Post

Visualizzazione dei post da Settembre, 2015

Le prossime eclissi in Italia: il 27 luglio 2018 luna grande protagonista, nel 2026 e 2027 si oscurerà il sole

Immagine
Con l’eclissi di stanotte, si conclude un 2015 ricchissimo di appuntamenti astronomici straordinari sull’Italia. L’eclissi solare del 20 marzo e quella lunare di oggi hanno appassionato e affascinato milioni di persone, non solo nel nostro Paese. Adesso tutti si chiedono quando si potranno ammirare nuovamente spettacoli analoghi. Andiamo insieme quindi a scoprire quali saranno gli appuntamenti più significativi dei prossimi anni: tenetevi forte, perchè non mancheranno episodi ancor più spettacolari di quelli degli ultimi mesi!
Le prossime eclissi lunari Le prossime eclissi lunari visibili sull’Italia saranno non solo spettacolari, ma anche molto vicine. La prima sarà tra meno di due anni, il 7 agosto 2017, ma sarà parziale e poco visibile. Attenzione, però, al 27 luglio 2018: mancano meno di tre anni, sarà un’eclissi lunare totale bellissima, con una magnitudo di gran lunga superiore a quella di stanotte, in condizioni di visibilità eccezionali perchè inizierà alle 19:13 della sera e …

Annuncio del Cern: "Rilevate delle anomalie che potrebbero rivoluzionare la fisica"

Immagine
Strani segnali rilevati da uno degli esperimenti condotti al Cern potrebbero essere le prime "mine" capaci di far vacillare l'attuale teoria di riferimento della fisica, il Modello Standard. È ancora presto per parlare di una vera e propria scoperta, ma i dati ottenuti nell'acceleratore più grande del mondo, il Large Hadron Collider (Lhc), con l'esperimento LHCb, dal 2011 al 2014 guidato dall'italiano Pierluigi Campana, potrebbe essere il primo assaggio della cosiddetta "nuova fisica".Si attende la conferma dei dati - Se confermati, i dati pubblicati sulla rivista Physical Review Letters potrebbero rivoluzionare la fisica delle particelle. “L'esperimento LHCb ha rilevato negli anni alcune anomalie, qualcosa che non 'torna' all'interno del Modello Standard”, ha osservato Campana, oggi direttore dei Laboratori dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (Infn) di Frascati. Si tratta di "imperfezioni", particelle che si com…

Con città "green" risparmi per 17mila miliardi di dollari entro il 2050

Immagine
“Rinverdire” le città con un trasporto pubblico a basse emissioni, edifici efficienti e una buona gestione dei rifiuti può generare risparmi globali per 17mila miliardi di dollari entro il 2050 solo in termini di minore spesa energetica. Lo sostiene uno studio della Global Commission on the Economy and Climate, la commissione internazionale indipendente guidata dall'ex presidente messicano Felipe Calderon e composta da una trentina di ex capi di governo, ministri delle finanze e leader economici.Investire nelle città green può ridurre le emissioni di gas a effetto serra - Se i governi mondiali incrementassero gli sforzi, ad esempio sostenendo l'innovazione verde, tagliando i sussidi ai combustibili fossili e introducendo una tassa sul carbonio, i risparmi potrebbero salire a 22mila miliardi di dollari. 
Inoltre, si legge nell'indagine, investire nelle città green può ridurre le emissioni di gas a effetto serra per 3,7 miliardi di tonnellate di CO2 all'anno entro il 20…

Sommersa nel mare del Nord c'è un'Atlantide europea tutta da scoprire

Immagine
Giace sommersa al largo dell'Inghilterra a non più di trenta metri di profondità. È ancora inesplorata. Grazie al finanziamento di 2,5 milioni di euro dell'Unione europea gli archeologi potranno presto conoscere tutti i segreti dell'antica civiltà misteriosa che l'abitava.
In mezzo al mare del Nord c'è un enorme banco di sabbia sommerso. Si chiama Dogger Banks, e potrebbe essere una vera e propria "Atlantide Britannica". È un blocco di 17.600 chilometri quadrati immerso tra il Regno Unito e la Danimarca. Ancora inesplorato. Grazie al finanziamento di 2,5 milioni di euro da parte dell'Unione europea, adesso gli inglesi potranno attivare un grande studio archeologico per scoprire i segreti delle tribù che abitavano quelle terre.
Fino a 7.500 anni fa, alla fine dell'ultima glaciazione, Dogger era terra emersa e abitata dalle tribù dell'Età della Pietra. Con lo scioglimento dei ghiacci le sue colline divennero prima un'isola, poi piano piano …

Cancro: ecco il cibo che lo innesca. Lo mangiamo tutti!

Immagine
Consumare in modo eccessivo patatine e cibi fritti in generale può aumentare il rischio di contrarre il tumore. La conferma arriva dell’autorità europea per la sicurezza alimentare.
Mangiare una quantità eccessiva patatine aumenta il rischio di tumore. E’ allarme per i consumatori di questo alimento. L’avviso è stato diffuso dalla comunità europea per la sicurezza alimentare, mangiare alte quantità di patatine fritte o in generale di altri cibi fritti, aumenta le probabilità di ammalarsi di cancro. 
La causa è una sostanza cancerogena, presente anche nella combustione del tabacco ed inalata attraverso il fumo delle sigarette; questa sostanza sarebbe prodotta anche durante la frittura dei cibi ed in particolare delle patatine. Secondo gli esperti molti prodotti da forno e fritti, patatine fritte in primis ma anche pane e biscotto, patate arrosto e molti altri, contengono acrilammide, sostanza potenzialmente pericolosa che può contribuire alla formazione del cancro. 
Questo è il motivo…