Post

Visualizzazione dei post da Giugno, 2016

UFO “insegue” una famiglia in auto per chilometri: il VIDEO sconcertante

Immagine
Un ufo ha letteralmente inseguito una famiglia in automobile per tutto il tratto di circa 22 km che da Portoscuso conduce ad Iglesias.
Vedersi inseguiti da un ufo che poi si moltiplica in tanti ovni (acronimo di oggetti volanti non identificati) non è esperienza comune specie quando coinvolta è un’intera famiglia che tuttora non sa capacitarsi dell’esperienza avuta in quella incredibile notte. Il caso è stato portato all’attenzione del dr. Angelo Carannante e del suo team solo da poco tempo, ma quelli del C.UFO.M. hanno fatto un gran lavoro riuscendo a trarre le prime conclusioni di questo avvistamento che non esitano a definire straordinario a meno che poi non si trovi una soluzione convenzionale seppure improbabile, sempre possibile. 
Quindi piedi a terra, ma consapevolezza di avere tra le mani un qualcosa di fuori da schemi razionali. Un ufo ha letteralmente inseguito una famiglia in automobile per tutto il tratto di circa 22 km che da Portoscuso conduce ad Iglesias. Arrivati a ca…

IL PIANETA E' AL COLLASSO! STRANI EVENTI NEGLI ULTIMI DUE MESI, COSA STA SUCCEDENDO?

Immagine
Strani eventi si sono verificati negli ultimi due mesi ecco una raccolta video degli eventi piu' terribili accaduti. [fonte nogeoingegneria]

L'Universo è nato nel buio: siamo figli dei buchi neri

Immagine
Nell'Universo i buchi neri più sono pesanti e meno ce ne sono. Lo scontro tra due buchi neri con masse molto più grandi di quella del Sole è estremamente difficile che accada. Tutti i media del mondo però il 19 febbraio scorso hanno riportato la scoperta delle onde gravitazionali previste da Einstein cent'anni fa. Su un fatto di enorme interesse si è sorvolato: le onde gravitazionali non sono state prodotte nel collasso di una supernova, come ci si aspettava, bensì nello scontro tra due pesantissimi buchi neri: evento estremamente raro. Fu un autentico colpo di fortuna, come vincere un terno al lotto. Pochi giorni fa è venuto l'annuncio di un altro colpo di fortuna: onde gravitazionali prodotte dallo scontro e il collasso di altri due buchi neri pesanti. Di queste onde gravitazionali i media di tutto il mondo hanno parlato molto meno. Non è certo un caso che a Erice la prima lezione alla Scuola Internazionale di Fisica Subnucleare sia stata affidata al massimo esperto ita…

Il misterioso Pianeta 9 non è solo ai confini del Sistema Solare

Immagine
Il misterioso Pianeta Nove ai confini del Sistema Solare potrebbe non essere solo, ma in compagnia di un Pianeta Dieci e forse anche di altri grandi mondi, nascosti oltre l'orbita di Nettuno. È quanto indicano i calcoli di un gruppo di astronomi di Spagna e Regno Unito, pubblicati sulla rivista Monthly Notices of the Royal Astronomical Society.
I ricercatori sono arrivati a questa conclusione ripetendo i calcoli relativi ai sei pianetini oltre l'orbita di Nettuno, i cui movimenti irregolari, all'inizio del 2016, avevano fatto ipotizzare agli astronomi Konstantin Batygin e Mike Brown del California Institute of Technology (Caltech), l'esistenza di un grande pianeta ai confini del Sistema Solare. Questo pianeta avrebbe una massa dieci volte più grande di quella della Terra, si muoverebbe in un'orbita insolitamente allungata e impiegherebbe da 10.000 a 20.000 anni per completare una rotazione attorno al Sole.
Ora gli astronomi spagnoli Carlos e Raúl de la Fuente Marc…

Scontro tra asteroidi e pioggia di meteoriti, quando sulla Terra prendeva forma la vita

Immagine
Un frammento caduto 470 milioni di anni fa getta nuova luce su un evento catastrofico avvenuto nella fascia asteroidale tra Marte e Giove. Nell'Ordoviciano, periodo che vide la biodiversificazione e una grande estinzione di massa.
UNA macchia scura che sembra un neo, come un fossile incastonato nel calcare di una miniera svedese. Misura appena dieci centimetri di diametro ma è uno degli asteroidi più rari mai ritrovati. Österplana 65 (Öst 65) è la cicatrice lasciata da un frammento di materiale caduto sulla Terra 470 milioni di anni fa. La sua composizione è la testimonianza di un evento catastrofico accaduto circa mezzo miliardo di anni orsono nella fascia di asteroidi compresa tra Marte e Giove. Uno scontro avvenuto a centinaia di milioni di chilometri di distanza ma che potrebbe aver rappresentato uno snodo fondamentale per la vita sul nostro pianeta, una pietra miliare nella storia dell'evoluzione.
L'asteroide estinto. Secondo i ricercatori dell'università svedese…