Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2015

Oms, 2 mln persone muoiono ogni anno causa cibo poco sicuro

Immagine
Batteri e virus causano 200 malattie, 5 misure per evitarle. Sono due milioni ogni anno le persone che muoiono nel mondo a causa del cibo poco sicuro, e nuove minacce emergono costantemente con la globalizzazione della catena alimentare. 
Cibi con batteri dannosi, virus, parassiti o sostante chimiche sono responsabili di oltre 200 malattie, che vanno dalla diarrea al cancro. 
A rilevarlo è l'Organizzazione mondiale della sanità (Oms), che ha identificato cinque misure chiave per prevenire le malattie di origine alimentare. Si tratta di indicazioni valide per chiunque si trovi a maneggiare il cibo, consumatori inclusi, chi coltiva frutta e verdura e maneggia pesce per la vendita o uso proprio e non ha accesso ad un'educazione alimentare.  La prima regola è quella della pulizia: lavarsi le mani prima di maneggiare il cibo, durante la sua preparazione, e dopo essere andati al bagno, lavare e disinfettare tutte le superfici e strumenti utilizzati e proteggere la cucina e il cibo da…

Scoperta super-termite, è fortemente distruttiva

Immagine
Una "super-termite" è stata scoperta in Florida. Si tratta di un 'ibrido' nato dall'accoppiamento delle due specie più distruttive al mondo: la 'termite sotterranea asiatica' e quella di 'Formosa', responsabili di gran parte dei 40 miliardi di dollari di danni causati ogni anno dalle termiti. E' la particolare scoperta di un gruppo di entomologi dell'Università della Florida che emerge da una ricerca pubblicata dalla rivista PLoS One. 
Secondo i ricercatori, le due specie evolute separatamente per migliaia di anni ora brulicano insieme nel sud della Florida, probabilmente a causa delle attività umane. La termite sotterranea asiatica, una specie tropicale originaria del sud-est asiatico, si è diffusa in Brasile e le isole dei Caraibi. La termite sotterranea di Formosa ha avuto origine in Cina, e ora si trova in tutto il sud-est degli Stati Uniti. 
Gli scienziati pensavano che le due specie avessero stagioni brulicanti distinte che impediva…

Il riscaldamento dell'oceano accelera la «fusione» dell'Antartide

Immagine
L'accelerazione dei fenomeni di fusione delle piattaforme è correlato ad acque oceaniche più «calde» che sono penetrate nelle cavità oceaniche al di sotto delle piattaforme di ghiaccio.
La causa principale dell'assottigliamento delle piattaforme di ghiaccio in Antartide occidentale «è la fusione determinata dalle acque oceaniche che entrano in contatto con la parte inferiore del ghiaccio». Negli ultimi decenni «si è osservato un rallentamento nell'innalzamento della temperatura dell'aria, mentre gli oceani hanno proseguito il fenomeno di riscaldamento legato all'utilizzo dei combustibili fossili da parte dell'uomo», spiega ad Askanews Massimo Frezzotti, glaciologo dell'Enea, fra i massimi esperti europei di Antartide, nel commentare la ricerca pubblicata su Science.
L'accelerazione dei fenomeni di fusione delle piattaforme è correlato ad acque oceaniche più «calde» che sono penetrate nelle cavità oceaniche al di sotto delle piattaforme di ghiaccio. Que…

La Terra è nata dalla "lotta" tra Sole, Giove e Saturno

Immagine
Sarebbe stata la “lotta” tra Sole, Giove e Saturno a rendere unico il nostro Sistema Solare e permettere la formazione della Terra, una tipologia di pianeta “raro”: a dimostrarlo è la simulazione al computer elaborata da Gregory Laughlin dell'Università della California a Santa Cruz sulla base dei possibili cambiamenti avvenuti nell'orbita di Giove durante le prime fasi di formazione del Sistema Solare. Lo studio pubblicato sulla rivista dell'Accademia delle Scienze degli Stati Uniti (Pnas) spiega così perché il nostro sistema sia diverso dagli altri scoperti finora.
Il nostro Sistema Solare è una rarità - Di stelle circondate da pianeti se ne conoscono ormai diverse centinaia eppure praticamente tutti i sistemi planetari osservati sono diversi dal nostro. La grande differenza è infatti dovuta alla presenza dei pianeti rocciosi piccoli e a “buona” distanza dal Sole (i casi di Venere, Terra e Marte) mentre le altre stelle hanno pianeti rocciosi solitamente molto più grandi,…

Risolto il mistero dell'esplosione stellare del 1670

Immagine
Non era una stella nova, ma i resti di una collisione stellare. Gli astronomi europei, tra cui Hevelius e Cassini, la videro apparire nei loro cieli nel 1670 e la classificarono come una nuova stella, una 'nova'. Ma le osservazioni compiute con i telescopi di ultima generazione risolvono un enigma che dura da tre secoli: quella che finora è stata considerata la prima esplosione mai registrata di una stella nana è in realtà quello che resta della collisione fra due stelle. 
La scoperta, dei ricercatori coordinati da Tomasz Kaminski, dell'European Southern Observatory (Eso), è pubblicata sulla rivista Nature e costringerà a riscrivere i libri di astronomia.
Hevelius la descrisse come una nuova stella sotto la testa della costellazione del Cigno, anche se gli astronomi la conoscono come Nuova Volpetta 1670. Quando apparve per la prima volta, era visibile a occhio nudo e rimase luminosa per almeno due anni. Poi riapparve e scomparve due volte prima di svanire del tutto.
Anche…

Australia, scoperto il più grande impatto di asteroide: causò l'estinzione dei dinosauri?

Immagine
Si tratta di 2 crateri, oggi non più visibili in superficie, che insieme formerebbero una struttura di 400 km, la più grande conosciuta in qualsiasi parte del mondo.
Scienziati australiani hanno scoperto con una tecnologia geotermica nel centro del continente quella che ritengono sia la più grande zona di impatto di un asteroide mai trovata sulla Terra. I geologi, guidati da Andrew Glikson dell'Australian National University, ipotizzano che due antichissimi crateri, ciascuno di 200 km di diametro, siano stati causati da un meteorite spaccatosi in due. Potrebbe essere questa la causa dell'estinzione dei dinosauri.
Il materiale in entrambi i luoghi di impatto è identico, il che induce i ricercatori a ritenere che siano l'effetto dello stesso meteorite. "Insieme formerebbero una struttura di 400 km, la più grande conosciuta in qualsiasi parte del mondo", scrive Glikson sulla rivista di geologia Tectonophysics."Le conseguenze sono che possa aver causato un even…

Alla ricerca dell'immortalità: la data esatta prevista è il 2030

Immagine
Entro la metà di questo secolo o forse anche prima, il progresso tecnologico nel campo della genetica, nanotecnologia e dell'intelligenza artificiale diventerà così veloce, e arriverà ad un punto tale, che gli esseri umani saranno sottoposti ad una radicale evoluzione. 
Per il 2030 si prevede infatti, come riporta l'Institute fore Emerging Ethics and Technologies, che saremo inondati da talmente tante scoperte mediche che ci permetteranno di rimanere giovani per molto più a lungo.
Questo è lo scenario che intravede Thomas Frey, uno dei migliori futuristi secondo Google: "L'anno è il 2032. Avrete appena festeggiato il vostro 80esimo compleanno e avrete davanti a voi alcune decisioni difficili da fare. Potrete mantenere e riparare il vostro corpo oppure spostarvi in uno nuovo".
Frey ritiene che entro 20 anni i progressi della medicina saranno tali da poter gestire la maggior parte delle malattie e si riuscirà anche a sostituire parti fragili del nostro corpo con t…

Allarme foreste: i polmoni verdi della Terra mai malati quanto ora

Immagine
Secondo uno studio pubblicato su Science Advances sono diventate isole frammentate e separate da infrastrutture e attività umane. Le meglio preservate sono quelle equatoriali di Amazzonia e Congo. Male invece le boreali incapaci di preservate intatti gli habitat naturali. Come la maggior parte nel mondo.
Dimenticate il mito della foresta selvaggia, incontaminata, con uccelli assordanti, e scimmie insolenti. Potrebbe essere presto storia passata. Secondo uno studio il 70% dell'habitat forestale è stato eroso e frammentato in piccoli appezzamenti, troppo piccolo per sostenere l'habitat forestale. Le foreste sono ridotte a isole naturali, separate da oceani di infrastrutture e attività umane. Gli ecosistemi  forestali del Pianeta sono a rischio e l'impatto sulla biodiversità è preoccupante. La frammentazione osservata dagli esperti significa infatti una riduzione dal 13% al 75% della diversità di piante e animali che popolano le foreste dall'equatore alla tundra boreale.

Acqua: Onu, Terra rischia 40% disponibilità in meno nel 2030

Immagine
Le riserve d'acqua nel mondo si stanno riducendo velocemente: il 20% delle falde è infatti sovrasfruttato e, se si procede di questo passo, tra 15 anni la Terra si troverà ad affrontare un calo del 40% della disponibilità d'acqua dolce. Per evitare il collasso urgono interventi sostanziali nella gestione di questa risorsa, anche in vista della crescita della popolazione globale da dissetare e sfamare. A lanciare l'allarme, in occasione della Giornata mondiale dell'acqua che ricorre il 22 marzo, è il rapporto 2015 'World Water Development' delle Nazioni Unite, dal titolo "Acqua per un mondo sostenibile".
Le cifre snocciolate dall'Onu portano a una sola conclusione: i consumi, soprattutto agricoli ed energetici, sono insostenibili e rischiano di assetare ancora di più il Pianeta. Da qui al 2050 la domanda d'acqua aumenterà nel mondo del 55%. Per quella data l'agricoltura, che già usa il 70% dell'acqua dolce disponibile, dovrà dare all'…

Eclissi solare e apocalisse: il 'Sole Nero' è un segno della fine del mondo?

Immagine
Mentre l'Europa freme per lo spettacolo dell'eclissi solare del 20 marzo, c'è chi profetizza catastrofi imminenti legate al "Sole Nero". Per il pastore Mark Blitz l'evento di venerdì altro non è se non un segnale del "giorno del giudizio". Ma cosa lo ha spinto a collegare l'eclissi all'apocalisse? 
L'eclissi solare parziale in arrivo è in sé piuttosto rara. Basti pensare che l'ultima in Europa si è verificata nel 1999. Il fatto è che ad aggiungere misticità all'evento è una serie di coincidenze "celesti". Il 20 marzo è l'equinozio di primavera, oltre che il primo giorno del calendario ebraico. Sebbene nella fase "nuova", quella di venerdì sarà una super luna, un fenomeno che si verifica quando il nostro satellite raggiunge la distanza minima di avvicinamento alla Terra (perigeo lunare). Inoltre, un paio di settimane più tardi, il 4 aprile, avrà luogo la terza delle quattro eclissi lunari della cosi detta …

Umanità ha superato 4 dei 9 confini per la vita sulla Terra

Immagine
Secondo un recente studio pubblicato su Science, 4 dei 9 confini per poter vivere sulla Terra sono stati superati.
Umanità ha superato 4 dei 9 confini per la vita sulla Terra – L’esistenza dell’umanità sul pianeta è prossimo al giro di boa dopo il quale si rischia l’irreversibilità. Lo mette in luce uno studio condotto dal professor Johan Rockström secondo il quale sarebbero già stato superati quattro dei nove limiti per la vita sulla Terra, ovvero il cambiamento climatico, la perdita della biodiversità, l’uso intensivo del suolo e gli alti livelli di azoto e ossigeno; sono questi i quattro confini che l’umanità ha superato, avvicinandosi di un altro passo alla scomparsa della vita sul pianeta.
Oltre a questi però vi sono altri confini che non bisogna superare, ovvero il consumo di acqua dolce, l’emissione di sostanze tossiche, la distruzione dello strato di ozono e l’acidificazione degli oceani; il risultato arriva da un analisi del professore di scienze ambientali all’università di St…

Il Wi-Fi è dannoso per la salute?

Immagine
La tecnologia Wi-Fi ha invaso la nostra atmosfera, le nostre case, le nostre imprese, e anche le nostre scuole senza alcuno studio sui suoi effetti a lungo termine. Dal momento che la connessione Wi-Fi è un'aggiunta relativamente recente alla nostra vita, non vi è stato tempo sufficiente per condurre studi sui suoi effetti sulla salute. Tuttavia, migliaia di studi sono stati condotti sugli effetti delle radiazioni a microonde da telefoni cellulari e antenne degli operatori telefonici, che sono sorprendentemente simili a quelli dai un router wireless. 
Ricordate, un router wireless in casa è come avere una grande antenna come quelle dei gestori di telefonia mobile! 
Qui ci sono alcuni dei sintomi più comuni che segnalano la lunga esposizione alla radiazione a microonde da telefoni cellulari ,cordless e wi-fi:  • Mal di testa cronico  • Problemi di memoria  • Vertigini  • Depressione, ansia  • Disturbi del sonno  • Tremori e nervosismo 
I campi elettromagnetici generati da tali inolt…

Elettricità senza cavi inviata per la prima volta a distanza di 55 metri

Immagine
Ricercatori giapponesi sono riusciti a trasmettere elettricità senza cavi, un passaggio che potrebbe un giorno rendere possibile la generazione di energia solare nello spazio. I ricercatori hanno usato le microonde per trasportare 1,8 kilowatt di elettricità - abbastanza per far funzionare un bollitore elettrico - nell'aria fino a un ricevitore posto a 55 metri, senza alcun errore.
Per quanto si tratti ancora di distanze minime, la tecnologia è promettente perché potrebbe aprire la strada alla possibilità che l'umanità possa produrre grandi quantità di energia dal sole nello spazio e spedirla sulla terra, ha spiegato un portavoce dell'agenzia spaziale nipponica Jaxa. "Questa è la prima volta che qualcuno riesce a inviare qualcosa come due kilowatt di energia elettrica via microonde fino a un piccolo obiettivo, usando un delicato strumento di controllo della direzione", ha spiegato l'ente spaziale di Tokyo. La jaxa lavora da anni allo sviluppo di sistemi per …

Hubble intravede un oceano nascosto su Ganimede

Immagine
Il telescopio Hubble ha ‘intravisto’ un oceano nascosto nella piu’ grande luna di Giove, Ganimede: potrebbe aprire ulteriori possibilita’ per cercare la vita oltre la Terra. Secondo la Nasa l’oceano avrebbe piu’ acqua di tutta quella contenuta dei mari della Terra: sepolto sotto 150 chilometri di crosta ghiacciata, sarebbe profondo 100 chilometri (10 volte piu’ profondo degli oceani della Terra). La scoperta si deve al gruppo coordinato da Joachim Saur dell’universita’ tedesca di Colonia, che ha avuto l’idea di utilizzare Hubble per conoscere meglio l’interno della luna. La scoperta e’ stata possibile osservando le aurore della luna. Ganimede e’ la piu’ grande luna del nostro sistema solare e l’unica con un campo magnetico. Il campo magnetico provoca le aurore, che sono nastri di gas incandescente ed elettrificato, nelle regioni che circondano i poli nord e sud della luna.
Le aurore della luna sono influenzate dal grande campo magnetico di Giove che le fa dondolare. E sono state prop…

Specie invasive, 455 scienziati lanciano l'allarme Suez

Immagine
Lotta contro il tempo della comunità scientifica internazionale per salvare il Mediterraneo dall'invasione di centinaia di nuove specie marine tropicali. Il raddoppio del principale corridoio d'ingresso, il Canale di Suez, sarà concluso a breve, ma una valutazione d'impatto ambientale di questa maxi-opera sull'intero bacino ancora non c'è.
"Quello che chiediamo è una valutazione d'impatto ambientale trasparente e solida a livello scientifico, seguita da un'analisi del rischio e da misure di controllo e mitigazione" spiega Bella Galil, dell'Istituto oceanografico israeliano, promotrice della lettera-appello di oltre 450 scienziati da 39 Paesi. "Fra loro - racconta Galil - ci sono almeno un centinaio di italiani, da Trieste a Palermo", tutti al corrente della potenziale bomba ecologica in arrivo.
"Non siamo contrari ai lavori di allargamento del canale, ma il Mediterraneo è un mare di cui bisogna prendersi cura" riferisce l&…

Il pianeta Gliese 581d è simile alla Terra

Immagine
Un misterioso “rumore” proveniente da una stella di nome Gliese 581, una nana rossa distante circa 20,5 anni luce dalla Terra visibile nella costellazione della Bilancia, potrebbe ospitare un mondo simile alla Terra. Questi segnali suggeriscono che il pianeta Gliese 581d che appunto orbita intorno a questa stella nana rossa, può essere abitabile.
Gli astronomi credevano che questi segnali o “rumori”, potevano essere giustificati come esplosioni stellari, ma provengono in realtà da un pianeta simile alla Terra. Gliese 581d avrebbe le condizioni idonee ad ospitare la vita e, con molta probabilità, si tratta di un mondo roccioso, grande il doppio del nostro mondo.
I segnali provenienti dal pianeta sono stati inizialmente scoperti nel 2010, ma l’anno scorso sono stati identificati come “suono” di lontane stelle. Ma uno studio recente ha ribaltato questa ipotesi, sostenendo che Gliese 581d esiste, ma è un pianeta.
L’esistenza (o meno) di Gliese 581d è significativa, perché sarebbe il primo…

La Terra ha un altro satellite oltre alla Luna: Cruithne

Immagine
Sapevate che la Luna non è l’unico satellite naturale della Terra? Esiste, infatti, un altro piccolo satellite, o meglio un “quasi-satellite”, che ruota attorno alla Terra e che si chiama Cruithne. L’orbita di questo asteroide è detta co-rotante, difatti, muovendosi nello spazio disegna un particolare movimento che ricorda nella forma un ferro di cavallo. Le dinamiche orbitali dell’asteroide sono state determinate precisamente solo nel 1997 grazie agli astronomi Paul Wiegert e Kimmo Innanen della York University in Canada e dal finlandese Seppo Mikkola dell’Univeristà di Turku in Finlandia. Cruithne, il cui nome è quello di un popolo leggendario della Britannia, è stato scoperto il 10 ottobre 1986 da Duncan Waldron e appartiene al gruppo di asteroidi Aten. Il suo nome completo è 3753 Cruithne, si tratta di un asteroide che ha un periodo di rivoluzione di 364 giorni, il cui moto orbitale è alquanto strano. Oltre a non esserci pericolo di collisione tra la Terra e Cruithne, c’è da dire…

Mari e fiumi di Marte coprivano il 20% del pianeta

Immagine
4,5 milioni di anni fa, lo indica la prima mappa 2D della superficie. Quando era un pianeta giovane, Marte era caldo e ricco di oceani: già 4,5 miliardi di anni fa ricoprivano oltre il 20% della sua superficie e l'acqua che li costituiva è rimasta nell'atmosfera del pianeta rosso molto più a lungo di quanto si credesse. Nel corso del tempo, però, ben l'87% dell'acqua marziana è andata perduta. Lo hanno calcolato i ricercatori del Goddard Space Flight Center della Nasa guidati da Geronimo Villanueva, che hanno realizzato la prima mappa bidimensionale delle acque marziane. 
A questo risultato, pubblicato sulla rivista Science, i ricercatori sono arrivati utilizzando i dati raccolti tra il 2008 e 2014 da 3 telescopi terrestri. Le mappe mostrano che la distribuzione dell'acqua presente nell'atmosfera e degli elementi che la costituiscono (tra cui idrogeno pesante o deuterio) varia da stagione a stagione e anche da regione a regione. A far capire ai ricercatori che…

OMS: limitare il consumo di prodotti alimentari con zuccheri “nascosti”

Immagine
Le linee guida riguardano gli zuccheri contenuti in prodotti quali il ketchup o le bevande gassate. L’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) vuole limitare il consumo dei prodotti alimentari con un alto contenuto di zuccheri, causa di numerosi problemi di salute quali l’obesità e le carie dentali. Le linee guida riguardano gli zuccheri contenuti in prodotti quali il ketchup o le bevande gassate, e che dovrebbero rappresentare non oltre il 10% (il 5% sarebbe meglio) della dose energetica giornaliera indipendentemente dall’età (l’equivalente di 50 grammi di zucchero, o circa 12 cucchiaini da caffè). 
L’Oms ricorda che la maggior parte di questi zuccheri è “nascosta” in alimenti che non vengono considerati come dolci: ad esempio un cucchiaio da cucina di ketchup contiene 4 grammi di zucchero, mentre una lattina di una bevanda gassata può contenerne fino a dieci volte tanto. Un’etichettatura che mostrasse la quantità di zuccheri nascosta potrebbe aiutare a ridurne i consumi, secondo l’…

Ebola: a Bruxelles conferenza di alto livello per la lotta all’epidemia

Immagine
Sino ad oggi sono stati registrati oltre 22.500 casi di ebola, di cui 9 mila mortali.
Rafforzare la lotta contro l’epidemia di ebola nell’Africa occidentale, coordinando gli sforzi internazionale per arrivare al completa eradicazione della malattia: e’ questo l’obiettivo di una conferenza di alto livello organizzata dall’Unione europea che si svolge oggi a Bruxelles. 
All’evento sono state invitate oltre ottanta delegazioni di paesi africani, europei e di organizzazioni non governative e internazionali come le Nazioni Unite, il Fondo monetario internazionale e la Banca mondiale. Per l’Unione europea e’ prevista la partecipazione dell’Alto rappresentante per la politica estera Federica Mogherini, del commissario per la Cooperazione Neven Mimica, del commissario alla Salute Vytenis Andriukaitis e del responsabile per gli Aiuti umanitari, Christos Stylianides. Sino ad oggi sono stati registrati oltre 22.500 casi di ebola, di cui 9 mila mortali. 
L’Unione europea e i suoi paesi membri ha…

Super risonanza 'brucia' cellule cancro, test in Italia

Immagine
Al via sperimentazione triennale all'Istituto Romagnolo Tumori. Una 'super' risonanza magnetica combinata con un macchinario che emette ultrasuoni ad altissima intensità focalizzandoli in un punto in modo da 'bruciare' con precisione, in modo non invasivo e con l'assenza quasi totale di effetti collaterali le cellule maligne. E' l'innovativo macchinario che verrà inaugurato domani presso l'Irst (Istituto scientifico romagnolo per la cura dei tumori). Una realtà all'avanguardia non solo in Italia ma in Europa "e che consentirà - sottolinea Dino Amadori, direttore scientifico dell'Ircs - di dare al via ad una piano di ricerca per la diagnosi e cura dei tumori unico nel panorama internazionale". 
Per i prossimi tre anni saranno portati avanti tre progetti sperimentali per valutare l'accuratezza diagnostica, sicurezza, tollerabilità, comfort e costo-efficacia di questo tipo d'indagine, la capacità della risonanza nell'indi…