazione esplosiva di energia. “ La riconnessione magnetica può essere definita come uno dei motori più importanti di tutti i fenomeni meteorologici dell’ spazio” ha dichiarato Jeff Newmark, direttore della divisione di eliofisica della Nasa a Washington. 
S…

Riconoscere e curare il fegato grasso, un campanello d'allarme per sindrome metabolica e diabete

Immagine
Ci sono due validi motivi per non sottovalutare la steatosi epatica, meglio conosciuta come "fegato grasso" o "fatty liver", una condizione molto diffusa, ma spesso trascurata, che nei paesi occidentali, caratterizzati troppo spesso da sedentarietà e alimentazioneipercalorica, riguardacirca un quarto degli adulti, soprattutto gli uomini, ma anche bambini e adolescenti, in cui rappresenta una delle principali cause di malattia epatica cronica. Oggi l'epatite C è la causa principale di trapianto di fegato, ma nei prossimi anni con la rapida riduzione della prevalenza del virus C nella popolazione grazie alle terapie con i nuovi farmaci antivirali, il primato potrebbe andare proprio alla steatosi.
Il primo motivo per cui è obbligatorio diagnosticare una steatosi epatica non alcolica (esiste infatti anche la steatosi causata dall'abuso di alcol, a maggior rischio di evoluzione verso la malattia epatica cronica) è che non si tratta affatto di una patologia sempre…

Scoperto un buco nero 'impossibile' e antichissimo - E' gigantesco e misterioso, enigma per astrofisica

Immagine
Sembra impossibile, ma esiste: è un gigantesco buco nero con una massa 12 miliardi di volte quella del Sole e nato all'alba dell'Universo, appena 900 milioni di anni dopo il Big Bang. A scovarlo è stato Xue-Bing Wu, dell'Università di Pechino, a capo del gruppo di ricerca internazionale che ha descritto su Nature questo enigmatico mostro cosmico, la cui esistenza spinge a rivedere le attuali conoscenze sulla crescita dei buchi neri.
"Il 'mistero' è come sia potuto diventare così grande in così poco tempo", ha spiegato Adriano Fontana, dell'Osservatorio Astronomico di Roma dell'Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf) e a capo del Large Binocular Telescope (Lbt), uno dei telescopi che ha reso possibile la scoperta del 'mostro comico', chiamato SDSS J0100 + 2802. 
"I buchi neri - ha spiegato Fontana - crescono 'mangiando' i materiali che li circondano, polveri o stelle, e per essere così grande SDSS J0100 + 2802 deve aver mangia…

Eclissi solare in arrivo: Europa al buio, energia elettrica a rischio

Immagine
La rete elettrica europea potrebbe ritrovarsi improvvisamente a corto di energia il prossimo 20 marzo 2015, quando un’eclissi oscurerà il Sole.
E’ in programma un’eclissi solare che bloccherà circa il 90% della luce solare sull’Europa e sarà l’evento più rilevante degli ultimi 16 anni.
Il 20 marzo 2015, la Luna si interporrà tra la Terra e il Sole, proiettando così un’ombra sul nostro pianeta tale da aver già allertato gli operatori dei sistemi elettrici, in quanto si pone il problema di eventuali blackout in tutta Europa, nelle aree che basano la loro fonte elettrica sull’energia solare. “Le eclissi solari sono sempre avvenute ma con l’aumento delle installazioni fotovoltaiche, il rischio di un incidente potrebbe essere serio senza appropriate contromisure,” dichiarano dalla ENTSO-E. “Nella mattina del 20 marzo, circa 35.000 megawatts, ossia all’incirca l’equivalente di 80 impianti convenzionali di media grandezza, svaniranno dai sistemi elettrici europei prima di rientrare gradualme…

Salute: nell’olio extravergine trovata una nuova arma anti-cancro

Immagine
La scoperta potrebbe contribuire a spiegare alcuni dei benefici effetti della dieta mediterranea. Una molecola antiossidante presente nell’olio extravergine d’oliva uccide cellule tumorali di vario tipo in meno di un’ora e si presenta come un’ottima terapia potenziale contro i tumori. Lo rivela uno studio condotto tra Rutgers University e Hunter College e pubblicato sulla rivista Molecular & Cellular Oncology. 
Benche’ si tratti solamente di osservazioni preliminari su cellule in provetta, la scoperta potrebbe contribuire a spiegare alcuni dei benefici effetti della dieta mediterranea, che vari studi hanno dimostrato capace di ridurre il rischio di cancro. L’oleocantale e’ una sostanza naturale isolata dall’olio extra vergine d’oliva di cui rappresenta uno dei principali antiossidanti. Gli esperti lo hanno aggiunto a colture di cellule tumorali e visto che la sostanza e’ in grado di annientarle nel giro di 30-60 minuti. 
Gli esperti hanno anche visto che l’oleocantale danneggia l…

I dinosauri uccisi dalla materia oscura: deviò la traiettoria di asteroidi e comete

Immagine
A causare l'estinzione dei dinosauri potrebbe essere stata l'inafferrabile materia oscura, la materia sconosciuta e invisibile che costituisce il 25% dell'Universo: a proporre la teoria è Micheal Rampino, biologo dell'Università di New York, sulle pagine della rivista Monthly Notices of the Royal Astronomical Society. Secondo lo studio, la Terra e tutto il Sistema Solare attraverserebbero periodicamente regioni della Via Lattea popolate da materia oscura e questi passaggi avrebbero l'effetto di perturbare le orbite delle comete e di riscalderebbe il nucleo del pianeta, con conseguenze letali sulle specie che lo popolano.
Sulla Terra estinzioni "periodiche" - E' così che la nuova teoria spiegherebbe come mai, periodicamente, la vita sulla Terra sia stata sconvolta da improvvise estinzioni di massa, come quella che 66 milioni di anni fa portò alla scomparsa del 76% di tutte le specie viventi, tra cui i dinosauri. O l'estinzione del Permiano, che canc…

Binge drinking: per i giovani rischi aritmie e morte improvvisa

Immagine
Troppo alcol tutto insieme aumenta il pericolo di aritmie cardiache fino ma otto volte e associato ad altre sostanze il rischio di morte improvvisa aumenta di tre volte. Bastano tre bicchieri di whiskey, o cinque drink o una bottiglia di vino per rischiare grosso. Lo sostengono gli esperti riuniti per il Meeting Internazionale su Fibrillazione Atriale e Infarto, appena concluso a Bologna. 
Secondo i cardiologi molti incidenti del sabato sera sarebbero causati proprio dagli effetti cardiaci del troppo alcol, perche’ le aritmie possono provocare svenimenti pericolosissimi se ci si trova alla guida. La probabilita’ di danni seri cresce esponenzialmente se, come spesso accade, all’alcol si aggiungono sostanze stupefacenti come cocaina, ecstasy o le nuove “pillole” di droghe sintetiche che vanno per la maggiore fra i giovani: in questi casi il pericolo di effetti cardiaci anche letali aumenta di tre volte. [fonte meteo-w.]

Spazio, Hawking: “la colonizzazione di altri pianeti è l’unica salvezza dell’umanità”

Immagine
I viaggi nello spazio “potrebbero essere un’assicurazione sulla vita per la nostra specie in futuro”.
L’umanita’ si salvera’ solamente se l’uomo comincera’ a colonizzare altri pianeti nell’universo: e’ la tesi del noto fisico britannico Stephen Hawking che parlando a un evento al Museo della Scienza di Londra ha avvertito che “la fine dell’umanita’ potra’ arrivare da un’aggressione da parte della stessa specie umana”. Hawking ha sottolineato che per l’uomo “il problema principale da correggere e’ appunto l’aggressivita’. 
“Forse era utile per gli uomini delle caverne e per la loro sopravvivenza, per procacciarsi cibo, territorio e donne”, ha osservato, ma ora rischia di distruggerci, magari con una grande guerra nucleare che potrebbe costituire la fine della nostra civilta'”. Poi, appunto, i viaggi nello spazio: “Potrebbero essere un’assicurazione sulla vita per la nostra specie in futuro”, ha concluso Hawking, come noto affetto da una gravissima disabilita’. [fonte meteo-w.]

Stella aliena nel Sistema Solare: ma è successo nella preistoria, al tempo dei Neanderthal

Immagine
Certo, non è poco il tempo trascorso ma c’è stata una stella in passato che ha invaso il nostro sistema solare. E’ accaduto qualcosa come 70mila anni fa, e il suo bagliore nel cielo potrebbe essere stato visto dai Neanderthal e dai nostri antenati.
Passò a un anno luce dal sole - Pubblicata sulla rivista Astrophysical Journal Letters, la scoperta si deve al gruppo di ricerca coordinato dall'astronomo Eric Mamajek dell'università di Rochester a New York. La stella sarebbe passata a circa un anno luce dal Sole, nella 'culla' delle comete, la nube di Oort. Nessun altro astro è noto per avere mai avvicinato il nostro sistema in questo modo, cinque volte più vicino di quanto lo sia la stella attualmente più prossima, Proxima Centauri. Per gli astrofisici è una scoperta sorprendente perché stelle 'aliene' dovrebbero avvicinarsi al sistema solare esterno solo una volta ogni 9 milioni di anni.
La stella Scholz - La stella che ci ha 'salutato' è in realtà un sist…

Gli alimenti insani dominano la tavola, il buon cibo non sta più al passo

Immagine
Il cibo sano "perde" di fronte a quello insalubre come bibite e carni quali hamburger e salsiccia; nonostante timidi miglioramenti nella dieta osservabili negli ultimi due decenni, il mondo è lontano dal mangiar sano, compresi paesi come il nostro tradizionalmente legati a un'alimentazione genuina. A dirlo uno studio mondiale su The Lancet Global Health sui consumi di 4,5 miliardi di persone di 187 paesi. Il lavoro, condotto da Fumiaki Imamura, Università di Cambridge, si basa sull'analisi dei consumi di 17 tipologie chiave di cibi e nutrienti (10 buoni: frutta, verdure, legumi, frutta secca e semi, cereali integrali, latte, grassi buoni polinsaturi, pesce, grassi omega-3, fibre alimentari; 7 insani: carni lavorate e non, bibite zuccherate, grassi saturi, grassi trans, colesterolo e sodio) nel ventennio 1990-2010.
Globalmente l'alimentazione è migliorata - I ricercatori hanno elaborato un punteggio alimentare (da 0 a 100) ed osservato la situazione per paese, età,…

Alzheimer, allo studio una pillola per rallentare malattia

Immagine
Cambridge, scoperta molecola che blocca formazione placche. I ricercatori dell'Universita' di Cambridge potrebbero aver scoperto la chiave per rallentare lo sviluppo dell'Alzheimer nelle sue prime manifestazioni. Una scoperta potenzialmente rivoluzionaria che un giorno potrebbe tradursi nella creazione di una pillola ad hoc sul modello dei farmaci a base di statine che vengono utilizzati per la prevenzione delle cardiopatie.
Il segreto per fermare l'avanzata dell'Alzheimer e' contenuto in una molecola di origine naturale in grado di bloccare la formazione nel cervello di placche amiloidi, responsabili della malattia. La molecola appartiene ad una famiglia di proteine che si trovano nei polmoni. Ora, spiegano gli scienziati, queste molecole in se' non possono essere utilizzate per la creazione di pillole perche' non resisterebbero al processo digestivo ma si possono trovare proteine simili che si prestino ad essere trasformate in farmaci. 
Per i ricerca…

Scoperto il respiro dei vulcani sottomarini: potrebbe influenzare il clima

Immagine
Svelato il 'respiro' dei vulcani sottomarini: l'enorme rete di frattura della crosta terrestre, lunga complessivamente 60.000 chilometri, ha dai cicli eruttivi mai riconosciuti finora e queste pulsazioni potrebbero avere grandi effetti sul clima del pianeta. Lo studio, pubblicato sulla rivista Geophysical Research Letters, è coordinato da Maya Tolstoy, della Columbia University di New York, ha verificato che le eruzioni avvengono quasi esclusivamente tra gennaio e giugno, un fenomeno legato all'attrazione gravitazionale del Sole.
La Terra è segnata da enormi 'cicatrici', dette dorsali oceaniche, che si estendono per circa 60.000 chilometri. Attraverso di esse, dalle profondità del pianeta emerge una grande quantità di lava. La maggior parte di questi vulcani si trova nelle profondità oceaniche e si ritiene che il volume di materiale eruttato sia sempre abbastanza costante.
Analizzando l'attività sismica delle dorsali i ricercatori statunitensi hanno però s…

Scoperte misteriose 'nuvole' su Marte - potrebbero essere bizzarre aurore polari

Immagine
Scoperte su Marte della misteriose 'nuvole', si tratta di strutture enigmatiche che raggiungono i 250 chilometri di altezza. Uno studio internazionale coordinato da Agustin Sánchez-Lavega, dell'Università dei Paesi Baschi, e pubblicato su Nature spiega che il fenomeno è probabilmente dovuto a particolari aurore polari.
Negli strati più alti dell'atmosfera marziana si formano delle strane ed enormi 'nuvole' che svaniscono in poche ore, larghe più di 1.000 chilometri e che raggiungono un'altezza di 250. Ad averle osservate per primi sono stati degli astrofili, il 12 marzo 2012 e da allora sono state osservate più volte.
Raccogliendo i dati relativi alle numerose osservazioni fatte da allora, i ricercatori stanno tentando di svelare l'origine di queste enigmatiche formazioni, osservate solo fra il tramonto e l'alba nell'emisfero Sud del pianeta rosso. Le possibili cause, secondo lo studio, possono essere di due tipi.
La prima ipotesi è potrebbero …

La vita sulla Terra è nata 3,2 miliardi di anni fa

Immagine
In rocce antichissime le 'impronte' di microrganismi. La vita sulla Terra potrebbe essere nata un miliardo di anni prima del previsto: lo dimostrano strati di rocce che risalgono a 3,2 miliardi di anni fa e nei quali sono state trovate le 'impronte' lasciate da forme di vita primitive. La scoperta, pubblicata su Nature, si deve al gruppo coordinato da Roger Buick, dell'università di Washington
Secondo la ricerca la vita sarebbe nata ben prima che sul pianeta si creassero le condizioni finora ritenute ottimali per ospitarla, come l'atmosfera ricca di azoto comparsa circa 2 miliardi di anni fa. Per il genetista molecolare Ernesto Di Mauro dell'università Sapienza di Roma è una scoperta molto importante, perché potrebbe essere ''la prima prova diretta'' che la vita è nata prima del previsto.
''Si pensa - osserva Di Mauro - che la vita abbia avuto inizio molto presto, appena il pianeta si è raffreddato ma è difficile trovare prove perch…

Gli astronauti del futuro vedranno i buchi neri come in Intestellar

Immagine
I fisici hanno utilizzato il codice per gli effetti speciali del film. Non solo fantascienza: le immagini surreali che un futuro astronauta potrebbe vedere orbitando intorno ad un buco nero sono molto simili a quelle del buco nero Gargantua del film Interstellar di Christopher Nolan. E' la conclusione cui è arrivata la ricerca pubblicata sulla rivista Classical and Quantum Gravity.
I fisici teorici del California Institute of Technology (Caltech), guidati da Kip Thorne, hanno applicato allo studio dei buchi neri lo stesso programma con il quale sono stati ottenuti gli effetti speciali di Interstellar. In questa impresa hanno collaborato con il gruppo di Oliver James, dell'azienda londinese Double Negative, autore del codice Dngr (Double Negative Gravitational Renderer) alla base degli effetti speciali di Interstellar.
Grazie al codice è stato possibile ricostruire figure geometriche a più dimensioni, come l'ipercubo nel quale si ritrova il protagonista di Interstellar. &#…

Ebola: i corpi delle vittime contagiosi per almeno 7 giorni dopo la morte

Immagine
Il virus resta presente per 7 giorni dopo la morte a livello superficiale (bocca, naso, occhi, pelle) e per 3 giorni negli organi interni.
Il virus Ebola sopravvive alle sue vittime per una settimana. I corpi di chi muore a causa dell’infezione restano quindi contagiosi per almeno 7 giorni, secondo un esperimento condotto sui macachi dagli scienziati dei Rocky Montain Laboratories negli Usa. “Lo studio – spiega sul ‘New York Times’ online Antonty Fauci, direttore del National Institute americano per le allergie e le malattie infettive – dimostra scientificamente quello che abbiamo osservato sul campo”, e cioè che i funerali tradizionali celebrati nei Paesi africani colpiti dall’epidemia hanno contribuito a diffonderla rapidamente e su larga scala: “Baciare, lavare o accarezzare i corpi dei morti è stato sicuramente una via di trasmissione dell’Ebola”, sentenzia l’esperto. L’esperimento è stato effettuato su 5 macachi infettati con il virus Ebola per altri studi. Non appena hanno iniz…

Drogati di internet: come riconoscere la dipendenza e sconfiggere la patologia

Immagine
La sempre maggiore diffusione di tablet e smartphone sta facendo crescere velocemente anche in Italia una nuova forma di dipendenza: quella da Internet. Adolescenti che restano connessi fino a 18 ore al giorno o adulti che prendono le ferie per navigare liberamente sui siti porno sono solamente le punte dell’iceberg di un fenomeno che rimane ancora poco conosciuto alla maggior parte dei cittadini. Abbiamo approfondito il tema con Federico Tonioni, responsabile del primo ambulatorio italiano che cura la dipendenza da internet aperto al Policlino Gemelli di Roma. 
Dal punto di vista medico, una persona quando viene definita internet dipendente?  “Contrariamente a quanto si possa pensare la dipendenza non è associata necessariamente alle ore di connessione ma alla presenza di segni di ritiro sociale” 
Cosa si intende per ritiro sociale? “La tendenza ad isolarsi e a relazionarsi emotivamente dal vivo con difficoltà. I casi più gravi sono quelli di ragazzi che non escono più di casa e che r…

I pianeti "gemelli" della Terra? Altro che rarità, potrebbero esisterne almeno 100 miliardi

Immagine
Una “astronomica” cifra di cento miliardi: è questo il numero di pianeti, solamente all'interno della nostra galassia, 'gemelli' della Terra e che quindi potrebbero ospitare qualche forma di vita. A farne la stima è Tim Bovaird, dell'Università Australiana Nazionale, in uno studio pubblicato sulla rivista Monthly Notices of the Astronomical Society utilizzando i dati ottenuti da Kepler, il satellite della Nasa creato proprio per dare la 'caccia' ai pianeti extrasolari.
400 i pianeti scoperti fino ad oggi con caratteristiche simili alla Terra - Per ora i pianeti osservati, al di fuori del nostro sistema solare, sono poco meno di 2000 e di questi si stima che solo una piccola parte, forse inferiore al 20%, possa avere le condizioni giuste per avere acqua in forma liquidi (requisito fondamentale per come conosciamo la vita). Su questi dati ottenuti da Kepler i ricercatori australiani hanno creato dei modelli matematici per cui stimano che i pianeti che si trovano n…

Cinque premi Nobel per un "elisir di lunga vita"

Immagine
Un integratore entrato in commercio in Usa ha dato risultati sorprendenti sui topi in termini di allungamento della vita media.
Una promessa da prendere con le pinze. È quella di Basis, un integratore entrato in commercio in questi giorni negli Stati Uniti. A promuoverlo ci sono cinque Nobel tra i quali Martin Karplus, che ha vinto il premio per la Chimica nel 2013 e ora ha 85 anni. Per ora la sperimentazione sui topi ha dato risultati sorprendenti in termini di allungamento della vita media. A metterne a punto la formula, riferisce la rivista del Mit, è stata la Elysium Health, startup messa in piedi da un ex professore dell'istituto di Boston, che ha chiamato nel board scientifico diversi colleghi blasonati. "Il problema", spiega alla rivista Leonard Guarente, fondatore della società, "è che è quasi impossibile provare in un lasso di tempo ragionevole che un farmaco che estende la vita degli animali può fare lo stesso nell'uomo. Un esperimento del genere rich…

Svelato il segreto del "tapis roulant" che lubrifica le placche e muove i Continenti

Immagine
Ecco il 'tapis roulant' che muove i continenti: si tratta del sottile strato “scivoloso” che si trova al di sotto delle enormi placche che costituiscono la crosta terrestre e ne facilita gli scorrimenti. A "fotografarlo" con una tecnica simile all'ecografia è stato il gruppo dell'Università Victoria (Nuova Zelanda) guidato da Tim Stern e i cui risultati sono stati pubblicati su Nature.
Sotto le placche uno strato "scivoloso" che muove i Continenti - La superficie del nostro pianeta è in continua trasformazione grazie al movimento, lento ma incessante, delle enormi "zolle" di crosta terrestre che dividono in "isole" la superficie del pianeta. Il movimento di queste zolle, dette placche, è fornito dalla risalita di materiali caldissimi, roccia fusa, dalle profondità della Terra lungo i bordi delle placche. Lo scivolamento delle placche è invece reso possibile dalla presenza di uno strato "scivoloso" che si trova al di so…

Land Grabbing: la rapina dei territori camuffata da opportunità per risolvere crisi alimentare e energetica

Immagine
Lo chiamano Land Grabbing, letteralmente: accaparramento di terreno. Si tratta dell’acquisizione di terre fertili su vasta scala a prezzi bassi, nelle zone più disagiate del mondo, soprattutto in Africa e Asia, da destinare a uso prevalentemente agricolo per monocolture, ma anche per attività estrattive, da parte di governi e aziende di Paesi cosiddetti ricchi e tecnologicamente avanzati, che promettono in cambio investimenti e miglioramenti per l’economia locale, attraverso l’aumento di strutture e posti di lavoro.
In realtà è una forma di vero e proprio sciacallaggio, una nuova tipologia di colonialismo, più subdolo di quello dei secoli scorsi. Lungi dall’essere la più adeguata soluzione al problema dell’approvvigionamento agroalimentare e energetico mondiale, il Land Grabbing rappresenta un grave rischio per le popolazioni autoctone, oltre che per l’ambiente e il clima. Il fenomeno nasce da un concetto di capitalismo basato unicamente sul profitto, consumista e privo di scrupoli et…

Una nuova particella per la materia oscura - E' molto più leggera di un elettrone

Immagine
Sta forse in una particella minuscola e leggerissima, pari allo 0,02% della massa di un elettrone, la chiave del mistero per cui finora nessuno e' mai riuscito a osservare direttamente la materia oscura, ossia la materia invisibile e misteriosa che costituisce l'85% dell'universo. E'questa l'ipotesi presentata nella rivista Scientific Reports e formulata dal gruppo dell'universita' britannica di Southampton coordinato da James Bateman, e da quello dell'Istituto tedesco Max Planck di Monaco coordinato da Alexander Merle.
Il rompicapo della materia oscura La materia oscura e' uno dei 'rompicapo' della fisica moderna: le prove della sua esistenza sono infatti solo indirette, e ancora non si riesce a capire da cosa sia composta. ''Abbiamo le prove della sua presenza - precisa Antonio Masiero, vicepresidente dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (Infn) - grazie agli effetti da lei prodotti, come la deviazione dei raggi luminosi c…

Mangiare carne fa male alla salute?

Immagine
Le 3 sostanze peggiori che si trovano nella carne che mangiamo. Gli animali allevati sul nostro pianeta sono circa 10 volte gli umani e secondo le stime della FAO i consumi mondiali di carne raddoppieranno entro il 2050. Si tratta di un alimento ricco di proteine, ma che contiene anche sostanze che possono apportare danni al nostro organismo.
1) Antibiotici Vi spiegavamo in un altro articolo che un consumatore medio di carne ingerisce annualmente quasi 9 grammi di antibiotici a sua insaputa, che equivalgono, leggiamo sul Corriere della Sera, a somministrare 4 terapie antibiotiche ogni anno. Gli antibiotici vengono utilizzati negli allevamenti intensivi e spesso rimangono nei tessuti degli animali e quindi arrivano al nostro piatto: per produrre un kg di carne vengono utilizzati 100 grammi di prodotto. Per di più, c’è il rischio che la carne trasmetta all’uomo dei batteri resistenti agli antibiotici , di conseguenza, che non si riesca a guarire da patologie trasmesse da questo tipo di b…